Le pance, i neonati ed i bimbi dello stesso anno di nascita dei nostri...

  • Posts 83
  • Ringraziamenti ricevuti 100

silviac77 ha risposto alla discussione Re: Le pance, i neonati ed i bimbi dello stesso anno di nascita dei nostri...

anche il mio compagno è sempre super felice ed entusiasta delle nuove pance e delle nascite, pensa che da quando abbiamo perso la piccola già una nascita e due annunci di gravidanza dai nostri amici, non ricordo ci sia mai stato un periodo così fertile! io capisco, per lui è una sorta di speranza, se ce la fanno loro ce la faremo anche noi, mentre io mi metto a piangere proprio perchè a noi non è stato concesso, il giorno che mi sono arrivate le foto ho pianto davanti al pc per ore (in ufficio... per fortuna ho colleghe comprensive..) mentre lui ha subito risposto alla mail con tutta la gioia per la nuova nascita. Ma questa positività ci dev'essere anche di conforto, non è facile, è una gestione del dolore diversa, ma ce la faremo a superare anche queste nostre paure.. ne sono sicura!
#135210
Ringraziano per il messaggio: labruse, CieCi

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 470
  • Ringraziamenti ricevuti 1151

silvia13 ha risposto alla discussione Re: Le pance, i neonati ed i bimbi dello stesso anno di nascita dei nostri...

Io ho avuto, purtroppo per lei, una maestra di vita eccezionale.
Il giorno in cui entrai in ospedale con le acque di Alessandro rotte, incontrai in corridoio una mia compagna del corso preparto. Ero un po' stupita che fosse ancora lì, lei aveva il termine 8 giorni prima di me e io ero in ritardo di 4 giorni, ma era senza pancia, così le chiesi "E Sonia?"..."Sonia è morta"...non sapevo che dire, l'abbracciai biascicando mi dispiace e lei mi spiegò cosa fosse successo. Aveva già perso due cuccioli in precedenza, all'inizio delle gravidanze, ne avevamo parlato al corso.
Poi ci fu tutto il mio difficile travaglio, lei nel frattempo chiedeva notizie di me a mia mamma.
Alessandro nacque la domenica sera. Lunedì lei venne a trovarmi in stanza, voleva vedere il bambino, mi disse che aveva pregato per me, perchè almeno il mio bambino si salvasse. Era disperata, perchè invece di uscire dall'ospedale con il passeggino usciva con la bara. Era il giorno del funerale della sua piccola e lei era appena stata dimessa. Era disperata ma mi diceva che era felice per me, che Alessandro era bellissimo. Nei suoi occhi non c'era invidia, credo di non aver ammirato così tanto nessuno, nè prima, nè dopo.
Due anni più tardi ha finalmente potuto stringere un bimbo fra le braccia, poi ci siamo perse di vista.
Io non l'ho mai dimenticata, per la sua forza e il suo coraggio. Ho pensato tanto a lei quando Irene è nata morta, ho cercato di prenderla come esempio i giorni dopo. Ho pensato che a me era successa una disgrazia terribile, ma che la colpa non era degli altri bambini che per fortuna stavano bene. Finchè non potevo alzarmi sentivo i neonati piangere e pensavo che oltre la mia porta esisteva la vita. Poi ho ricominciato a camminare, vedevo quel corridoio con le culline portate avanti e indietro dalla nursery, che meraviglia, bambini vivi! Ero arrabbiata col destino, lo sono ancora adesso, certo.
Quando vedo le pance, anche ora la mia pancia, resto sempre col fiato sospeso, sono più consapevole del fatto che molto più spesso di quanto "la gente" dice la gravidanza si può interrompere oltre i tre mesi come generalmente si pensa. Quando le amiche mi hanno chiesto di prendere in braccio i loro neonati ho pensato "che bello, non credono che io porti sfiga". Mi sono arrabbiata da morire con chi non rispettava il mio dolore, con stupide frasi di circostanza o col silenzio, ma ho capito che tocca a me parlare di Irene o rispondere per le rime quando non c'è altra strada. E parlando ho capito che ci sono molte più mamme di quante si creda che hanno perso un bambino, e non c'è motivo di invidiare la gioia di nessuna, perchè nessuno di noi può sapere come è stata la vita degli altri prima di quella gioia che si vede da fuori.
Sono immensamente triste quando vedo dei bimbi della stessa età che avrebbe mia figlia ora, perchè mi manca, perchè mi immagino cosa farebbe ora, e anche quando guardo le foto di Alessandro piccolo faccio dei confronti, cosa faceva lui a un anno e tre mesi, cosa farebbe lei.
Purtroppo ho spesso letto dei post, delle risposte colme non solo di dolore ma di sentimenti negativi come l'invidia. Io non credo in dio, non credo in ricongiungimenti oltre la morte, in ricompense ultraterrene. Ma credo che l'invidia sia un "peccato", qualcosa di orribile da provare, da non giustificare, da affrontare e sconfiggere in un percorso così doloroso come quello del lutto. Piuttosto se qualcuno manca di rispetto a noi, ai nostri figli che non ci sono più, al nostro dolore, dobbiamo dirlo, senza paura di ferire od offendere: chi ci vuole bene davvero sarà disposto ad ascoltarci.

Scusate la tirata, stando a riposo ho tanto tempo per pensare...
#135584
Ringraziano per il messaggio: LaMiaAlessia, Doris, sabrina13, tanjagirgenti, Erika_B, angela27, Butterfly68, CieCi, silviac77, dany78.com@gmail.com e 2 altre persone hanno anche detto grazie.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • di nardo
  • Avatar di di nardo
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Alessandro,sei la stella più lucente...
  • Posts 985
  • Ringraziamenti ricevuti 1795
Ringraziano per il messaggio: silvia13

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 364
  • Ringraziamenti ricevuti 523

Betty81 ha risposto alla discussione Re: Le pance, i neonati ed i bimbi dello stesso anno di nascita dei nostri...

Ieri io, mio marito e Martina siamo andati in ospedale ha trovare il bimbo di una coppia di amici e nel mio cuore tanta emozione e gioia, non più paura di guardare un neonato maschio, non invidia, nulla di negativo.

Il pensiero al nostro Riccardo c'è stato ma ero serena e sono veramente felice di aver ritrovato questa parte di me capace di emozionarsi in modo positivo di fronte alla nascita di un bambino, la cosa più bella della vita.

Credo che aver avuto Martina mi abbia aiutato in questo, ma anche il bambino dal cielo mi trasmette tanta, tantissima forza.

Un abbraccio care mamme speciali!
#135811
Ringraziano per il messaggio: Doris, sabrina13, silvia13, Erika_B

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 234
  • Ringraziamenti ricevuti 207

CieCi ha risposto alla discussione Re: Le pance, i neonati ed i bimbi dello stesso anno di nascita dei nostri...

Non è facile guardare i bambini della stessa etá che avrebbe la mia bambina...i primi tempi appena incrociavo una carrozzina o una mamma in attesa, abbassavo lo sguardo, come se non li volessi vedere...come se non guardandoli non esistessero...
Se vedevo bambini neonati in tv cambiavo canale, anche le pubblicità mi infastidivano...
Ho capito in seguito che è normale...che capita a quasi tutte le mamme, non dobbiamo farcene una colpa... Non credo sia questione di invidia, ma di fragilità...
Siamo troppo fragili in quei momenti (almeno io lo ero) per poter provare gioia per altri nella situazione che io avrei voluto essere io...
Poi, visto che le cose non succedono per caso, mi sono ritrovata alla Asl per parlare con l'ostetrica del corso pre parto e raccontarle cosa fosse successo... Questo un mese fa...
E lì, tra tutte le donne che potevo trovare, ho trovato una ragazza che faceva il corso preparto con me...speravo non mi riconoscesse, e invece subito mi sorride e mi chiede "come va?".. Poverina, forse pensava di aver trovato un'interlocutrice per parlare di pappe e pannolini... E io ho scosso la testa e iniziando a piangere (figuriamoci!) ho detto "non bene".. Lei ha capito subito...in braccio ovviamente aveva la sua bellissima bambina, uno splendore.... E allora li ho realizzato tutto... Quello che è stato. Quello che non è stato. Quello che è... Come se un macigno mi fosse caduto addosso...
Però ho guardato in faccia la realtà che mi faceva tanta paura....la realtà era quella bambina...rappresentava tutto!
Non ho provato invidia per quella ragazza...anzi, è stata così carina...mi ha abbracciato e raccontato che a una sua amica era successo, e che ora avevano un altro figlio, ma che comunque questa storia l'aveva cambiata...
Da quel momento però uno scoglio l'ho superato...per la prima volta non ho girato la testa dall'altra parte, perché non potevo...
Ora guardo i passeggini... Le carrozzine...e ogni volta mi si stringe il cuore...ma li guardo...guardo anche le pance...con tenerezza anche..mi ricordano la me che ero...e che spero di tornare ad essere...
#135872
Ringraziano per il messaggio: silvia13, Erika_B, di nardo, Valentina4712, PALADINI, mananna, mamma di elena

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 40
  • Ringraziamenti ricevuti 20

francesca.bonissoni ha risposto alla discussione Re: Le pance, i neonati ed i bimbi dello stesso anno di nascita dei nostri...

care mamme speciali come lo capisco questo sentimento, io per due volte sono rimasta incinta nello stesso anno delle mie sorelle e due volte loro hanno avuto i loro bimbi e io li ho persi, ora ho Pietro e lo adoro ma questo nn cambia di tanto questo sentimento.
Io cerco di vederla il più positivamente possibile ma nn è semplice mi spaventa un pò quando a Pasqua andrò dai miei e vedrò questi due nipotini e il mio? doveva nascere proprio questo mese. é molto difficile, nn so se riuscirò ad andare.
Non bisogna mai coltivare l'invidia è un sentimento brutto, piuttosto è meglio nn pensarci troppo se una cosa fa cosi male, aspettare e non forzarci a fare niente poi col tempo la vedremo in modo diverso, infatti dopo Pietro ho trovato un pò di serenità, l'ho ripersa a luglio con il mio piccolino e ora sto cercando con fatica di ritrovarla e essere una buona madre per pietro nn fargli pesare nulla.
Il prossimo mese ci rimetteremo alla ricerca della cicogna, ho anche comprato una cicogna con il sacco rosa per buon auspicio, mi vergognavo a dire che era per me.
sembro una pazza forse ma vorrei tanto che le cose si sistemassero e che io torni ad avere un rapporto sereno con le mie sorelle e i loro bambini, loro ovviamente nn sanno nulla del fatto che a me fa star male, nn ne parlo mai con loro, ma è ovvio che si sentiranno in imbarazzo, io cerco di nn farlo pesare a nessuno, io nn so ancora se a pasqua ce la faccio ad andare vedremo qualcosa potrebbe cambiare.
#136010
Ringraziano per il messaggio: CieCi

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • BarbaraD
  • Avatar di BarbaraD
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Daenerys sei intrecciata alla mia anima, sempre...
  • Posts 122
  • Ringraziamenti ricevuti 266

BarbaraD ha risposto alla discussione Re: Le pance, i neonati ed i bimbi dello stesso anno di nascita dei nostri...

Questo 2013 doveva essere l'anno dei tre cuginetti.
Eravamo tutti incinti: io e mio marito, la prima bimba.
Sua sorella il secondo figlio.
Suo fratello, il primo figlio.
Mio cugino, il secondo figlio.
Una feminuccia (la prima da entrambe le famiglie) e due maschietti.
E invece la nostra meravigliosa bambina ci ha lasciato un mese prima del termine.
Non sono mai riuscita a dire "sono incinta di 9 mesi". Per pochi giorni.
E adesso è nato il suo cuginetto, il 24 giugno, un mese esatto dalla sentenza che ha messo fine alla nostra gioia.
E a novembre nasceranno gli altri due.
E la mia piccola che questo era anche il suo anno chissà se si ricorderanno che c'è stata, o se come è successo finora, 50 giorni dopo, la maggior parte se n'è dimenticata.
Ti amo bimba bella.
Ti amiamo Daenerys.
Ci mancherai sempre, infinitamente.

"perchè la luce sia splendente, ci deve essere l'oscurità..."

FOR NOW I AM WINTER
#140462
Ringraziano per il messaggio: Marti, CieCi, mamma di elena, Carmen e Ste

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 123
  • Ringraziamenti ricevuti 164

mananna ha risposto alla discussione Re: Le pance, i neonati ed i bimbi dello stesso anno di nascita dei nostri...

Cara Barbara, anche noi dovevamo fare una bella squadra di cuginetti: il mio Massimo doveva essere il secondo maschietto dopo il figlio di mio fratello, e avrebbe dovuto nascere appena dopo la figlia della cognata di mio fratello, quindi la cuginetta di mio nipote. Mi ricordo che quando ci trovavamo insieme, verso gli ultimi mesi delle nostre gravidanze, chiedevo a mio nipote: cosa c'è nella pancia della zia? E lui diceva: cuginetto! indicando me e cuginetta! indicando l'altra zia. Poi Nicole è nata sana e pacioccona, e mio nipote si divertiva molto a riferire che la cuginetta faceva solo due cose: "Cole piange e fa la cacca!", invece io il cuginetto non sono riuscita a darglielo, e la mia pancia è sparita di colpo, e lui ovviamente l'ha dimenticato. Proprio il giorno in cui ho scoperto che Massimo era morto, alla mattina, quando ancora il mondo si reggeva in piedi, mia sorella mi ha chiamato per dirmi che aspettava un bambino, e ricordo le battute e gli scherzi: speriamo sia femmina, se no con tre maschi sai che casino le domeniche sere!
Invece è un maschietto, e nascerà tra poco, e mio nipote ora indica la pancia di mia sorella e dice: lì c'è il cuginetto! E io vedo la pancia di mia sorella che si muove, vedo il ditino di mio nipote che indica il cuginetto e non posso fare a meno di sentirmi male (di solito due o tre ore dopo, sola, a casa) e di sentirmi in colpa perché non riesco ad essere felice come dovrei per loro, che ogni tanto ora mi sembrano tanto lontani....
#140584
Ringraziano per il messaggio: Marti, silviac77, BarbaraD

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 83
  • Ringraziamenti ricevuti 100

silviac77 ha risposto alla discussione Re: Le pance, i neonati ed i bimbi dello stesso anno di nascita dei nostri...

ho di nuovo le lacrime agli occhi, leggere le vostre sensazioni e sentire le mie amplificate. anche per me è difficile, i nipoti di Francesco sono 3, di 10, 7 e 5 anni. Aspettavano ovviamente il cuginetto e avevano cominciato a fargli dei disegni.. Ora un altro fratello di Francesco aspetta un figlio, nascerà ad ottobre, e finalmente i 3 nipoti avranno un cuginetto. Io mi sento come rimpiazzata nel ruolo di zia, come se quel nuovo cuginetto prenderà il posto della nostra bimba, purtroppo sono pensieri irrazionali che mi fanno stare male, proprio perchè poi affiora il senso di colpa.. però è difficile, veramente difficile in alcuni momenti.. a inizio mese siamo stati a trovare i nipoti al mare e Rachele, quella di mezzo, candidamente mi ha detto: "sai, sono molto preoccupata che tu e lo zio non riusciate ad avere un bambino", io le ho detto che speravo invece che ne avremo avuto uno, e lei: "si, ma se non succede?" ho dovuto veramente sforzarmi di non piangere, sorridere, e spiegarle che se proprio non dovesse arrivare potremo sempre cercare di aiutare un bambino sfortunato che ha bisogno di una famiglia.. però nel frattempo il mio senso di inadeguatezza cresceva..
#140639
Ringraziano per il messaggio: CieCi

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 46
  • Ringraziamenti ricevuti 39

ally87 ha risposto alla discussione Le pance, i neonati ed i bimbi dello stesso anno di nascita dei nostri...

Carissima Ale,
Quanto ti capisco... Non è paura... È il dolore... Quel dolore forte e atroce che non ci lascia neanche un attimo di respiro! Vedere i bambini piccoli... Quelli nati nello stesso mese del mio piccolo Axel... Mi fa male!!!! Un male da morire!!!!! Vedo i bambini e la pancione... E subito penso a quando anch'io con cura lo cullavo dentro di me... A quando tutta fiera e felice mostravo la voglia di diventare ancora mamma... Ogni bambino che mi passa davanti penso a quanto anch'io avrei voluto averlo qui con me... Per baciarlo, coccolarlo... Per prendermi cura di lui! E invece non posso!!!!!! È brutto dirlo lo so... Ma sono invidiosa di tutte loro... Di tutte quelle donne ke possono tenersi stretti i loro piccolini! Prenditi il tuo tempo... Nessuno deve sforzarci a fare niente...
Ti sono vicina...

Alice mamma di Aron, Asia e del bellissimo angioletto Axel...
#151272

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 214
  • Ringraziamenti ricevuti 276

maryd29 ha risposto alla discussione Re: Le pance, i neonati ed i bimbi dello stesso anno di nascita dei nostri...

Grazie mille di queste parole, ne farò tesoro ... Un abbraccio
Mary col cuore blu di Tommaso
#151468

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 214
  • Ringraziamenti ricevuti 276

maryd29 ha risposto alla discussione Re: Le pance, i neonati ed i bimbi dello stesso anno di nascita dei nostri...

Sento di aver bisogno del suppoorto delle mamme che ci sono già passate. Sono stati due giorni difficili, abbiamo deciso di incontrare la cugina di mio marito che con tante paranoie ci ha detto di essere incinta un mesetto fa. Era già incinta quando io ho perso il mio tommaso, 4 mesi fa, non ha detto subito nulla per non ferirmi ulteriormente.
QUnado l'ho saputo mi è venuto da piangere ma poi ho realizzato che ero felice per lei, lo cercavano da tanto, e avevo voglia di farle di cuore davvero tanti auguri, magari aiutandola a capire anche meglio di altre a non perdere mai di vista la fortuna che ha in questo momento nel crescere una vita denro di sè e ad apprezzare tutti i minuti di questi mesi. Tutto questo per messaggio. Ero sincera, abbiamo messaggiato tanto, mi sono un po' aperta con lei, raccontandole di tutto il eprcorso che sto facendo e di come è difficile tutti i giorni trovare la forza per combattere. Poi abbiamo deciso di vederci e sabato sera siamo usciti per un panino. Col senno di poi ora dico che abbiamo sbagliato, che avremmo dovuto vederci in un luogo piu appartato, forse a casa perchè non era pensabile che facessi finta di niente.
Appena l'ho vista sarei voluta scappare. Un magone... e una rabbia... non so perchè, non avevo mai provato rabbia... Nemmeno tornare a prendere in braccio un bambino è stato cosi difficile, doloroso si, ma non carico di questi sentimenti, anche brutti, di cui mi vergognavo... Non riuscivo a guardarla in faccia, men che meno la pancia, e quando sentivo che ad esempio doveva scegliere il panino scartando le insalate per la toxoplasmosi ero cosi frastornata che avrei voluto zittire tutti all'istante e scappare. Le pance delle altre donne non mi hanno mai fatto questo effetto, forse mi provocavano tanta nostalgia ma potevo girarmi dall'altra parte nel giro di poco.
Non credevo sarebbe stato cosi tanto tremendamente difficile, non ero preparata. Volevo piangere... ma mi sono trattenuta e forse queste lacrime si sono trasformate in questo sentimento cosi brutto...
Non ero arrabbiata con lei.. ne col bambino che porta in grembo perchè sento che fa gia parte della sua vita. Pensavo solo al fatto che il suo nella pancia nuotava e cresceva... mentre il mio nella mia pancia è morto. Nella mia pancia.
Avevo paura di parlare di quel bambino perchè sapevo che poteva morire anche lui. O una parte di me invece pensava (stupidamente lo so... ma come fermare la mente certe volte?) che a lei non poteva succedere questa tragedia, che era successa a me e basta. Che ero io la situazione "anomala".
Ero cosi esausta e con una rabbia dentro che non sono riuscita nemmeno a piangere nel mio letto. Poi il giorno dopo, al cimitero sono scoppiata in lacrime.. e dopo tante parole spese da mio marito (che invece riesce ad affrontare pance e bambini con un grande entusiasmo colmo di vita) in qualche modo mi sono calmata e la sera ho trovato la forza e la lucidità per scriverle un messaggio per spiegare quanto accaduto. E lei non ha avuto nessuna remora nel comprendermi, anzi.
Mi domando Perchè ho avuto questa reazione... E perchè anche ora sento che non sarei tranquilla nel rivederla? Come posso fare per superare questa paura e questo sentimento?
E se dovessi rimanere incinta anche io (non ci stiamo provando ma iniziamo piano piano a riparlarne) come reagirei con questa seconda pancia? spero tanto non cosi.... La paura e la tristezza sono una cosa... ma la rabbia.... non mi appartiene...anche se ora sento che piano piano si fa spazio dentro di me.
Domattina ho un incontro con la psicologa dell'ospedale, il primo da quando sono uscita dall'ospedale. Il rientro al lavoro è stato duro e ho preferito chiamarla per vedere se il cammino che sto facendo è corretto... Ho rpeferito eprò scrivere anche a voi, sperando che qualche mamma che c'è passata prima di mi riesca a dare un parere, un consiglio sulla strada da prendere...
grazie
mary
#152840
Ringraziano per il messaggio: Dalila_72, FraLeo

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 6
  • Ringraziamenti ricevuti 5

Rciveriati ha risposto alla discussione Re: Le pance, i neonati ed i bimbi dello stesso anno di nascita dei nostri...

Cara Mary,
non sai quanto riesca a capirti. Quando è morta la mia Annaluna, quasi al settimo mese di gravidanza, a giugno, mia cognata era già incinta da qualche tempo e mi sono ritrovata a trascorrere quindici giorni con la famiglia del mio compagno e con lei dopo poco più di un mese dalla disgrazia.
Ero ancora sotto shock, stordita eppure ho voluto mettermi alla prova.
Non è stato facile, alternavo momenti di rabbia a momenti di rassegnata accettazione di quello che era accaduto. In fondo lei non aveva nessuna colpa... semplicemente le stava andando tutto bene, mentre io mi sono ritrovata da un giorno all'altro privata della gioia di portare in grembo la mia bambina. A volte sono pure riuscita a guardare quella pancia senza invidia, così come vedendo dei neonati ho cercato di trasformare la mia tristezza nella speranza di poter avere in futuro una possibilità di diventare di nuovo mamma. Ma tra poco lei partorirà e ho deciso che a Natale non andrò a trovarla, insomma ho capito che vanno assecondati i nostri desideri e i nostri bisogni. Quindi ti consiglio di fare quello che ti senti e di non vergognarti delle tue reazioni, col tempo saremo sempre meno fragili e riusciremo ad affrontare le gravidanze altrui senza stare male.
Un abbraccio e in bocca al lupo per il futuro,
Roberta
#152843
Ringraziano per il messaggio: Dalila_72

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 7
  • Ringraziamenti ricevuti 1

sam79 ha risposto alla discussione Le pance, i neonati ed i bimbi dello stesso anno di nascita dei nostri...

Ciao a tutte , sono Sam e ho perso la mia seconda bimba Emma poco prima che nascesse a 39 settimane, è passato un anno e mezzo da quel tragico evento, ma ancora pance, neonati più di tanto nn riesco proprio a vederle. L'unica pancia che sono riuscita a sopportare è stata quella di una mia amica che dopo 4 aborti è riuscita ad avere il suo secondo figlio, forse perché avevamo avuto entrambe il dolore della perdita e l'angoscia di nn poter avere più altri figli. Pensavo così che in qualche modo avevo risolto in parte questa mia fobia, invece ultimamente da quando ho saputo che mia cugina aspetta il secondo figlio, sono raffiorate in me le stesse angosce ed ansie che avevo avuto all'inizio della mia perdita. Il problema è che ogni anno festeggiamo il natale con lei e la sua famiglia , ma quest'anno essendo lei col pancione ho paura di rovinare il mio natale e soprattutto quello della mia famiglia, ho paura di avere ansie e magari di scoppiare in lacrime davanti a lei o di rifugiarmi in bagno a piangere. Ne ho parlato con i miei genitori che insistono che io ci vada, da una parte sarei contenta di vederla ma dall'altra parte vorrei fuggire dal problema e passare in casa il natale. Ragazze nn so' cosa fare , mio marito mi ha suggerito di andarla a trovare prima di natale e vedere che effetto mi fa, per poi decidere. voi che ne dite potrebbe essere una buona idea??
GRAZIE ed un bacione a tutte voi !
#153546
Ringraziano per il messaggio: maryd29

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 214
  • Ringraziamenti ricevuti 276

maryd29 ha risposto alla discussione Re:Le pance, i neonati ed i bimbi dello stesso anno di nascita dei nostri...

Ciao Sam ... Sono giorno che penso a questo tuo post... So perfettamente quello stai vivendo. Anche a me come a te mi tormenta il dubbio di cosa fare per Natale. La cugina del mio compagno, a cui sono molto affezionata, è incinta... Credo alla fine dell'ottavo mese ormai. Il mio tommasino ci ha lasciati il 10 giugno, dopo 38+4 settimane. Con lei ci siamo sentite, è stata molto discreta e sensibile allo stesso tempo e purtroppo credo non abbia potuto godersi come si deve i suoi mesi di gravidanza con la famiglia per non urtare la mia sensibilità. Io ho saputo che era incinta solo a ottobre, verso i suoi 5 mesi... Ero contentissima per lei perché sapevo che lo cercavano da un bel po' e lei nonostante forse immagino che fosse dispiaciuta che non riusciva a rimanere incinta era molto molto contenta per me sin dal primo mese. Abbiamo deciso di vederci ma per me è stato uno colpo "inaspettato". Non sono riuscita a guardarle la pancia, solo il sentir parlare del suo bambino mi metteva a disagio, e sarei voluta scappare appena l'ho vista. Poi mettici che stupidamente abbiamo scelto un ristorante come luogo di incontro mi sono sforzata di trattenermi il più possibile ma questo sforzo ha provocato un grosso distacco nei suoi confronti. Lei nonostante tutto è stata meravigliosa e ha fatto finta di nulla, cercando di non toccare argomenti difficili per me, come se quasi si sentisse in colpa nei miei confronti. A casa mi ha assalita una rabbia tremenda nei confronti della vita e il giorno dopo sono riuscita a sfogarmi lasciando andare questa rabbia in pianti liberatori. Avrei voluto vederla ancora ma non ho mai trovato né la voglia né il coraggio di riprovare è così siamo arrivati a pochi giorni dal Natale. E io sento che dentro non ho voglia di passare il Natale con lei, è bruttissimo ma non è che non voglio passare il Natale con lei in realtà ... È che è Natale, ed è tutto così difficile senza Tommaso... E so che mi sentirei in difficoltà, e in mezzo a tutto ho paura di crollare... Mi spiace molto non avere la forza di affrontare questa prova ma sono stanca di stare male, a volte ho dei giorni proprio buono, dove riesco a mantenere una sorta di equilibrio. Le feste a me come a tutte noi destabilizzano parecchio, si tende a fare quasi finta che non sia successo nulla e alla fine poi sei catapultato di nuovo nella vita reale e sembra quasi di ricominciare da capo in salita. Vorrei trovare tempo e voglia per incontrarla, piangere con lei, avvicinarmi alla sua pancia e magari sentire i calci del suo Federico.... Ma credo che non ce la farò... Lo so che non è grave, tutti mi dicono di fare quello che mi sento, che sono fortunata perche le persone capiscono e non mi giudicherebbero. Ma dispiace a me non riuscire a fare questo Passo in più....


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
#153567

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.300 secondi