Un ricordo delicato

  • claudia
  • Avatar di claudia Autore della discussione
  • Offline
  • Amministratore
  • Amministratore
  • Posts 2020
  • Ringraziamenti ricevuti 3552

claudia ha creato la discussione Un ricordo delicato

Care mamme, apro questo post dopo avere avuto una mattinata molto intensa al congresso di Sydney. Alcune colleghe norvegesi hanno presentato uno studio emotivamente molto coinvolgente sulle "sensazioni" che le madri della loro associazione hanno percepito prima di sapere che il loro bambino era morto in utero. Questo lavoro mi ha scatenato una serie di ricordi personali, e una serie di riflessioni. Vorrei poterne parlare con voi, e vorrei condividere le nostre esperienze, per capire se la mia reazione è stata comune o no.
Dunque partiamo dall'inizio.
Sabato 11 Marzo 2006, mi sono alzata per andare a Firenze, accompagnata da mamma, sorella e Giulio. Ho trascorso una mattinata "strana", nel senso che mi sentivo un pò "assente", ma attribuivo la responsabilità alla pancia di ben 38 settimane e alla stanchezza. Verso il tardo pomeriggio, mentre facevo il bagno a Giulio, ho iniziato a realizzare che non sentivo Lapo. Nessun calcio, anche se la posizione era scomoda. Invece di preoccuparmi, ho proseguito, aspettando il rientro di Alfredo da un congresso. Verso le 8 di sera, con tutte le prove del caso, niente, a parte una timida (l'ultima) pedata proprio sotto le coste (non me la dimenticherò mai). Mi/ci siamo accontentati di quell'unica pedata, e siamo andati alla Domenica, che è stata la più muta del mondo.
E io, ormai totalmente dissociata, l'ho passata a preparare passeggino e carrozzina. Non riuscivo neppure a pensare di dare un nome a quello che sentivo.
Come una vera idiota (lo dico con affetto, ora, ma mi sono odiata per questo) ho pulito tutto il giorno, ho piegato tutine, ho preparato tutto.
Le contrazioni, sono arrivate da sole, il lunedì mattina alle 7. Fortuna, penso io, perchè altrimenti sarei stata capace di mentire a me stessa all'infinito.
Lo sapevo, ma avevo così paura che mi sono impedita di pensarlo.
Per voi, come è stato?
Rispondete solo se non vi dà fastidio, io ci ho messo fino ad oggi per parlare di questo, perchè per me è una parte molto dolorosa del mio lutto, quella in cui secondo i miei standard "non ne ho azzeccata una neanche per sbaglio".
Ma oggi, dopo tutto questo oceano di emozioni che mi sono piovute addosso, devo per forza prendermi cura anche di questo pezzo.
Grazie,
Cla

Claudia
Che io possa avere la serenità per accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio e la forza per cambiare quelle che posso cambiare e la saggezza per conoscere la differenza tra le une e le altre e intravedere le scelte dove pensavo non ce ne fossero\"
#59401
Ringraziano per il messaggio: stesa77, DANI81, laura75, Annina, Anastasia11, leo, IvanaeSalvo

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 1222
  • Ringraziamenti ricevuti 330

PiccoloOttavio ha risposto alla discussione Re:Un ricordo delicato

Grazie a te Claudia...io ad essere sincera, stamattina proprio non me la sento...mi sembra di aver già pianto abbastanza scrivendo in altri post...ora devo cominciare la mia giornata da mamma "sprint" (...devo difendermi un pochetto...ma soprattutto mi sforzo di non dare troppo "carico" alla mia piccina...ma a appena me la sento verrò qui...
nunzia
#59403

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Alisa
  • Avatar di Alisa
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • mamma di Gabriel,Stefano e Stellina
  • Posts 878
  • Ringraziamenti ricevuti 461

Alisa ha risposto alla discussione Re:Un ricordo delicato

Cara Claudia a me è successo per tre volte e ogni volta ho provato sensazioni diverse...adesso racconto
Quando aspettavo il mio primo bimbo/a nel 2005 Stellina alla prima ecografia vidi solo il suo curicino battere ed era l'inizio di novembre e mentre aspettavo per fare la prossima sentivo dentro di me la sensazione che gia non ci fosse più non so perchè ma il mio cuore me lo diceva,infatti quando tornai dal gine per farne un'altra vide che il cuoricino non batteva più avevo avuto un aborto interno.
Nel 2006 aspettavo Stefano la gravidanza procedeva benissimo mese dopo mese,ma poi una notte sognai di aver avuto un emoraggia, non volevo fissarmi su questo sogno cosi non ne parlai con nessuno,ma all'ecografia di controllo alla 19 settimana il mio gine mi disse che andava tutto bene e allora io chiesi di farmi anche la visita oltre al monitoraggio e da li si vide che l'utero era aperto di 2 cm di corsa all'ospedale e li mi dissero che Stefy non ce l'avrebbe fatta cosi ho fatto dodici ore di travaglio sentendo i suoi battiti e pensando che non l'avrei mai portato a casa... quella è stata la notte più lunga della mia vita e mi sono sentita una cattiva madre.Nel 2009 si è ripetuto tutto con Gabriel stesse sensazioni stesso dolore,ma questa volta ero convinta che la colpa non fosse mia ma dei dottori che non hanno saputo gestire le mie gravidanze,perchè bastava semplicemente un cerchiaggio...però nonostante tutto Claudia pensavoche forse un pò di colpa ce l' avessi anchio...e ora il pensiero di avere un altro figlio mi spaventa anche se adesso sono seguita da dottori di un centro di Poliabortività.Però quanti sensi di colpa mi sono fatta quando anche Gabriel mi ha lasciato e solo esami analisi genetici e visite hanno chiarito che non c'antravo nulla.
Grazie di aver aperto questo topic mi è stato di aiuto per ricordare a me stessa che non sono una cattiva madre ma solo una mamma.Non so se questo può essere considerato un racconto delicato,ma per me è stato cosi
Ti abbraccio
Annalisa
#59423

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • simon72
  • Avatar di simon72
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • mamma di Elisa... per sempre
  • Posts 826
  • Ringraziamenti ricevuti 240

simon72 ha risposto alla discussione Re:Un ricordo delicato

io ho avuto una hellp alla settimana 26... non so descrivere cosa sentivo... non era una cosa fisica come magari a molte di voi che si sono accorte dei pochi movimenti ... così come mio marito spesso diceva di vedersi dopo qualche anno su una sedia a rotelle... e così è stato... io fin dall inizio della gravidanza percepivo qualcosa... la prima ecografia ci dissero che erano 2.... ma io sentivo che era 1... infatti uno poi si fermò... poi nonostante facessi spese di ogni genere x la bimba... dal lettino alla carozzella... io sentivo che non sarebbe mai stati usati... ed infatti ancora sono vuoti...
#59432

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 780
  • Ringraziamenti ricevuti 905

LaMiaAlessia ha risposto alla discussione Re:Un ricordo delicato

Abbiamo scoperto che il battito di Alessia non c'era più a 26sett+3...da due gg avevo delle piccolissime perdite, colore brunastro, poche goccioline...era già success a 8 sett.: niente di preoccupante e un po' di riposo consigliato...
In quei gg di riposo proprio non se ne poteva parlare...avevo una consegna importante all'università e mancavano 10gg al nostro matrimonio: non che facessi sforzi o chissà cos'altro; la maggior parte delle ore le passavo al pc a preparare il progetto per l'uni o a confezionare bomboniere standomene comodamente seduta!
I movimenti di Alessia...praticamente non li ho mai decifrati più di tanto e dire che a tutte le ecografie faceva impazzire i medici perchè non lasciava loro il tempo per prendere le misure...solo qualche volte era buffo sentire un pezzettino di pancia indurirsi e vedere una bella montagnetta sbucare...la stessa cosa l'ho sentita anche la mattina del 16 aprile ma era il suo corpicino senza vita ad essersi appoggiato in non so bene quale modo...
Tornando alla mattina del 16, mi sono alzata per caso insieme al mio compagno (di solito io stavo a letto un po' di più) e sono andata in bagno...lo slip era perfettamente pulito, un sospiro di sollievo e poi...quel pezzo di carta igienica rosso, troppo rosso..."abbiamo un problema"...sono le uniche parole che sono riuscita a dire...volevo andare al ps da sola, stavo bene. Per tutto il tragitto in macchina non credo di aver aperto bocca...la mia unica preoccupazione era quella di un riposo forzato...come avrei fatto a sposarmi 8 gg dopo?!?
La possibilità che Alessia potesse star male non mi sfiorava neanche la mente...figuriamoci qualsiasi altro pensiero!
Tutto è stato perfettamente chiaro quando ho visto quel monitor inesorabilmente fermo, ma la mia testa continuava a rifiutare quella terribile possibilità...poi le parole del medico, a togliere qualsiasi dubbio...
Ripensando al periodo immediatamente precedente alla ricerca di un segno che mi avrebbe dovuto allarmare, i "mostri" dei sensi di colpa mi hanno fatto leggere alcuni segnali...pare che il cuoricino di Alessia avesse smesso di battere circa una settimana prima. Io proprio il giovedì prima ero stata all'università, ma non me l'ero sentita di prendere la macchina (a/r sono circa 80 Km), nonostante me ne fossi stata comodamente seduta i autobus, quel giorno non mi sentivo bene, ero più stanca del solito ed avevo finito con il rientrare prima del previsto...E poi fino ad allora le nausee erano state fortissime e spesso avevo anche il vomito...erano già 10 gg che però non vomitavo più e, a ripensarci, poteva essere strano: in quel momento per me era solo una gran liberazione...e poi la pancia che di crescere proprio non ne voleva sapere ed io che pensavo "com'è brava questa bimba, aspetta che ci sposiamo così il vestito mi sta meglio"...quanta stupidità...Davvero, a volte, non mi dò pace e i "se avessi" mi rimbombano nella testa, altre volte va meglio e riesco a non attribuirmi tutte le colpe...questa parte però è la più difficile...
Parlarne però forse aiuta! Vedremo...
Grazie;
Chiara.

Chi ci è caro non ci lascia davvero finchè è presente nei nostri pensieri.
#59438

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 1257
  • Ringraziamenti ricevuti 922

peonia ha risposto alla discussione Re:Un ricordo delicato

Cara Claudia scrivere...mi fa star male, mi si spezza il cuore ti dico solo che anch' io sò benissimo quando il mio piccolo mi ha lasciato, quel martedì mi sentivo stanca e lui dentro di me giocava e si faceva sentire gli ho anche detto che era un rompino!! Questo è il mio ultimo ricordo poi i giorni seguenti non si è fatto più sentire, ma io nonostante conoscevo la possibilità della mef mi cercavo di tranquilizzare dicendo che era piccolo che magari si era incastrato, succedono queste cose, ma a termine di grav. e così.....stop scusa
Un abbraccio claudia ti sarò per sempre riconoscente per aver aperto questo sito
Alessia e Cateno
#59440

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 267
  • Ringraziamenti ricevuti 258

moniama ha risposto alla discussione Re:Un ricordo delicato

Cara Claudia ,io ho avuto ,se ricordi la mia storia ,un parto pretermine,quindi è una situazione diversa,ma voglio raccontare le sensazioni dei giorni precedenti,se questo può essere utile in futuro ad altre madri. Tornando indietro con la mente ,(cosa che ho fatto milioni di volte), ho sottovalutato alcuni segnali i,perchè pur essendo una quasi 39enne ,era la mia prima gravidanza. Ricordo che Matteo Pio era molto vivace nei giorni precedenti al parto pretermine (27 giugno),sentivo i suoi piedini che spingevano verso il basso . il 24 sono andata a fare la eco morfologica con flussimetria ,tutto è risultato nella norma,ma l ecografia per me fu un vero trauma. Matteo Pio non si girava,e l'ecografista del centro di medicina fetale mi dava colpi con la sonda per farlo girare,ed io .e di questo mi RIMPROVERO ogni giorno ,stetti in silenzio , nonostante mi provocasse dolore,penso per timore reverenziale verso il medico. Quando mi alzai dal lettino iniziai ad accusare dolore alla schiena nel lato dove ero stata colpita con la sonda dell' ecografo.Nel pomeriggio il dolore aumentò ,ma essendo unilaterale lo imputai alla ecografia che era stata traumatizzante. Il giorno dopo il dolore era quasi scomparso,tanto è vero che decisi di andare a Napoli anche io con mio marito ,per non rimanere da sola a Bari. I movimenti fetali di Matteo Pio cambiarono proprio dal giorno dell'ecografia ,mi ricordo che io ero abituata a sentirlo tutte le volte che mi mettevo sdraiata invece si fece sentire solo la sera . Il sabato 27 stavo magnificamente, la sera uscii con amici e brindammo a Matteo Pio; poi il malore notturno ,il primo ospedale che mi dice che tutto ok,dopo 3 ore arrivo in un altro ospedale in travaglio.. Per quanto riguarda le sensazioni,ricordo che mia cugina incinta anche lei,già mesi prima che nascesse il figlio addirittura aveva preso delle bomboniere in offerta per il battesimo. Io non avevo comprato niente,le poche cose che avevo mi sono state regalate. forse perchè mi sembrava quasi un miracolo questa gravidanza ho sempre avuto sensazioni di incertezza. Ci sono stati dei sogni,ma qui poi mi sembra di sconfinare ,collegati alla mia gravidanza .La mia prozia che non sapeva che ero in attesa,che sognò la sorella( ovvero mia nonna defunta), con un bimbo in braccio;anche io ho fatto un sogno la settimana prima di scoprire che ero incinta. Ho sognato che facevo l'ecografia e nonostante c'era un bel bimbo ,il mio ginecologo era scontento. Mia cognata, quando gli abbiamo detto della gravidanza,non era sorpresa perché aveva sognato una luce intensa che avvolgeva un bambino,e la nonna defunta che diceva che c?era una nuova vita. Chiaramente lungi da me di parlare di premonizioni ,questo sia ben chiaro..p.s scusate gli errori eventuali ma invio senza rileggere altrimenti se mi soffermo troppo,inizio a piangere.
#59446
Ringraziano per il messaggio: DANI81

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 267
  • Ringraziamenti ricevuti 258

moniama ha risposto alla discussione Re:Un ricordo delicato

ho dimenticato di aggiungere nella mia risposta al post di claudia i ringraziamenti . mi sento meglio dopo aver scritto .inoltre leggendo i post delle altre mamme,capisco che le colpe che mi rimprovero:il mio silenzio durante l'ecografia,il viaggio a napoli,e aggiungo i tre giorni a sostenere gli esami per un corso che all'epoca mi sembrava importante,sono piu o meno le stesse colpe che le altre mamme si rimproverano.,in realtà non abbiamo fatto niente di straordinario e le mamme con gravidanza fisiologica fanno questo ed altro..Grazie CLAUDIA,SO QUANTO TI è COSTATO.
#59450
Ringraziano per il messaggio: DANI81

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • maggie4444
  • Avatar di maggie4444
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • mamma di Leo in cielo e di Arianna tra le braccia
  • Posts 2147
  • Ringraziamenti ricevuti 1195

maggie4444 ha risposto alla discussione Re:Un ricordo delicato

Cara Claudia...grazie per questo topic.
Deve essere stato davvero intensa questa parte del Congresso ieri...
E grazie per aver condiviso il tuo ricordo di quei giorni dolorosi ?
-
Io ho diversi ricordi delicati...
Per il primo devo tornare indietro nell'ottobre del 2008 (più o meno 2 anni fa proprio adesso) - stavo per perdere la nostra Stellina, a sole 9 settimane...
Avevo avuto delle piccolissime perdite, ma siccome due giorni dopo avrei fatto l'eco, ho letto che potevano capitare e siccome non erano rosse, non mi ero preoccupata...Ma poi ho fatto un sogno (eh, sì, io con i miei sogni ;) ). Ho sognato un addio, una donna (lì per lì l'ho identificata con mia nonna che non c'è più, ma credo che sia la nostra mente a voler etichettare sempre) si è fatta accompagnare da me davanti ad un cimitero, era felice, mentre mi diceva 'entro fine mese me ne andrò anch'io' e poi iniziava a suonare una musica che io chiamerei 'delle stelle', bellissima e dolcissima. Mi ero svegliata preoccupata ma serena, sentivo che la vita dentro di me (tanto desiderata) mi ha appena fatto un saluto, ma era felice di andarsene... Questo sogno mi aveva aiutato tanto nell'elaborare quel lutto...
Poi però ho perso Leo... ed è stato tutto molto più complicato...
Ogni mia paura o sensazione la attribuivo al trauma della mia prima perdita, cercavo di evitare di farmi prendere dal panico...Dopo i primi tre mesi pensavo di aver scampato il pericolo.
Dopo la morfologica fatta il 31 luglio 2009, nella quale è venuto fuori la resistenza aumentata delle arterie uterine, ho cercato di stare calma, avrei fatto un controllo dopo un mese, nessuna precauzione, può capitare ma poi tutto rientra, mi han detto. Siamo andati via per 10 giorni dai miei in Polonia. Dopo pochi giorni dal ritorno, però eccolo... il mio primo rialzo pressorio, primo ricovero, riposo, medicine, panico, ma speranza fino alla fine.
Come sai, Leo è nato vivo, e devo ringraziare per questo qualche mano dal cielo, perché quella sera qualcosa mi sussurava di monitorare meglio la pressione. Io mi sentivo bene, me ne stavo sul letto come da ormai diversi giorni e se non fosse per quella sensazione, mi sarei limitata a misurare la pressione una volta la sera. Invece in un'ora l'ho fatto 4 volte e ogni volta saliva...Così siamo corsi all'ospedale e quella notte mi hanno fatto il cesareo. Se non fosse per quella sensazione, Leo non sarebbe mai arrivato alla mattina, perché il flusso sul cordone non c'era più per niente...
Solo dopo mi sono resa conto di quanti altri segnali ho ignorato (sempre per non fissarmi troppo) - i suoi movimenti non erano gli stessi, anche se fino all'ultimo si muoveva tanto... però era diverso...era sceso più in basso, era come se fosse meno vitale e a tratti disperato... Povero il mio amore, si era fermata la crescita...non gli arrivava più abbastanza nutrimento... :(
Chiaro che i sensi di colpa sono sempre presenti, sto imparando a gestirli, però non è facile.
Poi mi erano venuti in mente altri sogni che ho fatto...in particolare, mentre eravamo in vacanza, ho sognato il femore di Leo, che si rimpiccioliva e io lo giravo per allungarlo... Proprio in quel mese il suo femore stava passando dal 65 percentile al 5.... :(
-
Io non davo troppo peso a tutto questo, cercavo di ignorare, ora so che potevano essere avvertimenti, ma in quei momenti pensavo che erano ancora le paure che mi portavo dietro dalla precedente esperienza...
Recentemente mi sono resa conto anche di diversi sintomi che effettivamente ho avuto e sottovalutato, ma che ora sospetto possono essere stati sintomi da ipotiroidismo... stanchezza impressionante, sensazione di gonfiore zona gola, ma rimangono solo sensazioni e non ho nessuna prova che sia davvero andata così. Forse ce l'avrò nella prossima gravidanza, ora che so dove può esserci il problema.
-
Maggie

Leonardo...figlio stupendo...grazie per tutto quello che ci hai dato...Cammineremo insieme per sempre...
#59452
Ringraziano per il messaggio: DANI81

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • labruse
  • Avatar di labruse
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Sei meteore, Giulio e Lidia in terra
  • Posts 2845
  • Ringraziamenti ricevuti 2968

labruse ha risposto alla discussione Re:Un ricordo delicato

Timidamente mi affaccio io...micromamma...
Non ho mai sentito muovere Gianni, ma stavo iniziando a crederci e a volergli bene...quando quella terribile ecografia, fatta per amicizia da una mia amica ginecologa...lei muta...io con i battiti miei sempre più veloci...ne avevo già perso uno pochi mesi prima...e lei: "Laura, non so come dirtelo..."
Sono rimasta sotto shock per tutto il resto della giornata...nessun sentimento, nessun senso della realtà, tutto lontano, irraggiungibile. Come mio figlio Gianni. Per sempre.
Laura

Non c'è montagna più alta di quella che non scalerò.
#59453

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 42
  • Ringraziamenti ricevuti 1

daniela73 ha risposto alla discussione Re:Un ricordo delicato

ciao è difficile rivivere razionalmente quei momenti...ma eccomi qui..... io ho perso Annachiara il 25/08/2010 con un taglio cesareo, fin dalla 22a settimana avevo le cosidette "false contrazioni" e i movimenti della bambina erano tanti sopratutto quando mi sdraiavo o sedevo, sono sempre stata una persona iper attiva ed essendo in astensione da febbraio, cercavo di riempire le mie giornate con lunghe passeggiate e sedute light in palestra.....come già accaduto altre volte in occasione della morte di mia madre e mia nonna qualche giorno prima del tragico evento avevo sognato che mi sanguinava la bocca e mi cadevano i denti......e come sempre mi ero svegliata preoccupata perchè aspettavo una brutta notizia......poi il 24/08 al mattino la sensazione che quel silenzio della mia bambina voleva dire qualcosa di brutto e il sospetto che la morte avrebbe bussato di nuovo alla mia porta.....mi chiedevo " e se fosse......?" poi la voglia di sentirla, parlarle e chiederle "ti prego fatti sentire, dimostra alla tua mamma che sono tutte paure...." poi mi rivedo sdraiata sul lato dx, quello che "Annachiara non sopportava" dimostrandolo con dei calcioni......e quasi immediatamente la consapevolezza che un corpicino esanime si appoggiava al mio ventre......quella sensazione di immobilità.....di vita volata via.....ma non volevo ammetterlo, non l'ho detto a mio marito, cercavo di convincermi che era tutto falso.....volevo tenerla ancora un pò dentro di me....quindi la mattina seguente al ps ostetrico e la frase " non c'è più battito2...l'incubo diventava realtà!!!!!!!!!!!
#59456

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 2392
  • Ringraziamenti ricevuti 772

ele73 ha risposto alla discussione Re:Un ricordo delicato

Cara Claudia e "Ciaomamme",
francamente, io non mi sono accorta fino alla mattina seguente (l'ultimo movimento è stato fino alle 20 di sera). Credo di aver avuto una sorta di "negazione" della realtà, una sorta di autodifesa che mi ha "protetto" nelle prime ore dopo la perdita.
Sensi di colpa... stupore perchè io, in genere così sensibile, ero impegnata in altro mentre mio figlio moriva... so che sapete di cosa parlo!
Ma siamo esseri umani e di fronte a qualcosa di così "immenso" è difficile essere lucidi.
Moniama scrive:

leggendo i post delle altre mamme,capisco che le colpe che mi rimprovero:il mio silenzio durante l'ecografia,il viaggio a napoli,e aggiungo i tre giorni a sostenere gli esami per un corso che all'epoca mi sembrava importante,sono piu o meno le stesse colpe che le altre mamme si rimproverano.,in realtà non abbiamo fatto niente di straordinario e le mamme con gravidanza fisiologica fanno questo ed altro..

Vero vero vero!
I presentimenti che avevo avuto nei giorni precedenti non sono serviti a salvare Andrea. Perchè? Non me lo spiegherò mai...
E' difficile, se non impossibile, sollevare il velo del mistero che abbraccia la vita e la morte.
Vi abbraccio.
Ele con Cangurino Gabriele 18+6
Ps: curioso che spunti questo topic proprio oggi che con la mente sono riandata a vecchi dolori... sapete, stamattina ho fatto la premorfologica e Gabriele ha un giro di cordone intorno al collo... la ricostruzione della morte di Andrea è che si liberò di un giro di cordone intorno al tronco ma da lì il cerchio di cui si era appena liberato cominciò a spiralizzarsi in un processo che lo portò ad arrotolarsi tutto intorno al bambino... che dolore! Che dolore! E che paura ora per Gabriele...

Per Andrea, il mio bambino fra le nuvole, n.m. il 27.2.09 (37 settimane), tutto l'amore di questo mondo da mamma Elena, papà Paolo, Angelo (il suo fratellino di 20 mesi più grande) e i nonni Angelo e Lucia che sono già lassù con lui
#59457
Ringraziano per il messaggio: DANI81

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 568
  • Ringraziamenti ricevuti 677

Miky! ha risposto alla discussione Re:Un ricordo delicato

Ciao Claudia,
è dura ripercorrere questo momento,ma x mè è talmente recente il tutto che è come se mi fosse successo ieri...e in questo momento sono abbastanza lucida mentalmente e serena x un piccolo segnale di Matteo che posso farcela...:
io ho sentito l'ultimo colpetto dal mio Matteo il pomeriggio alle 14.00 del 15 settembre 2010...durante il mattino non l'ho quasi mai sentito...e mi sono un pò preoccupata...mai poi mi dicevo..."ma no dai domani è il termine della gravidanza...Matteo è grande,lo spezio è minimo...fà fatica ora a muoversi nn posso pretendere che si agiti come prima"...dopo pranzo mi sono distesa e mi sono messa sul fianco destro...(posizione che a lui dava tanto fastidio e mi colpiva finchè io mi girassi in un'altra posizione)...ma in quel momento niente...nessun colpetto...ed ho iniziato ad agitarmi...poi mi sono messa a pancia in sù...massaggiavo e muovevo la pancia...pregavo e imploravo ad alta voce....lo chiamavo..."Matteo....Matteo...fatti sentire dalla tua mammina...ti prego...Matteoooooo"e un misero calcetto debole debole dove avevo la mano......l'ho sentito....ho fatto un gran sospiro...e ho detto "grazie amore mio mi hai fatta spaventare"...è trascorsa la giornata e tutto piatto più nessun colpetto...niente di niente...arriva Carlo mio marito...e inizio ad avere delle contrazioni...lievi...gli ho spiegato....voleva andare al PS ma nn ho voluto io....(NON HO VOLUTO....IO LA MAMMA....)dicevo che era lui che si muoveva...invece erano le contrazioni che lo muovevano....me lo sentivo che qualche cosa nn andava ma nn volevo rendermene conto...da incoscente...e stupida ho detto aspettiamo domani mattina...:(insomma...negavo l'evidenza.....
Non avrebbero potuto fare niente ugualmente...anche se sarei andata la sera....:(
Cmq ho passato la notte sveglia a toccarmi la pancia e immaginare quei colpi che nn c'erano più ma la mia immaginazione li sentiva...è terribile tutto questo....mi sono data mille colpe anche se sò che nn avrei potuto fare niente di niente...:(
Il mattino la brutta notizia in ospedale...mi inducono il travaglio e partorisco la notte...alle ore 1,20 del 17...Il mio Matteo mi ha dato l'ultimo suo segnale il 15 alle ore 14.00...:( Il resto lo sai...:(
Un bacio al tuo Lapo
Mamma di Matteo!
#59472

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • claudia
  • Avatar di claudia Autore della discussione
  • Offline
  • Amministratore
  • Amministratore
  • Posts 2020
  • Ringraziamenti ricevuti 3552

claudia ha risposto alla discussione Re:Un ricordo delicato

Care mamme, tutte. Grazie, grazie perchè nonostante l'argomento sia dolorosissimo, ci siete sempre, quando qualcuno ha bisogno di confronto.
E' incredibile come certe cose rimangano appiccicate addosso, indelebili, anche dopo anni. Certi dettagli, certi frammenti....come se avessimo un disperato bisogno di evitare altro dolore, e anche, potessimo, di tornare indietro fino all'attimo prima.
Però, ci vuole coraggio a affondare il coltello nella piaga, e come io stessa vi insegno, ci possono anche volere ben 4 anni e mezzo....per iniziare a affrontare un "argomento delicato".
Grazie a chi ha scritto fino ad ora, e alle altre mamme che vorranno dare il loro contributo esperienziale.
Ele, praticamente tutti i bimbi (che nascono vivi) hanno i giri di cordone, questo dato NON ha alcun significato se il cordone è sano. E questo Joy di canguro mi sembra monitorato alla grande, quindi cerca di stare tranquilla!!!!

Claudia
Che io possa avere la serenità per accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio e la forza per cambiare quelle che posso cambiare e la saggezza per conoscere la differenza tra le une e le altre e intravedere le scelte dove pensavo non ce ne fossero\"
#59506

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 267
  • Ringraziamenti ricevuti 258

moniama ha risposto alla discussione Re:Un ricordo delicato

tutte noi mamme abbiamo avuto in comune la sensazione di essere state poco attente. In quell 'ultima settimana io mi sono distratta ,tra l'altro per me il grosso scoglio era l'amniocentesi ,data l'età ,poi la morgologica evidenziava un bimbo perfetto ,tutti i parametri erano da manuale,le vene uterine ottime,la placenta lontana dall'orifizio uterino.Io chiesi all'ecografista ,se ci fossero motivi di preoccupazione,e lei mi dice che mi preoccupavo senza motivo,perchè meglio di cosi' non poteva andare.Io sempre cosi' attenta,sempre pronta ad aggiornarmi,che prima di eseguire un esame,facevo mille ricerche,cercavo di arrivare sempre preparata alla cose. A QUESTO NON ERO PREPARATA. al pronto soccorso del secondo ospedale arrivo con dolori lancinanti,ma ero tranquilla qualche ora prima mi avevano detto che tuto era ok e che il mio malessere era dovuto al bambino troppo vivace,inoltre le algie addominali sono frequenti al 5 mese.RIfiutavo l'idea ,avevo superato l amniocentesi,ulteriori problemi non potevano esserci dovevano semplicemente darmi un antidolorifico più potente...un bacio a tutte le mamme di CiaoLapo ed uno più grande ai nostri piccoli tesori.Monia
#59508

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.278 secondi