Avviso
  • Il forum è in modalità di sola lettura.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password:

ARGOMENTO: Desiderare una nuova gravidanza....speranze, dubbi e paure...

Re:Desiderare una nuova gravidanza....speranze, dubbi e paure... 25/02/2015 16:26 #149664

  • ElisaPer
  • Avatar di ElisaPer
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 12
  • Ringraziamenti ricevuti 2
A distanza di 7 mesi dalla nascita a 20 settimane di Alex non abbiamo l'ok ma sto facendo una cura preconcezionale visto che siamo arrivati a capire molto sui miei aborti...ad Aprile spero tanto di avere il si e allora già mi sto preparando alla "grande ansia! " Sará difficile stare tranquilla già lo so, ci sono passata ma va bene, ce la posso fare...mi spaventano i nove mesi di eparina che mi aspettano???Si perché già farla x un mese mi ha messa a dura prova ma se saranno davvero 9...e se davvero torniamo a casa tutti felici e sorridenti...allora ne sarà valsa la pena...non vedo l'ora...

Vincere la paura pensando al domani 10/03/2015 15:36 #149772

  • elisa82
  • Avatar di elisa82
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 2
  • Ringraziamenti ricevuti 0
ciao
che bello leggere di questa nascita meravigliosa! @MTERE81
voglio sperare che ci sia una rinascita anche per me, cedimento collo dell'utero alla 20^settimana,
ancora in attesa di cartelle cliniche, e risposte a esami vari da fare..
Non si sa quindi ancora il perché mi sia successa questa cosa, anche perchè all'apparenza il feto stava bene..
voglio solo poter riaffrontare tutto con la speranza di una nuova vita, so che sarà difficile, parlano di gravidanza a letto , ma siamo disposte a tutto no ?!

Vincere la paura pensando al domani 18/04/2015 17:08 #150088

  • rosina1986
  • Avatar di rosina1986
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 24
  • Ringraziamenti ricevuti 11
ciao ragazze ho quasi 29 anni è il 4 febbraio 2015 la mia bambina è nata a 26 settimane per poi diventare un angelo 2 giorni dopo il tempo che anche io riuscissi a fare la sua conoscenza ....in me ci sono tante emozioni contrastanti la sofferenza per la mia bambina , la paura di non riuscire piu ad avere figli la paura che anche se Dio mi mandi una nuova gravidanza anche quest ultima andrebbe male è tante altre angosce.........anche io avrei voluto riprovarci subito ma devo aspettare i 6 mesi tanto odiati da una parte non vedo lora che passino questi mesi ma ho anche tanta paura...ora sto facendo un po di esami....non so voi ma io soffro tanto nel vedere le altre mamme con i propi bambini è non riesco a frequentare neanche le mie amiche che attualmente sono in attesa ....provo quasi invidia x loro spero di leggere testimonianze di mamme che dopo un orribile esperienza come la mia c'è l'anno fatta a rinascere

Vincere la paura pensando al domani 19/04/2015 01:41 #150093

  • rosina1986
  • Avatar di rosina1986
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 24
  • Ringraziamenti ricevuti 11
ragazze sono nuova mi fate capire come faccio a leggere i messaggi ? sottp a utente c'è scritto messaggi ma come si aprono'?

Vincere la paura pensando al domani 19/04/2015 15:52 #150096

  • MAVE
  • Avatar di MAVE
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 137
  • Ringraziamenti ricevuti 126
Ciao,
i messaggi privati li potrai leggere attraverso il SOCIAL. Quando si apre la schermata, se ci sono messaggi, li troverai segnalati sul tuo profilo.
Spero di esserti stata d'aiuto.
Un abbraccio
Ringraziano per il messaggio: rosina1986

Vincere la paura pensando al domani 09/07/2015 12:17 #151241

  • ally87
  • Avatar di ally87
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 45
  • Ringraziamenti ricevuti 41
I giorni passano... E il dolore è sempre forte... La voglia di un'altra gravidanza c'è ma la paura è tanta... Con la mente penso al futuro... A come potrebbe essere, ritrovarsi ancora col pancione Da coccolare... Ma non faccio tempo a pensare a qualcosa di bello ke subito arrivata la paura... La paura di nn riuscire più ad avere la possibilità di diventare ancora mamma, la paura di dover ritrovarsi di nuovo ad uscire dall'ospedale ancora a mani vuote... Paura di dover affrontare i lunghi 9 mesi e poi arrivare vicini vicini al traguardo e sentirsi dire ancora quelle brutte parole... Per me ancora è presto... Il dolore ancora non lascia spazio a uno spiraglio di felicità... Oltre per motivi per il TC... Ma ho voglia di sorridere di nuovo... Voglio la mia rivincita... Voglio un bambino... E spero che fra un paio di mesi sarà un pochino più facile... E il pensiero di un altra gravidanza nn sia solo un leggero pensiero ma realtà!
Ringraziano per il messaggio: mammina2, maryd29

Vincere la paura pensando al domani 25/10/2015 16:21 #152931

  • Anto-adele
  • Avatar di Anto-adele
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 25
  • Ringraziamenti ricevuti 17
Care mamme,
La mia dolce Adele è volata via il 14 gennaio del 2015, il mio ultimo pensiero era una nuova gravidanza ed ecco che invece il 5 agosto mattina faccio di nuovo un test e due striscette rosa compaiono sotto gli occhi mi si e di mio marito. Ora sono alla 16 settimana e 6 gg, e non vi nego di quanta paura ho, ad ogni piccolo dolore.
Emozioni che si contrastano: gioa, tristezza e paura...
Qualche settimana fa ho avuto delle perdite e potete immaginare la paura è quello che ho rivisto davanti ai miei occhi: ero sola in quel momento e l'unica cosa che ho avuto d'istinto e'stta prendere la borsa ed andare in ps..che paura che avevo quando ha messo quell'ecografo sulla pancia. Paura di sentire nuovamente quelle orribili parole, ma ho visto subito una dolce manina salutare, come a dire:"mamma stai tranquilla, che sto bene".
Ed ora sono presa come nn mai da questa piccola pulce, di cui ancora sento un piccolo solletico da qualche gg...
La paura è tanta, ma spero tanto di riuscire ad abbracciare questa piccola pulce...
Intorno mi sento dire devi stare tranquilla, ma facile a dirlo...penso che questa pulce abbia capito che la colpa di questa ansia non è sua.
Faccio le punture e prendo la cardioaspirina ogni mattina...sono piena di Blue e puntini, ma farò questo ed altro per abbracciare questa pulce e per cercare di essere una brava mamma...tra cielo e terra.
Ringraziano per il messaggio: FraLeo, maryd29

Vincere la paura pensando al domani 30/11/2015 12:17 #153416

  • maryd29
  • Avatar di maryd29
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 212
  • Ringraziamenti ricevuti 276
Care mamme... grazie di questo post... stamattin aho letto diverse storie, ne avevo proprio bisogno. In questi giorni io e il mio compagno stiamo affrontando il discorso nuova gravidanza molto da vicino, stiamo consumando le parole e le notti per tirare fuori tutte le paure e le ansie che potranno nascere e cercare di capire come affrontarle. Ne ho parlato con qualche mamma che ho incontrato ai gruppi AMA e leggere le vostre storie mi fa sentire in qualche modo confortata. So che saranno mesi dove i pensieri saranno mille e più, e tutti confusi, e ho capito che tutte le paure che ho già da adesso sono "normali" a causa di quello che ci è successo... Sono passati "solo" 5 mesi e mezzo... non so dire se siano tanti, pochi, giusti. Mi sento sulla strada giusta ecco... specialmente grazie a voi e a Claudia (dopo ovviamente il mio compagno che per me è stato fondamentale dal primo minuto di questa tremenda scoperta). Nemmeno ci stiamo provando e già penso alle emozioni che potrò provare quando vedrò il test positivo... Ho paura di non riuscire ad essere felice come dovrei, come lo sono stata quando ho visto il test di tommaso, anche se dentro di me già sapevo che stava già crescendo... La voglia di riprovare quelle meravigliose sensazioni della gravidanza è tanta, la paura lo è altrettanto però. Non riesco a pensare troppo al futuro, e non voglio pensare alle emozioni che potrei provare nello stringere un bambino urlante di vita questa volta, potrei scoppiare a piangere al solo pensiero... Sto cercando conforto e confronto nelle vostre storie, sapere di condividere queste ansie e paura con voi che avete passato il mio stesso terribile percorso le rende forse un pochino più gestibili. O almeno ci voglio provare...
Ringraziano per il messaggio: Kevin, Adel

Vincere la paura pensando al domani 14/12/2015 15:01 #153517

  • VeronicaV
  • Avatar di VeronicaV
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 48
  • Ringraziamenti ricevuti 60
Ciao a tutte...
Il pensiero di una nuova gravidanza devo essere sincera è l'unica cosa che mi fa andare avanti, che mi fa alzare dal letto la mattina.
Lo so che forse è presto, dopo solo 3 mesi che ho perso Francesca, ma non penso che ci sia un momento giusto ed uno sbagliato.... penso solo che il mio desiderio di essere mamma è così forte, lo è sempre stato, che realizzarlo sarebbe l'unica cosa che riporterebbe una luce nella mia vita. Avendo fatto un parto naturale posso subito ricominciare a provare ad avere una nuova gravidanza ed è quello che io e mio marito abbiamo deciso di fare. Ammetto che è strano, estremamente strano ma è l'unica cosa a cui mi aggrappo ma con una gran paura. Avendoci messo 2 anni prima di avere Francesca ho paura che passi veramente troppo tempo per una prossima gravidanza, ho paura di non riuscirci, ho forse più paura di non riuscire a restare incinta che dover affrontare i 9 mesi della gravidanza. Non so come potrei viverla, sicuramente non sarei più spensierata e felice come la prima volta, ma sarebbe una nuova avventura, una nuova vita di cui prendermi cura, una nuova vita da amare, a cui dedicare me stessa, una gioia che andrebbe in contrapposizione con il dolore. Ho paura però che fissandomi troppo su questo desiderio sia peggio, non vorrei aggiungere la delusione mese dopo mese al dolore per la perdita della mia bambina. Perché deve essere così difficile ritrovare un po' di normalità un po' di gioia?! non abbiamo già perso troppo??!!!
Forse sto impazzendo o forse qualcuna di voi ha provato le stesse sensazioni, non lo so, ma vorrei tanto avere la possibilità di vivere la mia vita da mamma come avrei voluto!
Ringraziano per il messaggio: andymara

Vincere la paura pensando al domani 29/12/2015 11:24 #153648

  • franconov
  • Avatar di franconov
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 21
  • Ringraziamenti ricevuti 20
Ciao Veronica, guarda secondo me non c'è una tempistica e se devo essere sincero i primi mesi dopo il lutto anche io avrei voluto subito risolvere tutto impegnando i miei pensieri in una nuova gravidanza sostenendo mia moglie ma insieme parlando abbiamo capito che dovevamo metabolizzare tutto il trauma subito e cercare passo dopo passo insieme di arrivare alla nuova gravidanza. Non stai impazzendo ma è normale che i tuoi pensieri confluiscano nella tua voglia di maternità, mi sono sentito così anche io e soffrivo molto vedendo altri padri con i loro figli, ma in quei momenti pensavo fortemente che prima o poi sarebbe toccato anche a me.

Vincere la paura pensando al domani 29/12/2015 16:24 #153657

  • andymara
  • Avatar di andymara
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 118
  • Ringraziamenti ricevuti 123
Ciao Veronica,

Ho letto solo ora questo tuo post.... Dopo un aborto interno e una extra uterina ci sono voluti anche per me due anni prima di riuscire a restare di nuovo incinta. Avere una nuova vita dentro di me è stato bellissimo, anche se è durato solo pochi mesi... Anche a me il desiderio di diventare mamma è l'unica cosa che dava la forza di andare avanti. Purtroppo il destino, crudele, ha deciso che non dovessi realizzare questo sogno, a cui ho davvero creduto fino all'ultimo... Tra i mille pensieri che vagano nella mia testa da quando Simone non è più con me c'è stato anche quello di un nuovo tentativo. Per me però è presto, non riesco ancora ad affrontare né il passato, né il presente, per cui il futuro resta lontano, molto lontano...
Anche io avrei le tue stesse paure, visto il tempo che ci è voluto la volta precedente, di non riuscire a restare incinta e che qualcosa, nuovamente, non vada come dovrebbe. Come te, anch'io vorrei poter ritrovare gioia e serenità. Anch'io mi sono detta: 'non ho già sofferto troppo? Non ho forse già perso troppo?' Perché non posso essere felice e realizzare l'unico mio più grande desiderio? La possibilità di una delusione, dello sconforto che si somma al forte dolore che ancora provo fa tanta paura anche a me, e credo sia normale. Io poi ho l'età che purtroppo non è dalla mia parte.... Per questo motivo io in questa gravidanza ci ho creduto davvero... Sembrava la risposta alle mie preghiere ed il giusto conforto per le mie sofferenze passate... Purtroppo non è così...
Vorrei riuscire ad iniziare l'anno nuovo con la speranza di un cambiamento, ma non mi sento pronta, ho ancora troppe cose da affrontare e tanto ancora da metabolizzare.

Ma non c'è un tempo uguale per tutti, questo è vero, per cui se tu e tuo marito vi sentite pronti e siete sereni, non vedo nulla di male a provare nuovamente a realizzare il proprio sogno. In fin dei conti tutti dovrebbero essere felici... Questo è il mio augurio sincero: che tu possa essere nuovamente felice!

Mara con Simone nel cuore

Vincere la paura pensando al domani 04/01/2017 11:42 #156204

  • elyangel23
  • Avatar di elyangel23
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 16
  • Ringraziamenti ricevuti 5
questo post è veramente rincuorante.
Mi sono ritrovata in molte di voi e questo mi fa sentire un po' meno sola.

Io avevo già provato l'esperienza di vivere una gravidanza in preda all'ansia dopo il mio primo aborto. Sono rimasta incinta subito dopo ma avevo sottovalutato le implicazioni emotive del non essere pronta.
E' vero che era stato un aborto precoce ma ho capito che non c'entra molto "il mese in cui sei" quando perdi il tuo bambino, soprattutto se lo desiderava da tanto.
Spesso cercavo addirittura di ignorare il fatto di essere incinta;era un modo per proteggermi. Poi però mi veniva sbattuta in faccia la realtà ogni volta che vomitavo, perché era un vomito anche di cose non metabolizzate, di paura repressa..
Guardando indietro penso che quella nuova vita non se lo meritasse il mio atteggiamento spesso freddino....In seguito avevo da poco iniziato a tranquillizzarmi, a dare spazio ai miei sentimenti di amore che ho perso la bimba.

Ora quindi non so bene come comportarmi..sono passati 3 mesi e a volte mi sembrano tanti e a volte mi sembra ieri. Forse come tante di voi hanno scritto è proprio vero che c'è questo sentimento di "rivalsa" che non vuol dire essere pronti.
Ma poi mi chiedo: si sarà mai pronti?Si avrà mai la serenità? Forse no..e allora magari sarebbe meglio affidarsi a pensieri positivi con la speranza che vada tutto bene.

Vincere la paura pensando al domani 30/01/2017 03:30 #156271

  • Antonellina86
  • Avatar di Antonellina86
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 36
  • Ringraziamenti ricevuti 4
Io ho perso la mia bambina da 1 mese e mezzo... il capo parto è arrivato. sofferto... soffertissimo.
Ma la voglia di avere una nuova gravidanza e subito è fortissima. nonostante sappia già che la paura stavolta sarà terribile... spero che accada a breve. spero di fare tutto il possibile affinché vada tutto al meglio e spero di limitare le ansie, ma spero soprattutto che arrivi e questo mese di febbraio sia il mese giusto... mia madre è rimasta incinta di me a febbraio e se n'è accorta il 19 marzo, giorno in cui noi abbiamo dato promessa... spero che queste date mi porteranno fortuna.... ne ho bisogno... rivoglio quello che mi è stato tolto...

Re:Vincere la paura pensando al domani 01/02/2017 06:27 #156287

  • bordia
  • Avatar di bordia
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 3
  • Ringraziamenti ricevuti 1
Ciao! anche io ho vissuto una brutta esperienza! Ho perso la gravidanza nel 3 mese, anche se nn ai e capito il motivo. Vorrei riprovare, ad avere un altra gravidanza però sinceramente ho tanta paura. Ci provo ad essere positiva, però nel inconscio nn riesco ad essere. So quanto è difficile superare una situazione del genere, solo chi è passato può capire! Vorrei condividere con te, per riuscire insieme di superare! Se ti fa piacere, ci possiamo sentire! Grazie!

Re:Vincere la paura pensando al domani 09/02/2017 22:55 #156340

Ciao a tutte, scrivo per la prima volta su Ciao Lapo, e innanzitutto vi ringrazio perchè in questo anno ormai trascorso, leggere le vostre storie mi ha aiutato.

Ecco la mia storia, dopo 2 anni di matrimonio iniziamo a pensare a un piccolo che completi la nostra famiglia. Sono rimasta in cinta subito, al primo tentativo. Eravamo felicissimi ma sapevamo (per sentito dire) che le prime settimane erano a rischio quindi abbiamo deciso di tenere la cosa per noi, anche se difficile vista la gioia che si leggeva in viso. Mi ricordo la prima visita ginecologica, l'emozione e il battito che trotterellava velocissimo. Dopo 2 mesi circa vidi delle perdite, non sapevo se poteveano accadere o no in gravidanza, così per scrupolo andai in ospedale, era il mese di Marzo... "Mi dispiace non c'è battito" ... crollò il mondo. Tutta quella felicità che c'era si trasformò in un vuoto incolmabile. le persone a me più vicine che dicevano " non ti preoccupare, può capitare... non è niente.. è il primo..". Lo stesso ginecologo inizialmente mi incoraggiò mi disse che era il primo tentativo, che non sempre le cose vanno bene e che, dopo qualche mese per riprendersi, potevamo iniziare a pensare ad una nuova gravidanza.
A Dicembre prendiamo un cucciolo (anche questo dopo mille ripensamenti) pensando che sarebbe stato bello che fossero cresciuti insieme. (Oggi se ho superato tutto è anche grazie a lui)

Dicembre, 2° gravidanza cercata con la stessa felicità e gioia ma allo stesso tempo con tanta paura che il passato si potesse ripresentare, con più consapevolezza. Alla fine del 3° Mese iniziamo a comunicarlo ai genitori, agli amici. Ricevo il primo regalo da mia suocera un ciondolo a forma di ciuccio (il richiamo degli angeli) iniziamo a liberare la cameretta, a fare progetti, a dare nomi. 19 Aprile, un giorno che non scorderò mai.... di nuovo quelle perdite. Penso no, non è possibile ormai sono alla 22esima settimana, penso che magari poteva essere altro e mentre lo penso le prime lacrime. Poi quelle parole dette per la seconda volta... "Mi dispiace non c'è battito" la voglia di morire, doveva essere il mio cuore a fermarsi, di nuovo non ero stata in grado di protteggere quel cuoricino ancora minuscolo ma per me enorme.. Il ginecologo di turno quella notte provò più volte... mi spiegò che oltre al battito non si vedeva il cuoricino nel monitor che diventava rosso. Mi chiese se volevo essere ricoverata subito, ma non riuscivo neanche solo al pensiero, non potevano portarmelo via. Così il giorno dopo lo passai a casa tra pianti e solitudine, a pensare all'indomani. La mattina dopo andai in ospedale per il raschiamento, anestesia e mi risvegliai in lacrime pensando che me l'avevano portato via, che lui/lei non c'era più. se nulla fosse accaduto avevo la visita qualche giorno dopo dove potevamo vedere se era maschio o femmina (Alessandra o Gabriele), ma non abbiamo fatto in tempo e non lo sapremo mai. Fecero la biopsia ma non mi seppero dire nulla, nessuna persona che si prese 5 minuti del suo tempo per parlarmi... un paziente che occupava un certo numero di un letto d'ospedale. tanta rabbia, tanta solitudine... I giorni passarono, ripresi quasi subito a lavorare nella speranza che aiutasse ma niente poteva alleviare quell'enorme vuoto.

Oggi, a quasi un anno di distanza, riesco a rivivere quei ricordi con le lacrime ma questo credo che non cambierà mai, i nostri due angeli sono in cielo, ora ho 2 cuoricini tatuati dalla parte del cuore e anche se non posso vederli o toccarli loro saranno sempre qui con noi. Questa sofferenza non passa, si allevia certo, ma di sicuro non sparisce, non si dimentica, ci si convive in un'equilibrio delicato e fragile.

Si pensa a riprovare, ma solo l'idea di fare le analisi che mi diede il ginecologo vista la poliabortività, mi fa paura.
Ho paura degli esiti, ho pura che il mio corpo non sia adatto e in particolare ho paura che tutto si ripresenti ancora... una terza volta non la sopporterei. Non riuscirei a superarla.

Non so che fare, a volte penso che ancora non abbia finito di elaborare il lutto...

Durante la mia storia ho scoperto Ciao Lapo, proprio oggi mi è arrivato il libro di Claudia Ravaldi "Il Sogno infranto", e sono concorde che bisogna spezzare questo argomento tabù, che ci deve essere conoscenza e consapevolezza.
Grazie per quello che fate, e grazie per esserci!

Gloria
Tempo creazione pagina: 0.280 secondi