La me senza pancia

  • Posts 30
  • Ringraziamenti ricevuti 14

Steffie ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

piccolo cuore ha scritto: La me senza pancia è una donna che ha perso le sue radici,
una donna che non ha voglia di andare avanti,
una donna a terra che lotta per rialzarsi,
una donna con tanto amore ma con le braccia vuote,
una donna che teme il futuro,
una donna che non capisce,che si chiede perchè,che non trova risposte.
La me senza pancia è una mamma che ama un figlio senza vederlo,senza sentirlo piangere,senza coccolarlo nella speranza,un giorno,di poterlo prendere fra le sue braccia.
Ti sono tanto vicina
cri


grazie Cri per queste parole

Stefania, mamma di una stellina in cielo 30/7/2009 alla 9+3, di Gaia, volata su un raggio di sole il 29/11/2010 alla 22+1 e del LittleTwin, novembre '12 alla 9.
Mamma in terra del terremoto Riccardo, 8/6/2012..arrivato a sorpresa per riempirci i cuori.
#74585
Ringraziano per il messaggio: ginarughy, laura75, claudia.c

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 768
  • Ringraziamenti ricevuti 937

SANTA76 ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

Cara Laura , ti capisco perfettamente, quando sono tornata a casa con le braccia vuote e il cuore infranto unico il mio gesto , quasi una fobia ossia quello di accarezzarmi la pancia ormai vuota , come se continuassi ad accarezzare la mia bambina.
Per non parlare poi degli specchi che sono in bagno ,dovrebbero scomparire , guardare la cicatrice del cesareo rinnova ogni giorno un dolore .
Tuttavia mi piace tanto il verso della poesia di Cri che ti riporto in seguito:
" La me senza pancia è una mamma che ama un figlio senza vederlo,senza sentirlo piangere,senza coccolarlo nella speranza,un giorno,di poterlo prendere fra le sue braccia."
Ti abbraccio fortemente .
Santa

tu sei quel respiro che mi toglie ancora il fiato
#74594
Ringraziano per il messaggio: maggie4444, laura75

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 548
  • Ringraziamenti ricevuti 1880

Doris ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

"La me senza pancia" - con questo titolo Laura ha toccato una corda nel mio profondo.
Poi è arrivata Cri con i suoi versi, e il mio corpo ha continuato a risuonare.
Poi la mia ginecologa mi ha passato un libro e le emozioni hanno aperto le danze.
Il libro raccoglie una serie di testi brevi di Julie Fritsch e le fotografie delle figure di terracotta che ha realizzato per elaborare il dolore dovuto alla perdita di suo figlio Justin, morto durante il parto.
A volte mi capita di litigare con le parole: è così difficile descrivere in modo adeguato le emozioni... ma queste figure ... potrei guardarle per ore, piangere, sperare, lasciare che i sentimenti fluiscano dentro di me senza bisogno di doverli nominare. E - miracolo - l'approccio visivo funziona anche con mio marito che ha sfogliato il libro più volte.
L'originale - in inglese - è uscito nel 1988 (Julie Fritsch / Sherokee Ilse - The Anguish of Loss). Io ho la versione tedesca (Unendlich ist der Schmerz, 1995) dalla quale ho tradotto il testo che segue. Mi sembrava adatto a "la me senza pancia".

Il mio corpo non sa
che tu non sei più qui.

I miei seni sono gonfi,
il mio cuore soffre,
il mio grido di dolore sovrasta tutto.
Non sei qui, al tuo posto.
I miei seni doloranti
mi ricordano soltanto
quello che dovrebbe essere.

E non è.

#74615

Questo messaggio ha un'immagine allegata.
Accedi o registrati per visualizzarla.

Ringraziano per il messaggio: ele73, Giuseppa e Giuseppe, maggie4444, katia mamma di angelo, ginarughy, leuca, carmen76, piccolo cuore, laura75, Steffie e 4 altre persone hanno anche detto grazie.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • laura75
  • Avatar di laura75 Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 277
  • Ringraziamenti ricevuti 349

laura75 ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

Ciao a tutte.Grazie delle vostre parole che sono come un abbraccio caldo; Piccolo cuore, la tua poesia mi ha commosso.La mia me senza pancia riesce solo a sussurrare il nome di sua figlia..e le chiede perdono. Perdono per non averla saputa proteggere, perdono per non averla potuta abbracciare, coccolare, crescere. La mia me con la pancia è una donna che osserva il cielo e parla con le stelle.
Spero, un giorno, di riuscire a pronunciare il nome di mia figlia senza che la voce mi tremi, di poterne parlare più serenamente.
Cara Santa, il rapporto "fisico" con la pancia è una delle cose che mi manca della gravidanza. Era ancora una "pancina" però c'era, si faceva sentire, era una sensazione magica, persino con i dolori. Indescrivibile. Tutte noi lo sappiamo. Gli specchi, rimandano al passato e ad un presente diverso da quello che avremmo immaginato. Anche il mio viso è un altro. Mi chiedo come sarebbe stato quello di mia figlia a mi soffermo ad osservare le coppie di madri con le proprie figlie, mi chiedo come saremmo state noi.
Grazie Doris per la traduzione della poesia e per le immagini, sono andata a cercare il libro su internet, le sculture sono così toccanti.. Il corpo rifiuta di "capire", anche lui deve elaborare. E nel frattempo, tra ormoni, emozioni, perchè, le lacrime continuano a sgorgare. In questo percorso tortuoso che ci tocca affrontare.
#74780

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • laura75
  • Avatar di laura75 Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 277
  • Ringraziamenti ricevuti 349

laura75 ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

Ancora domande. Sabato il ginecologo mi chiede di avvicinarmi per un controllo in ospedale, reparto ostetricia..tante mamme raggianti e un via vai di pance nei corridoi. Vedo che anche gli occhi di mio marito si fanno tristi. E' una tristezza sua o un riflesso della mia? Forse si accorge che sto trattenendo le lacrime. . ma nei giorni scorsi mi sono accorta che sono spuntati dei peli bianchi sulla sua barba. Inizia la visita, Il dottore non riesce a rispondere ai miei perchè e aggiunge ulteriori preoccupazioni sul futuro.. Ripiombo nel buio più assoluto. Domenica ripercorro tutte le tappe della mia gravidanza e i dolori fisici sono ancora lì a rendere più vivo il ricordo.. penso che chissà, forse sarebbe più facile andarsene via, volare con la mia bimba. Poi cerco di scuotermi, di andare avanti ma il passato continua a richiamarmi indietro. Le immagini di me, di noi. Non mi sembra possibile che la storia della mia gravidanza non debba andare avanti. Com'è possibile? Sto ancora aspettando la sua conclusione. Non riesco a farmi una ragione del fatto che "quella storia" è conclusa, non potrà mai più andare avanti.
#75347

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 1043
  • Ringraziamenti ricevuti 1275

piccolo cuore ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

Cara Laura,
mi ha fatto venire i brividi leggere cio'che hai scritto perchè rappresenta in pieno cio'che si prova dopo un'interruzione brusca della propria vita.
Anche a me alle volte viene da pensare che forse se fossi volata via con Leo sarebbe stato meglio per non rimanere in questa sofferenza atroce.Io adesso vivo perchè sono viva,non so se rendo l'idea,io ogni giorno mi alzo e trascorro la giornata perchè la devo trascorrere,mi sento vuota,inutile,finta,incapace.
Poi ogni tanto spunta una vocina che mi dice che un giorno sarà diverso,che riuscirò ad accettare,che riuscirò ad alzarmi e vivere perchè sono felice di vivere.
Questo per dirti che anche tu hai dentro quella vocina e devi ascoltarla,io so che la tua creatura vuole tutto il bene per te e per il suo papà.
Ti guiderà verso un po'di luce,non mollare mai,vai avanti con tutta la forza che hai e con tutto l'amore che hai dentro.
Ti sono vicina con il cuore.
Cri
#75354
Ringraziano per il messaggio: claudia, ele73, LoLaMa, franci81

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • laura75
  • Avatar di laura75 Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 277
  • Ringraziamenti ricevuti 349

laura75 ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

Cara Cristina, rendi perfettamente l'idea..anche io mi sento finta, troppo spesso ormai. Quando al telefono dico di stare "Bene" o "Meglio", quando mi chiedono come sto, perchè sento dall'altra parte del filo un tono allegro, le parole di sempre, come se oramai quello che mi è successo fosse qualcosa di lontano, superato, qualcosa da mettere da parte, qualcosa di scomodo. Perchè percepisco una nota di fastidio, di insofferenza, se divento meno finta e lascio trasparire una parte infinitesimale delle mie sensazioni. Ecco perchè durante queste conversazioni mi sento "lontana" anni luce.
E conosco la sensazione di doversi alzare perchè si "deve" iniziare un'altra giornata. Spesso mi è capitato, poco prima di farlo, di fingere per un attimo che le cose non siano andate come invece..sono andate. Di fingere che tra poco mi alzerò e sarà tutto come prima.E' solo un attimo.
In questi giorni alterno momenti di rabbia furente a momenti di tristezza assoluta, spaventosa. Mi rendo anche conto di essere difficile da "trattare", per questo sto evitando di avere troppi contatti con gli altri.
Poi leggo le tue parole e mi sembra di sentire la tua vocina, Cristina, é una vocina calda e affettuosa, come una carezza. Guardo mio marito, lo abbraccio e sento ancora quel sussurro che ci permette di andare avanti. Un bacio a te e un pensiero dolce per il tuo Leo.
#75397
Ringraziano per il messaggio: piccolo cuore, Doris

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 1108
  • Ringraziamenti ricevuti 962

duefebbraio ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

mi sono appena iscritta, da pochi inuti, e sono stata spinta proprio dalle tue parole. mi ritrovo in pieno in quello che dici, ma sono ancora così sovrastata dal dolore che non riuscivo nemmeno a mettere per iscritto i miei pensieri.

ho perso la mia piccola a 22+1, non c'era piu' battito e mi hanno indotto il parto. ora sono ancora incredula a volte e con una voragine nel cuore. ancora è tuttotrpoppo fresco per essere accettato o metabolizzato...come da mio nick è accaduto il 2 febbraio. tra l'altro non mi sento nemmeno fisicamente ancora lontana, visto che ho ancora perdite (ho fatto un secondo raschiamento il 15).

ora è tardi, dovrei dormire e le emozioni sono tante. ritornerò a leggere e anche a cercare conforto tra voi che purtroppo so che mi capite.

And everything we hoped that could never be
Will live inside of us for eternity
#76052
Ringraziano per il messaggio: laura75

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 2020
  • Ringraziamenti ricevuti 3552

claudia ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

me lo ricordo proprio bene, quando ero sovrastata dal dolore.
Piegata in due, dal dolore,
annientata.
Arrivava un taglio a squarciarmi il petto, frequente, inesorabile, tutti i sabati (mio figlio è morto dentro di me proprio un sabato), e rimaneva lo squarcio, per tutto il fine settimana. Fino al Lunedì, il giorno del suo parto, il giorno dell'inesorabile sentenza.
E' stato così per molto tempo, mesi, e poi, con pazienza, qualcosa è cambiato, e posso dire che sono molti mesi che non mi sento più così.
...questo, solo per infondervi un pò di speranza, quando la stanchezza sopraggiunge.

Claudia
Che io possa avere la serenità per accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio e la forza per cambiare quelle che posso cambiare e la saggezza per conoscere la differenza tra le une e le altre e intravedere le scelte dove pensavo non ce ne fossero\"
#76208
Ringraziano per il messaggio: ele73, SANTA76, laura75, Annina

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Licia
  • Avatar di Licia
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Come sei bella.....tu scendi da una stella.....
  • Posts 508
  • Ringraziamenti ricevuti 245

Licia ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

Carissime mamme....come non specchiarmi nei vostri discorsi, ma soprattutto in quell'immagine di madre di quella statutina.....Io ho perso mia figlia a 35 settimane di gestazione il 29 10 2008 e ancora non ho elaborato il mio lutto.Sono ferma nello stato dei giorni successivi al parto.....Mi guardo intorno e mi rendo conto che non c'è posto per il mio dolore, che le persone vicino a me ne hanno paura e che io devo fare la gentilezza a tutti di piangere quando sono sola.Io indosso la mia maschera di serenità apparente e vado avanti ogni giorno, nel cuore più vecchia e stanca, in viso un sorriso per non spaventare gli altri e quando non riesco a frenare una lacrima allora è il momento di isolarsi in qualche posticino buio e piangere fino a sentire dolore fisico nel petto...poi lentamente mi sfinisco e rinizio a ricompormi piano piano senza disturbare o fare rumore e rincomincio a infilarmi la maschera della serenità...e così a cicli continui, tutti uguali, il tempo scorre e le cose non cambiano.La me senza pancia è una donna sconosciutami, alla quale sono indifferente e a cui non riesco ad abituarmi...Convivere con i miei sensi di colpa, le mie invidie per chiunque sia incinta, e quel dolore che mi trapassa il cuore ogni volta che qualcuno mi dice di essere incinta...Io sono ancora ferma lì.Vorei poter ricostruire la mia vita tornando la persona che ero prima, solare, incapace di invidiare qualcuno per qualsiasi cosa e ora invece ho questo mostro nel cuore che mi morde l'anima ogni volta che si tocca l'argomento gravidanza e me ne vergogno immensamente.Poi c'è un lato più sereno di me, meno finto che ha imparato a vivere Lorelay per quello che è, la mia piccola principessa al cimitero e che non prova rabbia solo immensa, lancinante malinconia....Poi c'è una grande voglia di avere un altro bambino e la paura di non saper accettare che non sarà lei, e che lei non sarà mai più.....Non so perchè ho scritto tutto questo...in genere non leggo mai troppi post per non sovraccaricarmi di dolore...stasera l'ho fatto...forse è per questo che ho scritto tutto ciò......Vi abbraccio tutte....con immenso affetto, a voi e ai vostri piccoli e tante coccole alla mia topolina.....
#76212
Ringraziano per il messaggio: laura75, maria7479

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 370
  • Ringraziamenti ricevuti 495

cate.a ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

licia cara, mi sono commossa alle tue parole, anche se non ti conosco vorrei essere lì con te per stringerti quando quella maschera non ti sta attaccata al viso e il dolore arriva come un'onda in piena. oggi ho incontrato due persone, in momenti diversi, che non vedevo da molto tempo. mi hanno chiesto come va e ho risposto che cercavo di riprendermi dall'aver perso un figlio, loro si sono dispiaciuti e poi abbiamo parlato d'altro. non so perchè mi sia venuto di parlarne, molto spesso non ne faccio parola e anche io metto su un bel sorrisino di circostanza. ma oggi no, volevo che tutto il mondo sapesse di mauro e del dolore che provo.forse perchè mancano 6 giorni alla data in cui sarebbe dovuto nascere, ed io mi sento ancora peggio . non mi importava creare imbarazzo, quello dura il tempo di una breve conversazione mentre la memoria di mio figlio deve durare per sempre. anche io ho difficoltà a vedere altre mamme incinte è più forte di me. ho disdetto un invito a cena da amici quando ho saputo che lei era al terzo mese di gravidanza, sarebbe stata una serata penosa, io a soffrire per la mia perdita, lei a tremare avendo davanti la prova vivente che tutto può andare storto e magari passarsi il resto della gestazione con mille preoccupazioni. non so se il tempo cambierà le cose, ma io spero di sì, per te, per me e per tutti gli altri genitori speciali. con affetto caterina
#76293
Ringraziano per il messaggio: maria7479

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 549
  • Ringraziamenti ricevuti 924

maria7479 ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

Grazie Laura per aver creato questo angolo..
La me senza pancia è una me di cui ho paura, è una me che ha paura.
Mi ritrovo a fissare gli occhi della gente che timidamente si appoggiano sulla mia "non pancia" per vedere se è rimasto qualche "segno" di questo infinita tragedia, è una me che pensa "non è li che dovete cercare il segno, è un pò più in alto a sinistra"..
E' una me che ha cercato di dimagrire il più in fretta possibile per fare in modo che chi non sapeva di Anna non potesse nemmeno sospettarlo vedendomi, così per caso, per evitare di chiedermi come e perchè..
E' una me che non vorrebbe che sparisse mai quel rotolino che è rimasto all'altezza dell'ombelico e che prima non c'era e che mi ricorda tanto Anna..
La me senza pancia è colei che cova in segreto il desiderio di riempirla subito quella pancia anche se è presto, anche se non è tempo ancora, ma che ha il terrore di farlo perchè a riempirla non sarà mai più lei..
La me senza pancia è una me che a letto trova subito una posizione, mentre quando c'era lei doveva stare sempre e solo sul fianco sinistro perchè a lei non piaceva nessun'altra di posizione..
La me senza pancia è una me che cerca disperatamente segni, guarda ossessivamente il cielo e non si chiede più perchè..
La me senza pancia è un incubo da cui non ci si sveglia mai, sono fiumi di lacrime che scorrono in solitudine..
La me senza pancia è colei che apre un cassetto dove c'erano le uniche cose di lei, delle scarpette rosa ed una maglietta di cotone, perchè quelle cose sono tutto quello che rimane..
La me senza pancia, appena uscita dall'ospedale, si affretta a finire la coperta per lei, che aveva iniziato solo una settimana prima, dopo aver aspettanto tanto, così per scaramanzia, e la finisce quella coperta, ed è tutta asimmetrica perchè la me senza pancia e con la pancia non sa lavorare bene ai ferri, e poi quella coperta, la me senza pancia, non sa più riporla..
La me senza pancia è una me che ha conosciuto tutte voi e tutti i vostri angeli..
La me senza pancia ha ricominciato a fumare perchè,se lei non c'è più ,non ha senso smettere..
La me senza pancia va da lei con i fiori, le pulisce la tomba, accende candele e pensa a lei, li da sola, sotto tutta quella terra e si distrugge in questo pensiero..
La me senza pancia è colei che al supermercato e nei centri commerciali cerca il pupazzetto giusto da portare a lei per lasciarlo li a farle compagnia..
La me senza pancia cerca lei in tutte le bambine che incontra, e la immagina come loro, e si immagina con lei
La me senza pancia ha uno squarcio nel cuore il cui dolore non riesce a sopportare..

Maria con Anna e le altre stelle
#76311
Ringraziano per il messaggio: pepita, Giuseppa e Giuseppe, Ste77, piccolo cuore, laura75, franci81, Annina

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Licia
  • Avatar di Licia
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Come sei bella.....tu scendi da una stella.....
  • Posts 508
  • Ringraziamenti ricevuti 245

Licia ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

Care mamme, io penso che questo post sia un punto focale dell'elaborazione del lutto.....La me senza pancia è un limbo poichè non siamo più le donne che eravamo prima della gravidanza, perchè quella gravidanza c'è stata e quel bambino c'è stato, ma non siamo nemmeno le mamme di dopo perchè non abbiamo quel bambino in braccio e la trasformazione è rimasta incompleta, siamo mamme invisibili, nell'anima e nel corpo ma non nella realtà quotidiana perchè in noi non ci sono i segni tangibili di quel bambino che ci portiamo dentro ma non appresso.....Personalmente io mi sento completa solo quando sono al cimitero.Vicino alla lapide di mia figlia mi sento al mio posto e posso dire:vedete che esiste, c'è stata, è tangibile e vera come ogni essere umano e non può essere ignorata come vuole la gente.Come si può ignorare un dolore così grande, come si può pensare che un altro figlio ricucia le ferite e metta le cose a posto?Non c'è più un "a posto" c'è solo un ripartire da lì per ricominciare a ricostruire una nuova esistenza in cui far entare quell'immensa perdita nel mio percorso perchè non posso e non voglio escluderla dalla mia vita.Mia figlia è stata la più bella cosa che mi sia successa in tutta la mia vita e per quanto sia dolorosa la fine di questa storia lei rimane la cosa più meravigliosa per me.....Ho avuto un altro figlio dopo di lei, arrivato da solo quando le mie ovaie sembravano antrofizzate dalle schock.Lui è un'altra storia, altrettanto meravigliosa ma un'altra storia.Non ha diminuito nemmeno un grammo il peso del mio dolore, non ha cambiato o cancellato o sostituito come dice la gente( che quando ascolta la mia storia mi dice"Ma signorina almeno ha avuto un'altro figlio?" Io dico "Si" e loro rispondono "Bene, così le cose sono tornate a posto" (vi assicuro che mi capita sempre così) o sentirmi dire (beh adesso c'è lui, devi pensare a lui e andare avanti) Lui non ha fatto miracoli, se è quello che la gente pensa, perchè nessuno può fare miracoli.....Solo Dio potrebbe farlo facendo resuscitare mia figlia allora si che le cose andrebbero a posto e io sarei la donna più fortunata del mondo.Invece no, sono una mamma mutilata, che ha un'altra creatura meravigliosa, ma ne ha una altrettanto meravigliosa al cimitero e non riesce a superare il dolore che è qualcosa di soffocante.Per me la me senza pancia è una me disperata, che non riesce a tenere sotto controllo quel dolore e che cerca tutti i modi di trovare nuova linfa vitale, ma non ci riesce perchè quella pancia doveva sparire con la nascita di mia figlia, con la sua presenza tangibile, i suoi pianti i suoi capricci e io suoi dispetti al fratellino più piccolo....Che dire....per me con quella pancia è volata via una parte di me, quella positiva, che credeva nella vita, nella potenza e nell'amore di Dio.Ora mi chiedo Dio dove stava mentre mia figlia moriva....mentre si spegneva lentamente, come una candela che si consuma senza che nessuno arrivasse in suo aiuto...nemmeno la sua mamma che doveva proteggerla...Vi abbraccio....
#76344
Ringraziano per il messaggio: SANTA76, laura75, franci81

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 1352
  • Ringraziamenti ricevuti 240

pepita ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

Prima della gravidanza di Viola la mia fissa erano i capelli, era questo il particolare che guardavo prima del resto in una donna. Soprattutto se erano come i capelli che avrei voluto io, lunghi e ricci, se erano rossi poi...la mia passione.
Dopo la morte di Viola la mia fissa è diventata la pancia delle altre. Ad ogni donna che incontravo guardavo subito la pancia, ancor prima degli occhi. ..e se la pancia era da donna incinta io stavo male, malissimo. Non per la loro di pancia, ma per la mia, che era solo di grasso e che non accoglieva più la mia bambina. Era vuota, esattamente come mi sentivo io. Vuota e desolata, triste e sola al mondo.
Viola è morta a fine aprile e con l'arrivo della bella stagione sembrava che nella mia cavolo di città fossero tutte incinte...tranne la sottoscritta. Anzi, se giravo per il quartiere venivo fermata da conoscenti ignari e da sconosciuti che mi chiedevano se era nata, dov'era la bambina e se ero ancora incinta...ma che bella pancia che hai...ma un pacchettino di cavoli vostri no eh...e allora me ne stavo a casa un paio di giorni a smaltire la rabbia per le cose che avrei voluto dire...
La me senza pancia mi faceva schifo, la odiavo, così come odiavo le donne incinte, tutte, indistintamente. La me senza pancia non aveva scopi nè voglia di andare avanti, rivolevo solo la mia pancia.
Oggi sono quasi TRE ANNI (lettere maiuscole perchè fatico a credere sia così tanto il tempo passato) che la mia Viola se n'è andata e non ce l'ho con la pancia di nessuna. Ho fatto pace anche con la mia. Vedere una pancia mi da tanta tenerezza, tanta tantissima nostalgia e spesso mi fa anche un pò di paura.
Solo una cosa è rimasta invariata:

maria7479 ha scritto: La me senza pancia cerca lei in tutte le bambine che incontra, e la immagina come loro, e si immagina con lei


...è proprio così che mi succede ancora, a quasi tre anni di distanza.
Un abbraccio mamme,

Francesca, mamma di di Viola, nata immobile il 25 Aprile 2008
e di Flavio, nato il 2/12/2009

Solo 38 settimane insieme e tutta la vita che mi resta per ricordarti, con la certezza che crescerai ed invecchierai nel mio cuore, con me.
...sai che cosa penso, che se non ha un senso,
domani arriverà,...
#76446
Ringraziano per il messaggio: ele73, Giuseppa e Giuseppe, laura75, Annina

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 1770
  • Ringraziamenti ricevuti 1816

Giusy79 ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

LA ME SENZA PANCIA NON SI E' ANCORA ABITUAUATA IL 10 MARZO AVREI DOVUTO DARE ALLA LUCA AURORA MA E' NATA SENZA VITA IL 20 DICEMBRE 2010....
ANCH'IO COME TE NON RIESCO A VEDERE LE DONNE IN GRAVIDANZA CON GLI OCCHI DELLA FELICITA',LA TENEREZZA...FASTIDIO E SOLO FASTIDIO E' QUELLO CHE PROVO...AUGURO IL MEGLIO A TUTTE MA NON RIESCO AD ESSERE FELICE PER LORO...AURORA MI MANCA E IL CUORE MI FA TANTO TANTO MALE.....UN ABBRACCIO
#76447
Ringraziano per il messaggio: laura75

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.597 secondi