Ri-nascere senza una ri-nascita?

  • Annina
  • Avatar di Annina Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 630
  • Ringraziamenti ricevuti 883

Annina ha creato la discussione Ri-nascere senza una ri-nascita?

Care amiche,
l'anno scorso, approdata qui su CiaoLapo, temevo principalmente una cosa: che il dolore provato con la perdita di Daniele si trasformasse in blocco, in paura di riprovare a realizzare nuovamente il nostro sogno.

Mano a mano che i mesi passavano, e mano a mano il cuore si faceva più sereno, ho cominciato a temere una cosa molto diversa, e cioe' che un figlio non sarebbe più arrivato.
Sono passati i mesi, nel frattempo ho compiuto 42 anni: lo scorso mese siamo arrivati alla decisione di chiedere un consulto ad un ginecologo esperto in PMA.

Le sue parole non sono state molto confortanti: per lui (e per la Scienza) le possibilità di una donna over 40 di portare a termine una gravidanza con una Fivet sono pari a 0.
Il suo consiglio spassionato è stato quello di continuare a provare con metodi naturali ("Tanto uno lo avete già, pensate a crescere vostro figlio")

Anche se queste parole mi aspettavo di sentirle, è stato difficile.
Difficile anche fare i conti con i sensi di colpa (verso Daniele, verso Gabriele, l'altro mio figlio, e soprattutto verso mio marito).

Mi sento una fallita... e sento una tristezza devastante. Il mio corpo mi aveva già tradito perdendo il mio bambino, ora mi sembra solo una cosa priva di senso.
Scusatemi per queste parole dure, per questo momento di sconforto totale, ma è quello che ho dentro ora; ed ora ho bisogno di tirare fuori tutto e posso farlo solo con voi!

Come si può ri-nascere senza una ri-nascita?
Non rinuncio a provare ancora, non rinuncio a sperare ancora (l'ho fatto anche per il mio Daniele, fino all'ultimo) ma vorrei anche proteggermi dalla delusione!

Il mio compagno di viaggio, mio figlio, il mio maestro.

Daniele, 11-4-2011
#117729
Ringraziano per il messaggio: Maria, labruse, antoefranco, niamh, Cinzia65, laura75, franci81, Irma, alcelilla, GIORGIA e 3 altre persone hanno anche detto grazie.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 828
  • Ringraziamenti ricevuti 1148

Cinzia65 ha risposto alla discussione Re: Ri-nascere senza una ri-nascita?

Come non rispondere
è questa anche la mia domanda perchè ho partorito Virginia a 44 anni una bambina sana ma una su un milione non ce la fa' ed è toccato a lei, lei che era la prima figlia del mio compagno e che poi è stata la prima dei ultimi tre che sono volati in cielo
ma una ri-nascita come spesso ho letto qui in questa meraviglia di sito c'è in tutte quelle mamme speciali che nel dolore hanno avuto più tempo e io il tempo l'ho rincorso invece
e allora penso ad altre strade alternative
ma questa ri-nascita la studio, la giro, la ri-giro, la lascio lì a decantare perchè magari il tempo passa e io trovo in tutta la mia storia un senso, una ri-nascita, perchè sia nel frattempo migliorata come persona.... mah
mi rimane sempre lo stesso tuo dubbio

il sogno l'ho riprovato a riacchiappare ma mi è svanito fra le mani e adesso sono a sognare sempre perchè vorrei riacchiappare fra le punta delle mani un poì di quella felicità che mi sfugge

forse questa risposta non era quella che aspettavi ma non sei l'unica che si fa questa domanda
ti abbraccio
Cinzia con Virginia, Giordano ed Emiliano tra le stelle
#117735
Ringraziano per il messaggio: Maria, Chiara75, Annina

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 277
  • Ringraziamenti ricevuti 349

laura75 ha risposto alla discussione Re: Ri-nascere senza una ri-nascita?

Cara Annina so che è difficile immaginare e costruire una rinascita quando ci si sente tradite dal proprio corpo e quando la statistica si mette contro i nostri progetti e ci fa pensare che forse il futuro potrebbe non essere come lo avevamo pensato.
Posso dirti che conosco alcune donne che hanno avuto delle gravidanze naturali, portate a termine felicemente, dopo i quarant'anni (una mia conoscente ha avuto la prima bimba a 41 e la seconda a 43 anni). Per cui, visto che non avete avuto problemi di infertilità, perchè non provare naturalmente?
Per quanto ne so, in generale i medici che si occupano di PMA tendono a sconsigliare dei tentativi di fivet/ICSI dopo i quaranta perchè ritengono che le percentuali di successo con l'omologa siano pari a quelli che si avrebbero con dei tentativi naturali. Poi ci sono dei centri che hanno percentuali di successo un pò più alte e a quelli bisognerebbe indirizzarsi.
Prima di tutto però bisogna capire quanto conta per voi il desiderio di un altro figlio e..di un figlio biologico, in questo progetto di rinascita.
E prima ancora..una riflessione che faccio per noi e sulla quale vorrei confrontarmi con te, credo sia importante costruire la nostra rinascita come individui, come coppia e come famiglia anche al di là di questo desiderio (cosa non facile).
Mi interrogo su come costruire questa rinascita e cerco di fare dei piccoli passi giorno per giorno. Per essere serena, per sentire meno il senso di fallimento che descrivi, per cercare di essere felici..prima che il potenziale bambino, biologico o no, arrivi.
Aspetto tue notizie e ti mando un abbraccio forte :)
#117739
Ringraziano per il messaggio: Barbara, Maria, Chiara75, leuca, Doris, franci81, Annina, GIORGIA

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 86
  • Ringraziamenti ricevuti 265

Bert ha risposto alla discussione Re: Ri-nascere senza una ri-nascita?

Guardiamo avanti, perche' c'è il resto della vita per piangerci addosso. E Perche' in fondo, vola solo chi osa farlo.
#117753
Ringraziano per il messaggio: Maria, Chiara75

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 521
  • Ringraziamenti ricevuti 1374

franci81 ha risposto alla discussione Re: Ri-nascere senza una ri-nascita?

Cara Anna,
ho pensato un po? se rispondere o meno al tuo messaggio. Perché mi sentivo ?inopportuna? nel venire qui a scrivere con la mia pancia al seguito.. ma poi non ho resistito, perché ci tengo a farti sentire che ci sono e anche se adesso dentro me c?è questa bimbetta che colora tutto di rosa capisco bene i tuoi sentimenti.

Noi abbiamo storie molto diverse, io non avevo paura di non rimanere incinta.. ma avevo paura che il mio compagno non trovasse il coraggio di ributtarsi in una nuova avventura per chissà quanto tempo! Ed è questo futuro ignoto che ci logora a mio avviso..

Le parole di Laura sono chiarissime e le condivido molto

credo sia importante costruire la nostra rinascita come individui, come coppia e come famiglia anche al di là di questo desiderio (cosa non facile).
Mi interrogo su come costruire questa rinascita e cerco di fare dei piccoli passi giorno per giorno. Per essere serena, per sentire meno il senso di fallimento che descrivi, per cercare di essere felici.. prima che il potenziale bambino, biologico o no, arrivi.

Eh già, è il prendersi cura di noi stesse e del nostro cammino che fa la differenza!
Ma io so (scusa la presunzione, ma perlomeno io ti conosco così! ;) ) che tu questa cosa l?hai già capita e messa in atto da molto tempo.. Accudire la tua famiglia, aver cura del pensiero di Daniele e della presenza di Gabriele, portare avanti il tuo ruolo di madre e moglie.. mi sembra che tu abbia lavorato tanto su tutto questo, e sei arrivata ad un punto in cui è vero che il tuo bimbo ti manca (e così sarà sempre..) ed è vero che un nuovo bimbo non c?è ancora anche se saresti pronta per accoglierlo (e io spero insieme a te..) ma questo momento di sconforto totale, come lo chiami tu, secondo me non è più in grado di trascinare giù tutto il resto..

All?inizio del mio percorso mi chiedevo perché mai tutte si affrettavano a consigliare di non correre e di prendersi il proprio tempo per pensare ad una nuova gravidanza.. ecco io credo che questo tempo serva proprio per arrivare dove sei tu ora, dove attraverso il dolore sei riuscita a raccogliere i cocci di te stessa e ritrovare un minimo di stabilità.. poi è normale che i sentimenti di impotenza o fallimento arrivino, ma io sono sicura che riuscirai anche a ricacciarli da dove sono venuti, perché non sono nessuno per giudicare ma non mi sembra proprio che il tuo sia il pensiero di una fallita! Ci vuole forza per far germogliare il pensiero di cercare una ri-nascita senza focalizzarsi troppo su una ri-nascita come la intendiamo di solito.. come ci vuole coraggio per mettersi in discussione e cercare nuove vie. E questo non vuol dire lasciare le vie vecchie e abbandonare sogni e speranze per strada, ma semplicemente fare un passo indietro per poter osservare la situazione con obiettività da un po? più lontano e ricalibrare il percorso. E? vero, i nostri percorsi non devono necessariamente arrivare tutti nello stesso posto e portare tutti ad una nuova nascita, ma se è questo che desideri fai benissimo a viverla così:

Non rinuncio a provare ancora, non rinuncio a sperare ancora (l'ho fatto anche per il mio Daniele, fino all'ultimo) ma vorrei anche proteggermi dalla delusione!

Qui si tratta solo di avere la maturità e la consapevolezza di ricostruire la tua rinascita a prescindere da questo (o in attesa che questo si realizzi).. tu chiedi come si fa.. ma lo stai già facendo cara amica!
E? un po? il ?solito? discorso dell?attesa dell?attesa.. si può fare in tanti modi, ma riempiendo questa attesa di significati come stai cercando di fare tu mi sembra tutta un?altra cosa! Solo che tanto per cambiare non è per nulla facile..
Io non posso dirti altro se non che ti seguirò a vista, passo passo come un segugio, e non mi perderò nessun passettino stanne certa! E intanto spero fortissimamente insieme a te, spero che il tuo cammino verso la serenità sia anche un po? in discesa e che tu possa essere ripagata con la realizzazione dei tuoi desideri (che siano bimbi o qualsiasi altro dolcissimo obiettivo!).
Ti abbraccio forte forte carissima..
Franci

E ancora proteggi la grazia del mio cuore
adesso e per quando tornerà l'incanto.
L'incanto di te...
di te vicino a me.

Fabrizio, 24/12/2010
#117777
Ringraziano per il messaggio: Chiara75, Rosanna71, Cinzia65, laura75, Doris, claragaudino, tanjagirgenti, MArta dringoli

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Annina
  • Avatar di Annina Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 630
  • Ringraziamenti ricevuti 883

Annina ha risposto alla discussione Re: Ri-nascere senza una ri-nascita?

Care amiche, anzitutto un sentito "grazie" per ogni vostra parola. :kiss:

Laura tu dici:

E prima ancora..una riflessione che faccio per noi e sulla quale vorrei confrontarmi con te, credo sia importante costruire la nostra rinascita come individui, come coppia e come famiglia anche al di là di questo desiderio (cosa non facile).
Mi interrogo su come costruire questa rinascita e cerco di fare dei piccoli passi giorno per giorno. Per essere serena, per sentire meno il senso di fallimento che descrivi, per cercare di essere felici..prima che il potenziale bambino, biologico o no, arrivi.


E' proprio questo il punto: e se io mi fossi fatta forza in questi mesi cullandomi nella certezza che sarebbe arrivato un altro bambino dalle mie braccia? Un bambino che non sarebbe certo stato Daniele, ma a cui avremmo potuto offrire altrettanto amore?
Ecco, forse io fino ad oggi il mio tentativo di rinascita l'ho incentrato su questo pensiero, che fino a ieri ho tenuto nascosto il piu' possibile in fondo al cuore, con una punta di scaramanzia. Se così fosse... allora ho sbagliato tutto?

Franci... carissima Franci, cara amica, tu non sei affatto inopportuna... anzi devi scusarmi per non essere stata abbastanza presente nel tuo viaggio con Olivia (ma voi siete sempre prepotentemente presenti nei miei pensieri :) )!

...tra le altre cose, tu dici:

Qui si tratta solo di avere la maturità e la consapevolezza di ricostruire la tua rinascita a prescindere da questo (o in attesa che questo si realizzi).. tu chiedi come si fa.. ma lo stai già facendo cara amica!


Ecco, io credo di non averla avuto fino in fondo questa maturità!
Ho dato a mio figlio il suo tempo e il suo spazio, ma ora è un po' come fossi qui a chiedermi: "E adesso?"
Forse ho sottovalutato la potenza di questo desiderio, e forse lo davo anche un po' per scontato, e ora che non si realizza vacillo paurosamente...


E infine Cinzia: cara Cinzia, io leggo spesso di te Virginia, sei una compagna di viaggio vicina al mio sentire...

ma questa ri-nascita la studio, la giro, la ri-giro, la lascio lì a decantare perchè magari il tempo passa e io trovo in tutta la mia storia un senso, una ri-nascita, perchè sia nel frattempo migliorata come persona.... mah


Forse devo fare un po' anche io come te...
e forse dovrei un po' abbandonarmi, lasciar scorrere, lasciar fluire il tempo e l'energia: potrebbe essere anche questo un modo per ritrovarmi/ci?

Vi abbraccio con profondo affetto,
Anna

Il mio compagno di viaggio, mio figlio, il mio maestro.

Daniele, 11-4-2011
#117782
Ringraziano per il messaggio: Chiara75, Cinzia65, laura75, Doris, franci81, tanjagirgenti

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • labruse
  • Avatar di labruse
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Sei meteore, Giulio e Lidia in terra
  • Posts 2845
  • Ringraziamenti ricevuti 2968

labruse ha risposto alla discussione Re: Ri-nascere senza una ri-nascita?

Anna,
io invece scrivo qui con il mio pancione sotto il naso, perché tutti i miei figli mi hanno insegnato qualcosa, a prezzo di miliardi di lacrime da piegarsi in due, a prezzo di dovermi destrutturare e ricostruire tutta daccapo, a prezzo di capire che non abbiamo il controllo degli eventi della vita, possiamo però decidere che siamo pronte a un cambiamento, se e quando quel cambiamento arriverà, ed essere pronte vuol dire esserlo di testa e di corpo.

Anna, io ho da poco compiuto 40 anni e ho perso 5 figli, Giulio è arrivato dopo i primi 3 quando mi ero arresa e Lidia ora è nella mia pancia dopo averne persi altri 2 e dopo che di nuovo mi ero arresa.
Ma attenzione, arresa non significa che non ne volevo più sapere, il mio cuore non ha mai mentito a se stesso, io adoro i bambini, e ho appena preso la sofferta decisione che dopo Lidia smetterò di cercarne altri...

Arresa significa che mi sono resa conto che non potevo pretendere che un bambino arrivasse e per giunta quando volevo io...arresa significa che ho smesso di essere ossessionata e ho cominciato a prestare attenzione a me stessa e al mio benessere e a pensare che ero già fortunata ad avere Giulio e che dovevo pensare che forse sarebbe rimasto senza fratelli in terra.
E' allora che è arrivata Lidia, non cercata...ha deciso lei, come Giulio...

Infine volevo dire che anche a me è stato detto "avete Giulio, prendetevi cura di lui e lasciate perdere". Bene, credo che questa affermazione me la possa fare il vicino di casa cretino e maleducato, ma non un medico specialista in ginecologia e ostetricia.

Perché devi decidere tu?
Tu puoi renderti disponibile a una nuova vita, ed è quello che stai facendo.
E se una nuova vita vorrà, arriverà, vedrai...e io voglio essere tra i primi a saperlo!

Laura con Lidia 26+5

Non c'è montagna più alta di quella che non scalerò.
#117787
Ringraziano per il messaggio: Maria, Chiara75, laura75, Annina, sabrina13

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 548
  • Ringraziamenti ricevuti 1880

Doris ha risposto alla discussione Re: Ri-nascere senza una ri-nascita?

Mi piace il tono pacato di questa discussione.
Mi piace constatare che realismo e speranza possono andare a braccetto, che puoi avere 42 anni e sperare, come una mia cara amica che ha perso due figli nelle prime settimane di gravidanza (la loro esistenza ha abbracciato quella di Ettore) e ora a 44 anni è di nuovo incinta. O come un'altra amica (ieri abbiamo pranzato in ospedale: insieme conosciamo praticamente tutto il personale) che a 40 anni, con un solo ovaio e un marito con pochissimi spermatozoi, ha trasferito il primo embrioncino e ora incrocia le dita, sperando che si attacchi, anche se c'è meno di una probabilità su tre che ciò accada.
Mi piacete tu e Lamberto, mi piacciono i vostri messaggi incrociati, il vostro senso di famiglia. Mi piace l'immagine di voi con una rosa bianca per Daniele. Mi piace il broncio di Gabriele. Sì, credo che siate rinati anche senza rinascita, credo che nessuno di voi abbia bisogno di un altro bambino per "dare" qualcosa all'altro, per renderlo felice.
Resta il desiderio ed è un desiderio legittimo, che puoi lasciare libero di correre e di esprimersi (ma non di mettere in discussione la tua vita). Guardiamo avanti - dice Bert - e speriamo. Noi con voi.
Un abbraccio forte
Doris
(e anch'io come Francesca mi sento un po' inopportuna, perché ho sempre detto che non volevo caricare sulle spalle dei figli il compito di dare un senso alla mia vita, che se non fossero arrivati l'avrei comunque vissuta appieno, ma poi non mi sono mai dovuta confrontare per davvero con problemi di fertilità. La pupattola è arrivata al sesto tentativo, perfettamente in linea con le statistiche, anche se a me è sembrata una lunga attesa. Quando senti di essere pronta fisicamente e psicologicamente è dura aspettare. Per quello che mi riguarda il paradosso è essere rimasta incinta in un mese in cui in realtà stavo malissimo, anche se non si trattava più di acciacchi dovuti alla precedente gravidanza o al dolore per la morte di Ettore. Ma questa è un'altra storia.)
#117792
Ringraziano per il messaggio: Maria, Chiara75, Rosanna71, niamh, Cinzia65, franci81, Annina, Bert, claragaudino, sabrina13

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 135
  • Ringraziamenti ricevuti 83

Ruffina ha risposto alla discussione Re: Ri-nascere senza una ri-nascita?

Ciao Annina anch'io mi pongo ultimamente la tua stessa domanda potrò ri-nascere senza una ri-nascita? La voglia di maternità ha sempre fatto parte di me. Ho sempre immaginato la mia vita con tanti bambini almeno tre dicevo sempre. Poi piano piano la consapevolezza che non sarebbe andata così passavano gli anni e niente lo sconforto si faceva sentire ma un pò mi ero abituata alla situazione non era rassegnazione nel frattempo visite esami su esami. Un bel giorno è arrivato il mio miracolo d'amore e la mia vita è cambiata x sempre. Ho cominciato a maturare l'idea che di lì avanti eravamo in tre era sempre quello che avevo desiderato pensavo persino al prossimo. Poi è finito tutto ed qui che comincia l'incubo. La mia vita ora non ha senso le mie giornate non hanno senso. Il sapere che semmai arriverà un altro figlio mi toglie il respiro e come te mi sento fallita come donna. Infatti i mesi passano e io fisicamente e mentalmente mi sento pronta e forse questo mi fa stare ancora più male.
E' difficile ricominciare a vivere ma la nostra fortuna è la nostra famiglia per te anche il tuo primogenito.
Ti auguro con tutto il cuore che un altro miracolo d'amore bussi alla tua porta credici fino in fondo e ti cito una frase di Padre Pio che ho impressa dentro di me: Non agitarti l'agitazione non giova a nulla, prega e spera Iddio e misericordioso e ascolterà la tua preghiera.
Con affetto Ruffina
#117806
Ringraziano per il messaggio: Cinzia65, Annina, sabrina13

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 828
  • Ringraziamenti ricevuti 1148

Cinzia65 ha risposto alla discussione Re: Ri-nascere senza una ri-nascita?

Care mamme

come spesso mi accade mi sembra di essere sempre un'aliena ed è sempre la stessa sensazione che mi rimane di essere fuori posto in ogni circostanza
ed è difficile per me capacitarmi in questa realtà, pur pensando di essere matura abbastanza, pur avendo cullato me stessa prendendomene cura, prendendomi cura di tutta la mia famiglia terrena e celeste ma ogni volta che si apre un post dove vengono descritte quelle sensazioni che sto rincorrendo io poi nel seguito rimango sempre lì con una sensazione forse un po' amara, sto farneticando forse, scusatemi, ma dopo varie volte che mi succede ho descritto quello che provo, e non so dove metterlo e se da un lato io ho avuto una ri-nascita con la nascita della mia Virginia all'età di 44 anni nata dal mio secondo amore della vita che non aveva figli e poi ne ha avuti altri due dopo di lei che sono angeli e le mie amiche si sono allontanate da tutto questo perchè già non riuscivano a starci perchè volevo diventare mamma e ho accolto Virginia e non l'ho buttata via per paura che non sarei riuscita a farcela. E poi le gravidanze conseguenti non sono neppure pensabili da intraprendere perchè giudicanti e le mie amiche non potevano proprio starci forse accanto a me o non ne hanno avuto voglia.
mi ritrovo a condividere lo stesso filone di pensiero per un breve tratto perchè solo con voi questo è possibile, perchè solo chi ha toccato questo "dolore" può comprendere ma diciamolo che il testo del topic mi è stato caro proprio perchè sono queste le mie sensazioni ed è comunque vero che si vive lo stesso trovando altri equilibri ma non è la stessa cosa, almeno per me, dire che non era la vita che volevo, dà una voce a quello che sto vivendo ora, ed è per quello che prendo e riprendo in mano la mia vita, la giro e la rigiro.
Mi scuso fin d'ora con Annina che ha aperto il topic e con le altre dolci mammine che sono intervenute per questo pensare a voce alta che ho lasciato qui scritto.
Cinzia
#117808
Ringraziano per il messaggio: Maria, Chiara75, Rosanna71, laura75, Annina

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Annina
  • Avatar di Annina Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Posts 630
  • Ringraziamenti ricevuti 883

Annina ha risposto alla discussione Re: Ri-nascere senza una ri-nascita?

Cara Cinzia, non devi scusarti con me!
Anzi grazie di cuore del tuo intervento, e delle tue parole. Io non conosco il mondo in cui vivi, le persone che ti circondano... ma personalmente una gravidanza arrivata a 44 anni la vedo (e non solo per la mia personale storia) come un dono prezioso, come un piccolo-grande miracolo d'amore. Proprio quello che Virginia ed i suoi fratellini sono stati per te, per voi.
Ora, è vero che CiaoLapo è un posto speciale, ma anche nella vita "reale" e non virtuale esistono persone capaci di accogliere noi ed il nostro pensiero...
Questo per dirti, cara Cinzia, che io leggo sempre una sfumatura di dolore "di troppo" nelle tue parole (quell'amarezza di cui parli), un dolore che non credo abbia a che fare solo con la tua perdita... e questo mi dispiace profondamente.
Forse mi sbaglio, spero magari di sbagliarmi.
Ma se fosse così, sappi che il primo passo per smettere di sentirti un'aliena lo puoi fare proprio qui...

Tu scrivi

ed è comunque vero che si vive lo stesso trovando altri equilibri ma non è la stessa cosa, almeno per me, dire che non era la vita che volevo, dà una voce a quello che sto vivendo ora, ed è per quello che prendo e riprendo in mano la mia vita, la giro e la rigiro.


E' vero Cinzia, come non darti ragione?
La vita che io volevo era con tutti e due i miei figli. Posso dire in questo senso che questa non è la vita che volevo? Ho lavorato, ci sto lavorando per rendere quest'assenza una presenza. Mi basterà questo?
Io non ho risposte, ho solo domande per adesso.
Voglio prendermi cura del presente molto più di quanto ho fatto fino ad oggi, e fino a prima di perdere Daniele. Non conosco ancora l'insegnamento che si nasconde dietro la breve esistenza del mio Piccolo Maestro, ma certamente non voglio che il suo senso di disperda nel nulla...

Un caro abbraccio,
Anna

Il mio compagno di viaggio, mio figlio, il mio maestro.

Daniele, 11-4-2011
#117822
Ringraziano per il messaggio: Maria, Chiara75, Rosanna71, Cinzia65, Doris, tanjagirgenti

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Maria
  • Avatar di Maria
  • Offline
  • Moderatore
  • Moderatore
  • 37 settimane di puro amore
  • Posts 2632
  • Ringraziamenti ricevuti 1960

Maria ha risposto alla discussione Re: Ri-nascere senza una ri-nascita?

Annina ha scritto: Io non ho risposte, ho solo domande per adesso.
Voglio prendermi cura del presente molto più di quanto ho fatto fino ad oggi, e fino a prima di perdere Daniele. Non conosco ancora l'insegnamento che si nasconde dietro la breve esistenza del mio Piccolo Maestro, ma certamente non voglio che il suo senso di disperda nel nulla...

Un caro abbraccio,
Anna

Cara Anna
da ieri che leggo e rileggo il tuo post, ci ho clikkato su non so quante volte e pensato di non avere le parole giuste per te. Oggi le ho trovate e le ho trovate nelle tue parole, certo forse e' semplicistico ma io davvero leggo in queste ultime righe che tu scrivi la tua Ri-nascita, ma forse tu non te ne rendi conto perche' a volte fare ''autocritica'' e' difficile ( almeno per quanto mi riguarda). Anna io ti auguro di cuore di riuscire in un'altra gravidanza, ma al di la' della gravidanza (un evento meraviglioso), ti auguro di Ri-nascere nella serenita' e nella pace del cuore.
:kiss: Ross

Nessuna Notte e' tanto lunga da non permettere al Sole di sorgere ancora...
#117831
Ringraziano per il messaggio: Chiara75, Cinzia65, laura75, Annina, tanjagirgenti, Erika_B

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 277
  • Ringraziamenti ricevuti 349

laura75 ha risposto alla discussione Re: Ri-nascere senza una ri-nascita?

Sai Annina, ripenso alle tue parole:

e forse dovrei un po' abbandonarmi, lasciar scorrere, lasciar fluire il tempo e l'energia: potrebbe essere anche questo un modo per ritrovarmi/ci?

Ricordo quando tempo fa, seguendo un corso di meditazione,eseguivamo degli esercizi che dovevano aiutarci a rilassarci e concentrarci sul conseguimento di un obiettivo. Durante l'esercizio, capitava che molti pensieri affollassero le nostre menti e fosse difficile trovare la giusta concentrazione. Il maestro ci raccomandava di non combattere le nostre emozioni ma di provare semplicemente ad osservarle, a riconoscerle. Era un abbandono sì, un lasciarle andare senza che per questo fossimo passivi. Noi non potevamo "controllare" quelle emozioni e quei pensieri ma "osservarli ",riconoscerli era un modo per evitare che loro contrallassero noi..e per lasciargli, via via, sempre meno spazio nelle nostre menti.
Mi sono resa conto che, con il tempo molte delle emozioni che provavo rispetto al desiderio pressante di un figlio, si stanno acquietando. Quel desiderio ha trovato uno spazio, un suo posto, nella mia vita (ed è sicuramente un posto importante), ma il senso di fallimento è via via diventato meno presente.
Doris dice

Resta il desiderio ed è un desiderio legittimo, che puoi lasciare libero di correre e di esprimersi (ma non di mettere in discussione la tua vita).

.
Ci sono i momenti di sconforto, i giorni più duri di altri in cui le cose sembrano andare storte, ci sono ancora le lacrime..ma l'equilibrio, la felicità a prescindere dal raggiungimento di "quell'obiettivo" non mi sembra più un miraggio.
Mi pare di riconoscere questo percorso nelle parole del tuo post. E leggo e rileggo anch'io quello che hai scritto successivamente:

Io non ho risposte, ho solo domande per adesso.
Voglio prendermi cura del presente molto più di quanto ho fatto fino ad oggi, e fino a prima di perdere Daniele. Non conosco ancora l'insegnamento che si nasconde dietro la breve esistenza del mio Piccolo Maestro, ma certamente non voglio che il suo senso si disperda nel nulla..

Credo che prendersi cura del presente sia quello che più di tutto dovremmo cercare di fare..penso anche all'"impermanenza" delle persone care e di noi stesse..(per citare un post di Alfredo).
Per la cronaca: oggi in ufficio è venuta una donna all'ultimo mese di gravidanza. Quarantaquattro anni e un altro figlio con età da Nido :kiss:
#117855
Ringraziano per il messaggio: labruse, Chiara75, Cinzia65, Doris, franci81, Annina, GIORGIA, tanjagirgenti

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 1753
  • Ringraziamenti ricevuti 3197

Rosanna71 ha risposto alla discussione Re: Ri-nascere senza una ri-nascita?

Cara Annina,
sono passati quasi due mesi dal tuo primo messaggio in questo post??
Dire che arrivo un pochino in ritardo significa forse non essere del tutto obiettivi ?. Comunque sono qui e ci sono perché le tue parole del 9 maggio mi sono ritornate alla mente come qualcosa di importante da valutare.
Tu dici che:

Annina ha scritto: e se io mi fossi fatta forza in questi mesi cullandomi nella certezza che sarebbe arrivato un altro bambino dalle mie braccia? Un bambino che non sarebbe certo stato Daniele, ma a cui avremmo potuto offrire altrettanto amore?
Ecco, forse io fino ad oggi il mio tentativo di rinascita l'ho incentrato su questo pensiero, che fino a ieri ho tenuto nascosto il piu' possibile in fondo al cuore, con una punta di scaramanzia. Se così fosse... allora ho sbagliato tutto?


Che cosa pensi di aver sbagliato?.... io in queste parole ci vedo la tua forza, il tuo modo di reagire ad un immenso dolore, ci vedo una delle tue tante certezze che ti hanno portata fino a qui, la certezza di sentirti MADRE, ...... madre nella quotidianità di Gabriele, madre nel ricordo e nella difficoltà di Daniele e madre perchè detentrice di quella ingombrante dose di amore da donare ancora ad un altro figlio.
Ti sei cullata in questa certezza perchè la tua natura è ed era quella di essere ancora e comunque MADRE.

Ad aprile ho compiuto 41 anni e ad essere spudoratamente e completamente sincera devo dirti che anche io penso di essermi cullata per un periodo in questa consapevolezza/speranza/sogno di diventare nuovamente madre in terra.
In fondo perchè no! I nostri 5 figli sono arrivati tutti senza problemi, tutti ai primi tentativi anche se soltanto uno ha concluso il cammino restando con noi (Lorenzo) e sarebbe bastato provarci per realizzare il sogno.
Confesso di averlo pensato e perchè no, anche sfruttato come risorsa aggiuntiva per combattere la paura, il dolore, la malinconia ..... ma è arrivato anche il tempo in cui mi sono accorta che la mia vita aveva trovato, nonostante tutto, una "serenità" che esulava da quel pensiero, mi vedevo tranquilla davanti a nuove gravidanze, nuove nascite e quella smania di concretizzare quel sogno stava svanendo.

Se mi dicessero : domani scopri di essere incinta, cosa provi? .....Bhè, sarei felicissima ma so che con questo non avrei dato uno scopo al mio percorso di lutto.
Io penso che riuscire a dare un posto all'interno della nostra vita ad un evento che avrebbe potuto benissimo distruggere ogni tentativo di andare avanti, sia il più grosso traguardo da raggiungere e se a questo si dovesse aggiungere un altro figlio sarebbe un po' come ricevere un dono in più.

Dietro consiglio di un medico (non il mio di sempre) verso febbraio ci siamo affidati ad un centro di PMA per un ciclo di 3 stimolazioni ovariche che avrebbero dovuto portare una gravidanza "di qualità superiore" rispetto alle altre.
Il risultato è stato negativo e non solo dal punto di vista della mancata gravidanza, ho patito moltissimo l'assunzione di quella quantità di ormoni che mi hanno fatta gonfiare come un palloncino, mi si è sballato il ciclo (prima regolarissimo :sick: ) ed ha fatto definitivamente affondare quel desiderio di avere un altro figlio.
Oggi riconosco di avere una famiglia bellissima (non numerosa come avrei voluto :( ) di essere una donna fortunata sotto moltissimi aspetti e mi piace l'idea di lavorare su questo, di dedicarmi a ciò che ho duramente raggiunto con la volontà, la fortuna, l'aiuto delle persone care e..... non mi sento in difetto, mi sento molto più consapevole di tante cose rispetto a qualche anno fa.
Fai benissimo a crederci sempre, a continuare a perseguire i tuoi sogni e mi auguro che tu continui a farlo senza giudicarti troppo severamente.
Io rimango qui con il mio affetto per voi, che è tanto, a godermi lo srotolarsi di quella pergamena dai mille colori diversi che è la vostra vita e che ha tutta l?aria di diventare una delle tante meraviglie di questo mondo.
Rosanna e tutti i suoi cuccioli

mamma in cielo di 2 fagiolini e del cucciolo Davide e mamma in terra di Lorenzo.... ogni giorno respiro un alito di vita nella totale assenza di materia ... i miei angeli
#121671
Ringraziano per il messaggio: Maria, labruse, Chiara75, Cinzia65, Doris, franci81, Annina, Nico79, claragaudino, sabrina13 e 3 altre persone hanno anche detto grazie.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 433
  • Ringraziamenti ricevuti 558

Erika_B ha risposto alla discussione Re: Ri-nascere senza una ri-nascita?

Grazie Rosanna! Sei una persona fantastica, trasmetti tanta serenità e speranza.. Una luce in questo tunnel buio e tormentoso!!
Un abbraccio grande grande

Erika, mamma di Christian in terra e di Matteo per sempre nel cuore!


Sentir pronunciare il nome di mio figlio può far affiorare le lacrime sui miei occhi, ma non smetterà mai di portare musica alle mie orecchie.
Se tu sei veramente mio amico, permettimi di ascoltare la bellissima musica del Suo...
#121868
Ringraziano per il messaggio: Rosanna71

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.309 secondi