Human Rights e perinatalità

Human Rights e perinatalità (12)

L'Organizzazione Mondiale della Sanità, l'ONU e l'UNICEF da anni si adoperano per promuovere e garantire il rispetto dei diritti umani in gravidanza e nel post parto.

Il rispetto della donna gravida e del suo bambino sono al centro delle politiche sanitarie globali.

In questa cornice, anche l'abuso verbale o la mancanza di spiegazioni chiare violano i diritti umani.

CiaoLapo dal 2006 si è fatto promotore del rispetto e dei diritti umani delle coppie che perdono i bambini in gravidanza o dopo la nascita, attraverso tre principali azioni: ricerca, advocacy, educazione.

Aborto e morte in utero, perchè dobbiamo parlarne? Il documento OMS

Il 13 Marzo 2019 l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato questo atteso documento su aborto, morte in utero e appropriatezza delle cure.

Ecco la traduzione italiana del documento originale con alcuni commenti, in corsivo, relativi alla situazione in Italia.

Read more...

Le tue parole fanno male, lo sai?

Si può essere violenti senza muovere un dito. A volte è sufficiente aprire la bocca, inarcare le sopracciglia o roteare gli occhi verso l'alto. Quando esprimiamo giudizi svalutanti sul nostro interlocutore, con la bocca o con la faccia, commettiamo, (spesso) senza esserne consapevoli, un abuso verbale e/o psicologico.

Read more...

Non si preoccupi, firmi qui.

"Io piangevo, disperata, avevo paura e non ci volevo credere che la mia bambina stava nascendo morta, e lei mi ha detto, deve firmare qui, non si preoccupi, ci pensiamo a tutto noi".

Mi occupo di lutto perinatale da quando è morto mio figlio Lapo, nel 2006. Quasi 11 anni fa.

Un tempo ragionevolmente lungo per analizzare l'argomento, in tutte le sue declinazioni, evidenziare le eventuali carenze e provare a promuovere un ragionevole e civile cambiamento.

Pensavo erroneamente che un genitore in lutto, in Italia, dovesse occuparsi soltanto del suo lutto, degli aspetti psicologici, di quelli medici eventualmente correlati all'evento. 

Mi sbagliavo.

 

Read more...

La conoscenza che protegge - BabyLossAwareness e diritti umani

D'istinto, vorremmo semplicemente che le cose brutte smettessero di accadere.

D'istinto, vorremmo almeno che non accadessero a noi, o ai nostri cari.

Perchè il contatto con il dolore ci spaventa.

Ci spaventa così tanto, che d'istinto vorremmo poterci sottrarre al difficile gioco del lutto, dell'attesa che si elabori, dell'incertezza profonda che ci coglie dopo un lutto e durante un'attesa dopo un lutto. 

Mi sono chiesta molte volte, dopo avere sentito, d'istinto, tutte queste cose, perchè tendiamo a complicare tutto: nascita, vita, morte, emozioni, pensieri, azioni.

Read more...
Subscribe to this RSS feed