Simone con noi per sempre

  • andymara
  • Avatar di andymara Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 116
  • Ringraziamenti ricevuti 121

andymara ha creato la discussione Simone con noi per sempre

Ciao,
mi chiamo Mara e mi sono ritrovata come catapultata in un incubo. Ho passato giornate e nottate a piangere ed urlare, poi mi sono decisa ad iscrivermi a CiaoLapo. Non ho fatto altro che leggere e piangere, spegnere il PC e riaccenderlo, rileggere e ripiangere.... Non so, obiettivamente, se sono pronta a condividere la mia esperienza in rete, la mia testa è molto confusa, ma d'impulso voglio farlo, perché altrimenti credo potrei impazzire. Le lacrime mi rigano le guance e faccio fatica pigiare i tasti...

Dopo un AS ed una GEU 3 anni fa, finalmente, contro ogni pronostico, ad Agosto di quest'anno ci viene fatto un regalo splendido: aspettiamo un bambino... Vista l'esperienza passata, dopo l'euforia iniziale la paura mi assale. E se fosse un'altra GEU? E se non ce la facesse? Se non ci fosse già più? Vado alla prima visita terrorizzata, ma ecco apparire sul monitor l'immagine più bella: lo sfarfallio del suo piccolo cuoricino che ha iniziato a battere dentro di me.... Cauto ottimismo da parte della mia ginecologa, che mi dice di attendere il mese successivo e vedere come si evolve la gravidanza. A fine Ottobre si è sviluppato bene, posso già vedere il profilo del suo dolce visino. Quasi non ci credo... è qua con noi, il suo cuore batte forte e sembra uno scalmanato! Non è un sogno, c'è davvero. Ancora non lo voglio dire a nessuno, sebbene c'è già chi si è accorto che qualcosa in me è cambiato, sono raggiante! Giunge poi il momento del test combinato. Ho 39 anni e la paura ritorna prepotente. La dottoressa mi tranquillizza: "la nuca è davvero sottile, l'osso nasale è ben evidente, ed è molto attivo!" Vedo le sue manine, i piedini, e quel bellissimo profilo... "E' un maschietto!", mi dice. Gli esami del sangue sono ottimi e sono dalla mia parte. Finalmente va tutto bene, non mi pare quasi vero... Comincio a vedere le mie forme cambiare e passo le serate a guardarmi allo specchio di profilo. Quell'accenno di pancia mi piace davvero, e sono contenta di non riuscire più ad allacciare i pantaloni!
Ho un marito splendido ed ora aspettiamo finalmente il dono più bello, cosa potrei volere di più? Anche se è presto cominciamo a fare tutti grandi progetti, io soprattutto, anche se vorrei restare cauta. Comincio finalmente a guardare le altre mamme senza invidia, riesco a guardare dentro i passeggini, finalmente la nuvola scura se ne sta andando e vedo uno splendido sole....
Arriva Dicembre, è tempo della visita di controllo. Sono tranquilla, perché da qualche giorno, per farmi un bel regalo, ha cominciato a farsi sentire... Si tratta di qualche piccolo brontolio, come se avessi un pesciolino in pancia, ma lo sento, so che è lui.... Ormai lo chiamo per nome. Il nome... l'ho già deciso, è il mio preferito da sempre, il mio bimbo si chiamerà Simone, nessuno potrà opporsi... Arrivo dalla ginecologa, che mi vede raggiante. Anche lei è felice, perché tutto sta andando bene, finalmente....
E invece....
L'ecografia comincia bene, tutti i parametri sono giusti, ma poi dice: "vediamo un po' la testolina di questo cucciolo". Pochi istanti dopo il mio cuore si è fermato.... lei stava zitta, mentre pochi secondi prima mi spiegava tutto per filo e per segno... mi dice che devo ritornare dopo una settimana perché ci sono delle cose che non la convincono. E' davvero triste in volto, per cui capisco che qualcosa c'è, ed è grave... Continua a guardare e riguardare quelle immagini che io, da profana, non capisco... Cosa può esserci che non va? Il cuore batte, agita le manine, gli organi ci sono tutti... Io sto bene, finalmente sono felice, perché non può restare tutto così?
La settimana successiva mio marito ed io ci rechiamo all'ospedale, dove ci sta aspettando. Per giorni non abbiamo fatto altro che cercare in rete quelle stesse immagini che avevo visto sullo schermo, ed è stato terribile. La sentenza di quel giorno è davvero crudele: una forma molto grave di mielomeningocele, con sindrome di Chiari e grave idrocefalia, quindi spina bifida... La forma è già molto grave, per cui le speranze che possa condurre un'esistenza minimamente dignitosa sono nulle... "E' davvero molto, molto grave..." ci dice. Mi sembra di vivere la vita di un'altra persona, non posso credere che stia succedendo... Ci viene fissata l'interruzione terapeutica della gravidanza per il giorno successivo, aspettare sarebbe una tortura maggiore. Ma quale può essere una tortura maggiore di perdere un figlio??? Simone è nostro figlio, lo è già anche se siamo solo all'inizio del quinto mese. Lui c'è, vive e cresce dentro di me... come possono dirmi ora che, già dal primo mese, tutto era iniziato male? " Fino ad una certa settimana queste malformazioni non si possono vedere", mi dicono... Vado a casa e preparo meccanicamente le cose da portare all'ospedale. Mio marito è tesissimo ed io non faccio altro che piangere. Continuo a pensare che non è giusto, non può essere capitato, non è vero, è solo un incubo e presto mi sveglierò. Invece non è così....

Il nostro piccolo Simone viene alla luce la sera stessa del mio ricovero. Continuo a piangere, non volevo finisse così, non ci volevo credere.... Mio marito è vicino a me quando ce lo fanno vedere: piccolissimo e bellissimo, non scorderò mai il suo viso, quello che avevo visto durante le ecografie, la sua piccola manina sta su una mia unghia.... I piedini sono come quelli di mio marito.... Non riesco a credere che il suo cuoricino non batta più, che un esserino così bello possa essere malato.... Non riesco a credere che sia successo tutto questo....
L'ostetrica mi dice tante cose, incluso il fatto che la malformazione è già gravissima, ma non riesco ad ascoltarla. Per fortuna c'è mio marito, che sta piangendo con me ma è più lucido e riesce a rispondere e a mantenermi calma. Ci viene proposto di prendere le impronte delle manine e dei piedini e di mettercele su di un libretto (è così che veniamo a conoscenza di CiaoLapo). Ammetto che non ho ancora avuto il coraggio di vedere quelle pagine....
Penso che, una volta uscita dall'ospedale, il peggio sia finito, ma scopro che non è così...
Appena arrivo a casa scoppio a piangere senza freno, perché tutto è diventato terribilmente vero.... l'incubo è reale. Simone, il mio unico raggio di sole, non c'è più.....non è più con noi....

Sono passati solo 9 giorni da quel terribile 11 Dicembre, ma mi sembra che il tempo si sia rallentato per farmi soffrire ancora di più. Piango, non riesco a fare altro, non riesco a farmene una ragione, continuo a rivedere il mio piccolo fra le mie braccia, rivivo continuamente quei giorni, come se l'epilogo potesse essere diverso.... Sono ormai un'ombra, non mangio quasi niente e dormo a fatica. Di vedere gente e ricevere telefonate non se ne parla.... come possono capire gli altri, con figli sani e bellissimi, che dalla vita hanno avuto tutto? Vorrei allontanare tutti, ma so che non è giusto, non posso scappare... Sarebbe peggio.

Il nostro piccolo Simone sarebbe arrivato, neanche a farlo apposta, per il mio quarantesimo compleanno.... Il regalo più bello, che adesso non arriverà più... Perché la vita è così crudele? Perché non posso avere la cosa più naturale del mondo: un figlio? Perché non potrò più avere con me il mio Simone? Perché non potrò vederlo crescere e sentirmi chiamare Mamma?
Sono depressa. Sì, lo ammetto, sono depressa... E non poco.... Mio marito mi fa parlare con una terapista. Ci vado, perché so che lui è preoccupato e non posso fargli pesare anche il mio stato. Già soffre, e non poco. In maniera diversa, che ogni tanto mi innervosisce, ma soffre, lo so bene.... Sono passati pochi giorni e non riesco nemmeno ad elaborare il lutto, come può questa dottoressa prescrivermi sonniferi ed ansiolitici? Vorrebbe darmi anche degli antidepressivi.... D'accordo con mio marito non prendo nulla. Voglio essere lucida ed affrontare questo lungo cammino di ripresa con le mie forze e con i miei tempi.

Ieri è stato il compleanno di mio marito, che come regalo mi ha chiesto solamente di uscire un po' di casa.... E' durissima. Provo un senso di angoscia e paura, tutto è troppo forte: i rumori, il profumo delle feste, la felicità delle persone, la musica, i pianti dei bambini.... Mi sento soffocare, ma faccio questo sforzo per lui, il mio sostegno, il mio migliore amico, il mio amore...

Mi manca tanto il mio piccolo, che fino a qualche giorno fa' non mi faceva digerire niente, che mi aveva fatta rinascere dopo i tempi bui, che mi aveva fatto finalmente sperare nel lieto fine...
Simone, manchi tanto alla tua mamma e al tuo papà..... sì, perché noi ci sentiamo comunque genitori, genitori di un piccolo angelo...

Scusate se ho usato tutto questo spazio, ma ho sentito il bisogno di cominciare a sfogarmi, altrimenti rischio davvero di impazzire!
So che sarà una strada in salita, piena di ostacoli e di momenti disconforto, ma ho deciso di confrontarmi con chi mi può capire, con chi ha vissuto e sta vivendo il mio stesso dolore. Forse non sono ancora abbastanza lucida.... Ogni giorno mi sembra peggiore del precedente.... come posso farcela? Quando comincerà ad essere meno angosciante? Quando riuscirò a non pensarci almeno un breve minuto al giorno?

Mara
#153555
Ringraziano per il messaggio: lory792010, ile, Butterfly68, Chiara_Claudio, Kevin, SabriGio, smaiorano, VeronicaV, Adel

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 450
  • Ringraziamenti ricevuti 757

Butterfly68 ha risposto alla discussione Simone con noi per sempre

Dolce mamma Mara, come vorrei avere una risposta alle tue tante domande, ma non c'é una risposta... non c'é risposta a questi perché... non c'é un tempo uguale per tutte in un percorso così difficile e tortuoso come quello dell'elaborazione di un lutto con cui è così difficile convivere... l'unica cosa che ho capito, nei quasi tre anni e mezzo da cui faccio parte di questa famiglia così speciale, è che insieme è più facile, che la condivisione aiuta ad andare avanti, a guardare in faccia un dolore che va attraversato tutto, fino in fondo, perché non esistono scorciatoie...
Sai, è proprio da tanto che non mi capita di essere io tra le prime ad accogliere una nuova mamma sul forum... non so perché sia successo proprio oggi con te, ma il "caso" ha voluto che fosse così... o forse perché la tua storia è tanto simile alla mia... come ti ho detto non ho risposte alle tue domande, né parole che valgano ad asciugare le tue lacrime... tutto quello che posso offrirti sono le mie mani tese, per camminare insieme nei momenti in cui la strada si fa più difficile.
Ti abbraccio, e soffio un bacino al tuo Simone
Elisabetta

Nessun piede è troppo piccolo da non lasciare la sua impronta nel mondo
#153557
Ringraziano per il messaggio: andymara

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • andymara
  • Avatar di andymara Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 116
  • Ringraziamenti ricevuti 121

andymara ha risposto alla discussione Simone con noi per sempre

Cara Elisabetta,

grazie per le tue belle parole. Spero di riuscire, attraverso CiaoLapo e tutte voi, ad affrontare più facilmente il lungo e tortuoso cammino che mi aspetta...
E' che mi manca davvero da morire il mio cucciolo.... Spero di farcela.... Il suo pensiero non mi abbandona mai.... E' così difficile!

Grazie infinitamente per il supporto.

Mara con Simone nel cuore
#153558

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 72
  • Ringraziamenti ricevuti 100

DENISE*JL ha risposto alla discussione Simone con noi per sempre

Cara Mara , ti accolgo anche io, in questo luogo dove potrai condividere la tua storia e dove troverai sempre comprensione e vicinanza ... siamo tutte con le mani tese .. leggere nuove storie fa sempre male.
Io sono jessica mamma di denise data alla luce il 20 agosto , dopo 40 +3 giorni stupendi di gravidanza...
Non scusarti del tuo sfogo! qui , grazie a Claudia e Alfredo , possiamo tenerci strette l una con l altra su questa barca di dolore... perché purtroppo devo dirti Mara , che ci saranno delle onde davvero alte da superare ma vedrai che piano piano , giorno dopo giorno , questa tempesta si calmerà un po ... e questo forum ti aiuterà a condividere tutti i tuoi stati d animo.
Come te , ci ho messo un po a scrivere, aprivo la pagina del sito e poi la richiudevo, forse per paura o per non volere accettare che fosse successo anche a me .. sentivo e leggevo tra le righe il dolore carico di tutte queste mamme .. avevo paura di sprofondare .. poi ho provato a condividere piano piano la mia storia , a leggere e rispondere ai messaggi delle altre mamme e ho capito che in qualche modo mi aiutava sentirmi capita ... a differenza magari , di una società che ti vorrebbe già pronta a ricominciare..
Ancora oggi , nonostante il tempo , questo dolore mi toglie il fiato .. non so se mai passerà ma sto cercando di imparare a conviverci ..
Non è facile , lo so , ma sappi che SIMONE sarà la tua forza e il tuo coraggio!! E vi farà affrontare ogni nuovo giorno.
Ti abbraccio cara mamma
#153561
Ringraziano per il messaggio: Kevin, maryd29, andymara

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 797
  • Ringraziamenti ricevuti 1235

Kevin ha risposto alla discussione Simone con noi per sempre

Dolce mammina, ti accolgo con una carezza che spero possa asciugare qualcuna delle tue innumerevoli lacrime. Io sono Rosy, mamma di Kevin, un delizioso bambolotto di quasi tre chili, nato senza il suo pianto di vita, il 23 novembre 2014, dopo un incantevole sogno durato 37 settimane +4 giorni, per un improvviso ed inaspettato distacco di placenta che ha distrutto i nostri sogni più belli e soprattutto ha messo fine alla preziosissima vita del nostro primo bambino. Perdere un figlio è l'evento più atroce che possa colpire un essere umano, soprattutto il cuore di una mamma. Carissima compagna di questo difficile e faticosissimo viaggio, I primi mesi di questo dolore feroce ed in naturale, sono davvero durissimi: Uno tsunami ha stravolto letteralmente la vostra vita, ti senti sfinita, terribilmente e continuamente in colpa, tante domande occupano la tua mente, le giornate scorrono prive di senso, le notti senza sonno e piene di tristezza caratterizzano il tuo tempo, il tuo corpo si ribella perché avrebbe dovuto nutrire, coccolare e prendersi cura del tuo piccolino, il tuo cuore straripante d'amore, però manca il destinatario su cui riversare il tuo immenso amore di mamma, sei incredula, speri che questo incubo possa passare in fretta, ti guardi allo specchio senza più riconoscere la donna che eri solo fino a qualche settimana fa e spesso,fai fatica anche a svolgere le semplici azioni quotidiane come alzarti dal letto, prenderti cura della casa, fare una passeggiata, e poi mi ha cara, ce la gente, la maggior parte della gente che sminuisce il tuo dolore, non comprende la tua sofferenza, spesso ti invita ad andare avanti, dimenticare, sostituire, ti vengono dette, naturalmente senza cattive intenzioni frasi che in questo momento ti feriscono notevolmente e contribuiscono ad aumentare la tua tristezza. Dentro di te si susseguono una miriade di emozioni: vorresti correre a perdifiato per l'universo se questo servisse per ridare la vita a tuo figlio, le lacrime non ti abbandonano, ci sono momenti in cui vorresti allontanare perfino il papà del tuo bimbo perché ti sembra che neanche lui soffra quanto te e ti sembra che non comprenda pienamente i tuoi sentimenti di mamma derubata del suo bene più prezioso, ti senti colpevole per non essere riuscita a mettere il vostro bambino tra le braccia di tuo marito sano, vivo e urlante, rivivi continuamente, gli ultimi momenti di te e del tuo bimbo, quando eravate ancora insieme e ti domandi cosa avresti potuto fare, in cosa hai sbagliato, perché non sei riuscita a proteggerlo, perché non sei morta tu Al posto suo che era così piccolo ed innocente e soprattutto meritevole di vivere. Questi, sono solo alcuni degli stati d'animo che tu come me, come noi qui, percepisci sulla tua carne, in ogni tua singola cellula, nel tuo cuore ferito. Ecco la mia mano tesa per te: prendila ed anche se ancora fragile e tremante, stringi la forte e proviamo a camminare insieme lungo questa strada tortuosa fatta di ripide salite, ma anche di zone pianeggianti in cui fermarci, riposare, riprendere fiato per poi ripartire un po' più forti e consapevoli. In questo preziosissimo forum, troverai sempre condivisione, ascolto non giudicante, comprensione, sostegno, parole di speranza, ma me sempre pronte a sostenerti quando cadrai e a gioire per i piccoli traguardi che raggiungerai. Grazie per averci fatto dono della vostra storia, per averci permesso di conoscere il tuo adorato Simone che da oggi occuperà un posto importante anche nel mio cuore. Ti invio un abbraccio colmo di affetto e ti sussurro che non sei sola, qui non lo sei, mai! Grazie mammina coraggiosa per esser riuscita a trovare la forza di condividere la vostra esperienza di dolore, un dolore che parlerà per sempre d'amore.

Rosy e Yuri con Kevin, bimbo grazioso, indelebile in ogni respiro.
#153562
Ringraziano per il messaggio: DENISE*JL, andymara

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • andymara
  • Avatar di andymara Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 116
  • Ringraziamenti ricevuti 121

andymara ha risposto alla discussione Simone con noi per sempre

Care mamme, cara Jessica, cara Rosy,

leggere le vostre parole è stato davvero toccante, mi rivedo in ogni frase....
Oggi il tempo è veramente uggioso e grigio, il mondo è senza colore e finalmente rispecchia e rispetta il mio stato d'animo.... Ho provato ad uscire un po' di casa in questo fine settimana, l'ho fatto per mio marito più che per me, ma è stato un disastro...
Non sono pronta ad affrontare il mondo, non lo sono soprattutto in questo periodo natalizio, nel quale tutti sorridono, sono allegri, si accalcano nei negozi per la corsa ai regali.... Tutto mi sembra troppo veloce, troppo frenetico e senza alcun valore. Nulla ha più significato per me, non ho neanche preparato l'albero... è la prima volta che la mia casa è così spoglia, e quest'anno la sento proprio vuota e fredda.... Non faccio altro che ripercorrere mentalmente questo mese di Dicembre, come se qualcosa potesse cambiare, come se fosse possibile tornare indietro all'istante esatto in cui la nostra vita è finita e poter modificare il finale...

Non è giusto, me lo continuo a ripetere fino a torturarmi, NON E' GIUSTO! Dicembre doveva essere il mese più bello.... le nausee mi avevano finalmente abbandonata e stavo bene, finalmente mi stavo godendo appieno la presenza del mio bimbo dentro di me, finalmente avrei potuto urlare a tutti la mia felicità, a chi ancora non lo sapeva, ai parenti che, per svariati motivi, si incontrano solo per le feste.... Potevo mostrare a tutti che finalmente, dopo tanto buio, il mio viso era pervaso dalla luce, quella luce che mi aveva portato lui, il mio piccolo Simone.... Tra pochi mesi sarei potuta diventare finalmente mamma, il mio più grande desiderio....
Invece mi ritrovo a piangere senza sosta, a disperarmi perché il destino mi ha voluto fare nuovamente uno sgambetto, a torturarmi perché non riesco a trovare un perché in quello che è successo a me, ma soprattutto al più grande amore della mia vita....
Non avrei mai creduto possibile amare tanto qualcuno che, in fin dei conti, si è visto solo per pochi minuti.... Ma lui cresceva in me, c'era già un legame speciale fra di noi, una cosa tutta nostra.... Cominciavo a sentirlo muovere, a cambiare fisicamente, tutti segni che lui c'era....
Ma Simone ci sarà sempre per la sua mamma ed il suo papà, anche se solo nei nostri cuori e mai fra le nostre braccia....
Mi è difficile credere che potrà andare meglio, che ci saranno anche dei momenti, in questo lungo viaggio, in cui potremo fare un respiro profondo e ripartire con più forza... Non ci riesco proprio...in questo momento non riesco neanche a capire dove sono....

Questa mattina la mia dottoressa mi ha detto che è stato crudele farmi vedere Simone quando l'ho partorito, che è stato proprio il fatto di vederlo a scatenare questa mia profonda depressione. Forse da un lato è vero, perché è proprio da quel momento che tutto è diventato terribilmente reale....
Non fa parte dell'ordine naturale delle cose vedere il proprio figlio senza vita.... non è giusto che sia capitato a lui.... Perché quel maledetto tubo neurale non si è chiuso quando doveva? Perché, nonostante abbia assunto acido folico ogni singolo giorno degli ultimi 5 anni, questo non è servito ad impedire l'atroce epilogo?
Provo veramente tanta, tanta rabbia e non riesco a farmene una ragione. Perché non sono riuscita a proteggere il mio cucciolo? In fondo è questo che fanno i genitori, ed io non sono riuscita, ho fallito...

Simone, sei stato con me così poco, poco più di 4 mesi, ma il segno che hai lasciato nel mio cuore è davvero grande e nessuno mai potrà cancellarlo.... Ti porterò sempre dentro di me, ti voglio tanto bene....
#153569
Ringraziano per il messaggio: DENISE*JL

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 72
  • Ringraziamenti ricevuti 100

DENISE*JL ha risposto alla discussione Simone con noi per sempre

Cara Mara nessuno cancellerà mai l impronta che il piccolo Simone ha lasciato nei vostri cuori, come mai nessuno potrà capire l amore che tu e tuo marito gli avete trasmesso anche solo per 4 mesi .. questo purtroppo , come dici tu è un lutto innaturale , nessuna madre vorrebbe vedere il proprio figlio senza vita .. ma il fatto di averlo visto , credimi , ti servirà più avanti... io.non mi sarei mai perdonata il fatto di non aver tenuto tra le braccia la mia piccola... ti dirò di più .. non ho avuto il coraggio di scattare neanche una foto, ti sembrerà strano ora .. ma lo.rimpiango ... ora ti è difficile pensare che prima o poi questo dolore molli un po la sua morsa .. ma credimi cara mamma è così.
camminare per le vie delle strade non è facile , lo so, soprattutto ora che arriva il natale .. anche per me .. quest anno è vuoto , senza senso , senza alberi e regali da scartate ... ma penso poi al mio compagno e alla mia famiglia e piano piano affronto giorno per giorno le mie cadute e le mie risalite .. ci siamo Mara .. siamo qui per tenerci per mano!!! Un forte abbraccio Jessica
#153572
Ringraziano per il messaggio: andymara

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • ile
  • Avatar di ile
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Mostriciattolo Angelo Piccolino Lucrezia Celeste
  • Posts 468
  • Ringraziamenti ricevuti 587

ile ha risposto alla discussione Simone con noi per sempre

Ciao Mara, ti accolgo anche io in questa grande famiglia... E un bacetto soffiato a Simone.....io non ho risposte, credo nessuno le abbia, e poi purtroppo non cambierebbero gli eventi.... Chissà perché è successo proprio a voi e proprio a Simone.... A me piace pensare che cmq un motivo ci sia sempre, anche se x noi è incomprensibile..... E ogni mamma e papà ha un sentiero simile ma diverso x uscire da quest'abisso della perdita di un figlio, più o meno lungo, più o meno tortuoso.... Ma vedrai che Simone vi darà giorno x giorno segni della sua presenza accanto a voi e vi darà la forza x andare avanti e diventare delle persone davvero speciali, perché chi ha il cuore diviso tra terra e cielo è Speciale, impara a conoscere l'essenziale e l'amore senza confini.... Sarà un periodo di sicuro duro e difficile da superare ma qui noi tenderemo sempre le mani verso di voi e ci saremo x ascoltarvi....
Un grande abbraccio
#153573
Ringraziano per il messaggio: DENISE*JL, andymara

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 12
  • Ringraziamenti ricevuti 27

stevisi87 ha risposto alla discussione Simone con noi per sempre

Ciao Mara,
sono Stefania..forse non sono la persona più adatta a darti il benvenuto qui..anch'io sono diventata parte di questa grande famiglia solo pochi giorni fa, ma leggendo quello che hai scritto, ho sentito il bisogno di risponderti.
Sono Stefania, mamma di Diana, nata lo scorso 15 novembre a 40+3 settimane. Una gravidanza molto cercata ed arrivata al terzo tentativo di ICSI, dopo molte sofferenze sia fisiche che psicologiche. Diana è morta a poche ore dalla nascita, o meglio, è morta a pochi minuti dalla nascita, rianimata ci ha poi lasciati nel dolore più immenso dopo 6 ore e 37 minuti dalla sua venuta al mondo a causa di un "non sviluppo" dell'interno dei polmoni (malattia rara) che non le permetteva di respirare da sola.
Leggo le tue parole e mi ci ritrovo completamente, mi sembra di leggere dentro il mio cuore, dentro la mia anima..pensa che pochi giorni dopo la nascita di Diana (non mi piace pensare che sia pochi giorni dopo la sua morte) è stato il compleanno anche di mio marito e anche io per lui sono uscita di casa, nonostante fosse l'ultima cosa che volevo in quel momento..
Quanto ti capisco, il sembrare di stare peggio giorno dopo giorno, sentirsi depresse, il non voler vedere nessuno, non riuscire a mangiare, non riuscire a dormire..sintomi comuni di un dramma che ci ha colpite e per il quale non si può trovare una ragione.
Vorrei dirti parole di conforto, vorrei dirti che andrà meglio..vorrei..ma sono ancora come te all'inizio della salita e la luce la vedo ancora lontana, ma la vedo, so che c'è perchè Diana me lo ricorda ogni giorno, quando penso a lei, quando prego per lei, lei mi dice che ce la farò e io per lei ce la voglio fare. E tu ce la farai per Simone, non devi mollare perchè lui ti vuole felice e, credimi, è sempre al tuo fianco; so che è difficile crederci ora, a volte non riesco a crederci nemmeno io quando mi faccio prendere dallo sconforto, ma loro sono e saranno sempre con noi e ci aiuteranno a superare la loro mancanza fisica.
Si, siamo solo all'inizio della salita e, se vorrai, la potremo percorrere insieme, passo passo riusciremo ad arrivare in cima.
Per il momento ti abbraccio forte e spero di averti fatto sentire un po' meno sola. Quando avrai bisogno, io sono qui anche per te.
#153575
Ringraziano per il messaggio: DENISE*JL, andymara

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • andymara
  • Avatar di andymara Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 116
  • Ringraziamenti ricevuti 121

andymara ha risposto alla discussione Simone con noi per sempre

Ciao Stefania e ciao a tutte quante voi, mamme speciali e preziose.
Grazie infinitamente per le vostre parole.
Nelle vostre storie vedo molti tratti della mia... nel dolore questo mi fa sentire meno sola...
Grazie, grazie davvero...
Voglio pensare che, se spostiamo tutte insieme i macigni che incontreremo lungo la strada, ne sentiremo meno il peso ed il tragitto sarà meno arduo, anche se purtroppo non meno impervio e lungo...

Un abbraccio di cuore a tutte ed un bacio ai vostri angeli...

Mara con Simone nel cuore
#153576

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 108
  • Ringraziamenti ricevuti 190

smaiorano ha risposto alla discussione Simone con noi per sempre

Cara Mara,
Ho letto la tua storia ieri e subito non sono riuscita a risponderti...è sempre così per me, anche a distanza di sei mesi, quando leggo i post di una nuova mamma riaffiorano vecchi pensieri e sofferenze. Io sono Sara mamma di Giorgio, nato a giugno a 25 +3 e morto 17 giornj dopo per NEC.
Come dici tu è profondamente e maledettamente ingiusto. Tu sei nel pieno del dolore più nero e feroce. Il primo mese a me sembrava di vivere fuori dal corpo, il peso del dolore non mi faceva respirare, era doloroso pensare, dormire, mangiare..tutto. Mi chiedevo spesso come si potesse vivere con un dolore così forte. Ma questo percorso, che nostro malgrado ci spetta, è così...dobbiamo vivere tutto senza respingere nessuna emozione, senza cercare scorciatoie. Questo è sicuramente molto faticoso. Quello che a me è servito tantissimo è venire qui, condividere con queste mamme meravigliose tutti i miei pensieri, perchè qui puoi essere ascoltata in modo non giudicante, puoi sentirti capita, tenuta per mano, puoi essere risollevata nei momenti bui. Perciò ti tendo la mia mano per percorrere insieme la lunga strada che abbiamo davanti.
Sei stata bravissima ad accogliere tuo figlio in un momento tanto drammatico per la vostra vita, e anche se il ricordo ora ti sconvolge, più avanti ti servirà. Dopo che Giorgio è morto non ho avuto il coraggio di entrare in camera mortuaria, non sono riuscita a vederlo, avevo paura come dici tu che vedendolo tutto sarebbe stato più reale. Ora a distanza di mesi mi rendo conto che me ne manca un pezzo, che non avendo chiuso il cerchio il mio percorso di elaborazione in alcuni momenti si inceppa. Quindi secondo me siete stati bravissimi tu e tuo marito a vivere quel momento.

Un bacio dolce Mara, e un bacio tra le stelle a Simone
#153578
Ringraziano per il messaggio: DENISE*JL, andymara

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • andymara
  • Avatar di andymara Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 116
  • Ringraziamenti ricevuti 121

andymara ha risposto alla discussione Simone con noi per sempre

Oggi è la vigilia di Natale, il momento che, ogni anno, ho sempre atteso con trepidazione ed ed entusiasmo.
Quest'anno non è così, purtroppo... Questa giornata mi fa male, mi sento il cuore trafitto da una lancia, che resta lì e che non riesco a togliere. Tutti gli amici si ritrovano per le cene in famiglia questa sera, ci saranno risate ed allegria. Io non ci sarò.
Quest'anno mio marito ed io siamo scappati dai parenti, scappati da tutto, anche dall'Italia. Siamo in un piccolo paesino in Germania, dove non ci conosce nessuno, dove non devo per forza essere sorridente....
Sembrava una buona idea quella di cambiare aria, ma il senso di oppressione di queste festività non mi ha abbandonata, è solo arrivato più lentamente di me.... In albergo, davanti alla porta accanto alla nostra, c'è un passeggino... Guardarlo mi uccide....

La mezzanotte si avvicina, domani sarà Natale.... L'unico regalo che vorrei è poter cambiare il passato, poter riavere Simone dentro di me, sano.... Ma quando mi svegliero', sempre che io riesca a dormire, non potrò scartare il mio regalo... Sono triste, sono arrabbiata!
Domani sarebbe stato l'ultimo Natale in due, e invece il destino, maledetto, non ha voluto così....

Simone, piccolo angelo, dammi la forza per andare avanti.... Veglia su di me in questa notte luminosa, ma buia...
#153622
Ringraziano per il messaggio: smaiorano

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 30
  • Ringraziamenti ricevuti 23

SERENINA ha risposto alla discussione Simone con noi per sempre

Cara mamma di Simone,le tue parole mi hanno colpito molto... voglio dirti che ti sono vicina e non sei sola, purtroppo è dura affrontare la vita di tutti i giorni, ancor di piu' in questi giorni di festa...Ti abbraccio forte!!!
Serena con Davide <3
#153626
Ringraziano per il messaggio: andymara

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • andymara
  • Avatar di andymara Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 116
  • Ringraziamenti ricevuti 121

andymara ha risposto alla discussione Simone con noi per sempre

Ciao Simone, piccolo angelo,

oggi la tua mamma è riuscita a stare in mezzo a tanta gente.... Con il tuo papà siamo stati ai mercatini di Natale di un piccolo paese in Germania. Non è stato per niente facile, lo ammetto, troppe mamme con i loro bambini piccoli, troppe famiglie felici. Fa davvero male sapere che non ti potrò mai portare in posti come questo, che non potremo mai essere come le famiglie incontrate oggi. Il dolore non accenna ad affievolirsi e fa davvero male.... Ci sono stati tanti momenti in cui stavo per cedere, per scappare dalla folla, ma qualcosa mi teneva lì. Non capivo cosa fosse, come potessi avere tutta quella forza...
Poi all'improvviso, svoltando l'angolo tra le bancarelle, ho letteralmente sbattuto il naso su qualcosa: erano delle piccole ali bianche in legno appese davanti ad una di esse... ho subito pensato a te, angelo mio... Ci ho riflettuto tanto nel corso della giornata e voglio proprio credere che sia stato tu a farmele trovare, come se mi avessi voluto fare un regalo e per farmi vedere che ci sei, che eri con noi anche oggi... Non voglio credere che sia stato solo un caso!
Abbiamo deciso che appenderemo quelle piccole ali in camera sopra alla testiera del letto, proprio a metà, così sarai vicino sia a me che al tuo papà...
Chiudendo gli occhi potremo immaginare che tu sia lì con noi, mentre dormi tranquillo e senza pensieri... Quanto sarebbe bello...
Mi manchi, amore mio, mi manchi sempre di più!

La tua mamma triste
#153638
Ringraziano per il messaggio: DENISE*JL, smaiorano, omblau

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • andymara
  • Avatar di andymara Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 116
  • Ringraziamenti ricevuti 121

andymara ha risposto alla discussione Simone con noi per sempre

Ciao mio piccolo angelo,

sono tornata a casa e sono ripiombata nell'incubo... ieri ho appeso le ali di legno alla testiera del letto, in modo tale che il tuo papà ed io possiamo averti vicino nei nostri sogni... purtroppo quelle piccole ali mi ricordano ancora di più che non ci sei, che non ti terremo mai fra le nostre braccia....
I lavori di ristrutturazione a casa proseguono lentamente, per cui stiamo ancora vivendo in quella che sarebbe diventata la tua cameretta: che male che mi fa.... mentre scrivo sono seduta nell'angolino nel quale avremmo messo il tuo lettino, vicino ai peluche di quando ero piccola, che ti avrebbero fatto compagnia...
Quanto fa male pensare che tutto è finito così repentinamente, che in primavera non allieterai il mio compleanno con il tuo arrivo, che non sentirò più i tuoi delicati movimenti dentro di me.... Anche il mio corpo non vuole ritornare quello di prima, come se non volesse nemmeno lui accettare l'accaduto...
Ancora mi capita di sognare noi tre insieme, che festeggiamo il prossimo Natale felici davanti al grande albero che avrei voluto comprare, ma poi mi sveglio e mi ritrovo faccia a faccia con la triste realtà... Perché è tutto così difficile?

Oggi è stata ancora più dura alzarmi dal letto, perché è il 31 dicembre, l'ultimo giorno del 2015, l'anno che, nonostante l'epilogo, è stato in assoluto il più bello della mia vita... E' stato l'anno in cui ho avuto il privilegio di tenerti un po' con me, di sognare il nostro futuro insieme, di vederti e di tenerti sul mio petto seppure per pochi minuti... E' stato l'anno in cui ero riuscita a credere nei miracoli, l'anno perfetto....
E tutto oggi finirà, si chiuderà la porta dietro la quale si conservano i ricordi più belli.
Domani sarà un nuovo anno, ma senza di te, Simone....
Tutti dicono che sarà un nuovo inizio, che è ora di svoltare pagina, di riprendere in mano la mia vita, ma non ci riesco, non sono pronta, sono così fragile che un soffio di vento potrebbe farmi cadere e spezzare, e come posso prendere in mano una vita che non sento più mia? Mi sento un automa, il mio cuore è ferito e fa tanto male...
Domani arriverà il 2016 ed io sarò vuota, non solo fisicamente... sarà un anno vuoto, il più brutto ed il più difficile, già lo so...

Tutti mi dicono che vogliono rivedere la vecchia Mara, sorridente e sempre pronta alla battuta, ma quella persona non c'è più e non posso più ritrovarla, neanche volendo. Sono una persona diversa ora, nel bene e nel male, devo solo capire chi sarò in futuro, devo trovare la mia nuova "me".

Non oggi però, oggi no... Oggi è ancora il 2015, è ancora il tuo anno, mio piccolo Simone, tu che sei stato il mio piccolo raggio di sole e hai illuminato, seppur per troppo poco, il mio cammino...

Ti voglio tanto bene e sarai sempre nel mio cuore...
#153680
Ringraziano per il messaggio: Butterfly68, DENISE*JL, omblau

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.308 secondi