La"memory box", dei nostri Piccoli Principi

  • claudia
  • Avatar di claudia Autore della discussione
  • Offline
  • Amministratore
  • Amministratore
  • Posts 2020
  • Ringraziamenti ricevuti 3552

claudia ha creato la discussione La"memory box", dei nostri Piccoli Principi

La scatola dei ricordi di Lapo l'ho fatta qualche mese fa, intorno al suo anniversario, quando finalmente son riuscita a togliere le cose dal suo cassetto dell'armadio e metterle al loro posto nella scatola.
Ci ho messo mesi, per decidermi, perchè come molti sanno non ho foto di Lapo, e questa cosa mi ha tormentato per molto tempo. Mi sembrava che una memory box senza foto non fosse una vera memory box, ma solo una raccolta di oggetti senza storia. E a questo pensiero ho pianto molto, chiaramente incolpandomi per non aver pensato o insistito per fare le foto. Poi un giorno guardando una conchiglia ho pensato istintivamente a Lapo e che forse gli sarebbe piaciuta; allora ho riflettuto che dopotutto, la memory box dovrebbe racchiudere ciò che abbiamo condiviso con il nostro bambino, e comunque qualcosa che ci sembra significativo e che ci ricorda lui, e che non tutti devono necessariamente avere una memory box uguale. Allora, prendendo coraggio, ho fatto una cernita di quello che volevo e che non volevo nella scatola di Lapo, e alla fine ci ho messo:
il test di gravidanza, le tute comprate per lui, i regali che gli avevano fatto amici e parenti, l'orsetto che gli avevo comprato io, i pagliaccetti mini mini. Sto inoltre facendo un piccolo album con le foto della gravidanza, perchè ci voglio mettere anche quello. Nella sua scatola c'è anche una conchiglia, e non è ancora finita... ci metterò tutto quello che me lo ricorderà...giorno per giorno.

** This thread discusses the content article: Un lutto di cui non si parla è un lutto che non guarisce **

Le cose si scoprono attraverso i ricordi che se ne hanno. Ricordare una cosa significa vederla ? ora soltanto ? per la prima volta.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50


Settembre 2009
Vedere Lapo attraverso i ricordi che ho di lui, e non attraverso ciò che non ho mai potuto avere, è un'operazione che mi ha richiesto più di 3 anni. Guardare le foto del mare (di quel mare, dove pensavo di tornare con lui nella carrozzina), rimettersi la camicia da notte di Natale, ri - leggere gli appunti di vita presi durante la sua attesa sono ricordi. Posso farlo da pochi mesi soltanto, sentendo serenità e nostalgia, e NON un artiglio feroce in mezzo al cuore.
Nel ri - cordare, in una frazione di secondo, arrivano le immagini e, a grappolo, riemergono nitidamente pensieri, parole, emozioni. Lucidi, fermi e abbaglianti nella loro intensità.
Talvolta (all'inizio del lutto), così strazianti da fare male, talaltra, dopo un pò di allenamento, pieni di amorevole intensità.
I ricordi possono essere un trauma, (se vengono associati soltanto a emozioni difficili e a violenze verbali o fisiche), oppure un ponte, dal lutto alla rinascita. I ricordi possono portare lacrime (sane e sanificanti, perchè espressione di elaborazione) o ammutolire, perchè troppo ingombranti. Possono commuovere, i ricordi, e creare com-passione, intrecciando relazioni solide cui aggrapparsi in caso di tempesta emotiva.
Possono, soprattutto, permetterci di continuare a tessere la trama della nostra vita senza lasciare buchi nel tessuto, senza omettere dei pezzi "troppo difficili", senza interrompere la tessitura "perchè da allora non sono più in grado di proseguire" e doverci dunque mettere delle toppe stonate e precarie (i ricordi intrappolati continuano a fare male dopo secoli).

Ci siamo chieste a lungo, tra noi mamme più vecchie, quale possa essere un buon indicatore della nostra gestione dei ricordi, e cosa possa in qualche modo aiutare a ricostruire quella parte di vita che sentiamo come la più dura e difficile da affrontare.
Si è parlato tante volte, nel forum, di ricostruire i ricordi, di onorare la memoria dei bambini, di dare dignità ai nostri figli.
Si parla costantemente, tra noi genitori, di come riuscire a mantenere vivo il ricordo dei nostri figli. anche nei gesti, e non solo nel cuore.
Avrete letto più volte nei vecchi post ed anche in quelli nuovi relativi all'articolo pubblicato su Vanity Fair che molte di noi mamme più "stagionate" nominiamo spesso a questo proposito la Memory Box, che mi sembra un modo "dolce" e protetto, per iniziare a rimettere insieme alcuni ricordi dando loro un luogo, uno spazio e una dignità specifica.
Soprattutto, dando loro valore. Che è una parte importante dei nostri lutti, così spesso sminuiti e banalizzati.

Cosa è la memory box.
La memory box è una scatola utilizzata per conservare ricordi importanti (scatola dei ricordi è la traduzione letterale). La tradizione statunitense vuole che già all'epoca delle sorelle March (Piccole Donne, della Alcott) ci fosse l'usanza di donare ai bambini un baule da riempire via via coi ricordi più significativi della loro vita.
La memory box intende rappresentare un pò questo, un luogo utile a ricordare e a onorare la memoria di vite piccole e preziose.

Non c'è un unico modo per fare una memory box

Ogni memory box appartiene alla sua famigllia e soprattutto al bambino che si vuole ricordare, dunque penso che sia giusto poterla scegliere della misura e del colore più appropriato. Ho visto memory box piccole ed essenziali, memory box strabordanti di peluche, memory box di legno e di cartone...ho visto memory box piene di vita, e memory box che raccontavano una storia bellissima, e altre semplicemente piene d'amore, o di fotografie, o di lettere. Ognuna, raccontava la sua storia speciale, ed è stato un'incanto vedere quanto potenti possono essere i gesti, gli atti e i ricordi nel dare "sicurezza" alle nostre vite violate.

A cosa serve la memory box?

Fare spazio ai ricordi, e mettere insieme quelli più significativi del periodo trascorso coi nostri figli è un'operazione che può essere davvero terapeutica; arriva un momento, nel lutto, in cui i genitori si sentono pronti a riaprire cassetti e valigie, e a creare uno spazio personale per quella gravidanza e per quel bambino, in cui raccogliere oggetti, pensieri, e piccoli doni. Noi mamme più "vecchie" abbiamo tutte la nostra memory box (in parte formata dai regali che ci siamo reciprocamente fatte in onore dei nostri piccini), e non tutte abbiamo avuto esigenza di farla o di riempirla con le stesse cose.

Un esempio di memory box (mamme, scrivete se volete come avete fatto quelle dei vostri bambini)

Io ho impiegato circa un anno e mezzo per fare la mia (fare la memory box per me significava accettare definitivamente che le cose erano andate così, e cioè MALE), e quando mi sono sentita pronta di aprire cassetti, scegliere oggetti, e riporre numerosi regali (grazie AMANDA; grazie ssia Mery, grazie a tutte quante voi) ho capito che avevo fatto un piccolo scatto in avanti nel mio lutto. Dunque, io ho scelto di fare la memory box, l'ho pensata, ho cercato una scatola sufficientemente grande e ho allestito la scatola di Lapo, che ora sta nell'armadio dei suoi fratelli, a portata di mano.
Nella scatola ho scelto di mettere tre tutine (le mie preferite, scelte apposta per lui), i suoi body, il ciuccio, il test, la cartella con gli esami, l'album vuoto per le foto che non ho, il fiocco del baby loss e i regali delle mamme.
Quando la guardo, provo sollievo perchè è frutto del mio percorso, ed è arrivata in un momento in cui io ero pronta a fare un buonuso dei ricordi.
Non ho bisogno di nasconderla, o di sfuggirne la vista, posso guardarla e spolverarla ed aprirla, senza sentirmi morire dentro. La apro, penso ancora che avrei voluto vederlo sgambettare nelle tute, sorrido pensando che ciccione come era, non gli sarebbero state per molto, e rimetto tutto a posto. Mi piace pensare che questi pochi oggetti siano "suoi" e indichino cosa lui è stato per me e la mia famiglia.

La memory box: un modo per riempire il vuoto

Come sapete per esperienza diretta l'emozione che più spesso ci accompagna nei primi lunghi mesi di lutto è l'opprimente senso di vuoto e la mancanza fisica di tracce tangibili del passaggio dei nostri bambini.
Per alcuni genitori questo vuoto è persino più insopportabile della malattia e della morte, perchè, come spesso accade, queste nostre perdite diventano un nulla da scordare. Nessuno ci chiede se desideriamo ricordare, nessuno ci fornisce un aiuto per ricostruire i ricordi in modo adeguato, ancora in molti posti viene ritenuto bizzarro svolgere il rito funebre o scattare fotografie.
Così, molti di noi, si trovano pieni di ricordi tragici e bruttissimi, legati alla morte, ma privi di ricordi tangibili (e amorevoli) delle vite, ancorchè piccole o in utero e basta, dei loro figli.
E così, capita, che questo vuoto nel cuore e tra le mani, urli disperato e chieda di essere almeno in parte riempito.

Collezionare ricordi di questo passaggio, ricostruendo il piccolo percorso esistenziale dei nostri figli potrebbe servire in primo luogo a permettere a noi stessi di cominciare a lavorare sulla morte e dunque sul lutto.

A Modena, Simona Minniti, la nostra prima ostetrica referente di CiaoLapo, per anni ha raccolto e consegnato ai genitori (sempre dopo averglielo proposto) tutta una serie di cose (braccialetto, metro, fotografie, certificato), in altri ospedali danno le impronte dei piedini, in altri ancora stampano le foto.

Quest'anno, dopo lungo parlare pensare e meditare insieme a ostetriche, genitori e psicologi, abbiamo pensato di sollecitare non solo gli operatori, ma anche i genitori, a costruire una propria memory box.

Per fare questo, chiederei l'aiuto delle mamme più vecchie:
ci raccontate se avete una memory box come è? Se avete deciso di non averla, ci spiegate i motivi per cui può essere meglio non averla, così che tutti possano scegliere in piena libertà e non sull'onda dell'imitazione di massa (non è detto che se una cosa è utile e giusta per me la sia per tutti)?

Inoltre, chiederei alle altre mamme, cosa vorrebbero trovare in una scatola ricordo del loro bambino al momento delle dimissioni dall'ospedale: ci sono ricordi che vorreste avere o avete, altri che non avete voluto, c'è una memory box ideale che gli ospedali secondo voi potrebbero dare alle dimissioni? (non essendoci una regola, ognuno ci mette del suo, e noi vorremmo invece delineare una sorta di prototipo che possa essere sufficientemente buono per tutti)

Abbiamo allo studio una memory box piccola e semplice, contenente alcuni oggetti simbolici, un certificato di nascita, un piccolo librettino, impronte e semplici istruzioni sul lutto, che insieme alle ostetriche di Treviso stiamo strutturando (abbiamo fatto alcuni "esperimenti pionieristici" ma non abbiamo ancora standardizzato un unico modello). Sebbene questo modello sia pensato per gli ospedali, e quindi sia una sorta di micromemory box (che non esclude la possibilità di creare poi una propria e più ampia memory box personalizzata), speriamo di essere presto in grado di presentarla a tutte voi.
Presto le foto esempio di alcune memory box delle mamme.
Grazie del vostro aiuto/contributo.

Claudia
Che io possa avere la serenità per accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio e la forza per cambiare quelle che posso cambiare e la saggezza per conoscere la differenza tra le une e le altre e intravedere le scelte dove pensavo non ce ne fossero\"
#1533
Ringraziano per il messaggio: mari78, NICKY2011, Mamma di un sedanino volato via

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 129
  • Ringraziamenti ricevuti 14

Raffy ha risposto alla discussione La"memory box", dei nostri Piccoli Principi

La scatola con le cose di Leonardo l'ho fatta pochi giorni dopo il funerale. Mi ci è voluta una forza incredibile ed ho pianto per ogni più piccolo oggetto che riponevo.. aggiungendo anche le maglie che indossavamo io e io marito il giorno in cui è nato (io perchè non riesco a rimettermela, mio marito perchè con quell'indumento lo ha preso in braccio e non vuole \"cancellare\" il suo odore lavandola)...
Poi dopo qualche mese ho deciso di fare la memory box, scegliendo solo pochi oggetti, quelli che mi sembravano più adatti a percorrere le fasi della sua vita con me.
Ho scelto una scatola di velluo blu ed ho riposto il vestitino che Leo aveva la sera in cui è nato, la camicina di seta (la maglia della \"fortuna\"...), la coccarda azzurra e il coniglietto con ricamato il suo nome (quello che si appende sulla porta), il CD con la sua foto. Ho conservato anche tutte le ecografie che abbiamo fatto e l'idea di Claudia di raccoglierle \"tipo album\" mi piace moto..chissà se troverò il modo di realizzare qualcosa di simile.
Ogni tanto apro la memory box, prendo i suoi indumenti, li annuso...a volte piango, altre sorrido, ma sempre penso a mio figlio e alla gioia che ho avuto quando era con me....

Raffy
#1899
Ringraziano per il messaggio: mari78

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 22
  • Ringraziamenti ricevuti 2

Stefi6595 ha risposto alla discussione La"memory box", dei nostri Piccoli Principi

Mentre ero in attesa della piccola Margherita, avevo acquistato una scatola dove riponevo gli oggetti che stavo preparando per il suo arrivo.
Avevo inserito il test di gravidanza, un paio di scarpine rosse che mi erano state regalate durante il Natale mentre lei era ancora dentro di me, una tutina che mia mamma ed io avevamo comprato di nascosto perché forse era troppo presto, due succhiotti con delle dolcissime paperelle e un maglioncino giallo con ricamati dei tulipani coloratissimi che io avevo realizzato per lei.
Quando poi sono tornata dall?ospedale, dopo averla partorita senza vita, mi sono fatta tantissimo coraggio ed ho riaperto quella scatola. Ci ho aggiunto i miei pantaloni premaman che indossavo il giorno del ricovero e che sono risultati tanto larghi al momento della dimissione e una rivista per bambini che mi era stata donata in ospedale. Poi per molti mesi non ho più avuto il coraggio di riaprirla. Mi bastava vederla collocata lì nel mio armadio per iniziare a piangere.
Un giorno ho conosciuto una mamma straniera che aspettava la sua seconda bambina; questa donna viveva in condizioni di estrema povertà e mi è sembrato un gesto carino regalarle il golfino che avevo realizzato per Margherita (nella mia mente pensavo che non avrei mai più avuto l?opportunità di vederglielo indossato, ma sarebbe servito a scaldare il cuore di un?altra creatura).
Dopo qualche mese mi è tornata voglia di indossare nuovamente i pantaloni che avevo riposto nella scatola; sono riuscita a fare delle modifiche di sartoria e li ho trasformati in pantaloni normalissimi.
Ogni volta che li indosso (e oggi è proprio un giorno di quelli), mi sento più vicina a lei ed è come se una parte della mia bambina fosse ancora qui con me.
Forse questa cosa sembrerà un po? banale, ma mi aiuta a sentirmi un po? meno sola.

Stefania
#1908
Ringraziano per il messaggio: mari78, Mamma di un sedanino volato via

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • utente disabilitato
  • Avatar di utente disabilitato
  • Offline
  • Utente bloccato
  • Utente bloccato
  • Posts 1987
  • Ringraziamenti ricevuti 1157

utente disabilitato ha risposto alla discussione La"memory box", dei nostri Piccoli Principi

Mi sono chiesta spesso quali ricordi materiale potesse avere una bimba piccola come Chiara.... Cosa avrei potuto mettere in un'ipotetica Memory Box di una bimba grande poco più di un fiorellino? Nulla. Ma non avere niente di lei... niente da poter guardare di tanto in tanto, da poter toccare, niente di cui sapere "sta lì, quando voglio me lo guardo", iniziava a farmi stare male. E allora ho deciso: se lei non ha ricordi, glieli creo io. E così è nata la sua Memory Box. Ho trovato una scatola bellissima, celeste, con su fotografate le nuvole e una cicogna con nel becco un bimbo... e una mia amica me l'ha comprata. Dentro ho messo:

- tutte le brochure di CiaoLapo (che ha segnato la vita mia e di Chiara)
- una copia di Piccoli Principi, la prima che mi è passata tra le mani, con una dedica di Claudia
- la targhetta commemorativa che alcune mamme di CiaoLapo mi hanno regalato
- un peluche di un cagnolino bianco...una volta ho portato 2 bimbe al Mc Donald e nel loro Happy Meal c'era un pupazzino in +: per me è sempre stato di Chiara.
- una cartolina di Claudia, mandata dalla Germania, con disegnati vari bimbi
- un paio di calzini regalati da una mamma, che erano della sua bambina
- un album di foto...con tutte le foto delle cose che ci sono di Chiara e che non stanno nella Memory (la farfalla dell'Albero della Memoria, la festa che le hanno fatto Roberta e i suoi bambini, i palloncini lanciati per lei, la torta dei 10°compleanno, etc...)
- la primissima lettera che le ho scritto
- le foto speciali di alcuni vostri bimbi (Maria, Alice, Flavia, Fabio, Giacomo, Diego...)
- un fiocco rosa dei suoi 10 anni
- vari palloncini di alcune feste
- la candelina del suo primo babyloss con CiaoLapo
- un angiolino di legno con scritto il suo nome
- un cuore di peluche rosa con le ali
- un paio di calzini di una bimba che si chiama Beatrice, che insieme al fratellino Andrea, è importantissima per me.

(c'è qualcos'altro, stasera la apro e aggiorno il topic!)

Poi ho voluto che 2 cose importantissime stessero fuori dalla Memory, per promettere a Chiara la sua libertà:
- la PRIMISSIMA cosa "di" Chiara...una scarpina bianca, che stava sempre con me...e cheho regalato a Claudia
- una rosa bianca di stoffa, che mi ha regalato Roberta, che ho portato al cimitero da una mia cara amica

La sua scatola è lì, in un posticino della mia scrivania. Non la apro sempre, ma tutte le volte che ne ho bisogno so che è lì e mi fa sempre una gran tenerezza vedere quelle cosine che non sono state sue, ma che lo sono ora... Per me è statao IMPORTANTISSIMO farla...mi è sembrato di fare qualcosa per lei...e, insieme, qualcosa per me. Da IO e LEI siamo diventate NOI...

Resto a disposizione per qualsiasi cosa, per aiutarvi a fare la vostra Memory ho per farne io per voi... basta che mi facciate sapere. Un abbraccio e stasera metto le foto della mia Memory!
#30339
Ringraziano per il messaggio: Mamma di un sedanino volato via

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Maria
  • Avatar di Maria
  • Offline
  • Moderatore
  • Moderatore
  • 37 settimane di puro amore
  • Posts 2632
  • Ringraziamenti ricevuti 1960

Maria ha risposto alla discussione La"memory box", dei nostri Piccoli Principi

Cara Ssia Mery
che bello leggerti, mi apri il cuore. Sapere che la mia Maria e' vicina vicina alla tua Chiara e che la porti con tanto amore nel tuo cuore per me e' un regalo immenso. Io non ho ancora una memory box, o meglio non ancora una ufficiale, le cose di Maria sono stipate in una scatolina di fortuna in una scatola piu' grande dove conservo le cose di Rebecca, bigliettini e cose varie! Non ho ancora il coraggio di fare una Memory box ufficiale, e non ho ancora trovato una scatola abbastanza grande da poter contenere il pezzo di marmo che avevamo fatto incidere per Maria quando era ancora al cimitero ( per chi non lo sapesse dopo 5 mesi Maria e' tornata da noi nella sua bellissima urnetta). Scusate oggi ho un po' di magone per vari motivi e prima che in ufficio mi diano per matta, chiudo qui
:kiss: Rossella
p.s. mi sono dimenticata di scrivere cosa al momento c'e' nella memory box di Maria non ancora definitiva.
le uniche due tutine che avevamo comprato
un paio di scarpine regalatele dalla nonna quando ha compiuto un anno
la lastra di marmo tolta dalla lapide
cartoline e bigliettini di cordoglio
i numeri di Riflessi di Luna
il libro dei piccoli principi
foto scattate dove lei era nel pancione e dei fiori che ha ricevuto per il suo primo compleanno
bigliettini pieni d'amore mandati dalla Ssia Mery
cartella clinica
eco e CD fatti durante le eco
anche io aggiornero' il topic appena il tutto diventera' definitivo anche se spero che in questa scatola possa aggiungere sempre cose, perche' vorrebbe dire che la mia piccola e' non solo nel mio ricordo ma anche in quello di altre persone che continuano a mandarle cose ed amarla

Nessuna Notte e' tanto lunga da non permettere al Sole di sorgere ancora...
#30355

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 84
  • Ringraziamenti ricevuti 17

nina69 ha risposto alla discussione La"memory box", dei nostri Piccoli Principi

Buongiorno, io prima di dare tutta la documentazione all'opedale mi sono tenuta la sua prima ecografia (quella che si fa a 3 mesi di gravidanza), è piccola però si vede già la sua forma, poi d'estate avevo comprato per la culla un angioletto fatto di legno. Li ho conservati, sono in cassaforte. Ogni tanto la guardo, piango, e la sento vicino. Mio marito si è stupito e io gli ho detto: E' tutto quello che ho di lei!.
#30365

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 567
  • Ringraziamenti ricevuti 148

Sissy17 ha risposto alla discussione La"memory box", dei nostri Piccoli Principi

Vi invidio tanto, riprendere in mano le foto e tutti i ricordi dei vostri piccoli, vorrei tanto farlo anche io ma non riesco ancora! Non voglio vedere ecografie, foto del mare ecc, spero un giorno di riuscire a farlo, magari con l'aiuto dell'Olivetta che sarà diventato bimbo o bimba!!!
Un bacio
Silvia&Olivetta 15+5
#30367

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 1352
  • Ringraziamenti ricevuti 240

pepita ha risposto alla discussione La"memory box", dei nostri Piccoli Principi

Io di memory box di Viola ne ho due: una bassa, più grande di colore rosa ed una quadrata bianca, comprate all'Ikea la prima quando aspettavo lei e la seconda dopo la sua morte.
Quella rosa contiene body, vestitini, gonnelline, completini vari, cappellini che avevo comprato per lei o che mi sono stati regalati per la sua nascita.
Quella bianca contiene tutti i suoi ricordi più importanti:
· le sue scarpine viola da ballerina, quelle di jeans con le fatine e i fiorellini fatte arrivare dall'Inghilterra,
· tutti i regalini delle mamme di CiaoLapo ed i bigliettini,
· le lettere, i biglietti e i telegrammi che mi arrivarono a casa dopo la sua morte,
· la candelina a forma di 1 ed il palloncino ormai sgonfio che le zie di CiaoLapo mi hanno regalato a Modena, in occasione dell?AMA, per il suo primo compleangelo,
· il libretto di risparmio postale con i suoi primi 100 ? che a natale 2007 mio papà le regalò ed il bigliettino pieno di amore che lo accompagnava,
· un regalo che mio papà fece a me, sempre a natale 2007, cioè un oggetto che lui comprò il 4 maggio 1973 per festeggiare la mia nascita,
· i tre cambi per Viola pronti per l?ospedale, chiusi nei loro pacchettini trasparenti e con scritto il mio nome ed il suo,
· un mazzetto di fiori di stoffa viola, bellissimi, che sembrano veri e che sono uguali a quelli che ci sono sulla sua lapide,
· una angioletto della Thun che mi regalò una carissima amica dopo le mie dimissioni.
Il fiocco per la sua nascita (che è l?immagine del mio profilo) e la bavaglina con ricamato da una zia il suo bellissimo nome, sono invece appesi in cameretta, che ora è anche di Flavio (e che spero che un giorno sarà un bambino così sensibile ed intelligente da amare anche lui la sua sorellina mai conosciuta).
La scatola bianca resterà così nel suo contenuto, che anzi ?aggiornerò? con tutta la sua cartelletta, contenente le eco e tutti gli esami, il referto del PS con la sua diagnosi di morte, tutti gli esami post partum, che è ancora in cucina, sotto a quella di Flavio?non ho ancora trovato voglia, forza e coraggio, oltre che a tempo, per smembrarla e poter così mettere via tutto?ma prima o poi, forse, ce la farò.
La scatola rosa, invece, è in progressivo svuotamento.
Con mia sorella quest?estate abbiamo cominciato a sistemare la cameretta, in modo che Flavietto potesse poi utilizzarla e che ci fosse spazio fisico anche per lui. Così, tra le lacrime di entrambe, mia sorella è riuscita a liberare quei cassetti che per più di anno erano rimasti così, pieni di gonnelline svolazzanti, di tutine lilla, rosa, glicine, malva e tutte le tonalità del VIOLA, vestitini estivi e cappellini, calzine, golfini leggeri minuscoli per la primavera che avrebbe dovuto vederla nascere, invece che morire. All?inizio pensavo che non sarei stata in grado di separarmi dalle sue cose, comprate da me con tutto il mio entusiasmo ed il mio amore?ma vederle sempre lì? era peggio.
Le cose che erano della cuginetta Matilda sono tornate da mia cognata ed il resto?via, nella scatola rosa.
Però, come dicevo prima, qs scatola è in progressivo svuotamento?quando mi è possibile, ad ogni bimba di una mamma speciale regalo un pezzo di me e di lei, perché tutto quel nostro Amore non sia vanificato, perché il calore di quei pezzi di stoffa, di lana, di cotone non sia sprecato, perché finalmente una bimba in carne ed ossa possa indossarlo ed annusare, sentire, fare proprio tutto l?amore che essi contengono?
Forse sarò un?inguaribile romantica, forse sono solo rimbambita?ma a me fa stare meglio così, che pensare tutte quelle delizie pasticcine e sfiziose a marcire nella scatola rosa, come la mia bimba nella sua baretta bianca che non ho mai visto, no?proprio mi da un senso di soffocamento, di ansia?e così la sfogo con la speranza (anzi, in realtà ne sono certa!) che il gesto sia gradito perché fatto con profondo affetto verso chi riceve ma anche verso Viola e la sua memoria.

Francesca, mamma di di Viola, nata immobile il 25 Aprile 2008
e di Flavio, nato il 2/12/2009

Solo 38 settimane insieme e tutta la vita che mi resta per ricordarti, con la certezza che crescerai ed invecchierai nel mio cuore, con me.
...sai che cosa penso, che se non ha un senso,
domani arriverà,...
#30368
Ringraziano per il messaggio: Mamma di un sedanino volato via

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 576
  • Ringraziamenti ricevuti 66

Lucy ha risposto alla discussione La"memory box", dei nostri Piccoli Principi

io non ce l'ho una memory box, non ne ho mai sentito l'esigenza forse perchè di Marzia ho davvero poche cose:
una foto col pancione che è nell'album con le altre
le ecografie sono nella scatola con tutti i vari referti medici
una fotocopia dell'eco la tengo nel portafogli
l'unico regalo in anticipo era un'accappatoietto di quelli fatti a mantellina
e lo usano tutt'ora le mie bimbe (a quanto pare è indistruttibile)
il fiore che ho tolto dal "cuscino" che aveva fatto preparare mio marito è in un quadretto ....
in fondo mi piace trovarmi queste poche cose in giro per casa e non chiuse in una scatola....
non so forse un giorno la farò, non tanto per me ma per Miriam e Flavia così quando mi chiedono di Marzia (loro mi rimproverano spesso si non avere una foto) possono "frugare" nella scatola.... boh ci penserò, ne parlerò con loro e vi farò sapere
#30369
Ringraziano per il messaggio: Mamma di un sedanino volato via

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 1
  • Ringraziamenti ricevuti 0

david68 ha risposto alla discussione La"memory box", dei nostri Piccoli Principi

..la mia casa è tutta una memory box..sono fortunato possiedo la memory box più grande di tutti...e la cosa che fa più male in asssoluto è che tutto è immobile...i giochi ..i vestiti..i librini che sfogliava tanto volentieri...tutto questo silenzio è un dolore atroce..poterli donare potrebbe essere la soluzione farli rivivere..donarli si donarli no..ho paura..paura che mi lasci per sempre
#30462

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 1325
  • Ringraziamenti ricevuti 338

spilla75 ha risposto alla discussione La"memory box", dei nostri Piccoli Principi

La memory box di Cesare è ancora in fase di allestimento, ogni tanto ci aggiungo qualcosa. L'ho cominciata non mi ricordo neanche più quando, ma cmq è stata una cosa istintiva e naturale, ma penso 4-5 mesi dopo la sua morte. E' dentro al mio armadio, quindi tutte le volte che lo apro, almeno trecento volte al giorno, la vedo. Per ora dentro c'è la tutina e il body che avevo scelto per la nascita, un mini aeroplano di gomma per il bagnetto, un campioncino piccolissimo di pasta fissan rosa e detergente per il bagnetto, sempre in campione piccolino. Appena ne avrò le forze, anzi appena mi verrà naturale, ci andranno anche le scarpine verdi, i pantaloni di velluto , il maglioncino smanicato a righe blu e le calzine a costine celesti. Tutti gli altri vestitini li lascerò nel fasciatoio, ma questi , identificano proprio Cesare, sono solo suoi. Per ora è così, poi anche io ho tante cosine sparse per la casa che sono di Cesare e in ricordo suo. Quando feci il suo quadratino per la coperta della memoria, feci anche un mini cuscino dove ho ricamato il suo nome, un cuore, e tre palloncini, e dietro invece ho fatto un arcobaleno...il cuscino è qui sul divano sempre presente, vi dico che mi riscalda veramente il cuore ....
poi ci sono tutti gli esami, eco, insomma tutta la gravidanza di Cesare l'ho radunata in una cartelletta bellissima dove ho scritto a lettere cubitali il suo nome, anche questa è qui nel mobile della sala sempre a portata di mano.
Da quando ho perso Cesare non ho più addobbato casa per natale, nonostante fosse una cosa che mi rendeva bambinamente felice, tranne un mini alberello tutto suo..........
poi ho la sua
#30468

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 1325
  • Ringraziamenti ricevuti 338

spilla75 ha risposto alla discussione La"memory box", dei nostri Piccoli Principi

dicevo.....
poi ho la sua "lucina"....poco dopo la sua morte ho sentito il bisogno di accendere sempre una lucina solo per il mio bimbo, tutta per lui.....ho un mini porta candela, e appena ne sento il bisogno ci metto una candelina.....mi piace pensare che gli possa far piacere vedere quella lucina... :kiss:
si insomma pensandoci bene la casa è piena di Cesare, nonostante il suo breve passaggio.......
certo ci sono ancora tanti punti da sistemare, da affrontare, ma nel complesso penso di aver fatto molta strada in questa scalata.....me ne sono resa conto proprio mentre lo scrivevo ;) .......
vi abbraccio tutte
Elisa
#30469

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 147
  • Ringraziamenti ricevuti 138

damap ha risposto alla discussione La"memory box", dei nostri Piccoli Principi

Io non ho una vera e propria memory box ma un angolo nella mia camera vicino al mio letto. Il fiocco rosa per la nascita di Sara cucito da mia sorella, con vicino un medaglione d'argento con la Madonnina e Suo Figlio in braccio (che ho sempre messo nella carrozzina dei miei figli). Una rosa d'argento regalatami da mio marito per lei. Una collanina con un ciondolo piccolino a forma di cuore con incisa una S che mio marito mi ha donato e che porto sempre con me. Un biglietto con fiorellini rosa su cui abbiamo scritto una poesia per lei che abbiamo dato alle persone a noi più care come ricordo di Sara. Due piccoli peluches che Davide e Marco hanno comprato per Sara. Così sono sedici anni che la tengo vicina, è presente nella mia famiglia, e quando viene qualcuno è un modo per parlare di lei. Sara è sempre con noi e non passa giorno che io non pensi a lei e trovo i suoi segni un pò ovunque.
Un abbraccio a tutte Irma
#30481

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 214
  • Ringraziamenti ricevuti 35

Syl ha risposto alla discussione La"memory box", dei nostri Piccoli Principi

La memory box...
Allora. Ricordo che farla è stata una cosa dolorosissima. Ma sapevo che mi avrebbe fatto bene e quindi durante il primo anno del lutto (verso la fine) ho preso coraggio e ho provato a vedere che cosa volevo conservare di Matteo.
Il pensiero guida era che volevo una memory box per la nostra famiglia anche futura... da aprire insieme ai miei bambini futuri di tanto in tanto...

E' una scatola bianca quadrata che teniamo in soggiorno a porta di mano.

Dentro ci sono queste cose:
- i due cambi dell'ospedale dentro gli appositi sacchetti (il terzo cambio ce l'ha lui addosso);
- un ciuccio e alcuni altri oggetti significativi che avevo scelto io;
- l'album di foto della pancia che si conclude con la sua foto fuori dalla pancia;
- la cartella clinica dove c'è il racconto del nostro parto;
- le ecografie con un cd con la registrazione dell'eco 3D con lui che si muove in pancia a 7 mesi (non l'ho mai più rivisto);
- il foglio dell'autopsia con la descrizione di com'erano le sue manine, i suoi piedini ecc...
- alcuni biglietti scritti da persone care quando lui non c'è stato più;
- il cappellino che gli abbiamo messo una volta nato perchè se gli facevano l'autopsia in testa lo avrebbe coperto un pò. La testa poi non è stata toccata e mio marito ha voluto tenere per sè quel cappellino che è stato addosso a lui una notte intera (e c'è anche una piccolissima e preziosissima macchiolina del suo sangue).

Poi ci sono alcune cose importantissime che fanno parte della nostra vita insieme da quando lui non c'è più:
- la sua storia che ho scritto per il libro delle mamme di ciaolapo;
- la rivista di vanity fair con l'articolo;
- ci sarà il libro delle mamme quando sarà pubblicato;
- voglio salvare in un cd le foto del servizio di giovanni presutti e metterci dentro anche quello.

Penso sia molto importante dare alle dimissioni una memory box con i primi (ok all'inizio insopportabili e dolorosissimi) ricordi perchè simbolicamente dà il senso che si torna a casa con "qualcosa da riempire"... Mi sarebbe piaciuto molto avere il telo bianco con il quale è stato avvolto per i giorni che era lì ora in ospedale.

Mi dà un senso di serenità custodire questa scatola e soprattutto continuare a riempirla anche con queste piccole iniziative "dopo la sua morte". Non la apro spesso... in realtà quasi mai. Ma è importante sapere che c'è... e se qualcuno mi chiedesse di mostrargli i suoi ricordi sarei felicissima di aprirla.

Syl
#30486
Ringraziano per il messaggio: Mamma di un sedanino volato via

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 147
  • Ringraziamenti ricevuti 138

damap ha risposto alla discussione La"memory box", dei nostri Piccoli Principi

Scusate mi è "impazzito" il computer, volevo solo aggiungere che da un pò di tempo ho con me anche il ciondolo di ciaolapo e quindi nel cuore tutti gli altri angeli che ora stanno giocando tra le nuvole con la mia Sara. Baci Irma
#30488

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.313 secondi