creare "ricordi" nei figli successivi.....

  • Lucia
  • Avatar di Lucia Autore della discussione
  • Offline
  • Moderatore
  • Moderatore
  • mamma di Alice in cielo e Agnese in terra
  • Posts 885
  • Ringraziamenti ricevuti 536

Lucia ha creato la discussione creare "ricordi" nei figli successivi.....

Eccomi qui con i miei dubbi.
Una discussione avuta con mio padre l'altro ieri, mi ha portata oggi ad aprire questo post.
La premessa è che Agnese viene portata al cimitero da quando è nata, e anche se non andiamo così sovente, lei sa che comunque lì è il posto dove portiamo i fiori per Alice e lo vive in modo molto giocoso.
Alice per lei è fra le stelle e ieri mi ha detto che sono amiche :)
Non avendo altre sorelle/fratelli, ovviamente le è difficile capire il concetto di sorella, ma credo ci sia tempo. Da poco ha scoperto/capito che hanno i genitori in comune e mi sembra già sufficiente.
Ad ogni modo, Agnese con la sua parlantina, racconta sempre tutto e già più di una volta ha raccontato a mio padre che aveva portato i fiori da Alice, etc etc....
Lui non ha perso l'occasione per dirmi che secondo lui sbagliamo a parlarle di Alice e che le creeremo dei traumi.
L'altro ieri lei era da lui mentre io ero in ufficio e di fronte ad una tesserina di un puzzle con la nuvoletta, lei ha cominciato a dire che lì c'era Alice.
Mio padre mi ha fatto tutta una filippica sul fatto che lei patirà tutta questa dedizione verso una sorella "fantasma", che metterà in dubbio il nostro amore (dicendo che succede normalmente tra fratelli di contendersi l'amore dei genitori, ma con una sorella che non c'è è una lotta impari e lei ne uscirà perdente) e che le costerà anni di analisi tutto questo nostro dover per forza parlare di Alice.
Inutile dirvi come mi sono sentita di fronte a queste critiche.
Peraltro mio padre è stato il grande assente nella nostra storia con Alice, per motivi a me ancora non ben chiari.
Ovviamente io gli ho risposto che sappiamo benissimo cosa stiamo facendo e come e che se lui non ne è convinto è solo perchè non si è mai interessato all'argomento, altrimenti saprebbe che è un trauma ben più grave scoprire in tarda età che c'è stata una sorella prima e questo si che può far sentire lei come la sostituta.
Detto questo, visto che io magari reagisco sulla difensiva, ma poi rifletto sempre sulle cose e tento di fare autocritica, sono giorni che penso e ripenso e mi chiedo se sto agendo bene e come continuare a farlo....
Ecco su questo mi piacerebbe un confronto con voi....
#107010
Ringraziano per il messaggio: labruse, maggie4444, LaMiaAlessia, laura75, Doris, Emme, Irenee

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 576
  • Ringraziamenti ricevuti 66

Lucy ha risposto alla discussione Re: creare "ricordi" nei figli successivi.....

Carissima, posso portarti la mia esperienza (anche se in parte la conosci). Dopo Marzia ho avuto altre due figlie che ora hanno 10 e 9 anni, ho sempre parlato loro della sorellina, sono sempre venute con me al cimitero, quando erano più piccole si limitavano ad un saluto, un bacio col soffio, qualche domanda sul perché non c?è più, sul dov?è ora e poco altro.
Adesso spesso sono loro che mi chiedono di andare al cimitero a trovarla, le portano ricordini dalle vacanze o pensierini per il compleanno, mi chiedono di parlare di lei, vogliono sapere com?era e mi rimproverano di non avere una foto, a volte mi dicono anche che ne sentono la mancanza.
Quando qualcuno chiede se sono solo due sorelle mi guardano con aria interrogativa prima di rispondere, altre volte rispondono che hanno una sorella ?morta in pancia?.
So per certo che ne hanno parlato anche con le amichette in qualche occasione.
Sono bambine serene, a scuola non hanno problemi, sono socievoli e posso assicurarti che non sono per niente traumatizzate.
Io credo che non ci sia niente di male nel trasmettere ai figli che vengono dopo l?amore che proviamo per quelli che sono venuti prima di loro e non ci sono più, certo i racconti vanno commisurati all?età dei bimbi che ascoltano, ma essendo racconti intrisi d?amore non possono nuocere.
Siamo noi adulti che abbiamo paura della morte e trasmettiamo queste paure ai bambini che purtroppo prima o poi con la morte dovranno comunque scontrarsi visto che fa parte del cammino della vita..
Come per tutte le cose ognuno ha le sue idee, ognuno conosce i suoi limiti e quelli dei figli per cui non credo che quello che è giusto per me sia necessariamente giusto per tutti.
Fossi in te continuerei a fare quello che ritieni opportuno, se Agnese è serena perché non proseguire sulla stessa strada? Se ti accorgerai che qualcosa la turba potrai sempre aspettare il momento giusto per riprendere da dove siete rimaste o correggere la rotta.
Se a tuo papà questo crea disagio pur continuando a volergli bene non forzarlo, prendi atto di quanto ti dice ma fai di testa tua.
E? solo il mio pensiero, spero possa servirti a non sentirti un ?marziano??.. un abbraccio.
#107017
Ringraziano per il messaggio: claudia, Lucia, Maria, labruse, Tizzy06, katia mamma di angelo, leuca, laura75, franci81, Emme e 1 altre persone hanno anche detto grazie.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 147
  • Ringraziamenti ricevuti 138

damap ha risposto alla discussione Re: creare "ricordi" nei figli successivi.....

Cara Lucia quando è successo a me di perdere Sara, lo sai che posti meravigliosi come questo per condividere insieme un pezzo di strada tutta in salita, non c'erano.
Io e Mimmo abbiamo cercato di fare del nostro meglio... e a distanza di tanti anni credo che abbiamo fatto la cosa giusta. Davide ,aveva due anni e mezzo quando Sara se ne è andata, ed aveva già intessuto con lei un rapporto profondo, la desiderava con tutto il cuore e fu atroce dovergli spiegare cosa era successo. Il pediatra ci disse di non parlare più con Davide della sorella, con il tempo avrebbe dimenticato...
Fu il periodo più atroce...io che mantenevo il mio dolore dentro e Davide iniziò a ribellarsi a tutto e tutti, faceva delle scenate pazzesche ovunque si trovasse, piangeva come un disperato per un nonnulla e non trovava mai consolazione, arrivava persino al vomito... lui che era sempre stato così chiacchierone e solare...
Mi rivolsi allora ad una amica psicologa che mi disse che forse stavo sbagliando:
non si può nascondere la realtà ad un bambino anche se piccolo.
Iniziammo così io e Davide a condividere tutto: il pianto, le passeggiate al giardino di Sara dove lui sistemava e portava giochi, a parlare di lei, di cosa era successo di quanto ci mancava e dove la incontravamo...
Poi è arrivato Marco che sa di essere il terzo figlio...
Sara è sempre stata presente nella nostra vita e nella nostra famiglia e quest'anno per i suoi 18 anni abbiamo fatto festa insieme a tanti amici...
Un abbraccio
Irma
#107028
Ringraziano per il messaggio: claudia, Lucia, Maria, labruse, Tizzy06, katia mamma di angelo, leuca, franci81, duefebbraio, Stef e 3 altre persone hanno anche detto grazie.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 567
  • Ringraziamenti ricevuti 148

Sissy17 ha risposto alla discussione Re: creare "ricordi" nei figli successivi.....

Ciao Lucia, mi sento tirata in causa perchè anche noi portiamo nostro figlio da Vanessa in pratica da quand'è nato e crediamo fermamente che sia la cosa piu' giusta da fare! poi se Daniele capirà o meno che li c'è sua sorella è una cosa che non ci interessa molto perchè sappiamo che x lui non sarà facile capire che ha una sorella e che non potra mai vederla e mai giocare con lei, a noi interessa che lui sappia che sua sorella è esistita, per il resto non pretendiamo niente....come fate voi con Agnese! Quindi non penso proprio, anzi lo escludo che un giorno Agnese avrà dei problemi nel capire la realtà dei fatti, anzi non dirle niente e poi un giorno da adulta scoprire che aveva una sorella, quello si che è un vero shock!
Anche i miei non accettano che portiamo Daniele da lei, ma loro di me non hanno accettato cosi'tante cose..!!!! Credo che con i nostri figli dobbiamo essere sinceri, e loro ce ne saranno grati un giorno!
Un bacione a tutti voi
Silvia
#107069
Ringraziano per il messaggio: Lucia, labruse

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 828
  • Ringraziamenti ricevuti 1148

Cinzia65 ha risposto alla discussione Re: creare "ricordi" nei figli successivi.....

Ciao

come fare a giudicare una mamma, se è bene se è male?

penso che ogni genitore faccia del proprio meglio in ogni caso, voi per le creature che sono nate dopo state scegliendo la condivisione

io invece il mio percorso è un po' diverso e mi chiedo ogni giorno anch'io se ho minato le vite di un futuro padre e di una futura madre ma non posso fare altro che pensare che tutto sia accaduto per amore

e nell'amore che ho per tutti i miei figli condivido e mi prendo cura

i miei due figli in terra Federico e Veronica sono nati dal mio precedente matrimonio
i miei tre figli in cielo Virginia, Giordano ed Emiliano sono nati dal mio secondo matrimonio

ricordare e prendermi cura di tutti è il mio compito, il periodo più difficile da superare è quello della morte inattesa di Virginia poichè la aspettavano così tanto anche loro ma mentre Federico non ne vuole parlare e pensa di procurarmi dolore (ma non per questo penso che gli manchi), a mia figlia Veronica manca sua sorella Virginia e me ne parla spesso e ne porta nel cuore i ricordi che condividiamo.
Giordano ed Emiliano erano le nostre speranze mie e dei mie figli che però sono state spente ancor prima di vederli nascere

che dire, ho fatto bene, ho fatto male, continuo a perseverare nel loro ricordo, ma come potrei per me sono la mia famiglia e anche la loro

non so' se avevi e avevate bisogno di queste mie riflessioni ma è sempre stato il mio dubbio per tutto il dolore che ho creato intorno a me
Cinzia
#107073
Ringraziano per il messaggio: claudia, Lucia, labruse, Sissy17, damap

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 2020
  • Ringraziamenti ricevuti 3552

claudia ha risposto alla discussione Re: creare "ricordi" nei figli successivi.....

Ci sono alcuni punti su cui vorrei porre l'accento interrogativo:
perchè Agnese, Guglielmo, Daniele e tutti i bimbi nati "dopo" dovrebbero giovarsi dell'oblio? Di un buco nel loro albero genealogico, ignorando fino a maturità avanzata l'esistenza di fratelli amati e desiderati quanto loro?
Cosa c'è di male a narrare una storia d'amore di dolore e di speranza a un figlio, a insegnargli il cerchio della vita, magari davanti al cartone animato del Re Leone, o gli altri mille mila stimoli favolistico /narrativi che affrontano il delicato ma naturale tema della morte?

E perchè, invece, ai nostri figli non risparmiamo allo stesso modo le gesta eroiche del bisnonno partigiano, o della bisavola importante ricamatrice dei savoia? Credo che se i morti vanno taciuti, dovrebbero essere tutti taciuti alo stesso modo, con il rischio reale e non presunto di cancellare le radici genealogiche dei nostri figli, i nostri legami col passato...evento che spesso porta a notevoli crisi esistenziali nel corso dell'adolescenza e dell'età adulta, per cui è sempre consigliabile affrontare i cicli della vita accompagnando i bambini con tenerezza e sicurezza, alla realtà delle cose.
Che differenza c'è allora tra la vecchia bisavola famosa e i nostri little babies?
Il problema coi nostri figli in cielo è che sono morti prematuramente gettando nel panico tutti.
Il problema dei nostri figli in terra è che, venendo prima o dopo dei nostri figli in cielo, secondo la maggioranza si meritano "una vita da disneyland", in cui ramazzare via tutti i dolori.
Ma la vita è così, e non è il mutismo che rende felici i bambini.
E neanche due genitori implosi nel dolore e falsamente sereni, aiutano un bambino a svilupparsi in armonia, tra gioia, dolore, paura e coraggio.
Quindi credo che, bilanciando bene esposizione e protezione, attendendo tempi adatti per lo sviluppo dei nostri bimbi in modo da spiegare loro con semplice lealtà cosa è accaduto nella loro famiglia, sia un modo sano per evitare inganni e traumi secondari.
Un posto per ogni bambino.
Una storia per ogni famiglia.
La nostra identità di oggi passa anche attraverso i bimbi che abbiamo ospitato...e solo scegliere un bel posto per ognuno di loro ci protegge dal rischio di enfatizzare la presenza di chi non c'è, anteponendolo a chi invece abbiamo la fortuna di abbracciare....

Claudia
Che io possa avere la serenità per accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio e la forza per cambiare quelle che posso cambiare e la saggezza per conoscere la differenza tra le une e le altre e intravedere le scelte dove pensavo non ce ne fossero\"
#107125
Ringraziano per il messaggio: Lucia, labruse, Tizzy06, Sissy17, maggie4444, damap, antoefranco, katia mamma di angelo, moniama, niamh e 9 altre persone hanno anche detto grazie.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Lucia
  • Avatar di Lucia Autore della discussione
  • Offline
  • Moderatore
  • Moderatore
  • mamma di Alice in cielo e Agnese in terra
  • Posts 885
  • Ringraziamenti ricevuti 536

Lucia ha risposto alla discussione Re: creare "ricordi" nei figli successivi.....

claudia ha scritto: solo scegliere un bel posto per ognuno di loro ci protegge dal rischio di enfatizzare la presenza di chi non c'è, anteponendolo a chi invece abbiamo la fortuna di abbracciare....


Io credo, facendomi spazio tra interrogativi e pregiudizi miei, che questo sia il punto focale che preoccupa mio padre.
Questo ovviamente perchè lui non si è mai preoccupato di sapere come stiamo noi, in quanto genitori, per lui era fondamentale che noi archiviassimo in fretta "il passato" e riprendessimo le vite di sempre.
Lui ha un'idea distorta del nostro percorso e del nostro impegno in CiaoLapo, per il semplice motivo che non si è mai posto in ascolto e non si è mai fatto raccontare cosa facciamo.
Quindi è ovvio che brancolando nel buio più totale (e rifiutandosi di cercare una luce aggiungo io) si preoccupi che noi, come dici bene tu Claudia, enfatizziamo la presenza di chi non c'è a discapito di chi c'è.
Io so, voi che mi conoscete lo sapete anche, che questo rischio non si corre, ma avevo bisogno di questo confronto con voi e anzi, sento la necessità di tenerlo aperto, perchè non ho la presunzione di sapere e di fare bene a prescindere, ma so che posso imparare da voi e proteggere me e la mia famiglia da errori, miei e altrui.
Grazie davvero per questa condivisione...
#107127
Ringraziano per il messaggio: maggie4444, damap, antoefranco, Cinzia65, Emme, Lina78

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 548
  • Ringraziamenti ricevuti 1880

Doris ha risposto alla discussione creare "ricordi" nei figli successivi.....

Per me è fondamentale che Elia e la creatura che verrà sappiano. L'enfatizzazione, i fantasmi, si nutrono di non detti e mistero. Voglio che i miei figli conoscano la storia di Ettore, voglio che sappiano dell'esistenza dell'amore incondizionato, voglio anche che conoscano il mio dolore e che sentano che non viene da loro. Voglio essere una madre sincera.
Il rischio - la scappatoia? - di proiettare sui nostri figli morti l'ideale di una relazione diversa da quella che viviamo con i nostri figli vivi esiste, ma non ha nulla a che vedere con il parlare della morte, di quello che è stato e di quello che è (qualcuno questo ideale lo proietta sui figli degli altri, sui figli che ancora non ha, sui figli delle serie tv). Ettore è morto, la realtà è questa e chiude la porta ai paragoni. Lui non mi fa perdere le staffe, non si ribella, non mi esaspera, ma questo non vuol dire che sarebbe stato il figlio ideale. Come sarebbe se fosse qui? Come me lo immagino io? Dubito.

In questa, come in altre questioni che riguardano il modo di crescere i nostri figli, credo che sia importante guardarci dentro e prendere la strada che sentiamo giusta per noi come famiglia. Qualcuno, anche in barba ai risultati di ricerche scientifiche, troverà sempre il modo di dirci che traumatizziamo i nostri figli (perché lo allatti a lungo, perché non lo allatti, perché lo mandi al nido, perché lo tieni a casa con te...). Io credo sia importante stare in ascolto, interrogarsi, ma anche imparare a riconoscere quando un'osservazione nasce dalle difficoltà di chi la fa. Io non conosco tuo padre, ma mi sembra che sia lui quello alle prese coi fantasmi, con l'illusione che non parlando di Alice i segni del suo passaggio scompaiano.
Un abbraccio
Doris
#107153
Ringraziano per il messaggio: claudia, Lucia, maggie4444, franci81, duefebbraio, Giusy79

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 1770
  • Ringraziamenti ricevuti 1816

Giusy79 ha risposto alla discussione Re: creare "ricordi" nei figli successivi.....

Grazie per qs.topic!!!
Ne ho parlato spesso con mio marito,Ale saprà appena sara'in grado i capire un po' che la sorellina e'in cielo...non e 'un fantasma e'nostra figlia,sua sorella,la sua storia...
Penso che al momento giusto vi chiederò un consiglio su come affrontare l argomento...

Giusy
#107175
Ringraziano per il messaggio: claudia

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 620
  • Ringraziamenti ricevuti 709

Lina78 ha risposto alla discussione Re: creare "ricordi" nei figli successivi.....

Non ho ancora figli in terra..la mia prima è lassù.
Mi chiedo spesso come farò a presentare un giorno a mio figlio in terra la sorellina in cielo e se sia giusto farlo, ma poi ho meditato sul dolore che provo ogni volta che qlkuno "ignora" la mia Chiara... oppure minimizza dicendo frasi del tipo "vabbè non ci pensare" o magari si sorprende che vado a portare i fiori ad un "bambino mai nato" al cimitero... ed ho anche pensato alla separazione dei miei quando io era già grande e quasi sposata e mio padre pensava che per noi figli sarebbe stato meglio fare i "separati in casa" fingendo che nulla fosse mai successo..mentre mamma credeva fosse meglio "fare la guerra" senza pensare che tt quello che noi figli volevamo era che fossero sereni LORO per poterlo essere anche noi.

Ho concluso che siamo quello che i nostri occhi dicono..senza troppi giri di parole..senza nessun nascondiglio.
Perchè dire ai nostri figli solo "il bello" e fargli scoprire in età adulta che è stato tutto un "bluff"... io sono sicura che i bambini accettano il lutto molto meglio di noi.

Sono convinta che vogliano conoscere i loro fratellini/sorelline speciali...sta a noi farlo con coscienza e serenità..senza trasferire in loro le nostre paure e/o frustrazioni.

Con tutto il rispetto per "la vecchia scuole di pensiero" di "tuo e mio" padre Lucia...questà è solo la mia opinione ;)

Lina con Chiara e...
#107192
Ringraziano per il messaggio: maggie4444

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 567
  • Ringraziamenti ricevuti 148

Sissy17 ha risposto alla discussione Re: creare "ricordi" nei figli successivi.....

Giusto Lina, concordo in tutto!!! un bacino a Chiara
Silvia
#107200
Ringraziano per il messaggio: Lina78

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 69
  • Ringraziamenti ricevuti 109

Ghel ha risposto alla discussione Re: creare "ricordi" nei figli successivi.....

Io sono stata un po costretta a raccontare a Federico di Alessandro che all'epoca aveva 2anni e mezzo perche cominciava a chiedere se piangevo sempre per colpa sua e non capiva come mai andavo solo in "quel posto".
La situazione ci era in effetti sfuggita di mano, io ero convinta di non meritare nulla, non sono mai saltata dal balcone ma nemmeno facevo niente per vivere i mondo dei vivi ero solo lacrime e cimitero, avevo paura di spiegare di Alessandro, mi sentivo in colpa per dedicarmi solo a mio figlio morto e non a quello vivo, insomma ero uno straccio dentro e fuori, ma i bambini , si sa, hanno risorse incredibili e ovviamente Federico mi sorprese non solo capì la spiegazione riadattata ala sua età ma da allora mi ha sempre accompagnata da suo fratellone, Federico ha cambiato il mio rapporto con Alessandro abbiamo ricreato dei riti leggiamo fiabe ad alta voce per tutti i bambini che non possono dormire a casa e rimangono lì in quelle cassette buffe portiamo ovetti kinder e lasciamo le sorpresine per il compleanno portiamo sassolini e conchiglie e la cosa più importante bagnare e pulire tutti i vasetti che riusciamo, se sono triste e piango non sento più il bisogno di nascondermi.
Condividere con altre mamme mi ha salvata dalla pazzia chi mi conosce da un po ricorda che ero uno stracetto piagnucolante che chiedeva scusa perfino per aver respirato e terrorizzata di aprire bocca, oggi sono mamma per la terza volta e sono un essere umano per la prima volta dopo anni di oblio e cavoli se mi piace essere di nuovo quasi me stessa.
grazie mamme care amiche.
G
#107228
Ringraziano per il messaggio: Lucy, Maria, labruse, damap, moniama, Doris, franci81, duefebbraio, Emme, Lina78 e 1 altre persone hanno anche detto grazie.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 620
  • Ringraziamenti ricevuti 709

Lina78 ha risposto alla discussione Re: creare "ricordi" nei figli successivi.....

Che bella la tua storia Ghel... i nostri figli ci curano.. quelli in cielo come quelli in terra.

Lina con Chiaretta lassù... ed un nuovo inquilino in pancia
#107298
Ringraziano per il messaggio: Ghel

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Irma
  • Avatar di Irma
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Ciascuno vede ciò che si porta nel cuore. Goethe
  • Posts 216
  • Ringraziamenti ricevuti 389

Irma ha risposto alla discussione Re: creare "ricordi" nei figli successivi.....

Lucia è nata a 4 anni di distanza da suo fratello Stefano volato in cielo alla fine della gravidanza... Quando era piccola gliene parlavo tranquillamente e ogni tanto la portavo al cimitero e lei spesso se si parlava di fratelli diceva sempre "io ne ho uno in cielo"...
Poi improvvisamente da qualche anno (lei ormai ha 19 anni) ha cominciato ad evitare il discorso e anzi quando ho perso l'ultimo piccolino a gennaio (dal mio secondo marito) che si è trascinato la rielaborazione del lutto di Stefano (22anni) ha cercato di evitare di parlarne come se tutto questo le provocasse un dolore indicibile...
Un giorno mi ha detto: "a volte mi sento in colpa perché io ci sono e lui no..., e io ti ricordo questo tutti i giorni". Abbiamo pianto tanto insieme ed è inutile dire che ho fatto di tutto di per farle capire che ognuno di noi ha il suo percorso e che suo fratello è passato da noi per restarci solo quel tempo e nessuno ha colpe per questo...
Ma spesso mi pongo anche io questo dilemma... Forse perché la verità è che Lucia è arrivata veramente all'improvviso quando ormai credevo di non poterne avere più per via di un problema che ne impediva il realizzarsi da parte dell'allora mio marito... Forse perché Lucia è un miracolo appunto arrivato proprio quando stavamo per partire per la Colombia e una bambina già ci stava aspettando per l'adozione, e tutto si è interrotto proprio perchè aspettando Lucia ci hanno revocato il mandato perchè non sarei potuta partire incinta in un paese a forte rischio malattie infettive...
Poi.. quando finalmente avrebbero potuto rinnovarci il mandato di adottabilità... io e suo padre ci siamo separati...
Un po' ... conoscendo questa storia lei ha sviluppato l'idea di essere stata più fortunata del suo fratellino e della sua sorellina che avrebbe dovuto esserci ma che non c'è stata perchè arrivando lei ha occupato quel posto "prenotato"...
E poi... e poi...
Ho sbagliato a raccontarle tutto questo? ho sbagliato a farle conoscere tutta la storia del suo arrivo e come alla fine il cielo ha voluto che lei arrivasse proprio in quel momento? Non faccio che ripeterle quanto il suo arrivo mi abbia cambiato la vita... e quanto questi eventi abbiano cambiato il mio destino rendendomi la donna che sono ora e di cui io sono fiera... Non faccio che ripeterle quanto sono fiera di avere una figlia come lei e che è grazie a lei che ho capito che il mio percorso di vita doveva cambiare e che è grazie a lei che ho trovato la forza di ricominciare a prendermi cura di me stessa...
Ma quando vedo che evita scrupolosamente di parlare di suo fratello o di ricordare questi episodi mi sento terribilmente in colpa...
Lucia hai fatto bene ad aprire questo argomento... Non ne avevo mai parlato con nessuno e tu mi hai ricordato che io stessa questo argomento non l'ho mai affrontato con nessuno...
Forse Lucia..., con la quale ho rapporto molto intenso quasi simbiotico a volte (se sto male io sta male lei... se sono nervosa io è nervosa lei... anche ora che siamo a centinaia di chilometri di distanza perchè lei vive per studio in città diversa), ha solo paura di vedermi soffrire...
Spero di non essere uscita fuori tema... Del resto molte mamme qui hanno figli, dopo i loro piccoli in cielo, ancora piccoli..., la mia Lucia invece è già una donna....

Mi ha fatto bene ricordare e parlarne..., grazie...

Irma

PS: cara Lucia..., anche mio padre non ha mai voluto parlarne... Anzi, un giorno (dopo due anni dalla morte di Stefano) mi ha detto "per me è come se non fosse mai esistito". E' stata una pugnalata al cuore... Poi a distanza di 22 anni ho realizzato che è stato un modo suo per evitare di soffrirne... E dopo tutti questi anni ormai l'ho perdonato, anche per il fatto che non è mai andato al cimitero a posare un fiore sulla sua tomba... Stefano è comunque con me e dentro di me ed è questa la verità di cui vado fiera.

Figli miei... Io vi amo...
#107340
Ringraziano per il messaggio: claudia, Lucia, Maria, maggie4444, samy74, Lina78, mari78

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Maria
  • Avatar di Maria
  • Offline
  • Moderatore
  • Moderatore
  • 37 settimane di puro amore
  • Posts 2632
  • Ringraziamenti ricevuti 1960

Maria ha risposto alla discussione Re: creare "ricordi" nei figli successivi.....

Cara Lucia
hai toccato davvero un nervo scoperto. Io mi sono posta tante volte i tuoi interrogativi e continuo a farlo, al momento sia Rebecca che Riccardo sono piccoli e loro sanno che c'e' una sorellina in una foto che si chiama Maria ed alla quale loro mandano bacini di tanto in tanto. Ma la mia grossa incertezza e ''paura'' nasce dal fatto che Maria e' in un'urnetta a casa e questo non vorrei fosse fonte per loro di turbamento; questo non significa che io mi sia pentita di farla cremare o di averla portata a casa anzi... ma credo da genitore mi pongo anche delle domande e cerco di darmi delle risposte e quando queste risposte non le trovo le giro a chi di dovere . So che la domanda di Rebecca e di Riccardo un giorno arrivera' sul perche' la sorella e' li dentro, come ha fatto a finirci li dentro, o cosa c'e' li dentro ma il mio timore e' che loro possano chiedermi qualcosa in piu' ossia di vedere cosa ci sia li dentro ed a quel punto non so come dovrei comportarmi.
Cmq tutto cio' Lucia per dirti che forse tuo padre non riesce a vedere tu con quanta cura e quanto amore ti dedichi alla piccola Agnese. Se lui vedesse tutto cio' non verrebbe a fari la lagna sul fatto che Agnese venga al cimitero con voi o che lei parli della sorella ed in futuro possa non reggere il paragone. Parlo per me, vivo da 35 anni col fatto che mio fratello sia ''il migliore e non sbagli mai'', o mio padre un giorno vedendo la foto del mio matrimonio mi ha detto '' tua sorella con l'abito da sposa era piu' bella :S ! ( grazie papa' anche io ti voglio bene :angry: ) e che io sia un po' come il brutto anatroccolo ma nonostante i miei fratelli non siano dei fantasmi ( per fortuna) comunque io non reggo e non reggero' mai il paragone con nessuno dei due
:kiss: Ross
un bacio alle tue patatine e sono sicura che con Agnese voi stiate facendo un OTTIMO lavoro

Nessuna Notte e' tanto lunga da non permettere al Sole di sorgere ancora...
#107447
Ringraziano per il messaggio: claudia, damap, moniama

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.304 secondi