Avviso
  • Il forum è in modalità di sola lettura.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password:
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: Con questa sono 3 volte e il mio tempo sta scadendo

Con questa sono 3 volte e il mio tempo sta scadendo 08/06/2020 13:14 #161733

  • moira.bianchi
  • Avatar di moira.bianchi Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 2
  • Ringraziamenti ricevuti 1
Ho superato i 40 anni. Ho cominciato a cercare una gravidanza qualche anno dopo essermi sposata con il mio fidanzato di sempre (conosciuto al liceo): avevo quasi 35 anni, non proprio una giovincella, ma neanche da buttare rispetto all'età media di oggi. Due anni passati tra monitoraggi dell'ovulazione, stimolazioni, analisi, controlli, quando mi sono arresa a sorpresa sono finalmente rimasta incinta. Prima eco: uovo chiaro, la ginecologa mi ha caldeggiato il raschiamento. Un'esperienza per me terribile, passata in pronto soccorso con perdite e dolori per ore, in attesa. Firmo per tornare a casa dopo l'operazione e due giorni dopo mi viene la febbre alta, corro in un altro ospedale dove mi somministrano antibiotici. Cambio città per motivi di lavoro e questo mi deprime, ma ritrovo la speranza quando rimango di nuovo incinta: altro uovo bianco, ma stavolta aspetto che la natura faccia il suo corso, con il supporto di medicinali e tanto dolore fisico e mentale. Faccio analisi genetiche, controlli su me e mio marito e mi prescrivono acido folico ad alte dosi e Clexane alle prossime beta positive. Seguo le indicazioni e finalmente, a 38 anni, partorisco mia figlia e torno nella mia città. Le difficoltà ci sono sempre, ma dopo 4 anni decido di darle un fratellino e dare a me stessa l'ultima possibilità di essere mamma ancora una volta. In pieno lockdown, con tanta paura ma anche tanta speranza risuccede. A gennaio avevo fatto controlli approfonditi da un illustre ematologo che mi ha assicurato che il Clexane, che mi lasciava lividi molto dolorosi, non serve affatto. Basta l'acido folico e, secondo la ginecologa, anche l'aspirinetta. Le beta sono ottime ma la mia camera gestazionale è di nuovo vuota. Sto abortendo naturalmente, senza farmaci (la ginecologa attuale è contraria, ma vorrebbe che rifacessi il raschiamento). Io sono devastata, chiusa in casa da 3 mesi con forse l'ultima speranza di ridiventare madre, persa, con l'ansia che l'utero non si svuoti a dovere, la mia bambina adorata che ha una vivacità che spesso mi rende solo più nervosa, per quanto cerchi di capire le sue esigenze e un marito che comprende per quello che può. Vorrei tornare bambina, riavere mia nonna, sfogarmi con mia madre sapendo che mi capisce (lei neanche sa bene come ha avuto due figli, ci posso parlare fino a un certo punto). Fuggire. Scappare anche dal piccolo e meraviglioso miracolo che è la mia bimba. Mi sento una donna distrutta e non più madre, devo raccogliere i pezzi ma non ho tempo né voglia. La casa, il lavoro. Devo riprovare? Ho tempo? E se risuccede? Scusate lo sfogo lunghissimo, mi hanno consigliato questo sito e ho riversato tutto qui. Perdonatemi, so che chi ha visto il feto e sentito il battito ha passato momenti peggiori dei miei e non dovrei lamentarmi. Non so che fare, a chi rivolgermi, perché vorrei tanto avere un altro bambino ma non so se mi si ritorcerà contro.
Ringraziano per il messaggio: LucyA

Con questa sono 3 volte e il mio tempo sta scadendo 08/06/2020 17:02 #161734

  • Beba87
  • Avatar di Beba87
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 15
  • Ringraziamenti ricevuti 9
Non ci sono parole che possano alleviare il tuo dolore ma ti mando un abbraccio fortissimo! Si vede che sei una persona forte e ti auguro di avere la forza per raggiungere il tuo obiettivo qualunque esso sia
Ringraziano per il messaggio: moira.bianchi

Con questa sono 3 volte e il mio tempo sta scadendo 09/06/2020 21:02 #161739

  • moira.bianchi
  • Avatar di moira.bianchi Autore della discussione
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 2
  • Ringraziamenti ricevuti 1
Non c'è peggio al peggio. La mia ginecologa, da tempo latitante, non risponde più ai miei messaggi. Si è rifiutata di darmi supporto farmacologico, ora che le perdite stanno finendo non so da chi farmi vedere per sapere se è tutto ok. Sono abbandonata a me stessa. Oltre a dover sopportare l'aborto non ho neanche il sostegno medico. A volte vorrei solo lasciarmi morire... accada quel che accada.
  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.273 secondi