Resti o te ne vai

Il cuore delle mamme è un'officina, dove tutto trova posto e si fa spazio. 

Anche ciò che non può essere riparato o riaggiustato, trova posto nel cuore delle mamme.

Come un sogno infranto. Come un amore sospeso.

L'abilità intrinseca del cuore delle mamme è la capacità di trasformarsi e trasformare.

Officina profumata e pulsante di vita, a volte nascosta e misteriosa, il cuore delle mamme aggiusta, ripara, trasforma, riadatta.

In particolare, il cuore delle mamme riadatta le stagioni, anche quando sono troppo brevi, trasformandole in eterne primavere.

 

Qualche tempo fa ho conosciuto via mail Giuliana Pitti, che mi ha permesso in anteprima di leggere il suo progetto editoriale, "Resti o te ne vai". Il testo mi ha molto colpito, al punto da curarne la prefazione. Credo che questo racconto faccia bene ai cuori, soprattutto ai cuori di quelle donne che (ancora) non sanno di essere abili officine e di poter trasformare il dolore in primavera.

Ho chiesto a Giuliana, che è psicologa ma anche scrittrice di raccontarci la nascita di questo racconto e il progetto cui si legai.

 

Ciao Giuliana, come è nato questo tuo ultimo libro?

Non è stato un libro pensato, non ho avuto l’idea di scriverlo, è un piccolo racconto che è nato da solo.

E' nato lui invece che il mio fagiolino, è nato il libro per questo dono che il cielo mi ha concesso di scrivere per stare meglio.

Soffrivo, ne scrivevo, stavo meglio.

Tuttavia, anche se scrivevo mi sentivo comunque sola, finché non vi ho trovato in internet: scoprendo CiaoLapo mi sono sentita legittimata, il mio dolore aveva un senso, non era esagerato, era della giusta misura.

Così sono nate alcune idee, queste si, sono nate.

È nata anche l’idea di farlo leggere e l’ho inviato a due concorsi letterari: uno l’ha vinto e all’altro è arrivato secondo.

Poi sono nati Lucia ed  Simone e “Resti o te ne vai” è stato messo qualche tempo da una parte in fondo al cuore, insieme al mio primo bambino non nato. Finché è giunto un tempo più maturo.

Quando ho ripreso in mano il racconto ho sentito che non bastava rispolverare parole per renderle attuali.

Così è nata l’idea di colorare queste parole dolorose, dare speranza, renderle dolci e ancora più delicate. Ho incontrato “per caso” l’illustratrice Roberta Procacci. Eravamo in sala d’attesa mentre le nostre due piccole sciabolatrici si allenavano, ed è nata una collaborazione, sono nate delle piccole opere d’arte che Roberta ha regalato a “Resti o te ne vai” e a CiaoLapo.

Ma non bastava ancora. Ci vuole un po’ di musica.

Così è nata l’idea di inserire nella pubblicazione delle tracce musicali.

Io e la musicista Monica De Rosa abbiamo percorso alcuni sentieri del parco della Cascata delle Marmore e registrato alcune tracce per accompagnare la lettura di “Resti o te ne vai”.

C’è il silenzio, il verde, il suono dell’acqua, tutti richiami alla vita e alla speranza!

 

A chi si rivolge "Resti o te ne vai"? 

Questo libro (che è un vero e proprio progetto multisensoriale, ndr) si rivolge alle mamme che non hanno con sé il loro bambino.

E' per dire loro che non sono sole, che il dolore non va nascosto, che c’è qualcuno che le può aiutare con empatia e competenza.

È rivolto anche ai papà, che restano papà lo stesso, anche senza poter giocare con il loro bambino.

È rivolto a tutti quelli che non hanno vissuto un’esperienza del genere e non sanno che dire e pur di parlare dicono cose sbagliate, sia pure a fin di bene.

In questi casi c’è solo una cosa da dire e un consiglio da dare: CiaoLapo.

È rivolto a tutti coloro che non sanno che ogni sei gravidanze una termina con un lutto perinatale, è rivolto a tutti coloro che vogliono mettere le proprie energie per limitare questo dramma di cui per alcuni è più comodo non parlare.

Vorresti lasciare un messaggio per i genitori che ci leggono?

Non soffrite da soli, lasciate che dal vostro dolore nasca un fiore, un disegno, una canzone, un’amicizia, qualcosa che vi faccia sentire sempre in compagnia del vostro bimbo.

 

A proposito di Cuori e di Doni

Nove anni fa CiaoLapo mi donava uno strumento importante per l’elaborazione del mio lutto. Oggi io dono a CiaoLapo ogni frutto che può venir dalle vendite della mia piccola opera.

Per chiudere il cerchio Claudia Ravaldi ha donato a “Resti o te ne vai” le sue parole di medico, donna, madre e ricercatrice che non arretra di un passo sulla strada dell’aiuto. L’averla incontrata, sia pure in rete, è un dono e questo spero per le mamme e i papà in lutto: che abbiano anche loro il dono di speranza che meritano.

 

I fini del libro

Il libro è un ebook. La scelta è stata guidata dal desiderio di risparmiare carta e denari e destinare tutti i proventi a CiaoLapo.

“Resti o te ne vai” può essere acquistato dalle maggiori librerie online, questo per esempio è il link per l’acquisto da Amazon:

http://www.amazon.it/Resti-te-vai-Giuliana-Pitti-ebook/dp/B0169FD2V8

Tuttavia, chiunque non avesse dimestichezza con la tecnologia e l’acquisto online, può scrivermi (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) e invierò il file epub o il cartaceo.

 

Il cuore delle mamme è un'officina.

Quando le porte dell'officina si spalancano su altri cuori, nasce la magia.

 

Login to post comments

CiaoLapo Onlus

Social media