Un ricordo delicato

  • Gina
  • Avatar di Gina
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Mamma di Alice in cielo e di Elia e Ariel in terra
  • Posts 424
  • Ringraziamenti ricevuti 179

Gina ha risposto alla discussione Re: Un ricordo delicato

4 settembre 2007. E? notte, sono le 3 del mattino e mi sveglio, agitata. Alice si muove poco, ma si muove. Accendo il computer e giro un po? su internet perche? proprio il sonno non riesce a tornare. Riusciro? a riaddormentarmi solo alle 6. Ma presto mi devo risvegliare perche? ho appuntamento in Mangiagalli, per parlare con l?allergologo circa la mia reazione allergica all?anestesia locale che avevo avuto da piccola. Senza il parere dell?allergologo non mi avrebbero fatto l?epidurale (cosa che io tra l?altro non ho mai chiesto, pero? per prassi dovevo fare tutti i controlli).
Con il senno di poi, ho sempre pensato ?caspita, ero gia? in Mangiagalli (io avevo deciso di partorire al San Paolo), bastava solo andare al pronto soccorso e gia? li? si sarebbero accorti che c?era qualche problema. Anche perche?, da quando mi sono svegliata poi il movimento non lo sentivo piu?.... magari se mi avessero controllato li? Alice sarebbe qui ora...
Finita la visita, Eddy mi accompagna dai miei genitori e lui torna al lavoro. Ricordero? sempre una frase che mi ha detto mia mamma ?che cos?hai? Hai un viso cosi? stanco...? quelle parole in quel momento gia? mi avevano detto qualcosa, che non volevo ammettere ma nella mia testa attribuivo il viso stanco alle 3 ore sveglia durante la notte...
Mangio dai miei e ricordo ancora cos?ho mangiato, anche perche? poi durante il cesareo ho rimesso tutto...
Verso le 14 dico a mia mamma e mio papa? di accompagnarmi al San Paolo, e lo dico piangendo..gia? sapevo che qualcosa non andava..la mia piccola non la sentivo e io piangevo. Mia mamma mi abbraccia e mi dice di stare tranquilla, che Alice ha poco spazio per muoversi ormai, mancano 2 settimane alla data presunta e quindi si muove poco per quello.
Arrivo in ospedale, mi mettono subito a fare il monitoraggio. Appena mettono l?apparecchio sulla pancia si sente il battito, e io tiro un sospiro di sollievo: E? VIVA! La faccia del ginecologo pero? e? strana, continua a guardare il foglio preoccupato. Alice e? viva, il battito c?e? ma il tracciato e? piatto. Io non sapevo neanche cosa fosse un tracciato. Arriva poi il medico chirurgo/ginecologa , guarda il tracciato e mi dice: ?Alice la vediamo oggi pomeriggio, facciamo subito un cesareo e spero che la bambina non abbia gia? sofferto? (quel ?spero? risuonera? in me per tutto il tempo....) .. io avevo gia? la mente anestetizzata, ero gia? entrata in trance, non capivo piu? niente, seguivo la dottoressa, facevo quello che mi dicevano di fare, rispondevo alle domande che mi facevano, avevo 10 persone intorno, ognuna di queste mi faceva una domanda e io non capivo assolutamente piu? niente.
Mi siedo sul lettino, l?ostetrica mi tiene la mano e mentre lei mi dice di stare tranquilla mi fanno la puntura della spinale...e? stato li? che Alice ha tirato 3 calcetti...e io sono e saro? sempre convinta che e' stato quello il suo saluto.............................

Meravigliosa creatura..un bacio ancora..
#61776
Ringraziano per il messaggio: Cinema1972

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 34
  • Ringraziamenti ricevuti 8

mom75 ha risposto alla discussione Re:Un ricordo delicato

grazie di nuovo Claudia non solo per il post,per tutto! Ho scoperto che Sofia non c'era più la sera del 22 aprile2010,ed erano già 2 giorni che non sentivo i suoi movimenti,ma è impossibile dicevo a me stessa sicuramente è solo più calma .Eppure la notte del 19 sono stata malissimo,più del solito ,delle solite nausee,forse lei ci ha lasciati allora .E poi la mia pancia in quei giorni sembrava quasi che cadesse,ma io alle prese con la pittura in casa con l'arrivo della cameretta del mio primogenito,non ci davo peso."Si muoverà "dicevo a me stessa.Fu mio marito a convincermi di telefonare al mio ginecologo,il quale mi consiglio' di correre in ospedale,e allora realizzai dentro di me, ancor prima di quell'orrendo verdetto,che Sofia non c'era più.Perchè a me?Le immagini ,le sensazioni i sentimenti sono impressi nella mia mente,hanno scalfito il mio cuore,lo hanno lacerato,come poter tornare indietro?e se fossi andata in ospedale la sera del 19 ,avrei potuto salvarla?ti amo figlia mia...di un amore puro ed eterno che va oltre questa vita
#62245

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 683
  • Ringraziamenti ricevuti 557

DANI81 ha risposto alla discussione Re:Un ricordo delicato

I giorni precedenti alla nascita di Alessandra a 25+4 sono stati dei giorni stranissimi............
Avevo delle sensazioni strane che io stessa ignoravo. Ero tanto impegnata nei preparativi del 40° compleanno di mio marito da non stare un attimo ferma. Non ricordo esattamente quando per l'ultima volta ho sentito un debolissimo calcetto quasi allo stremo delle sue forze. Ma io mi dicevo forse non ha più tanto spazio??? forse dorme????? Mi sdraiavo le facevo le coccole ma nessuna risposta. Sabato 25 sett. 2010 la festa di compleanno ed io sempre quella strana sensazione, ho anche ballato e cantato e sembrava di nuovo muoversi ma credo si muovesse perche' ballavo perchè quando mi sono fermata di nuovo niente. Avevamo preparato un dvd da fare vedere a tutti i nostri amici di un'ecografia durante la visione erano tutti incantati ed io sempre quella strana sensazione. La domenica 26 sett. ho dormito quasi tutto il giorno avevo brividi di freddo pensai un raffreddore ma la sera mi sembrò di sentirla e mi sono un pò tranquillizzata. Il lunedi la stessa cosa ma non la sentii allora lo dissi a mio marito ed a mia mamma che cercarono di tranquillizarmi. Il martedi mattina andai a lavoro e fu per me la conferma di quello che fino a quel giorno avevo del tutto rifiutato di immaginare, tutte le mattine quando salivo in macchina e accendevo la radio era un ballerina perfetta ma quella mattina non fu così.........................arrivati in ospedale alle ore 15:00 del 28/09/10 la mia vita si è fermò ed ancora oggi non riesco a crederci.
#68360
Ringraziano per il messaggio: maggie4444

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 177
  • Ringraziamenti ricevuti 235

Eri ha risposto alla discussione Re: Un ricordo delicato

io come al solito leggo tutto dopo mesi... però mi piaceva lo stesso l'idea di condividere ,anche se in ritardo,quei giorni...
io ho sempre creduto che tutto fosse perfetto... infatti a fine maggio abbiamo chiamato il falegname per cambiare i serramenti e costruire una stanzina per la piccola,,,abito in un appartamento di 40 m e siamo riusciti a costruirci dentro una piccola ma davvero accogliente stanzetta...
il nonno ristruttura il lettino che aveva costruito per me 24 anni fa,andiamo all'ikea prendiamo un mobiletto e un appendi abiti con disegnato un coniglio su una carota...
è tutto pronto e giovedì 10 giugno finiamo la stanza... io lavo i vestitini e la sera li piego tutti con una calma e una gioia infinite...
l'11 mi sveglio alle 7 e mezza per i continui calci della piccola... si muoveva sempre un sacco e ormai non ci davo più troppo peso...
poi non mi ricordo durante la giornata di averla più sentita,,,
la sera mio marito torna a casa mi saluta e saluta la piccola,,,mi chiede come sto e come sta lei... se si è mossa... io gli dico che non mi ricordavo e decidiamo di mettere in pratica i piccoli trucchi insegnati al corso preparto per agitarla un pò...
Flavio mio marito incomincia ad insistere vuole a tutti i costi andare in ospedale,,,
passiamo prima a mangiare un gelato (di solito con quello si muoveva che era una meraviglia)ma niente...
così andiamo in ospedale e io tutta tranquilla entro in ostetricia pensando che magari mi facessero partorire... ero di 34 settimane ma magari era già ora...
e invece no...
niente pigiamini profumati... niente fiori e sorrisi di parenti felici...
solo un piccolo vesetto regalato dal mio fratellino per tirarmi un pò su il morale e una valigetta con i miei vestiti...
vi abbraccio tutte... mamme papà sorelle nonni speciali...e che l'anno nuovo porti un bel sole caldo in fondo al cuore a tutti
#68950
Ringraziano per il messaggio: claudia, DANI81

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • labruse
  • Avatar di labruse
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Sei meteore, Giulio e Lidia in terra
  • Posts 2845
  • Ringraziamenti ricevuti 2968

labruse ha risposto alla discussione Re: Un ricordo delicato

Eri e mamme tutte,
io non sono stata sfortunata come voi, non sono andata così avanti, le tre volte che ho perso i miei bambini. Ma come voi ero già attaccata a loro, e fantasticavo e sognavo. E poi...il baratro.
I vostri racconti mi commuovono, e auguro a tutte voi, sia a chi è già mamma in terra sia (con più enfasi) a chi non ha ancora avuto questa enorme fortuna, che l'anno nuovo e tutti gli anni a venire vi portino nuove speranze, con i vostri tesori sempre con voi...
Laura

Non c'è montagna più alta di quella che non scalerò.
#68961

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 177
  • Ringraziamenti ricevuti 235

Eri ha risposto alla discussione Re: Un ricordo delicato

ciao dolce laura...
sai io penso che il dolore sia una cosa talmente personale che nessuno si puo permettere di giudicare...tu sicuramente non puoi ritenerti piu fortunata di altri perche per ben tre volte hai avuto quella magnifica emozione nel leggere un test di gravidanza positivo,investire speranze forze e felicità per poi vederti crollare tutto addosso...
non penso che esistano embrioni o feti ma solo bambini....
e allora che il nuovo anno porti anche a te tutto cio che piu desideri,,,IL SOLE PRIMA O POI ARRIVA PER TUTTI dicono quindi incrociamo le dita e speriamo in qualche splendida notizia...
ti abbraccio forte dolce mamma un bacio a te e ai tuo angeli...;)
#68967
Ringraziano per il messaggio: Alisa

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 31
  • Ringraziamenti ricevuti 16

Cinema1972 ha risposto alla discussione Re: Un ricordo delicato

Cara Claudia,io sono relativamente nuova come membro e non so se hodiritto di scrivere a questo proposito.Il mio bimbo l'ho dovuto abortire alla 17 esima settimana, era chiaro fin dall'ecografia della tranlucenza nucale che c'era qualcosa che aveva insospettito la ginecologa. Una macchietta. Dopo una ecodoppler ecco la conferma, mancava un rene e problemi al ventricolosx.Non ho ricordi di calci quindi, ho vividissimo il ricordo,però, della ginecologa che guardava il monitor, di me stessa che guardavo(e ho dovuto rivederlo quando oramai la sentenza di morte c'era già, dopo tre giorni),della tortale incapacità dei medici di essermi veramente vicina.Il mio ginecologo non c'era ma tutti gli altri li avrei sbriciolati all'istante.Ho il ricordo devastante emotivamente dei calci che quel feto tirava,del fatto che lo vedevo benissimo, di ste stronzi che dicevano 2feto2 ma poi volevano che lo vedessi, lo riconoscessi...io non ho voluto ma sapete che non miè mai arrivata l'autopsia?Che non so neppure dove è seppellito(ovvero, so dove vengono seppelliti nella mia città ma non documenti in mano), che per farmi riconoscere la mia giusta dignità di persona offesa dal trattamento e che non vuole vedere, dare nome ho dovuto ricorrere al Codice Civile?Diventando più stronza del previsto? Cara Claudia, i calci che tirava, anche se non li ho sentiti(e il mio primo figlio, molto dormiglione, di spaventi me ne ha fatti prendere) materialmente, me li ricordo bene,benissimo. In questi due anni, sono diventata più stronza,cinica di quello che avrei voluto ma non riuscivo a superare il mio lutto. Grazie a voi, leggendovi, sfogandomi un pò, sento di aver fatto passi da gigante, in questo senso. Grazie a tutte, vi abbraccio col cuore.Grazie Claudia per la sofferente, vivida, intensa emozione, grazie per il tuo sofferente, vivido ricordo. Grazie.
#70642

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Ila
  • Avatar di Ila
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • mamma di Emma, Giorgina e Niccolò
  • Posts 49
  • Ringraziamenti ricevuti 55

Ila ha risposto alla discussione Re: Un ricordo delicato

Care tutte,
mi sono imbattuta in quest'argomento stasera per la prima volta.
Ho iniziato con il post scritto da Claudia ad ottobre, e poi ho continuato con moltissimi altri dei vostri ricordi.
E nel frattempo mi sono accorta che mi stavano scendendo le lacrime, che stavo ripercorrendo tutte le mie sensazioni, sensazioni che avevo iniziato ad avere già diversi giorni prima del "verdetto".
Le sensazioni, la stanchezza, i pochi movimenti, l'ultimo calcio-saluto.
E anche la certezza, durata 48ore, che le cose proprio non andassero, ma non la razionalizzavo...
Ancora mi chiedo ma come ho fatto a non ammettere che io lo sapevo, che Giorgina se ne stava andando??
Con il senno di (subito) poi, mi sono resa conto che io LO SAPEVO in maniera inequivocabile, ma non me lo sono detta a voce alta.
Poi, dopo la sua nascita (23a settimana), sono riuscita a parlarne, di tutte le sensazioni e i ricordi dell'ultimo mese, perché io sono convinta che ci sia stata sofferenza fetale, e che sia durata circa un mese...
Però proprio ora che ho trovato questo spazio dove potrei scriverle, raccontando come si sono svolte le cose, raccontando anche i momenti più dolci, facendo rivivere parte della breve esistenza di Giorgina, mi rendo conto che non ce la faccio. Ancora non ce la faccio, perché poi si riaffaccia anche il "senso di colpa" per non essermi di proposito voluta agitare...Io penso ancora di averla persa per un soffio, la mia bellissima bambina.

14 marzo 2010 -
GIORGINA per sempre nel cuore
#70691
Ringraziano per il messaggio: claudia

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • claudia
  • Avatar di claudia Autore della discussione
  • Offline
  • Amministratore
  • Amministratore
  • Posts 2020
  • Ringraziamenti ricevuti 3552

claudia ha risposto alla discussione Re: Un ricordo delicato

grazie a tutte, per lo spessore delle vostre storie.
grazie, perchè raccontare ci permette, nonostante il dolore, di riflettere.

Claudia
Che io possa avere la serenità per accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio e la forza per cambiare quelle che posso cambiare e la saggezza per conoscere la differenza tra le une e le altre e intravedere le scelte dove pensavo non ce ne fossero\"
#71317
Ringraziano per il messaggio: Alisa

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Licia
  • Avatar di Licia
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Come sei bella.....tu scendi da una stella.....
  • Posts 508
  • Ringraziamenti ricevuti 245

Licia ha risposto alla discussione Re:Un ricordo delicato

Provo a riordinare i ricordi, perchè la parte delle ultime due settimane non me la ricordo, è troppo dolorosa...Ricordo che avevo iniziato a capire che c'era qualcosaa che non andava, la bimba si muoveva poco, ma non homai pensato che potesse morire davvero.Andavo tutto il giorno su internet per capire se quei movimenti lenti, flebili e scarsi potevano essere sinonimo di sofferenza...quella pancia che non cresaceva, quella bimba al 39 percentile.....non capivo...Andai dalla mia ginecologa e mi disse"forse oggi non ha volgia di muoversi".Con quelle parole io ero a posto. Avevo firmato la condanna a morte di mia figlia.Una settimana prima che morisse andai comunque al pronto soccorso, si muoveva pochissimo e mi provocava dolore.La ginecologa mi visitò scocciata dicendomi che ero noiosa e che non sopportavo nulla.Pensai che aveva ragione lei, dopotutto ero di 34 settimane..ovvio che faceva male se si muoveva(ora so che era per lo scarso liquido amniotico).Mia figlia in due settimane è cresciuta 14 grammi (scoperto solo qualche settimana fa perchè ho tirato fuori le vecchie ecografie e le ho analizzate bene"nella mia ignoranza").La domenica me ne andai a perugia alla fiera del cioccolato...avevo delle fitte assurde alla pancia ma non dissi nulla, non volevo preoccupare i miei geitori, ero solo"noiosa".Mia figlia stava morendo e stava cercando di dirmelo.Si spense proprio quella domenica e io il lunedì notai che non c'erano movimenti, ma non mi preoccupai"non ha voglia di muoversi"...la serà cercammo di farla sussultare con rumori sordi di due coperchi che sbattono....nulla......mi addormentai "tranquilla"...sta solo dormendo......Il martedì 35+2 andai dalla mia ostetrica perchè la bimba ancora non si muoveva e lì l'esito infausto.Prima mi visitò una ostetrica che cercò di trovare il battito con uno strumento...non lo trovò e mi disse che lei aveva da fare e di andare al prontosoccorso perchè non aveva tempo(aveva capito e non ci disse nulla)Io non ero preoccupata, pensai che era lei che era sbrigativa(consultorio) arrivò poi la ginecoloma mentre scedevo le scale per andare via e lei ci disse: si sono arrivata venite che facciamo un'eco..Poi quelle parole....l'oblio...la fine....Non potrò Mai perdonarmi ciò che ho fatto.Io non ho saputo prendermi cura di lei, non l'ho salvata e l'ho lasciata agonizzare per due settimane(14 grammi in due settimane).La sua colpa è sata quella di aver avuto me per mamma perchè io non l'ho protetta....Ancora è la mia parte di lutto che non riesco ad elaborare....non so perdonarmi e non credo di riuscirci mai....So che non tutte le colpe sono mie, anche i medici hanno sbagliato, specialmente loro..ma io ero la sua mamma e lei me lo stava facendo capire e io non l'ho ascoltata....Col senno di poi ho riflettuto un pò su dei sogni ricorrenti che faccio da quando sono piccola..nei miei sogni avevo sempre un bimbo e una bimba....ma in tutti i sogni la bimba me la portavano via o per un motivo o per l'altro e non riuscivo mai ad abbracciarla, nemmeno una volta e rimanevo solo con il mio maschietto...sono solo casualità però un pò mi fanno pensare....Adesso però mi tormenta un'altro sogno ricorrente:essere in cinta di una bimba(anche due gemelle) e sapere che sono morte dentro me nello stesso periodo di Lorelay.......Va beh, io credevo di non riuscire a scriverlo e invece ce l'ho fatta....sono stata brava....grazie a tutti.....
#71327
Ringraziano per il messaggio: claudia, stesa77, chia, Ila, Ste77, DANI81, Dudi

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Ila
  • Avatar di Ila
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • mamma di Emma, Giorgina e Niccolò
  • Posts 49
  • Ringraziamenti ricevuti 55

Ila ha risposto alla discussione Re: Un ricordo delicato

"Mia figlia stava morendo e stava cercando di dirmelo"
"Non potrò Mai perdonarmi ciò che ho fatto.Io non ho saputo prendermi cura di lei, non l'ho salvata e l'ho lasciata agonizzare". ".La sua colpa è sata quella di aver avuto me per mamma perchè io non l'ho protetta.."

Licia, quante volte mi sono detta e ripetuta le tue stesse parole; leggerle scritte da qualcun altro fa tanto male, e capisco che non è giusto che ci diamo addosso così.
Io ora mi sforzo di pensare che in qualche modo le nostre bambine si siano comunque sentite protette dentro di noi, e che possano amarci incondizionatamente anche se non è stato loro concesso di vivere qui con noi.
un abbraccio

14 marzo 2010 -
GIORGINA per sempre nel cuore
#71388
Ringraziano per il messaggio: claudia, Ste77

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 313
  • Ringraziamenti ricevuti 439

Ste77 ha risposto alla discussione Re: Un ricordo delicato

Beh...forse sono un pochino fuori posto qui...Vorrei però condividere uno dei miei ricordi delicati, che mi torna continuamente in testa, il momento in cui ho dovuto iniziare a salutare Leo.
Quando abbiamo fatto la translucenza eravamo agitatissimi. Un paio di settimane prima ne avevamo parlato col ginecologo e lui era stato molto chiaro nelle spiegazioni, abbiamo parlato parecchio e quella notte ho sognato che durante l'eco erano state riscontrate delle malformazioni al mio bimbo (lo avevo rimosso questo ricordo).
Arriva quindi il giorno della translucenza, entriamo emozionati, inizia l'eco poi vengo mandata a fare un giretto perchè il dispettoso se ne sta girato a testa in giu.
Riprendiamo e la dottoressa continua a misurare, gira e torna e continua.
La mano di mio marito stretta nella mia, forte. Paura, ansia, ecco, c'è qualcosa che non và, cristo lo sapevo. Veniamo spediti fuori e richiamati dopo un po', tutto a posto, i risultati sono ottimi, iniziamo a ridere quasi isterici, ma che fessi ad avere così paura...
Arriva finalmente anche il giorno della morfologica. L'avevo prenotata con molto anticipo, subito dopo la translucenza, e avevo fatto in modo di averla quasi al limite della finestra di tempo suggeritami dal ginecologo. Nella mia testolina mi dicevo che sarebbe stato un pochino più grande e si sarebbe visto tutto meglio...
La mattina del 30 settembre 2010 mi alzo con calma, faccio colazione, la doccia, mi preparo e parlo felice con mio marito del fatto che avremmo visto bene bene il nostro tesoro, mio marito poi alla precedente eco del 17/09 non c'era, aveva a malincuore ceduto il posto a mia mamma, dai che tanto è un'eco spiccia che mi fa il ginecologo più per farmi contenta che altro!
Un pensiero però, quel 17 settembre, dopo la visita e l'eco, il mo dottore mi aveva chiesto di cercarlo in reparto dopo la morfologica, "per sapere com'è andata"...ecco mamma, e se ha visto qualcosa che non và? ma valà, se c'era qualcosa te lo diceva.
Si, se avesse visto me lo avrebbe detto, mi avrebbe mandata subito dal migliore ecografo disponibile in ospedale...Vero?!
Ok, torniamo al 30, arriviamo trafelati in ospedale, ma come facciamo ad essere sempre bruciati con gli orari,ma era presto!dai corri!!
Arrivo in accettazione mentre mio marito parcheggia, il tempo di fare la registrazione allo sportello e arriva anche lui.Via a passi lunghi, seduta davanti all'ambulatorio di ginecologia una mia ex compagna di scuola, ciao! ma ciao, ah sei in attesa!io ho sfornato un mese fa (sfornato!?!) maschietto o femminuccia?una femmina, il mio è un maschio, volo in reparto che faccio la morfologica e mi danno la conferma!Ciaoo!!!
Col fiatone arriviamo, ci sediamo in sala d'attesa sperando che non sia lunga come per la translucenza. Mi metto lì, bella pacifica, dico a Leo di non fare scherzi e mettersi bene in posizione e inizio a leggere (non finirò mai quel libro).
Dalla sala ecografie esce una mamma, sbuffa, iniziamo a chiacchierare, dice che è girato e deve spettare che si sposti e poi che palle sti esami inutili, solo una perdita di tempo, così sta mattina ho dovuto fare le corse per accompagnare gl ialtri a scuola e arrivare qui, quanti figli hai? questo è il quinto, cooomplimenti!!
Rientra, dopo poco esce tutta sorridente ma sempre più stufa di essere lì, tutto a poso.
Entriamo noi.
Non conosco quella dottoressa, esile piccola, sembra una bambina...in verità non la ricordavo, era stata una delle poche delicate quando un anno prima mi ero presentata con la bartolinite, me l'ha ricordato la mamma.
Bella tranquilla mi metto sul lettino e la dottoressa inizia.
Ecco, allora vediamo un po'...ah, ecco le gambine...silenzio.
Io me ne sto lì, giuliva sorrido a mio marito e al monitor.
Com'è andata la gravidanza?
bene!qualche perdita all'inizio, ma ho riposato. Ho sofferto molto di mal di testa ma il mio ginecologo mi ha anche fatto fare una visita neurologica e và tutto bene.
Ha avuto febbre durante la gravidanza?
no,no! (sempre giuliva)
Ha assunto medicinali?
Noo! ho ceduto alla tachipirina giusto 3 giorni fa, proprio per il forte mal di testa.
Lo sente muovere?
Altrochè! come un pazzo!!vero Leo?
Quando ha iniziato a sentire i movimenti?
Nella prima metà di agosto, sà, stavo facendo le melanzane grigliate, ero in piedi davanti alla lavastoviglie e l'ho sentito...poi, magari le prime volte era più una mia impressione, non sapevo come fosse, ma via via l'ho sentito sempre più chiaramente.
Dottoressa, mi dica, il mio ginecologo ha già detto che è un maschio, ma ha detto anche di chiedere conferma ad un ecografo più esperto, me lo conferma?(giuliva)
Chi è il suo medico?
Il dott... (madò, se è fredda, va beh, meglio della stronza della translucenza...)
Eh, oggi non è nella posizione ottimale, però, beh si, è un maschio.
Stragiuliva!!!si lo sapevo, lo sapevo da subito, però così è ufficiale!
Ecco,abbiamo finito.
E' stata un po' più veloce di quanto credessi...
Mi ricompongo, dico a mio marito hai visto che grande che è!ah ilnostro Leo!!
Ci chiede di sederci...ah questa non ci fa aspettare...mi siedo, sorrido....
Io, ecco, c'è un piccolo problema...smetto di sorridere, gli occhi mi si riempiono di lacrime, il cuore esplode, sento la mano di mio marito stretta nella mia forte forte forte...penso di chiedere ok, qual è il problema?quale la soluzione?
Quelle parole non fanno in tempo ad uscire...c'è una piccola spina bifida...NOOO!!urlo, scoppio a piangere, mio marito piange, mi stringe a sè.
Mi alzo, le mani tra i capelli no no no no no no no no no NOOOOOOOOO!!!continuo a dire, mi manca l'aria non respiro, piango, Gianni mi stringe...accarezzo la pancia,Leo,ma cosa ci combini?!la dottoressa ci guarda, in silenzio, partecipa al nostro dolore.
Ci risediamo, cerco di riacquistare un po'di dignità, cerco di parlare, di essere presente...cosa significa, ci dica, avrà sempre bisogno della sedia a rotelle...stupida cretina...
Guardate, il risultato è piuttosto chiaro, vi consiglio però di andare al s.Paolo, a Milano, lì c'è un'equipe di medici, con cui ho lavorato, faranno esami più approfonditi, se volete vi prendo subito un appunatamento...si,grazie...

Ecco il cuore ribatte così forte.
Era chiaro, chiaro subito, quella splendida ginecologa, bravissima, l'ha visto immediatamente il problema.
L'ho saputo subito anch'io, l'ho saputo nel momento in cui ha taciuto dopo "ecco le gambine", l'ho saputo ad ogni domanda che ha fatto...non l'ho voluto sapere però.
Continuo a chiedermi come possa essere stata tanto stupida, non mi so rispondere, ma a volte mi consolo dicendomi che semplicemente non volevo crederci e che sia legittimo non volerci credere...

Scusate sono stata lunghissima, lo so...mi spiace.
Grazie.
Ste
#71426
Ringraziano per il messaggio: pepita, Giuseppa e Giuseppe, piccolo cuore, franci81, Annina

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 1043
  • Ringraziamenti ricevuti 1275

piccolo cuore ha risposto alla discussione Re: Un ricordo delicato

29 ottobre 2010
ore 10.30
io e mio marito siamo al bar dell'ospedale dove mio figlio lotta per vivere..ci chiama il dottore.
Corriamo velocemente lungo i corridoi,le gambe non mi bastavano.Arrivo in terapia intensiva,ecco il neonatologo: "signora,si sieda.Purtoppo vostro figlio sta peggiorando,non c'e'piu'niente da fare" "noooo....."scoppio in lacrime,un singhiozzo,un verso straziante e gli dico "lo voglio prendere in braccio,voglio che muoia in braccio a me".
Il dottore acconsente,mi accompagnano nella stanzetta,mettono una sedia vicino all'incubatrice,lo prendono facendo attenzione ai tubi e me lo mettono in braccio....ha ancora il tubo per respirare nel naso....."come sei bello amore...non avere paura",piango,mi dondolo sulla sedia,lo cullo e piangendo continuo a ripetergli di non avere paura......guardo il monitor vedo che i parametri scendono....73....72.....71
mio marito si accorge che il cuore ha smesso di battere,io lo stringo forte e piango,sono morta anche io......il suo visino cambia colore,gli tolgono il tubo.......non voglio lasciarlo andare,non posso.......
L'infermiera mi fa vedere una tutina azzurra con l'orsetto e una cuffia bianca e mi chiede se va bene ,capisco che quello sarà il suo vestito da angelo,scendiamo in camera mortuaria ed io delicatamente lo poso nella piccola bara bianca.
Lo bacio sempre,lo bacio in continuazione,le labbra,la pelle cosi'morbida....diventa freddo ed io soffio il mio calore su di lui,non voglio che abbia freddo,non voglio.....il giorno dopo(prima dell'addio visivo)gli metto un po'di burrocacao sulle labbra...
Quel burrocacao lo porto sempre con me.
Ti amo amore ovunque tu sia buon complimese.questa notte 3 mesi dalla tua nascita.
Cri
#71437
Ringraziano per il messaggio: pepita, Giuseppa e Giuseppe, stesa77, RITINA80, Ila, Ste77, DANI81, carmen76, laura75, franci81 e 2 altre persone hanno anche detto grazie.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Ila
  • Avatar di Ila
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • mamma di Emma, Giorgina e Niccolò
  • Posts 49
  • Ringraziamenti ricevuti 55

Ila ha risposto alla discussione Re: Un ricordo delicato

Un abbraccio Ste, sono proprio i dettagli del tuo racconto che permettono anche a noi di percorrere le tue emozioni e il tuo sgomento di quel giorno, e di lasciarci immaginare il dolore infinito dei giorni successivi. Un bacio con amore al piccolo Leo.

14 marzo 2010 -
GIORGINA per sempre nel cuore
#71438
Ringraziano per il messaggio: Ste77

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Ila
  • Avatar di Ila
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • mamma di Emma, Giorgina e Niccolò
  • Posts 49
  • Ringraziamenti ricevuti 55

Ila ha risposto alla discussione Re: Un ricordo delicato

Piccolo Cuore, è bellissimo che lo abbia accompagnato così, che lo abbia tenuto in braccio mentre volava via.. non avrà avuto paura né freddo, avrà sentito solo il vostro calore e il vostro amore. Ma quanto è doloroso leggere il tuo ricordo, vedere andare via un figlio, non poterlo trattenere..
Ti mando un abbraccio sincero e buon complemese al tuo piccolo angelo.

14 marzo 2010 -
GIORGINA per sempre nel cuore
#71439
Ringraziano per il messaggio: piccolo cuore

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.345 secondi