L'Associazione

L'Associazione (18)

Leggi i documenti relativi alla Associazione CiaoLapo Onlus

Leggi i regolamenti di gestione del sito www.ciaolapo.it

Oggi ricordiamo

Quando mi chiedono di spiegare cosa facciamo con CiaoLapo non è facile dare una risposta secca. Facciamo tante cose.
Soprattutto, però, facciamo questo. Siamo una bella squadra di volontarie a portare avanti questo specifico progetto che è l’essenza di CiaoLapo. Siamo 40, donne e madri.
Siamo quasi tutte anche operatrici sanitarie, spesso molto qualificate nel curriculum professionale.
Ma non è solo questo pezzo, che ci permette di fare CiaoLapo così com’è. 
Esattamente come non è solo avere perso un bambino, che ci fa essere automaticamente esperte di lutto. 
Queste due cose, la formazione profonda e l’esperienza di vita, sono due delle tre componenti indispensabili per offrire un servizio che tocchi tutte le richieste che ci portano i  genitori.
La terza componente è un’arte. 
Nei libri non c’è. 
Nelle scuole per professionisti sanitari non si insegna. 
Talvolta, viene proprio snobbata, come fosse un capriccio, un vezzo, una cosa per perdere tempo.

La terza componente è lo spazio sacro di ascolto dell’altro, che è rispetto, che è trasformazione profonda.
A CiaoLapo siamo “custodi delle storie”, altrettanto sacre, delle famiglie che incontriamo, che ci scrivono, che chiedono colloqui telefonici.
Scegliendo con cura le parole da dire e quelle da non dire, quelle da scrivere e quelle da lasciare non scritte, custodiamo anche le storie di chi ci legge soltanto, restando dietro lo schermo del suo telefono.
Abbiamo creato uno spazio sacro di ascolto che può anche essere solo virtuale.
E rimanere sacro.
Sono molto felice di abitare questo spazio.
Sono molto felice per avere incontrato dalla Valle d’Aosta alla Sicilia volontarie che condividono con me, più di tutto e prima di tutto, questa idea del Sacro che emerge in ogni storia.
#luttoperinatale #saluteperinatale #psicologiaperinatale #ciaolapo #elaborazionedellutto
 December 5, 2019
Oggi è arrivata questa mail da parte della mamma di Jacopo, uno dei nostri Piccoli Principi del 2012.
Ci comunica la donazione raccolta in memoria del suo papà, il nonno di Jacopo, che a Ottobre è andato a fare il baby sitter. Ci piace pensare che un filo d’amore e di speranza leghi chi si è tanto amato e chi ha aspettato con noi i nostri bambini.
Ci piace pensare che nessuno resti davvero solo nel suo viaggio di qua e di là. L’amore, non muore mai.
Grazie a mamma Alessandra, un pensiero a questo nonno indaffarato babysitter di Piccoli Principi e Principesse ❤️❤️.
#legacy #stillbirth #perinatalloss #grandfather #loveneverdies #ciaolapo #inviaggioconlevante
 December 1, 2019
#laconoscenzacheprotegge è molto più di uno slogan.
È uno strumento ed un fine allo stesso tempo.
Conoscere è uno strumento per tutelare al massimo delle possibilità la propria salute e il proprio benessere; è uno strumento per affrontare i problemi di salute e le criticità in modo da trovare le soluzioni migliori possibili; è un modo per mettere da parte saperi che possono tornare utili a me stessa o ad altri membri della mia famiglia; conoscere mi permette di fare domande senza paura e soprattutto di comprendere le risposte che mi danno.

Conoscere è strumento prezioso e tuttavia anche fine: se il mio scopo è conoscere in modo approfondito e sistematico un argomento legato a me stessa, alla mia salute e a quella del mio bambino, se è un obiettivo che mi è utile perseguire  per saper interpretare adeguatamente le informazioni sulla salute che trovo in giro o che mi vengono date dagli operatori, affinché io possa comprenderle pienamente e in modo efficace, grazie a questo fine la mia attenzione non si accontenterà di ciò che dice l’amica, il cugino, l’operatrice taaaanto carina e empatica o il burbero professore che mi brontola in tv.  Perché se io metto me stessa al centro e investo su di me e sul valore che mi attribuisco come persona, come donna, ecco che investirò più facilmente durante la mia giornata  tempo e concentrazione e risorse intellettuali sugli argomenti che mi appartengono come donna: il ciclo mestruale, la sessualità, la violenza sulle donne (e tutte le sue sfumature compresa quella psicologica e la manipolazione), la discriminazione di genere, la salute in gravidanza, il parto, il puerperio e i suoi sacrosanti bisogni da riaffermare, essere madre e lavoratrice rimanendo persona e donna, la tutela della salute mentale femminile, la menopausa e via andando.
Ci sono migliaia di post, di articoli di giornale, di blog, di pareri che circolano in rete, nelle serate divulgative, su YouTube, sulla salute femminile.
Affinché questo parlare si traduca in miglioramento della salute e del benessere femminile, occorre che le donne si assumano la responsabilità di AMARSI un giorno dopo l’altro, senza aspettare che lo faccia qualcun altro al loro posto.
 November 26, 2019

Nella sezione del forum "Un giorno speciale" puoi scrivere il giorno in cui è nato il tuo bambino, in modo che per tutti noi sia semplice poter ricordare e onorare la sua memoria. I nomi dei bambini saranno pubblicati sul sito e sui social network di CiaoLapo il giorno dell'anniversario.

Read more...
Subscribe to this RSS feed