IL MIO CUORICINO A META'...

  • Elomem
  • Avatar di Elomem Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 7
  • Ringraziamenti ricevuti 5

Elomem ha creato la discussione IL MIO CUORICINO A META'...

Buonasera a tutti, sono giorni che leggo le vostre storie, ora finalmente ho il coraggio di raccontarvi il mio dolore.
la storia è un po lunga, spero di non essere prolissa e di non annoiarvi.
tutto inizia dieci anni fa, quando con mio marito ci sposiamo e decidiamo di fare un figlio... ma questo figlio non viene, passano due anni, iniziamo a fare i dovuti controlli e si scopre che io ho una tuba chiusa e quindi le possibilità di restare incinta si dimezzano. ci incamminiamo verso la fecondazione assistita, ma ad un mese dalla nostra prima fecondazione scopro di essere incinta!! una gioia immensa!!! un pianto di gioia infinito.... e invece il mattino dopo del test positivo, ho avuto un aborto spontaneo alla sesta settimana di gravidanza.
Sono stata cresciuta con l'idea di dover essere forte, quindi, si ho pianto... ma dopo una settimana ero in vacanza al mare (programmata e non disdetta) invece di stare con me e con il dolore immenso che avevo dentro.
dopo qualche mese provo a fare il tentativo di fecondazione. negativo. era arrivato novembre .
a febbraio 2011, di nuovo un ritardo... oddio non ci credo... durato anche lui un battito di ciglia, secondo aborto spontaneo a sei settimane di gravidanza. inizio una serie di controlli medici e passano altri due anni. poi a luglio del 2013 mi scopro di nuovo incinta, anche qui la situazione non è delle migliori, le beta hcg crescono ma non raddoppiano... comincio ad avere dolori, ricovero in ospedale, era una gravidanza extrauterina.
il nostro sogno si era infranto per la terza volta, e questa volta non è bastato il mio "essere forte" ... ho iniziato ad avere attacchi di ansia la notte, mi svegliavo più volte con la sensazione di non riuscire ad ingoiare e respirare. Ho deciso di farmi aiutare da un professionista a superare la mia infertilità e i miei lutti.
passano altri anni, altri due tentativi di fecondazione negativi poi finalmente a febbraio dello scorso anno resto incinta, tutto procede questa volta, e sono due gemelli!!!
la nostra gioia è stata infinita. non potevo crederci che questa fortuna fosse capitata a noi!
a 16 settimane di gravidanza eseguo un esame pre-morfologica per vedere il sesso dei miei bimbi e che tutto fosse ok , la dottoressa controlla il primo feto... una femmina!! e sta benissimo! poi passa al secondo... un maschio!!! il mio sognooo avere un maschio ed una femmina!! ma poi la voce della dottoressa si ferma, l'ecografo si sofferma a lungo sul cuore del mio piccolo... chiama un cardiologo che viene di corsa... il mio piccolo ha una malformazione cardiaca. devo fare altri controlli.
dirvi che in quel momento sono per metà morta non è riduttivo.
la gioia che combatteva con il dolore.
mio figlio malato???
iniziamo subito a fare controlli da diversi medici, e purtroppo ci confermano tutti che mio figlio è un cuore sinistro ipoplasico, ossia si è sviluppata solo la parte destra del cuore.
e ora? che succede? che devo fare? che vuol dire?
giorni di terrore, poi conosco in un gruppo mamme di bambini con la stessa patologia, mi dicono è difficile è dura ma ce la si può fare.
il cardiologo mi dice che la sopravvivenza è del 70% , che dovra subire tre operazioni a cuore aperto. uno alla nascita, uno a sei mesi di vita, uno intorno ai due anni e un trapianto in età adolescenziale.
accettiamo anche questa. lotteremo con e per nostro figlio.
il 23 settembre di mattina alle due, proprio lui, il mio piccolo Giordano decide di rompere le acque un mese e mezzo prima del mio termine, i miei due bimbi sono nati alla 33+2 , prematuri.
lui è stato immediatamente spostato al bambin Gesu per affrontare un primo intervento "palliativo" (pesava un chilo e mezzo e per poter affrontare il primo intervento doveva raggiungere i due chili e mezzo minimo di peso) , la sorellina beatrice viene ricoverata in Tin nell'ospedale dove ho partirito, pesava solo 1 chilo e 200 grammi.
inizia così un mese di corse tra un ospedale e l'altro per poter vedere i miei due piccoli.
tralascio il cosa vuole dire partorire e non poter toccare i propri figli, il cosa vuol dire vederli nell'incubatrice... il non sentirsi subito mamma, ma solamente svuotata troppo presto. e la paura costante di perderli entrambi, cosi piccoli.
Beatrice da vera guerriera non ha dato nessun problema, dopo un mese era a casa con me con un peso di 1.900 (piccolissima) ma è sempre stata una bimba di appetito :-)
Giordano nel frattempo, cercava di cresce di peso, piano piano, alimentato con il sondino, con il suo cuoricino perennemente in tachicardia, con mille tubi e medicinali attaccati, con noi che lo andavamo a trovare ma che non abbiamo mai potute tenere in braccio, sempre e solo la nostra voce ... e neanche tutti i giorni perché in terapia intensiva cardiologica ci sono le urgenze e non sempre ti fanno vedere tuo figlio.
dopo 48 giorni la situazione è "peggiorata" decidono di intervenire. il 6 novembre Giordano subisce il primo intervento complicatissimo a cuore aperto. lo supera alla grande. la notte stessa alle due riceviamo una chiamata dall'ospedale, Giordano ha avuto un arresto cardiaco, la situazione è grave. la mattina ci catapultiamo in ospedale, l'arresto cardiaco ha compromesso polmoni, reni, cuore e ha provocato emorragie celebrali. l'8 novembre Giordano ci ha lasciati.
Un dolore straziante, infinito.... Lui è sempre presente, ogni giorno il mio pensiero va a lui, la sorellina è una bimba meravigliosa, se non fosse stato per lei tutto sarebbe stato ancora più difficile, ma allo stesso tempo me lo ricorda costantemente... ogni mesiversario ogni progresso che lei fa il mio pensiero va a lui...
sono una mamma a metà. lo sarò sempre.
molti mi dicono di pensare solo a Beatrice, che lei mi da la forza, che devo essere forte e serena per lei, che non devo farmi vedere triste. non è così. io non posso cancellare Giordano, lui c'è... e con me. per il momento mi porta solo dolore il pensarlo, ma sono certa che un domani questo dolore si allieverà un po.
Ho già fatto un tatuaggio sulla mia pelle, ci siamo io, mio marito, il nostro cane e beatrice di schiena e lei tiene nella mano un palloncino blu a forma di stella.
vorrei dire altre 2000 cose ma avro altro modo in questo meraviglioso sito.
grazie.
una mamma con il cuore a metà
#157473
Ringraziano per il messaggio: Rosanna71, LucyA, Sara80

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 27
  • Ringraziamenti ricevuti 14

Saphhira ha risposto alla discussione IL MIO CUORICINO A META'...

Benvenuta mamma speciale,

ti ringrazio tanto per aver condiviso la tua storia con noi e ti dirò che l'ho letta due volte. Nonostante il finale sia diverso ho trovato alcune cose in comune alla mia e mi fa davvero tanto piacere che la tua piccola guerriera ce l'abbia fatta.
Questo però non significa meno dolore per il tuo angioletto e immagino la fatica ad andare avanti un po' spezzata a metà.
I primi giorni che leggevo i post su CiaoLapo mi interrogavo a lungo su cosa le mamme speciali intendessero quando dicevano "mamme tra cielo e terra" perchè faticavo a capire come si potesse accettare di non vivere in pieno la maternità, nell'oggi e nel presente.
Sono quasi passati 2 mesi dalla morte dei miei bimbi e ora mi è più chiaro questo essere spezzati un po' a metà e credo che sia la sensazione che stai provando ora.
Trovo meraviglioso il tatuaggio che hai fatto, un pensiero unico come il tuo bimbo...
Non ti preoccupare qui sei al sicuro e potrai essere triste senza vergogna o timore, potrai liberare un po' del dolore che senti ed incontrerai tante compagne di viaggio che sapranno capirti.
Ti lascio un abbraccio sincero e ancora benvenuta.
#157476
Ringraziano per il messaggio: LucyA, Elomem

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 1768
  • Ringraziamenti ricevuti 3203

Rosanna71 ha risposto alla discussione IL MIO CUORICINO A META'...

ciao mamma di Giordano e Beatrice, prima di tutto volevo dirti che avete scelto due nomi davvero bellissimi per i vostri figli. La tua lunga storia non mi ha affatto annoiata, anzi, è sempre molto bello leggere le sfumature di una vita, seppur talvolta siano davvero scure quelle sfumature.
Non deve essere stato per nulla facile dividersi tra la gioia di poter portare a casa Beatrice e il lacerante dolore di vedere spegnersi le speranze per Giordano.
Per quanto breve sia stato il suo passaggio in questa vita lui ha lasciato un grande segno nelle vite di chi lo ha amato e sono sicura che questo segno vi accompagnerà per sempre. Il dolore per fortuna si trasforma, si attenua, si riesce persino a rispettarne i tempi ma è un duro lavoro e questo lo hai già ben chiaro in ogni tuo giorno.
Nel mio percorso di rinascita ho avuto un po come la sensazione di dovermi liberare di qualcosa, un po come succede al tuorlo dell'uovo quando si separa dall'albume. Ciò che è rimasto in me è l'immenso amore per mio figlio finalmente libero da sensi di colpa e tormenti, capace di esprimersi nella mia vita in mille modi diversi.
Tutto questo tuttavia ha bisogno di molto tempo, un tempo che ti auguro di accogliere come un "dono" da vivere in sieme ai tuoi bimbi "presente dopo presente"
Un abbraccio grande grande
Rosanna

mamma in cielo di 2 fagiolini e del cucciolo Davide e mamma in terra di Lorenzo.... ogni giorno respiro un alito di vita nella totale assenza di materia ... i miei angeli
#157477
Ringraziano per il messaggio: Sara80, Elomem

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Elomem
  • Avatar di Elomem Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 7
  • Ringraziamenti ricevuti 5

Elomem ha risposto alla discussione IL MIO CUORICINO A META'...

Grazie per le vostre parole... È bellissimo non sentirsi soli in questo momento. Il mio rimpianto più grande è che non ho mai potuto tenere in braccio mio figlio, ogni giorno o io o mio marito eravamo vicino a lui, a volte 10 minuti a volte ore, gli parlavamo, io gli cantavo le canzoncine... Ma avrà sentito tutto questo? Avrà capito di essere amato alla follia?? Anche se la sua mamma non l'ha mai preso in braccio? Non se ne è mai presa "cura"? ....
Spero tanto di si. Che abbia sentito il nostro amore e che lo senta ancora
#157481
Ringraziano per il messaggio: Rosanna71

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 1768
  • Ringraziamenti ricevuti 3203

Rosanna71 ha risposto alla discussione IL MIO CUORICINO A META'...

Cara, io credo davvero che il tuo piccolo abbia sentito esattamente quello che gli stavate trasmettendo e non te lo dico per farti stare meglio e basta, ci sono tantissimi studi sull'importanza della vicinanza dei genitori ai loro bambini prematuri o comunque in difficoltà, hanno notato tanti effetti positivi e questo non può essere solo un caso.
Le difficoltà poi possono essere troppe rispetto alle amorevoli cure che un genitore dà, però cerca di stare serena su questo e pensa che il tuo bambino non si è mai sentito solo, mai.
Anche io ho vissuto per parecchio tempo il rimorso di non aver chiesto di poterlo tenere in braccio, ti capisco e quando mi prendeva la disperazione provavo ad immaginarmi lì con lui tra le braccia ma pensavo anche alla difficoltà che avrei avuto a staccarmi dal mio bambino e .... un pochino mi consolavo.
Una cosa che mi sento di dirti è questa, cerca di "sforzarti" ad uscire, ma anche in un posto isolato però cerca di stare all'aria aperta, la luce del giorno è davvero un alleato importante.... a me ha fatto davvero tanto bene.
un abbraccio

mamma in cielo di 2 fagiolini e del cucciolo Davide e mamma in terra di Lorenzo.... ogni giorno respiro un alito di vita nella totale assenza di materia ... i miei angeli
#157485

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 812
  • Ringraziamenti ricevuti 1246

Kevin ha risposto alla discussione IL MIO CUORICINO A META'...

mammina carissima, ti accolgo con una carezza e piena di affetto e comprensione. Io sono Rosy, la mamma di Kevin, un delizioso bambolotto nato senza il suo pianto di vita il 23 novembre 2014, dopo un sogno incantevole durato 37 settimane +4 giorni, Per un distacco intempestivo di placenta che in un attimo, ha distrutto la nostra felicità, portandosi via il dono più prezioso. io purtroppo, non ho figli vivi però immagino che debba essere difficilissimo assistere con stupore e meraviglia alla crescita, ai progressi, ai sorrisi della tua bambina e contemporaneamente sentire il cuore intriso di dolore per il tuo principino volato via troppo presto. sei forte certo, coraggiosa senza alcun dubbio, una donna, una moglie e soprattutto una mamma piena di dolcezza e di risorse, in ogni istante della tua vita sei immensamente grata per quella cucciola che puoi stringere e cullare, però no, assolutamente non puoi pensare soltanto a Beatrice, perché quella bimba nonostante illumini i tuoi giorni, non cancella, non sostituisce perché ogni bimbo è unico, speciale, con un posto tutto suo nei pensieri, nel cuore e nell’anima dei suoi genitori. sei una madre con il cuore diviso allo stesso modo e con lo stesso amore tra cielo e terra, una mamma che ha il diritto di godere dei sorrisi della sua piccola ma che, ha anche il diritto di soffrire, di esternare la propria malinconia, di piangere il suo bambino adorato che mancherà sempre e per sempre. Tesoro, il mio amatissimo bimbo grazioso Kevin, come tanti, tantissimi altri bimbi in questo preziosissimo forum, è vissuto soltanto nove mesi nel mio grembo, lui non ha mai aperto i suoi occhi, non ho potuto conoscere il suo pianto, il suo calore, quando ho potuto stringerlo tra le mie braccia, accarezzare il suo nasino, la sua boccuccia, le sue ciglia lunghe, la sua pelle vellutata, lui era già morto però, sono certa, certissima che i nostri figli hanno respirato amore attraverso il nostro respiro, si sono nutriti di amore purissimo attraverso il nostro battito e nel tuo caso, la tua voce, le tue canzoncine, le tue parole piene di paura e speranza, sono state la miglior medicina che purtroppo non è riuscita a salvarlo purtroppo, però credimi, i tuoi gesti, la tua presenza straripante di amore infinito, è stato, è e sarà quello che vi terrà uniti, insieme abbracciati stretti stretti in un amore indelebile, un amore indescrivibile con poche parole, un amore difficile poiché mancante del destinatario, però un amore che supera ostacoli, barriere, distanza, anche la morte. ogni volta che senti il bisogno di farlo, esterna alle tue emozioni, tira fuori il tuo smarrimento, la tua rabbia, la tua tristezza profonda, le tue domande, i tuoi ricordi meravigliosi della gravidanza, prendi di cura di te stessa senza avere fretta di guarire, perché questo è l’unico modo per vivere questo dolore feroce ed innaturale. non sentirti sola, mai: qui troverai ascolto, rispetto, empatia, accoglienza e rispetto. Ecco la mia mano tesa per te: prendila, stringi la forte e proviamo a percorrere insieme questa strada difficile e tortuoso, fatta di ostacoli e ripide salite, ma dove troveremo anche zone pianeggianti dove fermarci, riposare, riprendere fiato per poi ripartire un po’ più forti e consapevoli. io non ho nessuna certezza, non credo negli angeli e nemmeno nel paradiso però, mi fa tanto bene pensare che magari il tuo splendido guerriero giordano, insieme al mio bimbo profumato e paffuto, stiano correndo con le loro scarpette fatte di nuvole. ti invio un abbraccio sincero di quelli che fanno tanto, tanto, tanto bene al cuore.

Rosy e Yuri con Kevin, bimbo grazioso, indelebile in ogni respiro.
#157487

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Elomem
  • Avatar di Elomem Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 7
  • Ringraziamenti ricevuti 5

Elomem ha risposto alla discussione IL MIO CUORICINO A META'...

Grazie, siete persone speciali e le vostre parole sono una carezza per il mio cuore...
#157508

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.240 secondi