Come dirlo ai fratellini

  • Posts 69
  • Ringraziamenti ricevuti 19

monia 79 ha risposto alla discussione Come dirlo ai fratellini

COME TI CAPISCO,MI E' VENUTO UN BRIVIDO LEGGENDO LE TUE PAROLE.IL MIO PICCOLO FRANCESCO MANCA DA 43 GIORNI E LA MIA PICCOLA MI CHIEDE ANCORA,LA VEDO GIOCARE CON IL FRATELLINO.PENSAVO L'AVESSE SUPERATO UN PO' INVECE E' TORNATA INDIETRO.IERI HA DETTO ALLA NONNA CHE IL FRATELLINO SI E' AMMALATO E LO DEVE CURARE.L'HO PORTATA CON ME AL CIMITERO LE PRIME VOLTE SCAPPAVA DOMENICA GLI HA MANDATO UN BACIO,E POI LA SENTO ANCORA PARLARE DI LUI.RIVEDO LE FOTO DEL MARE SEMPRE ABBRACCIATA ALLA MIA PANCIA,MANGIAVA E NE LASCIAVA SEMPRE UNA PARTE AL FRATELLINO...CHE DOLORE AL PETTO...SCUSA NON SONO CERTO D'AIUTO
#60397

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 83
  • Ringraziamenti ricevuti 17

nina69 ha risposto alla discussione Come dirlo ai fratellini

Buongiorno Dily, grazie per il tuo "in bocca al lupo" (crepi!!!).
Vedi, io mia figlia mi sono sentita di farla partecipe un pò anche perchè è una bambina molto matura, però è pur sempre una bambina e cè chi magari non consiglierebbe di far partecipare al dolore i propri figli piccoli, e forse proprio perchè sono piccoli cè chi pensa che sarebbe meglio non sottoporli fin da subito ai dolori della vita, ma di evitare per il loro bene. E' giusto, loro dovrebbero essere spensierati e giocare e non portare il peso della sofferenza che tocca solo i suoi genitori.
Io l'ho pensata diversamente però a volte quando vedo che ci pensa e che in passato faceva tutte quelle preghiere a volte mi è venuto il dubbio di aver esagerato, e allora quando lei me ne parla cerco di distrarla.
Ho ritrovato la mia sfortunata bambina al cimitero (pensavo l'avessero mandata all'inceneritore come mi era stato detto), poi grazie a Ciaolapo ho saputo che è sepolta (ovviamente in una fossa comune) al cimitero principale della mia città. Io sono andata a portarle un fiore, mi era passato per la testa di portare anche lei, poi ho pensato che è meglio di no, non voglio infliggerle ancora dolore, semmai quando sarà GRANDE.....
Ci vorrà del tempo per uscire dal forte dolore che ci investe, all'inizio è dura ma il tempo aiuta non a dimenticare ma a sopportare meglio la nostra sofferenza.
Ciao da Elena.
#60489

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 22
  • Ringraziamenti ricevuti 10

dily ha risposto alla discussione Come dirlo ai fratellini

Mi dispiace tanto Monia so e conosco bene il tuo strazio. Sarebbe bello poter tornare indietro e non farsi trovare impreparati a questa tortura della vita....ma purtroppo non e possibile,ci è toccata questa vigliaccata da parte della vita e dobbiamo uscirne in qualche modo se non per noi almeno per i nostri cuccioli,che hanno ancora tanto bisogno della mamma.Io ieri mi son sentita di aver compiuto un grosso passo avanti. Con la scusa dell'onda di luce ho detto al mio bambino:"Stasera sai cosa facciamo? accendiamo tante candeline per un angelo molto speciale" lui ovviamente molto entusiasta della novità mi ha risposto:" Si mamma ma chi è questo angioletto speciale?" io le ho risposto che è un angelo piccolo come il suo fratellino e che se gli accendiamo le candele lui lo racconterà al fratellino cosi saprà che lo pensiamo molto e le vogliamo bene. Ovviamente Francesco(mio figlio) nel suo piccolo ha intuito che il fratellino tanto atteso non arriverà, :blush: ma e molto maturo,e sensibile quindi mi fa capire che lo sospetta ma non dice nulla di fatto...credo che il più delle volte abbiano piu coraggio loro piccoli bimbi che noi grandi adulti..... non l'ho mai portato con me al cimitero a trovare il fratellino nonostante io ci vada tre volte al giorno e credo che non lo porterò ancora per molto..non ho abbastanza coraggio io. e spero tanto che col tempo le cose possano migliorare se non altro.. ti abbraccio forte cara e se avrai bisogno di me io ci sarò :kiss: fatti forza e pensa sempre che se hai avuto il coraggio per affrontare tutto questo allora puoi fare ancora di piu...baci
#60493

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 22
  • Ringraziamenti ricevuti 10

dily ha risposto alla discussione Come dirlo ai fratellini

Ciao Nina69.. concordo con te sul fatto che il tempo non ci fa dimenticare ma lenisce in parte il dolore,per ciò che riguarda cosa e meglio e cosa non lo è per i nostri bambini io credo che ciò sia a giudizio insindacabile dei genitori chi meglio di noi puo sapere cosa le fa bene e cosa no? ovviamente alle volte commettiamo degli errori ma chi non ne fa?io fin chè potrò cercherò sempre di proteggere il mio bambino e di prepararlo piano piano alla vita poi dovrà avviarsi da se..avrà bisogno di commettere i suoi errori,di prendere le sue delusioni e su questo purtroppo io non posso entrarci se non per abbracciarlo e dirgli che mamma c'è...dal tronde è cosi che si cresce :unsure: sono felice che te abbia ritrovato il tuo piccolo angelo,almeno materialmente sai dov'è.. e sono contenta di averti risentita ti abbraccio forte e ti mando un bacio :kiss: anche per i tuoi bambini :kiss: :kiss: ovviamente a presto
#60495

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 23
  • Ringraziamenti ricevuti 14

gandolfi ha risposto alla discussione Come dirlo ai fratellini

Ciao,
sono Paola e ho bisogno del vostro aiuto!!!
Come posso aiutare Arianna, sorellina del nostro angelo Filippo che lei tanto desiderava ed aspettava con amore? Contava i giorni che la separavano dall'abbracciare il suo Filippino (così lo chiama) e intanto lo baciava e accarezzava dal pancione. Come si fa a proteggere un figlio da questo immenso dolore e vuoto? Mi fa delle domande....dov'è, con chi o se è solo, perchè non è passato a salutarla, perchè non vuole giocare con lei....voleva vederlo e salutarlo almeno prima di partire per il cielo. Io inizio subito a piangere, fitta al cuore e non mi esce una parola se non a monosillabi. Lo so che il silenzio fa male a tutti e lei deve trovare una collocazione per il fratello, ma non so quali sono le parole più giuste.
Ci sono tante altre cose che vorrei scrivere, ma adesso non ci riesco sto troppo male.
Mi sento in colpa per averle dato questo dolore e non so come aiutarla e farla vivere di nuovo una vita "normale"
Come avete aiutato i fratellini e le sorelline dei nostri adorati angeli?

un abbraccio
grazie
#77001

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 361
  • Ringraziamenti ricevuti 366

Nina84 ha risposto alla discussione Come dirlo ai fratellini

ciao. ti rispondo oggi che per me è proprio una giornata negativa, ma sento il bisogno di dirti ome abbiamo affrontato noi il "problema". ho due bambine di quasi4anni e quasi3...non so quanti anni abbia la tua principessa, ma credo che il discorso sia identico a tutte le età. noi siamo cattolici credenti e questo ci ha molto aiutato...abbiamo detto alle bambine(che come la tua Arianna aspettavano Michele per giocare con lui etc.) che Gesù Bambino(era anche quasi Natale) ha visto questo bellissimo bambino che è Michele, ha visto che era molto buono e aveva bisogno di qualcuno con cui giocare...ha scelto proprio lui perchè era davvero buonissimo e così ora è con Gesù, gli angioletti e i bimbi buoni buoni a fare festa...e ci sta aspettando per andare a fare festa con lui quando Gesù pensa che siamo diventati davvero buoni.
non so se può aiutarti, ma le bambine adesso si impegnano per diventare buone, farsi costruire le ali da Michele per andare a fare festa. ora sono tranquille che lui è Lassù e che sta bene...certo, si chiedono perchè mai non le abbia volute vedere e io spiego loro che sennò avrebbe perso il treno per partire e lui proprio voleva andare a fare festa...tanto prima o poi ci andremo tutti!
spero possa aiutarti un pochettino...un abbraccio
Irene

mamma Irene con le due pesti Miriam e Anna in Terra e l'angioletto Michele nel Cielo e per sempre nel cuore
#77005

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • utente disabilitato
  • Avatar di utente disabilitato
  • Offline
  • Utente bloccato
  • Utente bloccato
  • Posts 1987
  • Ringraziamenti ricevuti 1157

utente disabilitato ha risposto alla discussione Come dirlo ai fratellini

Cara mamma,
i bambini sanno cosa sia la morte e ne hanno un'idea molto più reale della nostra. Per loro, la morte è come la vita, un dato di fatto, un qualcosa che esiste senza troppe domende nè troppi perchè. Se posso darti un consiglio, ti suggerisco di essere sincera con tua figlia e di rispondere alle sue domande con la semplicità che richiedono:
Con chi o se è solo, in genere l'aiuto a questa domanda viene dalla religione (qualunque essa sia) o dal luogo comune: il luogo dove i bambini collocano i morti, di solito, è il cielo. Non inteso come Paradiso, nè i morti intesi come angeli. Loro vedono le Stelle molto lontane, ma sanno che esistono. E' lì, in genere, che li collocano. Un mese fa, è morta la direttrice del nido in cui lavoro, a cui i bambini erano legatissimi. Ci chiedevamo tutte come avremmo potuto spiegare la sua morte ai bambini, ma loro sono stati prontissimi nel collocarla tra le Stelle. Un bambino, addirittura ci ha detto "si ma solo l'anima è andata sulle stelle perchè il corpo pesava troppo ed è rimasto sottoterra". E questi bambini non sono cattolici, e quasi nessuno proviene da famiglie cattolicissime.
Perchè non è passato a salutarla, perchè non vuole giocare con lei.... Anche a questa domanda potresti rispondere che Filippo avrebbe voluto tantissimo giocare con lei, ma purtroppo non si sentiva per niente bene ed è dovuto andare via subito. MA che quando stava nella pancia della mamma ha sentitto tutto il bene che la sorellina gli ha voluto e questo è stato per lui un grandissimo regalo. Puoi anche dirle che quando Filippo sentiva che c'era la sua sorellina tirava dei calcioni fortissimi perchè le faceva le feste.
Purtroppo, la questione del "volevo vederlo" è tipica dei bambini della sua età, e giustissima. E qui non c'è altro da fare che sottolineare la cultura della morte che hanno i paesi Americani, anglosassoni in genere, dove i fratellini vengono accompagnati dal bimbo morto (a qualsiasi epoca gestazionale), si dà loro modo di prenderli in braccio, di toccarli, baciarli, di fare foto insieme. Tu hai foto di Filippo? Perchè se le hai, potrebbero essere molto utili per Arianna.

Sposto questo messaggio in una sezione più adeguata del forum "E adesso, e domani" e ti invito a scrivere anche nella sezione della dottoressa Simona Agosti, psicologa specializzata nell'età evolutiva.
Un abbraccio!
mery
#77024
Ringraziano per il messaggio: ele73, vitanuova, katia mamma di angelo, Doris

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 40
  • Ringraziamenti ricevuti 17

apefiore ha risposto alla discussione Come dirlo ai fratellini

Cara Paola, non possiamo ?risparmiare? ai nostri bambini il dolore per la morte di una persona significativa della loro vita, così come non possiamo evitare loro i cambiamenti che intervengono all'interno della famiglia.

Spesso volendo proteggerli, tendiamo a tacere, a nascondere o a mascherare in qualche modo la verità: pensiamo che siano troppo piccoli per capire, partecipare, condividere dispiacere e sofferenza, o troppo impressionabili e fragili per reggere una situazione carica di emozioni e tensioni; inoltre temiamo di non saper gestire le loro reazioni e di commettere degli errori, provocando ulteriori sofferenze.

Occorre avere fiducia nelle loro possibilità di partecipazione e recupero, nel loro coraggio e creatività e perfino nel loro realismo e senso pratico: essere onesti e non nascondere la realtà, invece, offre ai nostri piccoli un tempo sufficiente per il commiato.

L'esclusione e il silenzio non proteggono i bambini dalla sofferenza, né li preservano dal disagio, dallo smarrimento.

I momenti peggiori sono proprio quelli in cui i bambini, anche i più piccoli, percepiscono che è successo e sta avvenendo qualcosa di grave e non sanno trovare risposte a tutto quello che avviene in famiglia, e si sentono esclusi, ignorati e lasciati soli.
Nei momenti più difficili i bambini hanno bisogno di fidarsi degli adulti è molto importante essere leali ed onesti, senza essere crudi o cinici, ma riportando semplicemente l?esperienza con parole semplici e comprensibili .

Parlare della morte di un fratellino, non è semplice ed è un compito difficile perché non si ha la necessaria serenità per parlarne.

I sentimenti di disagio, la sofferenza, il dolore, ma anche il senso di colpa che provi sono un bagaglio che porti con te nel cammino del lutto?purtroppo!

Piano piano si alleggerirà, ma occorre tempo.

Potrebbe allora essere utile chiedere l'aiuto di qualcuno che possa trovare insieme a voi le parole giuste ed il momento opportuno per parlarne ad Arianna e magari anche per rispondere alle sue domande.

Ti possono aiutare anche le favole ed i racconti: bellissima è quella scritta da Claudia Ravaldi, Nella scia di una stella cadente, che è la storia di due gattini ed un fratellino speciale, edito dalla Ipertesto.

Ti abbraccio,

Paola
#77142
Ringraziano per il messaggio: ele73, katia mamma di angelo

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 71
  • Ringraziamenti ricevuti 121

maruta ha risposto alla discussione Come dirlo ai fratellini

cara paola, anche io e mio marito abbiamo dovuto spiegare ai nostri bimbi (di 7 e 5 anni) come mai non hanno potuto abbracciare la loro sorellina, dopo averla aspettata tanto..anch io ti consiglio la favola scritta da Claudia "nella scia di una stella cadente", ci ha aiutato moltissimo a parlare di ciò che è successo..se hai voglia cerca nella sezione iniziative del forum un piccolo commento che ho scritto sulla favola..
ti posso dire che i bambini sono straordinari nel cogliere tutti gli aspetti delia Vita, se si riesce a condividerli con loro, parlandone con semplicità e trasparenza, senza troppi giri di parole. Anche i bambini hanno diritto di sapere e di esprimere la loro sofferenza per ciò che è accaduto e noi come genitori non dobbiamo nascondere i nostri sentimenti, le nostre difficoltà..è importante però riuscire ad accompagnarli..
io e mio marito stiamo facendo degli incontri con una psicologa presso l'ospedale dove ho partorito; le abbiamo parlato subito delle nostre preoccupazioni rispetto alle reazioni dei nostri figli a questa grave perdita e ciò che ci ha restituito ci ha incoraggiati moltissimo..come Famiglia che affronta ed elabora Insieme la perdita della nostra Anita.
ci vuole tantotanto coraggio!! penso davvero che dai nostri figli possiamo trarre tanta forza, sono una gran bella fatica ed è bello crescere con loro!!

un abbraccio, marta
#77854

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Maria
  • Avatar di Maria
  • Offline
  • Moderatore
  • Moderatore
  • 37 settimane di puro amore
  • Posts 2629
  • Ringraziamenti ricevuti 1960

Maria ha risposto alla discussione Come dirlo ai fratellini

Ciao Paola
la mia e' una testimonianza un po' diversa perche' Maria e' la nostra prima figlia e quindi fisicamente Rebecca e Riccardo non erano ancora con noi e forse si tratta di una situazione diversa; in ogni caso Rebecca che ha 2 anni e 3 mesi sa di Maria da quando e' nata ( e stiamo facendo lo stesso lavoro anche da quando e' arrivato Riccardo), noi le parliamo sempre della sua sorellina, lei sa Maria dove si trova ( l'urnetta di Maria e' a casa) e quando le diciamo manda un bacino alla sorellina lei lo fa guardando il cielo perche' Maria e' una stellina, Maria e' in cielo. Noi siamo cattolici ma non abbiamo mai dato alcun significato propriamente religioso perche' non vorremmo creare confusione, credo che dire Gesu' l'ha voluta perche' era bella, o era buona o cose del genere possa creare confusione nella piccola la quale si potrebbe chiedere ''allora io sono cattiva per questo resto qui?'' e francamente non mi farebbe piacere... Come dice zia Meri i bimbi sanno piu' di quanto noi possiamo credere e forse dire la verita' in maniera dolce e' la scelta migliore, non crea confusione e si e' sicuri di non essere sbugiardati. Non so quanto ti posso essere stata d'aiuto ma ti abbraccio e ti auguro un ''buon lavoro''
:kiss: :kiss: Ross

Nessuna Notte e' tanto lunga da non permettere al Sole di sorgere ancora...
#77901
Ringraziano per il messaggio: Chiara75

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Licia
  • Avatar di Licia
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Come sei bella.....tu scendi da una stella.....
  • Posts 508
  • Ringraziamenti ricevuti 245

Licia ha risposto alla discussione Come dirlo ai fratellini

Carissima, sono stata ad un convegno di medici proprio questo fine settimana sul lutto e la sua elaborazione.C'erano vari temi e uno di questi era il bambino davanti alla morte di un porprio caro...come gestire tale lutto.Prlava una psicoterapeuta che illustrava cosa fare o non fare..Innanzitutto Non si deve dire al bambino che Dio o chi per lui ha preso quella persona perchè molto buona altrimenti lui può pensare che è meglio essere cattivi così Gesu non lo porta via dai genitori.Non dire poi che la persona defunta è in cielo che ci guarda e ci protegge costantemente da lassù perchè il bambino potrebbe vivere quell'essere guardato costantemente come una presenza importante ed ingombrante che è solo negativa per lo sviluppo e non positiva.Essere chiari e semplici spiegando la verità:il tuo fratellino è morto perchè c'è stata una malattia nella pancia della mamma.Babbo e mamma sono molto tristi ma con il tempo staranno meglio, tu puoi piangere se ti senti triste,anche il babbo e la mamma lo fanno e non c'è nulla di male in questo.Non dire ne troppo, ne troppo poco, limitarsi a rispondere a ciò che chiede il bambino senza aggiungere per non alimentare fantasie infantili, ma senza togliere per non dare un senso di tabù e quindi procurare ansia e angoscia al bambino che si trova davanti a qualcosa di innominabile e quindi di pauroso perchè non è sotto il suo controllo.Cercare di non cambiare i ritmi della quotidianità all'inizio poichè ciò dà sicurezza e aiuta a far ritrovare una normalità che la morte ha sconvolto, ciò fa si che non si crei angoscia incontrollata e ansia.Il bambino può anche manifestare paure come quella che anche mamma e papà possono morire e quindi sparire.Aiutarlo a capire che prima o poi tutti muoriamo e che è naturale ma che qualunque cosa accada ci sarà sempre un adulto importante e significativo per il bambino che si occuperà di lui e che n on sarà mai lasciato solo.Spero di esserti stata di aiuto.
#77976
Ringraziano per il messaggio: vitanuova

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 23
  • Ringraziamenti ricevuti 14

gandolfi ha risposto alla discussione Come dirlo ai fratellini

Care mamme,grazie

Grazie per l'appoggio, i consigli, l'affetto, l'essere compresa.....grazie di esserci.
Ho capito che, in buona fede, in alcune cose stò sbagliando con Arianna. Credevo di fare bene a dirle che Filippo è in cielo che ci guarda e ci protegge sempre e che è stato chiamato in cielo perchè è un bimbo buono. Ma si è sole, confuse e si parla con il cuore.....
Io e lei insieme riusciamo, a volte, a parlare serenamente del fratellino e abbracciandoci ci facciamo forza. Non volevo darle un dolore e un vuoto così grande.

Spero di risentirvi presto

un abbraccio Paola
#78095

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 470
  • Ringraziamenti ricevuti 1151

silvia13 ha risposto alla discussione Re: Come dirlo ai fratellini

Alessandro aveva compiuto da poco 8 anni, e aspettava Irene con immensa gioia. Giocava con lei nella pancia, la chiamava e mi toccava la pancia in un certo suo modo, che subito lei rispondeva a calcetti, dove lui metteva la mano, lei dava un calcetto.
Aveva recuperato i suoi giochini di quando era piccolo per lei, puliti e riposti in una scatola nel suo scaffale, e lì sono ancora, perchè non vuole toglierli, li ha solo spostati un po'.
Essendo alla fine, la culla già montata, gli avevamo detto che se un giorno si fosse svegliato con una delle nonne voleva dire che Irene stava nascendo. Purtroppo quando è successo Irene era già morta e mi stavano inducendo il parto; d'accordo con Michele al suo risveglio mia suocera gli ha detto che eravamo in ospedale per un controllo. Era mercoledì mattina e si è deciso di rimandare la notizia a quando ci sarebbe stato qualcosa di certo e soprattutto a quando avremmo potuto dirglielo noi. Purtroppo dopo il parto ho avuto complicazioni gravissime, quindi non era consigliabile portare il bambino in ospedale e parlargli lì, seppure avevamo una stanza singola, l'idea era di rimandare ancora finchè io non fossi stata fuori pericolo.
Giovedì, il giorno dopo la nascita di Irene, Alessandro mi ha chiamata chiedondomi di lei, io ero ancora stordita e sotto trasfusione, antibiotico, ecc, sono riuscita appena a dirgli "Mi controllano, ti voglio bene". Però a quel punto ho detto che non volevo più rimandare, mi sembrava di ingannarlo. La mattina dopo finalmente hanno detto che io ce l'avevo fatta, così mio marito ha deciso di parlargli a casa dei miei dove lui stava mentre ero in ospedale. Gli ha detto che c'erano stati dei problemi e che il cuoricino di Irene si era fermato ma la mamma stava meglio, e che avrebbe potuto vedermi la domenica. Era incredulo e ha chiesto se poi il cuoricino era ripartito. Quando ha capito che no, lei era morta, ha avuto una crisi di pianto e rabbia feroci. Mi ha chiamata e mi ha rifatto la stessa domanda "Ma il cuoricino è ripartito?", e poi è stata una raffica di perchè, e la notte è stato a piangere abbracciato a mia mamma finchè si è addormentato sfinito. La domenica in ospedale è stata una raffica di perchè, come è successo, e cosa sono quei tubi che hai attaccati, e lei ora dov'è.
Alessandro non l'ha vista e mi rimprovera di non averle fatto una foto. Al cimitero è venuto una volta sola ma non ci vuole tornare perchè dice che diventa troppo triste. Ma in tutto questo tempo ha chiesto dettagli, ancora e ancora, finchè non gli ho spiegato tutto, conosce CiaoLapo e mi chiede a quanti bambini succede, sa che sua sorella non è una stella o un angelo ma vive nei nostri ricordi, nell'amore che le abbiamo dato. Sa che nessuno con certezza può dire cosa c'è dopo la morte, che ogni epoca, cultura, popolo ha i propri riti e le proprie convinzioni, e ognuno è libero di credere che esista ciò che lo fa stare meglio.
E' stato difficile per tutti, ma ora riesce a parlare di lei con dolcezza, a cullare il suo ricordo. Soprattutto sa che può fidarsi di noi, che gli abbiamo detto la verità, sempre, che abbiamo risposto alle sue domande anche quando facevano male da morire.
#121840
Ringraziano per il messaggio: Maria, labruse, Chiara75, katia mamma di angelo, leuca, Doris, Annina, RomiAndre, sabrina13, tanjagirgenti e 1 altre persone hanno anche detto grazie.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 445
  • Ringraziamenti ricevuti 793

katia mamma di angelo ha risposto alla discussione Re: Come dirlo ai fratellini

Non posso limitarmi a un semplice click sul grazie,
ma devo scrivertelo e anche in maiuscolo...
GRAZIE SILVIA!!!
#121852
Ringraziano per il messaggio: leuca, silvia13

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 16
  • Ringraziamenti ricevuti 4

IvoneEGabry ha risposto alla discussione Re: Come dirlo ai fratellini

Gabriele è nato alle 23.48. Samuel era venuto in ospedale verso le 19 per stare un po' insieme ed è andato via felicissimo che la sua "fratellina" stava nascendo quel giorno. A mezzanotte passata, mio marito ha avvertito i suoi di quanto successo, chiedendogli di non dirlo a Samuel. Era importante per noi che fossimo noi a dirglielo. Il giorno dopo, in ospedale hanno attivato la psicologa, che è arrivata pochi minuti prima di Samuel e ci ha consigliati di stare più vicino possibile alla verità. Di dirgli che il fratellino aveva una bua, che non riusciva a respirare, e per questo Gesù l'ha voluto da lui. Samuel l'ha presa tranquillamente e quando stava per andare via, mi ha abbracciata dicendo "ciao fratellina, abbiamo fatto tutto per te ma non è servito a niente, sei andata comunque in cielo".
Lo abbiamo portato al parco, facendogli lanciare dei palloncini bianchi a Gabriele. Ci chiede spesso di Gabry e spesso fa riferimenti a cose che facevo da incinta, chiedendo se le possiamo rifare quel giorno. Come una foto che abbiamo fatto, in cui io e Samuel ci confrontavamo le pance. Lui vorrebbe tornare al parco a rifare quella foto... :(
Oggi per la prima volta l'ho portato in cimitero. Su consiglio di una amica psicologa, gli ho spiegato che quello è un posto dove può andare per parlare col fratellino. Era sereno e felice di poterci andare. E stasera ha fatto un disegno in cui ci siamo tutti e quattro.
Quando parla del fratellino, lo fa con infinita dolcezza. Ha sei anni ed è da che ne aveva due che ci chiedeva la "fratellina". Ama il suo fratellino e mi ha detto che vorrebbe che io metessi una sua foto in un posto dove lui la possa vedere sempre. Mi ha anche chiesto perché non c'è la foto in cimitero.
Sono fiera del mio ometto dolce.
#142867

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.299 secondi