BLOSSoM – Burnout after perinatal LOSS in Midwifery

by Claudia Ravaldi

Partecipa alla nuova ricerca di CiaoLapo rivolta agli operatori sanitari allo scopo di approfondire il tema della morte perinatale e il suo impatto sul benessere psico-fisico e lavorativo degli operatori. Lo studio si chiama BLOSSoM – Burnout after perinatal LOSS in Midwifery e può essere compilato da: ostetriche, ginecologi, infermieri, psicologi e tirocinanti.

Questa nuova indagine nasce dall’esigenza di molti colleghi incontrati negli oltre duecento corsi di formazione che ho svolto presso le aziende ospedaliere, i consultori e i collegi delle ostetriche italiani e si concretizza grazie alla volontà e all’impegno di due giovani studentesse di Ostetricia che hanno scelto di collaborare con CiaoLapo per le loro tesi di Laurea e di Master.

Bilanciare competenze professionali, competenze emotive e competenze relazionali è una sfida per chi oggi si occupa di salute e di cura perinatale: ancora si fa molto poco per aiutare i professionisti a vivere pienamente ed in modo salutare il loro ruolo, anche nelle situazioni complesse.

La morte in utero è una delle situazioni più traumatiche che un operatore perinatale si trovi ad affrontare nella sua professione.

Affrontare questo evento nella sua complessità, a partire dall’esperienza di ciascun operatore, può contribuire a migliorare le conoscenze generali sull’argomento, evidenziando sia ciò che è già patrimonio dei professionisti, sia ciò che è importante migliorare, nel rispetto della salute, intesa come benessere bio-psico-sociale sia dei nostri assistiti che dei professionisti curanti.

Vi invitiamo quindi a partecipare alla ricerca che sarà svolta nel rispetto della privacy (GDPR) e in modo anonimo, compilando il questionario che trovate qui:

https://www.surveymonkey.com/r/ciaolapo-blossom

 

Un grazie in particolare ad Eleonora Cossu e a Sara Tagliavini, per il loro impegno e la loro grande competenza relazionale.

 

 

 

 

 

You may also like

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.