Avviso
  • Il forum è in modalità di sola lettura.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password:

ARGOMENTO: Desiderare una nuova gravidanza....speranze, dubbi e paure...

Re:Vincere la paura pensando al domani 16/04/2014 03:21 #145428

  • memole
  • Avatar di memole
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 140
  • Ringraziamenti ricevuti 84
Cara Chiara,la storia di quella mamma mette i brividi...!!come vedi solo chi ha un grande dolore riesce a capire e consolare,è quello che facciamo noi tra di noi!!la fede???io ho discusso con varie persone che mi imponevano di pregare...una persona che conosco ha ringraziato Dio perché aveva salvato sua figlia...allora mi sono chiesta"se esiste davvero perché non ha salvato il mio,tutti gli altri bimbi ma anche i giovani??non so più a cosa o a chi credere...un grande abbraccio!
[Url = http: //lilypie.com] [img] http://lagf.lilypie.com/UYENp2.png [/ img] [/ url] [[img]http://lagf.lilypie.com/uJVRp2.png[/url]

Re:Vincere la paura pensando al domani 12/05/2014 11:49 #145630

  • Marilisam
  • Avatar di Marilisam
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 89
  • Ringraziamenti ricevuti 85
Cara Memole effettivamente la fede è un qualcosa di talmente privato e introspettivo che ognuno dovrebbe limitarsi a praticarla per se stesso ed eventualmente per gli altri se ne ha voglia. Io mi sono trovata in una situazione talmente spiacevole da non volerci credere. Mia suocera un giorno si sfogò con me dicendomi che "grazie" alla morte di mio figlio Matteo ha ritrovato la pace e la fede perduta da anni. Ora dimmi tu se ti sembra una cosa normale. Ho sofferto tanto per queste parole, ripetute tra l'altro anche in altre occasioni con altre persone presenti.
Ho sempre considerato mia suocera come una seconda mamma ma queste sue parole mi hanno ferita a tal punto da cambiare atteggiamento nei suoi confronti.
Il 29/08/2014 sarà un anno che Matteo ci ha lasciati e insieme a lui anche cuoricino ma la voglia di riprovarci è tanta...abbiamo intenzione di rimetterci all'opera più o meno ad Agosto. La paura di rivivere la stessa tragedia mi assilla ogni giorno...ma la voglia di essere felice e di ritrovare finalmente un po' di serenità vince decisamente sulla paura. Vivremo giorno per giorno intensamente cercando di essere, per quanto sia possibile, più ottimisti possibile.

Un abbraccio a tutte

Re:Vincere la paura pensando al domani 12/05/2014 15:01 #145632

  • memole
  • Avatar di memole
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 140
  • Ringraziamenti ricevuti 84
Ciao marilisam...capisco le tue parole..sapessi mia suocera quello che è stata capace di fare...!!purtroppo da qui capisci che il dolore è solo tuo e neanche le persone più vicine possono capire!!io anche avevo il terrore di riprovare ma non mi sono arresa per ben due volte..ho avuto 5 anni fa un primo aborto a 12 settimane..tre mesi dopo ci ho riprovato ed è andata bene,poi un anno fa a 21 settimane e. Dopo tre mesi nuovamente incinta e ora ho il mio miracolo con me;!ovviamente non posso dirti che questi nove mesi siano stati semplici..ma non bisogna arrendersi mai!un abbraccio!
[Url = http: //lilypie.com] [img] http://lagf.lilypie.com/UYENp2.png [/ img] [/ url] [[img]http://lagf.lilypie.com/uJVRp2.png[/url]

Vincere la paura pensando al domani 19/06/2014 20:22 #145963

  • mammina2
  • Avatar di mammina2
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 24
  • Ringraziamenti ricevuti 22
ciao a tutte,
questa è la prima volta che scrivo in questo forum, per un periodo ho solo letto tanto, fino a che le lacrime che scendevano copiosamente non me lo impedivano. Oggi ho deciso di scrivere di me e del mio piccolo Andrea, nato alla 30sima settimana per un distacco della placenta e deceduto dopo 4 giorni di terapia intensiva. Sono passati 5 mesi e mezzo da quando mi ha lasciato e il dolore che provo non si placa un secondo. Anche io e mio marito stiamo aspettando il tempo necessario dopo il parto cesareo per cercare una nuova gravidanza ma la paura che possa ripetersi è grande ed è grande anche la voglia di stringere e accarezzare mio figlio come non ho potuto fare con Andrea. A volte mi sento pronta e conto i giorni che mi separano da quel momento, altre mi sembra di essere terrorizzata all'idea che tutto si ripeta. Mi aiuta molto leggere di voi e delle vostre storie, mi sento meno sola e incompresa. Nessuno se non ci è passato puo capire davvero cosa si prova a perdere un figlio tanto desiderato e amato, lo strazio di uscire dall'ospedale e affrontare il suo funerale invece di una festa di benvenuto, il dolore che si prova ad andare dal fioraio per comprare solo una cosa per lui e sempre la stessa...FIORI... Non sono riuscita a tenerlo tra le mie braccia e neanche a darli un bacino perchè non me lo hanno permesso ed è la cosa che più mi fa soffrire. Non so se sono gia pronta per andare avanti o ho bisogno ancora di tempo per elaborare il tutto, nel frattempo continuerò a leggere di voi e a fare a tutte un grande in bocca al lupo per le gravidanze future. Un abbraccio GRANDE e un grazie per il fatto di non essere più SOLA
Ringraziano per il messaggio: dany74

Vincere la paura pensando al domani 06/07/2014 18:31 #146284

  • CarlaD
  • Avatar di CarlaD
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 48
  • Ringraziamenti ricevuti 52
Ciao,
sono Carla ed è la prima volta che scrivo....non so nemmeno se riuscirò a farlo.....Ho perso la mia Dalila alla 39a settimana, il pomeriggio prima della data prevista per la sua nascita...era il 29 maggio scorso....
Io e mio marito da subito abbiamo sentito la necessità incontenibile di riprovare a dare un fratellino o una sorellina al nostro primo adorato figlio. Questa necessità ancora permane fortissima, ed aspettare è per me un vero calvario: non mi è ancora nemmeno arrivato il capoparto e nessun referto sui vari esami effettuati (la gravidanza era ritenuta "perfetta", TC programmato per un problema mio al bacino). Noi riteniamo che la nostra famiglia sia ancora incompleta, vogliamo con tutti i nostri cuori un altra creatura da far crescere insieme a noi. Paure? Tante, tra le quali anche quella di non riuscire più a rimanere incinta....non so perchè, non abbiamo mai avuto problemi. Ma, insieme all'immenso amore che provo per la mia piccola Dalila andata in cielo, provo anche un senso di fallimento, di stanchezza, di disillusione enormi.... Non vedo l'ora che ci diano "il via" per ricercare una nuova gravidanza, che spero Dalila mi mandi da subito ....ma non so come la potrei vivere, sicuramente con smisurato amore sin dalla visione di quelle 2 magiche lineette, un amore grande almeno quanto la paura che avrò ogni giorno, e forse per sempre.....
Per ora ho solo paura di non smettere mai più di piangere.....
Un abbraccio a tutte voi
Carla
Ringraziano per il messaggio: mammina2, LucyA, MF

Re:Vincere la paura pensando al domani 06/07/2014 18:49 #146285

  • CarlaD
  • Avatar di CarlaD
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 48
  • Ringraziamenti ricevuti 52
Ciao Giggia,
mi chiamo Carla e la tua storia tanto assomiglia alla mia. Prima gravidanza andata benissimo, abbiamo un bimbo di ormai 5 anni che è indescrivibile, il senso puro della mia vita. Nacque con un TC per un problema mio al bacino. Il 30 maggio scorso sarebbe dovuta venire al nostro mondo la mia piccola grande Dalila, ed invece (per ragioni ancora sconosciute) è volata in cielo il pomeriggio prima.....
Sembrava una gravidanza perfetta, persino io non sono mai stata così sana in vita mia.....eppure.....
Anche Dalila è nata con TC (oltretutto pesava 4.330kg), quindi per un altra gravidanza sarebbe il 3° cesareo.....
Ma son disposta a passare quei tanto risognati 9 mesi tutti quanto a letto, pur di riuscire a completare la nostra famiglia.
Anche io come te, ero convinta che con Dalila avrei vissuto la mia ultima gravidanza (ho 39 anni), ed invece ora, ancora come te, vorrei fare alti 20 figli....
Ti abbraccio
Carla

Vincere la paura pensando al domani 13/07/2014 02:35 #146402

  • GinevraNelCuore
  • Avatar di GinevraNelCuore
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 215
  • Ringraziamenti ricevuti 275
Ciao a tutte care mamme speciali, l'argomento "nuova gravidanza" mi sta molto a cuore e oggi credo di poterne parlare con maggiore consapevolezza e da una prospettiva completamente diversa.
Le prime settimane dopo la perdita della mia bambina le ho vissute sentendo una continua e pressante necessità di una nuova gravidanza, il forte senso di ingiustizia e la rabbia che provavo mi portavano a pensare che soltanto se fossi rimasta nuovamente incinta avrei superato il dolore. Volevo riavere ciò che mi era stato tolto, e lo volevo subito, non potevo più sopportare la mia pancia vuota, quella stessa pancia dove fino a qualche tempo prima la mia amata bambina scalciava...era una necessità fin troppo bruciante, che però non mi stava aiutando, anzi rendeva ancor più difficile il mio cammino.
Il tempo invece, quello si, mi ha aiutata; senza nemmeno rendermene conto ho iniziato a pensare diversamente, stavo cominciando a capire che stavo sbagliando,che non potevo desiderare un altro figlio perchè non avevo più la mia Ginevra, che il vuoto che lei aveva lasciato in me non l'avrei colmato...la mia principessa è la mia prima figlia e nessuno potrà mai prendere il suo posto, oggi sono consapevole del fatto che il mio desiderio di una nuova gravidanza non nasce più dal bisogno di riavere ciò che ho perso da un giorno all'altro ma nasce dalla speranza di dare alla mia Ginevra un fratellino o una sorellina.
Desiderare una nuova gravidanza significa anche fare i conti con le paure che si provano, paure che ho capito essere un fattore comune a tutte noi che abbiamo conosciuto il dolore della perdita di un figlio, paure e timori che, comunque, accompagnano le nostre speranze. Le paure sono tante e diverse, dal terrore di rivivere la stessa tragedia alla paura di non riuscire a rimenere nuovamente incinta...credo che tutti questi timori siano normalissimi. Molte persone mi dicono "quando rimarrai incinta non dovrai viverla con paura, dovrai viverla con serenità...", bene, cosa vuoi l'applauso? E' facile sputare sentenze quando non hai provato quel dolore e non devi farci i conti ogni giorno, quando sai che tornando a casa i tuoi figli sono lì...io lo conosco bene quel dolore e lei, la mia bambina, non c'è, quindi credo che avere un po' di paura sia un mio diritto e sia inevitabile.
Ma sento forte la speranza, spero che Dio voglia darmi la possibilità di dare un fratellino o una sorellina alla mia amata Ginevra e questa speranza è più forte della paura.
Vi abbraccio forte care mamme speciali e soffio un bacino ai vostri piccoli e meravigliosi angeli.

Federica con Ginevra nel cuore per sempre...sei amore immenso piccola
Ringraziano per il messaggio: LucyA

Vincere la paura pensando al domani 14/07/2014 11:02 #146420

  • Marilisam
  • Avatar di Marilisam
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 89
  • Ringraziamenti ricevuti 85
Cara Federica e care mamme speciali,

mi unisco a voi e a tutte le paure e insicurezze che sorgono insieme al pensiero di una nuova gravidanza. Personalmente mi ritrovo a fare una sorta di "countdown" perché io e mio marito vorremmo iniziare a cercare un fratellino o una sorellina per i nostri angioletti ad Agosto, esattamente a un anno dalla perdita del mio secondo cucciolo Matteo. Ci sono giorni che fremo dalla voglia di riprovarci...ma ci sono giorni che l'ansia e la paura mi travolgono e non riesco più a capire cosa voglio. Ho paura di non riuscire a rimanere in cinta ma allo stesso tempo se rimanessi subito, avrei paura di rivivere la stessa terribile esperienza...emozioni contrastanti che non riesco a gestire...mi ripeto sempre che è normale, dopo un'esperienza del genere sarebbe impossibile non avere timori, ma l'ansia riesce sempre ad averla vinta.
Per quanto riguarda la mia personale esperienza ho incontrato vari tipi di persone, o meglio, vari tipi di dimostrazioni di affetto/indifferenza di fronte al nostro particolarissimo e difficilissimo dolore ed ho tratto delle conclusioni: molte persone si sentono fuori luogo di fronte ad una persona che ha affrontato la perdita di un figlio, e per non sbagliare non si pronunciano, fanno come se niente fosse successo. Altre, dalle quali magari non ci aspetteremmo nemmeno un messaggio, entrano a far parte della tua vita in punta di piedi, con delicatezza e amore e tu man mano che passa il tempo senti che queste persone stanno percorrendo la tua stessa strada tenendoti per mano (a me fortunatamente è capitato). Altre ancora, come i parenti, sparano ipotesi a raffica e dispensano consigli assurdi per cercare di "alleviarti" il dolore ma in realtà non fanno altro che rincarare la dose e farti venire una rabbia terribile! Purtroppo ognuno crede di poter dire qualsiasi cosa voglia nonostante la situazione in cui si trova e noi, sfortunate spettatrici, non ci rimane che ascoltare e alcune volte tirare fuori i nostri "artigli" e difendere il nostro personale dolore, che nessuno mai dovrebbe giudicare al di fuori di chi l'ha veramente provato.

Un forte abbraccio e vi auguro con tutto il cuore di poter sconfiggere l'ansia e la paura di riprovarci, io ci sto ancora lottando.

Marilisa con Cuoricino e Matteo nell'anima.
Ringraziano per il messaggio: LucyA

Re:Desiderare una nuova gravidanza....speranze, dubbi e paure... 30/07/2014 08:08 #146755

  • EstiSofia
  • Avatar di EstiSofia
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 255
  • Ringraziamenti ricevuti 198
Sapete io penso di avere bisogno di tempo mentre Raffaele vorrebbe ricominciare subito. Io devo elaborare la perdita di Sofia troppo fresca e troppo dura. Avrò sempre paura quando rimarrò di nuovo incinta dalla traslucenza nucale alla villocentesi al l'amniocentesi e alla morfologica. Tutto mi spaventerà a morte!
Non devi pensare al futuro, il futuro non esiste e non è programmabile, non farti film sul futuro, devi concentrarti esclusivamente sull'oggi, su ciò che ti accade adesso e su ciò che puoi fare.

Questa immagine è nascosta per gli ospiti.
Effettua il login o registrati per vederlo.

Ringraziano per il messaggio: LucyA

Re:Desiderare una nuova gravidanza....speranze, dubbi e paure... 30/07/2014 13:43 #146763

  • CarlaD
  • Avatar di CarlaD
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 48
  • Ringraziamenti ricevuti 52
Ciao EstiSofia,
se pensi di aver bisogno di tempo, allora aspetta, non aggiungere stress a stress, e il tuo compagno capirà, vedrai.
Cercare una nuova gravidanza quando la desideri con tutta te stessa è la cosa più gioiosa, ricca di speranze e costruttiva che ci sia. Poi arriveranno anche le nostre paure, ma facciamo un passo alla volta. Soprattutto, però, partiamo al momento giusto.
Ti abbraccio
Carla con Dalila nel cuore

Re:Desiderare una nuova gravidanza....speranze, dubbi e paure... 30/07/2014 14:30 #146768

  • EstiSofia
  • Avatar di EstiSofia
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 255
  • Ringraziamenti ricevuti 198
Grazie Carla hai ragione bisogna dare tempo al tempo!
Non devi pensare al futuro, il futuro non esiste e non è programmabile, non farti film sul futuro, devi concentrarti esclusivamente sull'oggi, su ciò che ti accade adesso e su ciò che puoi fare.

Questa immagine è nascosta per gli ospiti.
Effettua il login o registrati per vederlo.

Ringraziano per il messaggio: LucyA

Re:Desiderare una nuova gravidanza....speranze, dubbi e paure... 11/09/2014 15:29 #147739

  • ElisaFabio
  • Avatar di ElisaFabio
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 76
  • Ringraziamenti ricevuti 51
Dopo il primo aborto a 11settimane abbiamo riprovato subito, lo volevamo entrambi...la gravidanza di Alex é stata stra ansiosa, ma non per la precedente perdita ma perché sono stati 5mesi di cui1a letto a casa e 2all'ospedale!...nonostante ciò la mia mente in fondo pensava che andasse a termine...
Ora dobbiamo aspettare X esami, le cartelle per fare i dovuti approfondimenti..ma una delle poche cose che mi fa andare avanti é il pensiero di poter riprovare ad avere un bimbo...io vivo per far si che arrivi un altro test positivo...quando vedrò quello avrò di nuovo la possibilità di sperare....le paure le ho adesso (che cosa ho che non va?/riuscirò a rimanere incinta presto?/sarò mai on grado di portare a termine una gravidanza?)

Vincere la paura pensando al domani 24/02/2015 11:01 #149646

  • valentinasofiagabriele
  • Avatar di valentinasofiagabriele
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 40
  • Ringraziamenti ricevuti 35
Che bella questa discussione.
Io ho partorito alla 24+4 i miei due splendidi raggi di sole , che a distanza di poche ore l'una dall'altro sono volati tra le braccia dei nonni bis,tra 20 giorni sarà il loro primo compleanno.
L'anno scorso ancora non sapevo che brutto scherzo il destino mi avrebbe regalato, dopo tanto cercare, tanto sperare a metà strada ci ha spezzato il cuore e la voglia di un futuro.
Prima di essere dimessa dall'ospedale, alla visita pre-dimissione, l'unica domanda che posi al medico era quando avrei potuto intraprendere una gravidanza, mi ricordo la sua espressione, un pò stupita, compassionevole e la sua risposta fredda...signora non ci pensi prima di sei mesi, ha subito un intervento!....(chissà che ha pensato in quel momento, i miei bimbi ancora non erano stati sepolti ed io già pensavo a rimpiazzarli....).
Se ci penso mi sento perfida, già pensavo alla felicità quando stavo ancora nel turbine del dolore.
Penso, però, che quella domanda, forse inopportuna in quel momento, era solo un obbiettivo per cercar di superare quello che ci aveva regalato il destino.
Ho vissuto quei sei mesi con ansia, ansia di ricominciare, paura di poter dimenticare i miei bambini, paura di rivivere tutto, ma tanta tanta voglia di avere con me un figlio.
I miei mesi sono un altalenarsi di stati d'animo contrastanti, ho paura di questo dolore che ogni giorno occupa le mie giornate, ma ho il desiderio di felicità e voglia di riprovare.
Ora che forse riesco a guardare gli altri neonati con un pò meno rabbia, angoscia, ed invidia,.......sono persino riuscita a prendere tra le mie braccia la bimba di una mia amica,forse sono quasi pronta per ricominciare a progettare il nostro futuro

Vincere la paura pensando al domani 25/02/2015 07:16 #149660

  • mtere81
  • Avatar di mtere81
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 50
  • Ringraziamenti ricevuti 49
Ciao mamme speciali,
Ed eccomi qui...anch io a raccontarvi la mia storia, piena di speranze e di paure.
Nell aprile 2013, partorisco i miei due principini, Manuel e Tommaso, alla 22 settimana x crollo del collo dellutero; i miei die angioletti non ce la fanno a vivere e volano subito in cielo. Da quelmomento lì, ha inizio la mia second vita, la nostra seconda vita: io e Lucio iniziamo un percorso di rinascita, attraversamento del dolore, condivisione delle paure...insomma una bomba di emozioni/dolori che solo voi potete capire. Non c era parola, gioia, risata, che potesse farmi smettere di pensare alla tragedia che mi era capitata, a quanto meschina fosse la natura x permettere una cosa simile.
Ovviamente ho affrontatoun percorso di analisi, ne sono uscita forte e consapevole di essere sana e viva.
Dopo un anno da quel tragico giorno, mi riscopro nuovamente incinta. Piansi tutto il giorno dalla paura, una paura che mi tagliava le gambe ed il respiro.
È stata dura, care mamme speciali.
Non vi nego che qsta gravidanza ha messo alla dura prova i miei nervi.
Diabete gestazionale, progesterone x 9 mesi, 50 gg di ricovero x rischio parto prematuro, collo dell utero su e giù, ecografie ogni 15 gg, super mega dotorone con parcelle strepitose, corse al ps per ogni contrazione, contrazioni dalla 27esima settimana, utero iper contrattile...insomma chi più ne ha, più ne metta.
Sono stata a riposo 6 mesi, mai più guidato, nè visitato un negozio. Hanno comprato tutto il mio compagno ed i miei genitori, io mi davo allo shop online.
Ed alla fine...sono arrivata, con tsnto fi applauso, alla 38+3, inaspettatamente...infatti avevo acquistato tante tutine x prematuri...
Sofia è nata un mese e mezzo fa ed è l essenza dei miei giorni. Bella come il sole. Se l avessi disegnata, non sarebbe mai stata bella com è. Io e Lucio spesso la guardiamo e piangiamo come due bimbi.
Non so dirvi come ce l ho fatta, ho pregato tanto, e qsta è l unica cosa che ho fatto io. Per il resto...è andata bene, con fatica, ma bene.
Oggi ho fatto il controllo post parto, ed ovviamente è stato affrontato il discorso che io tanto temevo: una futura altra gravidanza. Non fraintendetemi, non che sua qui a pensare ad un'altra gravidanza, ma ho supposto che se non mi fosse stata consigliata, era giusto saperlo subito; la mia dottssa è stat positiva, dicendomi che si affronterebbe come questa, basta nom far passare troppo tempo visto i miei 34 anni...il mio compagno contento come una pasqua, ed io...non lo so...ho paura al solo pensiero...ed ora sono qui, alle 7 di mattina, mentre allatto, a pensare a qto sia brutto essere una donnache x avere figli deve sperare che tutto vada bene...
Lo so cosa state pensando, ed ora faccio così, avete ragione: mi vivo sofia; e non penso a nulla. Stacco la spina.
Vi lascio con l immagine di mia figlia che nel sonno ride come una pazza: mi piace pensare che sia con Manuel e Tommaso agiocare come solo i neonati sanno fare...
Un bacio soffiato a tutti i vs angeli

Teresa con Sofia in terra e Manuel e Tommaso in cielo
Ringraziano per il messaggio: valentinasofiagabriele, Kevin, ElisaPer, MF, momu

Vincere la paura pensando al domani 25/02/2015 10:38 #149662

  • valentinasofiagabriele
  • Avatar di valentinasofiagabriele
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 40
  • Ringraziamenti ricevuti 35
quante emozioni in queste righe.....
Ringraziano per il messaggio: mtere81
Tempo creazione pagina: 0.307 secondi