La me senza pancia

  • Posts 3
  • Ringraziamenti ricevuti 3

desiree ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

ciao..sono nuova e non ho esperienze come le vostre ma leggendo il tuo messaggio non posso fare altro che stringerti forte a me in un abbraccio caldo e darti un pò di sollievo...mia zia anni fa ha perso due bimbi...prima un mashietto al 6 mese...poi dopo due anni un'altro al nono mese....una settimana prima del parto....dopo 5 anni è finalmente nata Francesca....quindi Forse posso immaginare tutto il dolore che provi e non posso fare altro che chiudermi in un rispettoso silenzio...se avrai bisogno di parlare io sarò qui,pronta ad ascoltarti. Un bacio Desiree
#76573
Ringraziano per il messaggio: laura75

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • laura75
  • Avatar di laura75 Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 277
  • Ringraziamenti ricevuti 349

laura75 ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

Sono stata alcuni giorni lontana dal sito e da internet. Leggo e mi ritrovo nelle vostre parole. Leggo e mi sembra di vedervi tutte.
Piano piano cerco di "superare" a mio modo quello che è accaduto, certi giorni va meglio e certi no. Stamattina sono andata in un ospedale e ho rivissuto l'ultima volta che c'ero stata..incinta.
Qualche giorno fa,invece, ho sognato di avere perso la mia bimba al di fuori di me. Lei invece è morta dentro di me. Nel sogno era lì, inerme, una parte di me eppure un'altra. E nel sogno non mi soffermavo a guardarla, non piangevo, era come se vedessi tutto dal di fuori. Mi chiedo perchè questo sogno sia arrivato adesso. Ho pregato tanto di sognare la mia bimba, avrei voluto parlarle, in una dimensione in cui fosse possibile. E poi, la sogno ma in questo modo, priva di vita, senza poterle parlare e quasi senza soffermarmi sulla sua presenza. Dunque è così che mi sto comportando?Cerco di superare la mia condizione della me senza pancia facendo finta di niente?
Al supermercato, davanti ai vestiti per neonati provo l'impulso di soffermarmi, poi accelero e quello che mi fa più male è notare che anche mio marito sente quella sensazione di amarezza e dolore, oltre ad un misto di imbarazzo perchè non abbiamo motivo di sostare davanti a quel reparto. Quando ero incinta non sono mai riuscita a soffermarmi sui vestitini e adesso quasi vorrei farlo per rimediare a quella ostinazione che mi portava a non voler credere fino in fondo che la mia bimba sarebbe nata, bella, sana, sarebbe stata con me. Per poter dire a mia figlia: ecco tesoro, la tua mamma è qui a scegliere tante belle cosine per te, a prepararsi per la tua nascita.Sarebbe come completare la coperta di Maria7479.
La nostalgia, cara pepita.. si quella c'è. Per quando abbracciavo mio marito ed eravamo in tre. Che bella sensazione.
E c'è anche la paura per le pance altrui, la paura di riempire nuovamente la mia, la paura di dimenticare Anna Rosita con una nuova gravidanza.
Non ho cassetti da aprire per cercare i suoi vestitini, ho solo un pigiamino. Ma ho aperto il cassetto di mia madre. Perchè vorrei un suo abbraccio, adesso più che mai.
Ancora non riesco a guardare con gioia i bambini, specialmente i neonati. L'altra sera sono stata a casa di amici ed è arrivata una coppia con una bambina piccolissima; siamo stati gli unici a non affollarci intorno alla carrozzina. Non sento invidia ma è ancora troppo doloroso.
Care Caterina e Columpsi,posso immaginare le vostre emozioni di questi giorni. Vorrei potervi stringere forte.Per me il 19 Giugno (la mia dpp) rappresenta una "tappa" alla quale penso spesso, chiedendomi come sarà e sapendo che quel giorno vivrò ancora più intensamente il dolore per l'assenza di mia figlia, con la consapevolezza che quella giornata sarebbe dovuta essere qualcosa di molto diverso. Lei non ci sarà, non ci sarà il 19 di Giugno e neanche tutti gli altri giorni della mia vita. E' una tappa che attendo non solo con la mente e con il cuore, ma anche con il corpo..il mio ciclo non torna e ho l'impressione che se non lo forzerò non tornerebbe fino ad allora, fino a quando sarebbe dovuta nascere mia figlia. Ora vivo nel Limbo di cui parlava Licia.
Cara duefebbraio, non posso che dirti di farti coraggio, ma è gia quello che stai facendo. Il dolore ci sovrasta e noi ci sentiamo piccoli piccoli. A distanza di poco più di due mesi non provo più la sensazione di voler sparire, ma l'ho provata e anche se la sofferenza si trasforma giorno per giorno è molto dura. Come dice Claudia, piano piano le cose miglioreranno. E' la vocina che sentiamo dentro di noi, quella di cui parlava piccolo cuore qualche messaggio fa.
#77206
Ringraziano per il messaggio: Doris

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 1043
  • Ringraziamenti ricevuti 1275

piccolo cuore ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

Cara Laura,mi rispecchio in tutto cio'che provi,tutto ma proprio tutto.
E'pazzesco come siamo simili noi mamme speciali.Io quando mi trovo al supermercato ho una specie di attrazione verso quel reparto ma è un'attrazione triste e dolorosa.Io soffro ogni giorno di piu'vedendo i neonati,soffro,ho paura,non voglio vederli.
Quando mi trovo in situazioni difficili in cui lotto per non piangere vorrei che tutte voi all'improviso appariste davanti a me per portarmi via.Anche mio marito soffre,ora ancora piu'di prima forse perchè col tempo realizzi tutto piu'lucidamente.Noi non riusciamo piu'ad uscire con gli amici perchè tutti hanno dei figli e noi proviamo una sensazione di fallimento.
Ti sono vicina...io sento la vocina ma ancora troppo poco.Spero un giorno di sentire un coro dentro di me e lo auguro anche a te con tutto il cuore.
cri con leo
#77211
Ringraziano per il messaggio: laura75

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • laura75
  • Avatar di laura75 Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 277
  • Ringraziamenti ricevuti 349

laura75 ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

Pensare che qualche tempo fa mi lamentavo del fatto che mio marito non vivesse come avrebbe dovuto il dolore di quello che era successo. Si era buttato sul lavoro e il suo evitare di parlare della bambina mi faceva stare male. Ora soffro quando vedo la sofferenza nei suoi occhi. Insomma, non mi va bene nulla! Ma la realtà è che lui sta affrontando la cosa con tempi diversi dai miei e credo che, come dici tu, solo ora riesca a capire più lucidamente quanto è accaduto. Il senso di fallimento lo conosco e lo conosciamo bene anche noi. L'altra sera mio marito raccontava a casa di una mia zia che sua madre gli aveva detto di quanto sentisse la sua grande casa vuota. E' una casa davvero grande e visto che mia suocera vive con mia cognata che fa la pedagogista io ho detto che sarebbe stato bello se avessero realizzato una bella casa famiglia. Mio marito, dato che anche mia zia ha una casa enorme, scherzando ha detto "bè potreste farla anche voi". Per tutta risposta mia zia ha detto "Noi? noi quando arrivano i bambini ce l'abbiamo già una casa famiglia!!". Parlava dei suoi nipotini ma l'ha detto con un tono che faceva pensare che noi una famiglia così non l'avremo mai. Ecco il senso di fallimento. Noi non siamo capaci di riempire la nostre case nè quelle dei nostri genitori. Ma sai cosa penso? che la nostra casa sarà comunque piena se io e mio marito continueremo ad amarci. Se i bambini dovranno arrivare arriveranno. Ma se non dovessero arrivare (ho una certa età!) dovremo farcene una ragione. Certo, la mia vocina mi dice di sperare e cerco di esercitarmi a sentirla più forte.
#77221
Ringraziano per il messaggio: Annina

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 30
  • Ringraziamenti ricevuti 14

Steffie ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

Care mamme, vi leggo e mi ritrovo in ogni parola, in ogni virgola.
In questi giorni così brutti, pesanti ed angosciosi, la me senza pancia non riesce nemmeno a guardarsi allo specchio.
Si detesta, si odia e si accusa di essere stata incapace di svolgere il suo compito di protezione, quello che fanno le mamme no?
E sta male, ancora e di più, per ogni pancia vista in giro, per ogni annuncio che la riporta nel baratro del proprio fallimento.

Pensavo che col tempo le emozioni negative si affievolissero, invece no..
Con Gaia ho perso una figlia, ma anche la speranza per il futuro.
Ecco, non riesco nemmeno a scrivere quello che provo perché i pensieri si affollano e riesce difficile esprimermi..solo le lacrime, quelle scendono da sole, descrivono
quello che sento.
Mi manca...

Stefania, mamma di una stellina in cielo 30/7/2009 alla 9+3, di Gaia, volata su un raggio di sole il 29/11/2010 alla 22+1 e del LittleTwin, novembre '12 alla 9.
Mamma in terra del terremoto Riccardo, 8/6/2012..arrivato a sorpresa per riempirci i cuori.
#77271

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • laura75
  • Avatar di laura75 Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 277
  • Ringraziamenti ricevuti 349

laura75 ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

Cara Steffie, neanche io riesco a guardarmi allo specchio..o meglio, mi guardo un attimo ma subito cerco di vestirmi, di distogliere lo sguardo. E' impossibile non ripensare a quando guardavo la curva della mia pancia con orgoglio e tenerezza (e anche con un pò di timore di prendere troppo peso!). Era bello osservare giorno per giorno il cambiamento del mio corpo che piano piano si preparava ad accogliere quella vita che cresceva. Ora il mio corpo è comunque diverso. Sono stata sempre magra prima di restare incinta, ora sono un pò più magra rispetto a quando ero incinta ma comunque un pò sovrappeso. Ci sono i rotolini all'altezza dell'addome..che prima era completamente piatto. Tutte "novità" alle quali mi devo abituare. Riguardo alle accuse e alla sensazione di non aver protetto la bambina.. le ho pensate tutte. Dal ripetermi che non ero una vera madre e per questo la mia bimba aveva scelto di lasciarmi, a chiedermi se l'avessi persa perchè non l'avevo accolta con sufficiente gioia e coraggio. Sì, perchè per fare un figlio ci vuole anche quello. E forse, mi sono detta, di coraggio non ne avevo avuto abbastanza. Non abbastanza da rischiare di comprare il corredino con tanto anticipo prima della nascita. Non abbastanza da correre in ospedale..perchè in fondo intuivo che qualcosa non andava. Mi sono detta che alla mia età, avevo vissuto la gravidanza come una ragazzina, avrei dovuto essere più matura...e via di seguito. Ma a qualunque età la si viva, la prima gravidanza è un'esperienza nuova. Eppure, sai, non riesco ancora a Perdonarmi per quello che è successo. A te auguro con tutto il cuore di riuscire a farlo.
#77433
Ringraziano per il messaggio: elle

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • laura75
  • Avatar di laura75 Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 277
  • Ringraziamenti ricevuti 349

laura75 ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

Qualche messaggio fa, Claudia aveva scritto: "vorrei essere lì con te, muta, a guardarti agire per non affondare, a sollevare un pezzettino di questo grande bagaglio pesante che tuo malgrado ora devi portare.".
Stanotte ho sognato che camminavo in una strada che si restringeva sempre di più, dietro di me c'era tanta gente, e una volta che avevi imboccato quella strada non era più possibile tornare indietro. Sulle spalle portavo uno zaino pesante; alla fine della strada, una salita molto sdrucciolevole che portava ad una sorta di botola dalla quale bisognava passare per poter finalmente "uscire". Che fatica, portare lo zaino, salire la salita con ai piedi delle infraidito che mi facevano scivolare e poi, infine cercare di uscire dalla botola con quel peso sulle spalle. Guardavo dietro di me tutta quella gente, in cerca di un aiuto, almeno qualcuno che mi reggesse lo zaino. Ma nessuno poteva aiutarmi e tutti premevano solo affinchè mi sbrigassi ad uscire. Bè, alla fine ce l'ho fatta. Con tutta la forza possibile, sono riuscita ad arrampicarmi ed andare "oltre".
Sentite anche voi quel peso sulle spalle?
Durante la giornata penso a quanto è successo ma ultimamente piango meno, quando succede il dolore mi sembra insopportabile. Intanto, continuo a fare sogni di questo tipo, una notte devo percorrere strade che si restringono, un'altra notte la mia vita è appesa ad un filo..proprio letteralmente, perchè sotto di me c'è il vuoto.
E poi c'è un senso di tristezza, latente, quasi una sorta di rassegnazione, mi sembra che i giorni si susseguano uguali, senza uno scopo. A volte mi sembra quasi che anche la mia stessa gravidanza sia stata un sogno, mi pare un mondo lontano, distante. Due mesi e mezzo fa, un'altra vita. Un'altra me. Ero io quella seduta sul lettino a guardare sua figlia immobile dentro quel maledetto monitor? Ero proprio io che nuotavo alle terme con la mia bimba dentro, cosciente che in quel momento nuotavamo in due?Ero io che non riuscivo ad assaggiare un qualunque alimento al sugo e che camminavo per le strade con orgoglio sentendomi invincibile?Una madre. Ero proprio io quella madre?
#77543
Ringraziano per il messaggio: franci81, elle

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 370
  • Ringraziamenti ricevuti 495

cate.a ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

poco fa sono uscita dalla doccia e, mettendomi la crema sulle gambe, mi è tornato alla mente un ricordo che avevo sepolto. a pochi mesi di gravidanza mi era comparsa una vena gigante, blu e in rilievo sulla parte posteriore della gamba destra. era così esposta che il ginecologo mi ha prescritto una visita dall'angiologo. ho prenotato la visita e intanto mi sono comprata delle calze da corazzata potionky, che per infilarle ci voleva una gru. lo vivevo come un fastidio e niente più. la visita l'ho fatta tre giorni prima di perdere il mio bambino e poche ore dopo il parto la vena è sparita completamente. se n'è andata pure lei e, difficile a crederlo, adesso che ci ho ripensato, alla me senza pancia la mia fastidiosa, antiestetica,enorme vena manca da morire...
#77972
Ringraziano per il messaggio: leuca, Doris, elle

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • laura75
  • Avatar di laura75 Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 277
  • Ringraziamenti ricevuti 349

laura75 ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

Che cosa strana..intendo come il corpo reagisce alla gravidanza. Le vene che arrivano e se ne vanno. Nel mio caso i dolori al basso ventre, scomparsi insieme alla mia bimba. A te manca la tua vena sulla gamba, a me manca la doccia con il mio pancino. Cercavo di non farci arrivare l'acqua troppo calda. Anche a me poi è tornato alla mente un ricordo al quale non avevo più pensato. Spesso mi sono rimproverata di non aver coccolato Anna Rosita come avrei dovuto e voluto.Però ho ripensato a quando, durante la gravidanza, cercavo di imparare a memoria la ninna nanna che mia madre mi cantava da bambina. "Fate la nanna coscine di pollo". E' una ninna nanna toscana, ricordavo solo alcune parole, così l'ho cercata su internet e la ascoltavo spesso canticchiandola per essere sicura che quando mia figlia sarebbe nata l'avrei cantata bene. Così so di averle cantato quella ninna nanna che ascoltavo da bambina. Almeno questo.
#77997
Ringraziano per il messaggio: ele73, Giuseppa e Giuseppe, leuca, piccolo cuore, Doris, Annina, elle

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 370
  • Ringraziamenti ricevuti 495

cate.a ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

che ricordi!anche la mia mamma me la cantava da bambina!
il fatto di scrivere qui l'altro giorno mi ha fatto ripensare ad altre cose e proprio stanotte ho realizzato che, da quando ho perso mauro, non ho più dormito a pancia in giù, cosa che ho sempre adorato fare. la me con la pancia si era rassegnata a dormire su un fianco perchè ho da subito avuto un bel pancione e a pancia sotto proprio non riuscivo a stare. alla me senza pancia ora non interessa più, darebbe qualsiasi cosa per avere quel dolce e adorato ingombro e per doversi rigirare mille volte prima di trovare una posizione comoda...
#78127

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • laura75
  • Avatar di laura75 Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 277
  • Ringraziamenti ricevuti 349

laura75 ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

Cara Cate, anche io vorrei tanto quell'adorabile ingombro. Ieri è stata una giornata molto strana. Dopo un'ennesima visita dall'ennesima ginecologa, non riuscivo a smettere di piangere. Lei mi ha proposto l'agopuntura per cercare di calmarmi e anche per ripristinare il mio sistema ormonale, completamente sballato. Onde evitare che potessi avere la tentazione di cercare un'altra gravidanza ora, cosa che con la testa non voglio assolutamente ma che con il cuore a volte vorrei, il mio corpo ha deciso di prendersi il "suo" tempo..e non mi da modo di poter decidere. Non posso decidere niente. Non ho potuto decidere quando avere un figlio, perchè da anni io e mio marito ci provavamo ed è arrivato quando meno ce lo aspettavamo. Quando teoricamente non sarebbe potuto arrivare, perchè mio marito stava assumendo degli antibiotici e per noi, già poco fertili prima era impossibile "centrare l'obiettivo" proprio in quel periodo. Eppure. Poi la gravidanza è finita. Adesso non possiamo decidere se e quando riprovarci perchè di per sè il mio corpo non ne vuole sapere di riprendere a funzionare come dovrebbe e non posso decidere neanche di fare tutti gli esami consigliati sul sito, finchè la situazione ormonale non si riassesta. E così è tutto bloccato. Mi sento completamente impotente. Ripenso a quando, gli ultimi giorni della gravidanza, a lavoro c'era un'attività intensa, mancava del personale, e io ero lì con la mia pancia. La mia collega che diceva al telefono "Meno male c'è Laura" e aveva fatto arrivare sua figlia ad aiutarci. Già, meno male c'ero io, con la mia pancia, mentre tutti gli altri pensavano alla loro vita. Poi sua figlia mi ha rivisto in ospedale, qualche tempo dopo e nei suoi occhi ho letto compassione. Quanto sono stata stupida, tremendamente stupida. Ieri non riuscivo a smettere di pensarci e sarei voluta tornare indietro e proteggere la mia gravidanza, contro tutto e tutti, prendermi il mio tempo, dare alla mia bambina la priorità che avrebbe dovuto avere.
#78131

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 1043
  • Ringraziamenti ricevuti 1275

piccolo cuore ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

Cara Laura,cacci via i sensi di colpa,tu non ne puoi niente.Non pentirti di cio'che hai fatto,lo hai fatto perchè lo volevi e hai protetto lo stesso la tua gravidanza.L'hai protetta con il tuo grande amore e i nostri figli avevano bisogno solo di amore,noi non possiamo avere il controllo su nulla.
Tu sei una splendida mamma,non dimenticarlo,quando ti vengono in mente episodi in cui ti interroghi,in cui ti colpevolizzi cacciali via perchè tu non hai fatto nulla di male.Sei splendida,ricordalo sempre.
cri con leo
#78135
Ringraziano per il messaggio: laura75

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 1770
  • Ringraziamenti ricevuti 1816

Giusy79 ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

Giustissimo Cri hai perfettamente ragione....
forza laura siamo tutte insieme per aiutarci

un abbraccio forte

Giusy con Aurora
#78136
Ringraziano per il messaggio: laura75

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 48
  • Ringraziamenti ricevuti 15

dan ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

cara come ti capisco...la mia pancia, il mio pancione ..ero alla fine ..anche io mi chiedo se l'avessi capito che stava soffrendo..se fossi andata all'ospedale invece di farmi la doccia tranquilla con le mie contrazioni..se mi avessero fatto partorire prima della fine ultima del tempo...forse non sarei uscita a mani vuote da quell'ospedale....ma ora..ora la mia pancia è piu gonfia di quella gravidanza..il mio taglio...mi ricorderannio sempre di quell'incubo che ho vissuto..ma bisogna reagire perchè ...perchè bisogna andare avanti con i nostri piccoli nel cuore...perchè ci hanno tolto uan parte di noi..perchè ci hanno privato per sempre della felicita e della spenzieratezza di una graviddanza..ma io reagisco e il prossimo anno abbracciero un figlio...
#78139
Ringraziano per il messaggio: laura75

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 548
  • Ringraziamenti ricevuti 1880

Doris ha risposto alla discussione Re: La me senza pancia

Cara Laura, cara Caterina e care tutte

quanti ricordi, quanta nostalgia, quanta tenerezza anche.
Le calze di contenimento: le mettevo per dare una mano alla mia pressione sempre molto bassa; mi mancano i guanti di plastica arancione posati sul comodino, i guanti che usavo per tirarle su (a mani nude è difficilissimo).
Il rito della tisana della gravidanza: svegliarsi la mattina, far bollire l'acqua, mettere in infusione le erbette, riempire la bottiglietta e sorseggiare durante la giornata pensando con gioia al momento del passaggio alla tisana per l'allattamento (che è molto più buona).
Le ninnananne: con i miei due bambini, uno accoccolato accanto a me, l'altro in pancia, quelle classiche, ma anche una inventata in cui comparivano tutti i membri della famiglia (uso il passato, perché questa non riesco ancora a cantarla senza che mi venga un groppo alla gola).
L'ombelico a popcorn: mi faceva tanto sorridere, perché con Elia era rimasto al suo posto. Ettore invece l'ha spinto verso l'esterno, quasi a sottolineare che lui era diverso.

E potrei continuare, ma aggiungo solo che anch'io come Caterina ho sempre dormito a pancia in giù. Elia mi ha insegnato (obbligandomi :) ) che potevo dormire anche in altre posizioni. Dopo la nascita di Ettore non volevo mettermi a pancia in giù, perché facevo fatica ad accettare che fosse possibile, rivolevo la mia pancia. Ma poi il flusso si è fermato in tempi troppo brevi e la mia ostetrica mi ha consigliato proprio di mettermi a pancia in giù per aiutare l'utero a "risistemarsi".

Laura cara è difficile combattere i sensi di colpa e non so quanto ti possano aiutare i nostri giudizi "dall'esterno", ma anch'io voglio dirti: non hai nessuna ragione di sentirti in colpa, non puoi sapere come sarebbe andata se avessi fatto qualcosa di diverso e in quello che hai fatto non c'è nulla, ma proprio nulla d'irresponsabile.

Un abbraccio
Doris
#78175
Ringraziano per il messaggio: Lucia, ele73, laura75

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.272 secondi