Avviso
  • Il forum è in modalità di sola lettura.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password:

ARGOMENTO: Io e Margherita

Io e Margherita 06/10/2016 23:08 #155811

  • Lisa2
  • Avatar di Lisa2
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Il dolore di ieri è la forza di oggi
  • Messaggi: 38
  • Ringraziamenti ricevuti 25
Ciao, Marina, ho letto la tua storia e non posso fare a meno di scriverti perché tanti sono i punti che ha in comune con la mia. Anche io aspettavo il mio secondo bambino e anche io l'ho perso a 20 settimane. Fino a prima di scoprire ciaolapo credevo di non avere nemmeno il diritto di sentirmi male come una mamma"vera", che ha perso il figlio alla nascita o quasi a termine, piuttosto che a metà strada come me. E sentirmi"normale"nella mia sofferenza ha già tolto un bel macigno, non potrò mai ringraziare abbastanza le persone che"abitano" questo sito.
A me e' successo 3 mesi fa, anche io non sapevo che fosse un maschietto fino a quando non è nato, avrei fatto la morfologica 2 giorni dopo. Lo abbiamo chiamato Leonardo, come il tuo primo bimbo e come aveva deciso di chiamarlo sua sorella maggiore. Nel tuo racconto mi impressiona molto quel "non voglio vedere" perché è lo stesso che ho pronunciato anche io. Ero a letto perché ad un certo punto mi hanno proibito di alzarmi, e mi sono resa conto che stava uscendo. Ho chiamato le infermiere proprio perché non volevo vedere... il medico che mi aveva ricoverato mi aveva spiegato che la morte non era recente, e che era parzialmente mummificato...ha usato proprio questo termine che mi ha spaventato, oltre a tutto il resto. Questo il motivo per cui non ho voluto vederlo, però non riesco a perdonarmi questa scelta. Invidio quelle mamme che sono riuscite a tenere in braccio i loro figli, anche solo per pochi minuti. Sono comunque preziosi ricordi, che io non ho. Di lui ho solo le ecografie e le sensazioni dei primi movimenti percepiti...
Anche io non ho una tomba, proprio oggi mia figlia mi ha chiesto se il fratellino e' in cimitero. Nella sua testa e' una stellina e in fondo anche io mi sono convinta che sia così, per questo ogni sera guardo il cielo per un attimo prima di chiudere le finestre.
Adesso me lo immagino a giocare con la tua Margherita, visto che se ne sono andati alla stessa età. E spero che da quell'ovunque non smettano mai di farci sentire la loro presenza.
Un abbraccio sincero
Ringraziano per il messaggio: LucyA, Kevin, marislux

Io e Margherita 07/10/2016 16:24 #155819

  • marislux
  • Avatar di marislux Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 135
  • Ringraziamenti ricevuti 189
Ciao Lisa,
si...tante cose in comune.. Il rifiuto di vedere mia figlia resterà il mio rimpianto più grande insieme a quello di non aver preteso il corpicino per decidere noi che sepoltura dargli piuttosto che lasciarlo all'ospedale senza alcuna cura. Come ho già scritto non cerco e non accetto giustificazioni su questo e anch'io ammiro profondamente le mamme che hanno trovato la forza e l'amore per vedere e abbracciare i loro piccoli. Anch'io ho solo le sue prime eco, anch'io avevo appena inziiato a sentire i suoi calcetti e anch'io faccio come te...un'occhiata al cielo prima di chiudere le persiane...Anch'io non ho una tomba, un luogo cui portare fiori...ma sono arrivata a dire che è meglio così...non voglio che mia figlia stia in un cimitero...quando voglio pensare a lei e "andare a trovarla" vado a mare e quando voglio comprare dei fiori li metto in un vaso a casa, accanto alla violetta che mi regalo mia cugina nella speranza fosse proprio una femmina e che qualche settimana fa è rifiorita....Anche io mi sono sentita a mezza strada, come se le settimane di gravidanza contassero qualcosa e come se 20 non fossero più che sufficienti...E lotto ogni giorno contro l'indifferenza di familiari, amici e conoscenti e da qui la mia già genetica durezza si fa ancora più sentire perchè mi chiudo ancora di più.
Ma non ho voluto rientrare a lavoro...l'ufficio era già sistemato, da poco ero andata in maternità anticipata..ho preteso due mesi e mezzo di malattia dal mio medico di base, circa quelli che avrei avuto se fossi stata "più avanti"...bastavano una manciata di settimane. Poi esaurito ferie e permessi più un mese di facoltativa del primo bimbo...Sono rientrata dopo sei mesi ed è stato bene così. Non tutte se lo possono permettere lo so. Ma, almeno quello, l'ho voluto.
Ti abbraccio ancora e ringrazio Rosy e Silvia per aver ricordato con me la mia stella.
Ringraziano per il messaggio: LucyA, Kevin, Lisa2

Io e Margherita 10/10/2016 17:17 #155835

  • marislux
  • Avatar di marislux Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 135
  • Ringraziamenti ricevuti 189
Ciao Margherita,
amore mio, bambina mia.
Oggi sono sette mesi che te ne sei andata. Forse posso dire finalmente che questo è un anniversario diverso e, forse, l'ultimo che vorrei ricordare. Lo dico a bassa voce perchè non so se ce la farò, non so se ritorneranno ansia, paura, rabbia, angoscia e disperazione...Ma dall'ultima volta sono successe alcune cose. Ho perso il mio nipotino di sole 8 settimane all'inizio di questo mese...ero stata così felice quando mio fratello e sua moglie ce lo dissero. Purtroppo hanno potuto godersi pochi momenti, la ginecologa li aveva allarmati con i valori bassi delle beta, con le misure inferiori al dovuto del piccolo embrione, con le perdite scure che non erano un buon segno...E poi è successo. Il cuoricino che fino alla settimana prima batteva forte, si è spento....non si udiva più...Mi è ricrollato il mondo addosso e si è riaperta una ferita che stavo faticosamente ricucendo. Ho cercato aiuto subito per loro e come Claudia e Silvia vennero in mio aiuto dopo una lunga ricerca di risposte, così Rossella ha aiutato loro. Su suo consiglio li ho fatti andare all'ospedale di Perugia dove una donna meravigliosa, un'ostetrica formata da Ciaolapo ha detto e dato loro tutto quello che la ginecologa aveva taciuto. Mi sono sentita in parte risarcita di quello che io non avevo avuto, un'assistenza e una delicatezza, una comprensione e un sostegno che avrei pagato oro pur di ricevere. Ho capito l'enorme differenza tra l'esserci e il non, ho capito come un lutto può essere vissuto "bene" fin da subito e ho capito e visto per la prima volta il cubetto di ghiaccio che mi si era formato da allora nel cuore. E che ancora non si è sciolto. Non del tuto almeno. Poi c'è stato Castel San Pietro...domenica nove ottobre...giovedi10 marzo...nelle stesse ore in cui lasciavo l'ospedale, sette mesi dopo facevo volare per te dei meravigliosi palloncini a forma di cuore insieme ad altre cento, mille mamme come me...Ho incontrato Rossella...poche parole che mi hanno lasciato però il segno...forse il nostro incontro non è un caso, forse doveva succedere per far nascere altre cose...e poi il dover lasciare andare la rabbia...Oh, quanto l'ho portata dentro....Rabbia nei confronti dell'ospedale, rabbia nei confronti dellla mia famiglia....che ha offuscato il meraviglioso ricordo di te, Marghe. Paradossalmente te sei la sola cosa intatta e pura, lo eri e lo sei rimasta. Quando penso a te, penso al bene che mi hai fatto, penso alle opportunità infinite che mi stai dando, penso alle persone meravigliose che mi hai fatto conoscere....Solo questo conta, il resto deve rimanere sullo sfondo e presto sparirà anche da lì. La tua mamma guarirà per te, il mio cuore tornerà caldo, la testa sgombra da cattivi pensieri...e tutto questo pesante bagaglio lascerò indietro per custodire solo la tua leggerezza di farfalla. E quindi voglio ricordare te viva, come saresti stata alla fine di luglio di un'estate meravigliosa perchè era la tua estate. Non l'inverno in cui te ne sei andata, quell'inverno che mi è rimasto nel cuore e che ancora non vuole lasciarmi. Indicami la strada, stella mia.
Te e tuo fratello, il mio bene più prezioso.
Ti amo Margherita, bambina mia, amore mio.
Ringraziano per il messaggio: Kevin

Io e Margherita 11/10/2016 09:44 #155844

  • persemprenelcuore
  • Avatar di persemprenelcuore
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 90
  • Ringraziamenti ricevuti 70
Sette bacini soffiati per te piccola dolce Margherita. E un caloroso abbraccio alla tua forte mamma.
Ringraziano per il messaggio: marislux

Io e Margherita 15/10/2016 23:19 #155902

  • marislux
  • Avatar di marislux Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 135
  • Ringraziamenti ricevuti 189
Ciao Margherita,
Amore mio, bambina mia...
Oggi un altro giorno speciale, il primo Babyloss...un'emozione forte, di nuovo, al momento del lancio dei palloncini, dell'onda di luce, della lettura di un testo scritto da una mamma speciale al suo amato bambino. Ho scritto il tuo nome sul biglietto legato al palloncino rosa "Alla mia stella che sa ridere, con amore infinito", ho scritto il tuo nome su una farfalla di carta rosa su cui avevamo posato una candela, che poi, insieme alle altre ha formato un cuore al centro del corso pedonale..
Mi manchi tanto pulcina ma sento che mi stai facendo fare cose di cui forse avevo bisogno, qualcosa di concreto che aiuti altre mamme e che sempre mi faccia pensare a te come mio ultimo fine..
Ti ho sempre in mente e nel cuore, in ogni gesto, in ogni pensiero...ci sei tu...vorrei tanto fermare un momento il tempo, vorrei farti tornare indietro, vorrei darti un bacio e il più caldo degli abbracci. Ma so che mi aspetti Marghe, da quando ci sei tu il cielo è meno vuoto e la fine dei giorni fa davvero meno paura...So che torneremo ad essere due anime fuse una nell'altra, so che mi accompagnerai lungo tutta la mia vita e nei momenti più duri sarai il mio raggio di sole, in quelli più belli la farfalla che vola nell'aria dolce di primavera.
Ti amo Margherita, bambina mia, amore mio.
Ringraziano per il messaggio: LucyA, Tra cielo e terra

Io e Margherita 18/10/2016 14:06 #155914

  • LucyA
  • Avatar di LucyA
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 1057
  • Ringraziamenti ricevuti 491

Lisa2 ha scritto: Ciao, Marina, ho letto la tua storia e non posso fare a meno di scriverti perché tanti sono i punti che ha in comune con la mia. Anche io aspettavo il mio secondo bambino e anche io l'ho perso a 20 settimane. Fino a prima di scoprire ciaolapo credevo di non avere nemmeno il diritto di sentirmi male come una mamma"vera", che ha perso il figlio alla nascita o quasi a termine, piuttosto che a metà strada come me. E sentirmi"normale"nella mia sofferenza ha già tolto un bel macigno, non potrò mai ringraziare abbastanza le persone che"abitano" questo sito.
A me e' successo 3 mesi fa, anche io non sapevo che fosse un maschietto fino a quando non è nato, avrei fatto la morfologica 2 giorni dopo. Lo abbiamo chiamato Leonardo, come il tuo primo bimbo e come aveva deciso di chiamarlo sua sorella maggiore. Nel tuo racconto mi impressiona molto quel "non voglio vedere" perché è lo stesso che ho pronunciato anche io. Ero a letto perché ad un certo punto mi hanno proibito di alzarmi, e mi sono resa conto che stava uscendo. Ho chiamato le infermiere proprio perché non volevo vedere... il medico che mi aveva ricoverato mi aveva spiegato che la morte non era recente, e che era parzialmente mummificato...ha usato proprio questo termine che mi ha spaventato, oltre a tutto il resto. Questo il motivo per cui non ho voluto vederlo, però non riesco a perdonarmi questa scelta. Invidio quelle mamme che sono riuscite a tenere in braccio i loro figli, anche solo per pochi minuti. Sono comunque preziosi ricordi, che io non ho. Di lui ho solo le ecografie e le sensazioni dei primi movimenti percepiti...
Anche io non ho una tomba, proprio oggi mia figlia mi ha chiesto se il fratellino e' in cimitero. Nella sua testa e' una stellina e in fondo anche io mi sono convinta che sia così, per questo ogni sera guardo il cielo per un attimo prima di chiudere le finestre.
Adesso me lo immagino a giocare con la tua Margherita, visto che se ne sono andati alla stessa età. E spero che da quell'ovunque non smettano mai di farci sentire la loro presenza.
Un abbraccio sincero


Ciao Lisa, ciao Marina,
a chi lo dite ankio che pure ero alla nona fino a che non ho trovato Ciao Lapo (per caso dopo 2 anni e mezzo dalla perdita di Aurora) non mi sentivo in diritto di soffrire perché tutto il mondo, mia madre in testa, mi inculcavano in testa questa idea ripetendomi che non era una bambina e che io non avevo il diritto di soffrire..... E comunque in ospedale non solo non mi hanno detto che fosse possibile portare a casa il corpicino per seppellirlo (io lo avrei fatto mettere con la mia nonna mamma speciale anche lei e con sua figlia), ma non mi hanno neanche indicato l'associazione, che mi avrebbe aiutata molto nel delicato periodo dopo la perdita a cui è seguita la separazione dal mio ex marito che non si è neppure degnato di uscire dal lavoro quando ho perso la bambina! :(

Questa immagine è nascosta per gli ospiti.
Effettua il login o registrati per vederlo.



Questa immagine è nascosta per gli ospiti.
Effettua il login o registrati per vederlo.

Io e Margherita 02/11/2016 15:47 #156014

  • marislux
  • Avatar di marislux Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 135
  • Ringraziamenti ricevuti 189
Ciao Margherita,
amore mio, bambina mia.
La mamma non si è dimenticata dei tuoi tre mesi, lo sai vero?...come sarebbe stato vivere quella mattina del 30 ottobre con te, con una scossa di terremoto da far rizzare i capelli e tremare le gambe?ho avuto adosso quella paura tutto il giorno e il giorno dopo ancora...Leo non credo si sia accorto ma ha sicuramente visto il mio viso impaurito e ha iniziato ad allarmarsi anche lui. Ma tu pulcina, eri sempre nei miei pensieri...anche se non ho trovato un momento per sedermi con te. Perdonami. E grazie per esserti farti vedere proprio quella mattina, tra le piante del vivaio di una coppia di amici dove eravamo per il compleanno del figlio che ha l'età di Leo...una mattina calda che sembrava primavera, con un cielo azzurro azzurro e una luce meravigliosa...ti ho sorriso.
Sai questo mese di ottobre continua ad essere denso di emozioni...i giorni successivi al Babyloss del 15 ho fatto una cosa che avrei dovuto fare tanto tempo prima...ho chiamato l'ospedale per sapere dove era il tuo corpicino. La forza l'avevo finalmente trovata, avevo ragionato tanto su questo fin dalla metà di settembre, cercando in rete, spulciando articoli di giornale, leggendo le storie di altre mamme, parlando perfino con una mamma che aveva lavorato alla modifica della nostra legge regionale proprio in tema di sepoltura...che venne poi a trovarci a Jesi proprio il 15. Il lunedi 17 ho chiamato. Ma non c'era più nulla da fare, la prassi dell'ospedale prevede un tempo massimo di attesa di quattro mesi..io avevo aspettato più di sette per farmi avanti.
Pensa che non ho avuto ancora il coraggio di affacciarmi su questo precipizio...perchè ho aspettato tanto a fare una semplice telefonata?in realtà l'ho dato per scontato che tu non fossi più lì una volta ricevuto il referto istologico..Ho pensato subito di non avere più possibilità, che i giochi erano fatti, che non potevo fare nulla perchè non mi era stato detto niente al momento del ricovero. Solo con Ciaolapo ho saputo tante cose. Ma io sono arrivata a Ciaolapo alla fine di aprile e pensavo che ormai il tempo fosse scaduto. Perchè non ho verificato?Io che non mi fido del sentito dire, delle ipotesi, che preferisco cercare da me, capire da me, fare da me...Non ho fatto niente. Non ho chiesto niente.
Ancora non ce l'ho fatta a pensare a questo, a tirar fuori il perchè....Ma sono riuscita a "prendermela" con l'ospedale: il giorno dopo ho scritto una mail al primario, segnalando la mancata assistenza ricevuta, ma concentrandomi sulla domanda principale: perchè nessuno mi ha informata del diritto di seppellire mia figlia?di farle il funerale o fare qualsiasi altra cosa per prendermi cura del suo corpicino?perchè, nonostante la normativa nazionale lo preveda chiaramente e la normativa regionale da ultimo modificata preveda addirittura l'obbligo di informazione a carico dei sanitari?
In contemporanea ho mandato una mail ai tre medici con cui avevo avuto a che fare in quei due giorni, con il primario in copia...sorprendendomi io stessa della calma e della lucidità con cui ho esposto i fatti. Ebbene, nemmeno dieci minuti dopo, il primario mi risponde dicendomi che è rimasto addolorato per quanto successomi, che avrebbe verificato e che mi voleva incontrare in ospedale. L'ho ringraziato della disponibilità dicendogli che speravo non fosse per forma. Di nuovo mi risponde all'istante: no, è sinceramente colpito, dice che il trattamento che ho avuto rappresenta una sconfitta per lui e per tutto il suo reparto...Ho appuntamento la prossima settimana, Marghe...So che ci sei tu dietro a questo, bambina mia. Da sola non ce l'avrei mai fatta...ma rimanimi sempre accanto, entra con me in quella stanza, parla tu a posto mio...Chiederò loro conto di te Marghe. Il tuo nome non lo dimenticheranno più.
Poi ho richiamato l'anatomia patologica. Ho chiesto di nuovo la consegna dei vetrini, questa volta non per farli analizzare a qualcun altro ma per tenerli con me. La dottoressa mi ha risposto...."in realtà non sono proprio di sua figlia"..."lo so, sono della placenta, ma non le pare la cosa più vicina che posso avere di lei?".
E poi Marghe ancora, ancora non mi dò pace...avevo prenotato una visita alla medicina prenatale al Careggi di Firenze. Sono andata giovedi scorso....due dottoresse giovani e gentilissime, di fronte alle quali ho pianto dall'inizio alla fine della visita di quasi un'ora. Pazientemente mi hanno chiesto tutti i dati, tutti gli esami, hanno controllato valori, date, ecografie, fatto domande, dato risposte...Mi sembra che la nebbia si stia finalmente diradando: dopo il referto da Genova pensavo che la causa principale della tua morte fosse stata la mia trombofilia. E quindi suprema mia colpa. Invece sembra che sia un contenitore troppo generico per il mio caso, qualche valore è sballato è vero ma per loro si è trattato di un malfunzionamento della placenta accompagnato da un'anomalia del cariotipo. E il problema della placenta c'era fin dalla prima gravidanza!ORRORE!...ho rischaito di perdere Leo ogni girorno delle sue ultime settimane di gravidanza: un bimbo di 2865 gr a 41 settimane non è certo qualcosa di normale. E così è andata in frantumi l'idea che la mia prima gravidanza fosse stata una passeggiata. Avrei potuto essere seguita meglio fin da subito nella tua gravidanza Marghe, se solo qualcuno in ospedale si fosse degnato di dirmi qualcosa sul basso peso di Leo e sul difetto di crescita nell'ultimo trimestre...anche se forse nulla si poteva contro la tua anomalia...
Non so perchè questa cosa mi ha alleggerito il cuore, come se non fosse più colpa mia...come se potessi mettermi l'anima in pace e imamginarti come un angelo bellissimo che abita il cielo per un volere diverso dal mio, contro cui nulla potevo e non perchè il mio corpo è stato un assassino...
Oh Marghe, perdona questi pensieri confusi, questi sassolini che raccontano la strada di mamma tua...nulla c'entra questo col bene che ti porto, nulla cambia nel mio amore infinito per te...ma è così dura Marghe,a volte, così dura...
Ti amo Margherita, bambina mia, amore mio.
Ringraziano per il messaggio: Kevin

Io e Margherita 10/11/2016 23:44 #156040

  • marislux
  • Avatar di marislux Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 135
  • Ringraziamenti ricevuti 189
Ciao Margherita,
Amore mio, bambina mia. Ieri sono stata dal primario dell'ospedale dove ti ho partorita e oggi lui stesso mi manda una mail chiedendomi i contatti della referente di Ciaolapo per la nostra regione...9/10 novembre come 9/10 marzo...otto mesi fa.
Gli ho parlato di te, di quello che ci era successo, del vuoto che ho trovato in quel reparto, della fatica che ho fatto a trovare la strada per dare un senso alla tua partenza, dei lunghi mesi passati ad attraversare questo dolore senza fine, delle mani tese che ho trovato in questo luogo-non luogo, della forza e del coraggio di tante mamme che sono diventate la mia forza e il mio coraggio, delle cadute, del tuo valore ritrovato, del senso della nostra famiglia accresciuto dal tuo passaggio....e tante altre cose avrei potuto dire...e chissà se sono arrivate. Ho pensato andando via che tu eri il seme che io avevo lasciato e che ora stava a lui dimostrarmi che fosse caduto sulla buona terra. Pensavo che sarebbero a passati giorni e invece, nemmeno 24 ore dopo, questa mail, con la richiesta di contatto...spero che vada avanti, spero che si arrivi a quello che sarebbe la nostra "rivincita"...che quel personale sanitario del tutto impreparato e assente faccia formazione con Ciaolapo e che altre mamme che passeranno attraverso questa terribile e innaturale esperienza ricevano quello che a noi è mancato: conforto, sostegno, vicinanza, guida sicura, consapevolezza nelle scelte, aiuto psicologico.
Questa sei tu Marghe, tu che hai lasciato il mio cuore così colmo d'amore per te, tu che ti sei fatta spazio nelle pieghe della mia mente, tu che ti sei impossessata della parte migliore di me...tu, bambina mia meravigliosa sarai luce anche per altri..."perché non si può curare la morte, ma si può curare il dolore di chi resta"...
Questo è il tuo regalo per me, otto mesi dopo. La tua forza così delicata mi stupisce ogni giorno.
Ti amo Margherita, bambina mia, amore mio.
Ringraziano per il messaggio: Kevin, Sara80

Io e Margherita 12/11/2016 03:14 #156053

  • Kevin
  • Avatar di Kevin
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 1031
  • Ringraziamenti ricevuti 1525
Margherita, in questa notte d'autunno umida di pioggia, sento il desiderio di stare qui a parlare un po' con te stellina luminosa. ti penso Marghe, penso alla composizione delicata e sicuramente meravigliosa di margherite bianche e gialle fatta preparare in tuo onore dalla tua mamma, penso all'intensità Del tuo passaggio, penso ai gesti, ai pensieri, alle azioni, ai sentimenti che susciti in tante persone penso alle parole vere, sincere e profonde Che sai suggerire al cuore di mamma tua, penso a quella strada faticosa, fatta di tante nuvole, ma anche di tiepidi raggi di sole, quella strada tortuosa che tanto bene descrive la tua mamma, penso a te bellissima farfalla colorata nascosta tra le piante, ti penso e mi emoziono, ti penso e ti ringrazio straordinaria bambina, perché grazie a te, posso tenere forte forte la mano di mamma, Per proseguire insieme questo difficile cammino, per asciugare le tante lacrime con un sorriso pieno d'amore ricordando te ed il mio amatissimo bimbo grazioso, Per sfiorare, unite, spesso con i piedi, qualche volta a tentoni, ma sempre con il cuore colmo di amore e dolcezza infinita, quei sassolini che parlano di te Margherita, di Kevin e di tutti gli altri bambini. cara mamma, permettimi di posare una carezza lieve Sul viso tenero del tuo splendido Leonardo, e lascia che io allunghi le mie braccia, per avvolgervi indi un abbraccio che, da quaggiù, arrivi fila su.
Rosy e Yuri con Kevin, bimbo grazioso, indelebile in ogni respiro.
Ringraziano per il messaggio: marislux

Io e Margherita 12/11/2016 03:15 #156054

  • Kevin
  • Avatar di Kevin
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 1031
  • Ringraziamenti ricevuti 1525
Margherita, in questa notte d'autunno umida di pioggia, sento il desiderio di stare qui a parlare un po' con te stellina luminosa. ti penso Marghe, penso alla composizione delicata e sicuramente meravigliosa di margherite bianche e gialle fatta preparare in tuo onore dalla tua mamma, penso all'intensità Del tuo passaggio, penso ai gesti, ai pensieri, alle azioni, ai sentimenti che susciti in tante persone penso alle parole vere, sincere e profonde Che sai suggerire al cuore di mamma tua, penso a quella strada faticosa, fatta di tante nuvole, ma anche di tiepidi raggi di sole, quella strada tortuosa che tanto bene descrive la tua mamma, penso a te bellissima farfalla colorata nascosta tra le piante, ti penso e mi emoziono, ti penso e ti ringrazio straordinaria bambina, perché grazie a te, posso tenere forte forte la mano di mamma, Per proseguire insieme questo difficile cammino, per asciugare le tante lacrime con un sorriso pieno d'amore ricordando te ed il mio amatissimo bimbo grazioso, Per sfiorare, unite, spesso con i piedi, qualche volta a tentoni, ma sempre con il cuore colmo di amore e dolcezza infinita, quei sassolini che parlano di te Margherita, di Kevin e di tutti gli altri bambini. cara mamma, permettimi di posare una carezza lieve Sul viso tenero del tuo splendido Leonardo, e lascia che io allunghi le mie braccia, per avvolgervi indi un abbraccio che, da quaggiù, arrivi fila su.
Rosy e Yuri con Kevin, bimbo grazioso, indelebile in ogni respiro.
Ringraziano per il messaggio: marislux

Io e Margherita 16/11/2016 11:51 #156068

  • marislux
  • Avatar di marislux Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 135
  • Ringraziamenti ricevuti 189
Ciao Margherita,
amore mio, bambina mia. Oggi, 16 novembre, è il tuo onomastico,dieci giorni dopo quello di Leo...in realtà ho scoperto uno dei tanti, sembra ci siano tante sante con questo nome venerate dalla Chiesa cattolica....Te ne racconto tre, che dici?..la Margherita di oggi è Santa Margherita di Scozia, legata alla storia dei re di Inghilterra; un altro 16, di ottobre, è il giorno di Santa Margherita Maria Alacoque, la cui storia è legata all'istituzione del culto per il Sacro Cuore di Gesù; ma il racconto più sorprendente è legato a Santa Margherita di Antiochia per ben due motivi: questa santa, soprattutto nella chiesa ortodossa, è conosciuta anche col nome di "Marina" (ti rendi conto Marghe?...legate anche nel nome!) e poi, pensa, è la santa Patrona delle partorienti....
Sai piccolina, ieri sera ho guardato questa luna gigantesca che illumina il cielo in questi giorni..c'era una stellina proprio lì vicino...abiti lì?ti ho sorriso, mi hai visto?ti penso sempre, ora il pensiero di te si è fatto più dolce...come se avessi definitivamente accettato il tuo tempo limitato su questa terra, che nulla ha tolto al senso profondo della tua vita dentro di me. Continui a vivere dentro di me in realtà, in puro spirito invece che carne ossa e sangue...Avremmo potuto avere una vita diversa, ma quante in fondo ce ne sarebbero per ciascuno di noi?...Io sarei potuta morire anni fa, o non nascere per nulla se i miei genitori non si fossero incontrati, avrei potuto mancare all'appuntamento per conoscere il tuo babbo e chissà quante altre cose ancora sarebbero potute andare diversamente...e allora debbo accettare questo, come si accetta ogni nuovo giorno. Accettare di non aver perso niente, ma di aver guadagnato te. Te come sei stata, come sei. Un battito d'ali, un soffio nel vento, una luce di cometa, un fiocco di neve. E come sarebbe il mondo senza questo?perso buio vuoto. Così sarei io se tu non fossi stata con me.
Ti amo Margherita, bambina mia, amore mio.

Io e Margherita 23/11/2016 17:04 #156100

  • marislux
  • Avatar di marislux Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 135
  • Ringraziamenti ricevuti 189
Ciao Margherita,
amore mio, bambina mia...
Sembra ormai iniziato il periodo del Natale, la prossima domenica sarà la prima domenica di avvento..fra poco tutto si riempirà di luci, colori, odori, magia...lo scorso Natale sapevo di aspettare ed è stato così bello passarlo a fare l'albero con mio marito, farlo vedere al nostro primo bimbo di 15 mesi e tenerne un altro gelosamente in pancia. Ed ora che tutto questo non c'è più, mi sembra come non avessi mai dovuto aver diritto a quella felicità piena..
Ma sono orgogliosa di quello che ho fatto finora, è stato ed è ancora così dura trascinarsi avanti ma mi sembra di essere finalmente crollata sulla battigia, le onde lambiscono ancora i piedi, le gambe...ma (forse) sono fuori...chissà?...ancora col fiatone, gli occhi pesti, i vestiti a brandelli...ma in mezzo a quelle onde ho ritrovato uno scopo...ho "ri-cordato" te, ho trovato un posto per te nel mio cuore....niente ti porterà via. E tutto si rinnova nel tuo nome, tanti frutti mi stai portando, occhi nuovi, sensibilità nuova, progetti nuovi...nulla di quello che sento ora sarebbe possibile senza di te.
Grazie Margherita, bambina mia, amore mio.
Ringraziano per il messaggio: Kevin

Io e Margherita 23/11/2016 20:04 #156101

  • LucyA
  • Avatar di LucyA
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 1057
  • Ringraziamenti ricevuti 491
Ciao Marina, a poco a poco passo da tutte voi, da circa un mese visualizzo molto male il forum e faccio fatica a leggere.....
Ma non potevo non passare dal vostro spazio per aggiornarmi sulle vostre novità e darvi un bacio!
<3

Questa immagine è nascosta per gli ospiti.
Effettua il login o registrati per vederlo.



Questa immagine è nascosta per gli ospiti.
Effettua il login o registrati per vederlo.

Ringraziano per il messaggio: marislux

Io e Margherita 30/11/2016 16:34 #156119

  • marislux
  • Avatar di marislux Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 135
  • Ringraziamenti ricevuti 189
Ciao Margehrita,
amore mio, bambina mia.
Oggi è il tuo quarto complemese...ho smesso di immaginare come sarebbe stato. Non riesco, mi è impossibile...non so come fare a sovvertire il tempo, a ipotizzare una tua possibile vita con noi...ci ho pensato spesso, ci sono state occasioni in cui mi sono chiesta: come sarebbe stato se ci fosse stata anche Margherita? Saremmo andati quella sera al cinema?...come avrei diviso le notti tra le te e Leo che dorme ancora con noi (a parte all'inizio, che lo adagio nel suo lettino accanto al nostro letto...ma dopo un paio d'ore si sveglia e ci cerca)?...e il resto del tempo?...sarei riuscita ad allattarti per 16 mesi come fatto con lui?...come avrei fatto senza l'aiuto del babbo che in questi tre mesi ha lavorato tantissimo con due bimbi piccoli?...avrei trovato una soluzione a tutto, lo so...ma quale?quale?...questo no, non lo so...e per quanto mi sforzi non so immaginare...Nessuna immaginazione sarebbe paragonabile alla vita vera che avrei vissuto con voi.
Ricordo molto bene la frase di un babbo che raccontava la sua storia nel libro di Ciaolapo "Eri già con noi"...raccontava della sua bimba arcobaleno e diceva "non posso immaginare la mia vita con ..........., così come non posso immaginare la mia vita senza .....". La sua prima bimba, la sua seconda bimba.
Avrebbe forse senso questo Marghe?...magari no....Perchè la tua vita ha senso per quello che è stata, il tempo che è durata.
Forse questo pensiero nasce dall'idea che si è interrotto, si è spezzato qualcosa troppo presto...prima del tempo, del giusto tempo...ma quale sarebbe stato questo tempo giusto?e chi lo deciderebbe?...Oh sì, noi avremmo voluto che durasse molto di più, una vita di più...oltre la nostra...Ma così non è stato. Ancorale parole di Claudia mi tornano in mente, in quella bellissima fabia che è la Regina Cuoridighiaccio...forse che la vita di una farfalla si può giudicare dalla sua durata?...forse che non abbiamo goduto se pur per poco del suo battito d'ali, dei suoi colori, della sua danza sulla corolla di un fiore?...
Ebbene questo abbiamo dei nostri bambini, il loro senso profondo si racchiude nel palmo della mano, in un angolo di cuore..."l'eternità è un battito di ciglia"...
Quindi Marghe tu sei nel mio cuore come lo eri in pancia, ho sempre davanti agli occhi l'immagine di te nella tua ecografia in 3D...piccola e perfetta, così ti conservo. E per dimostrarti che mamma tua ha capito il tuo valore inestimabile, per rendere tangibile il tuo passaggio di stella cometa, perchè dalla tua vita nasca buona vita...ecco, qualche giorno fa ho concluso la pratica per un'adozione a distanza.
Il babbo ancora non lo sa ma stesera, quando gli ricorderò il tuo complemese, non potrà che essere contento. Ho parlato di te alla direttrice dell'associazione, le ho spiegato la ragione della preferenza per una bambina e che fosse molto piccola. Così lei mi ha trovato Gunjan, nata in Nepal lo scorso anno. Forse il suo primo messaggio potrebbe arrivare per Natale...e così sarà un po' come averti con noi.
Che bella impronta Marghe ha lasciato il tuo minuscolo piedino.
Ti amo Margherita, bambina mia, amore mio.
Ringraziano per il messaggio: Kevin

Io e Margherita 25/12/2016 21:19 #156190

  • marislux
  • Avatar di marislux Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 135
  • Ringraziamenti ricevuti 189
Buon Natale Margherita,
Amore mio, bambina mia...che bel Natale sarebbe stato oggi..saremmo stati una bella famigliola felice invece che una famigliola divisa anche oggi tra cielo e terra. Volevo solo scriverti che ti ho pensato così tanto che mi è tornato a far male il cuore, ho guardato il cielo talmente tanto che mi si sono lavati gli occhi nell'azzurro, ti ho voluta così tanto forte accanto a me da sentirmi infinitamente sola...
"Vi annuncio una grande gioia che sara' di tutto il popolo"...anche oggi per noi sei nata tu.
Ti amo Margherita, bambina mia, amore mio.
Tempo creazione pagina: 0.205 secondi