Avviso
  • Il forum è in modalità di sola lettura.
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password:
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: Il mio Angelo in cielo

Il mio Angelo in cielo 07/08/2016 09:23 #155190

Ciao a tutti, sono nuova del forum, vorrei condividere la mia storia, perchè sono convinta che parlarne mi farà solo bene...
Dopo tanti anni di tentativi infruttuosi, io ed il mio compagno ad aprile di quest'anno riusciamo finalmente, con l'aiuto della medicina e dei bravissimi medici della Pma dell'Ospedale sant'Orsola di Bologna, a concepire il nostro angioletto tanto desiderato. E' un sogno che si avvera, anche se fin dall'inizio costellato da momenti difficili: prima il mio ricovero per iperstimolazione, una conseguenza dei farmaci per l'induzione dell'ovulazione, durato 18 giorni. Poi il ritorno a casa, riposo assoluto e dieta stretta, ma chi se ne importa, il mio fagiolino è lì e per lui si fa di tutto. Poi una mattina, dolori lancinanti, l'ambulanza mi porta di corsa al'ospedale e poi l'operazione d'urgenza: torsione ovarica, laparoscopia e che Dio ce la mandi buona.. L'operazione va bene, mi devono asportare l'ovaio destro, ma il mio tesoro è sempre lì, nessuno lo scolla e il suo cuoricino batte forte forte!
Dopo una settimana torno a casa, e posso iniziare a pensare alla mia gravidanza, a vivere normalmente, ora il pericolo è scampato, pensavo..
Alla 13ma settimana c'è il bi test, l'ecografia è perfetta, misure nella norma, plica 1,4 e femore a posto. Ma, un valore del sangue sballato indica che è meglio fare un'amniocentesi.. rischio aumentato per trisomia 18, una sindrome orribile incompatibile con la vita.
Va bene, mi dico, facciamo l'amnio, la fanno in tante non c'è da aver paura, e poi il rischio non è così alto... ed iniziano le due settimane di attesa prima dell'esame, passate in ansia e leggendo con voracità testimonianze e racconti di chi l'amnio l'aveva fatta, ed era andato tutto bene, ed aggrappandomi alla possibilità di un falso positivo del bi test, che così infallibile non è.
Pochi giorni prima dell'amniocentesi, un pomeriggio ho dei dolori, per scrupolo ci rechiamo al pronto soccorso dell'ospedale più vicino, e da quel momento inizia il vero incubo.. la dottoressa non riscontra nulla a livello uterino, la placenta è ben attaccata e non ho perdite, ma... c'è pochissimo liquido amniotico. Sono nella 14ma settimana, epoca in cui dovrebbe essercene in abbondanza, e il mio scricciolo non si muove quasi per il poco spazio che ha. Diagnosi di oligoidramnios, tanta ansia, disperazione e una sensazione orribile, come se le cose stessero precipitando così velocemente da non poterle fermare.
Mi faccio consolare e convincere dal mio compagno che non è nulla, che poco liquido non è così grave, leggiamo in internet di situazioni simili finite bene e anche la mia gine e il dottore del bi test si sentono fiduciosi. Per scrupolo fissiamo un'ecografia più accurata per il lunedì sucessivo.
Poi il macigno in testa, il liquido sembra proprio non esserci, è ancora meno di tre giorni fa, la situazione sta peggiorando. In lacrime, su consiglio dell'ecografo ci rechiamo al ps dell'ospedale Sant'Orsola, dove confermano l'anidramnios, e constatano che non ho perdite di liquido, la speranza a questo punto era una rottura del sacco, che si sarebbe potuta rinsaldare, ma così non è.... Dal ps mi rimandano a casa, dicendomi che non c'è nulla da fare, le infusioni in quest'epoca di gravidanza non servono a nulla, devo solo aspettare.... ma aspettare cosa????
L'ambulatorio di diagnosi prenatale dell'ospedale mi conferma l'impossibilità di intervenire, e mi rimanda all'appuntamento già preso per l'amniocentesi, nella speranza (ridicola) che il liquido si riformasse, e che fosse solo una situazione temporanea.
Passa così una settimana, finisco la 16ma ed entro appena nel 5 mese.
Secondo le più nere previsioni, all'appuntamento per l'amnio il liquido non si è riformato, anzi non ce n'è più nemmeno una goccia, il mio fagiolino non si muove, è stretto e tutto accartocciato a causa del poco spazio. I medici non mi danno nessuna speranza, prospettano un problema genetico, forse ai reni, che in effetti ci sono ma sembrano non funzionare: anche se più avanti il liquido si riformasse (dovrebbe accadere un miracolo) più tempo il bimbo avrebbe passato stretto così, più sarebbe stata alta la possibilità di non sviluppare gli organi necessari alla sopravvivenza, per primi i polmoni, per non parlare delle deformazioni riportate agli arti e alla testa, causate dallo schiacciamento.
Insomma, questa creatura non ha nessuna speranza, non abbiamo molta scelta..
Così, fissiamo per giovedì 28 luglio l'induzione del parto, con la morte nel cuore e nell'anima.
Il ricovero purtroppo è nel reparto maternità, dove tante mamme papà e nonni cullano felici le loro creaturine, mentre noi siamo lì non per dare la vita ma per interrompere il nostro sogno.... per fortuna basta un'ora, un'ora di dolori atroci causati dalle prostaglandine somministrate dal medico, e dalla terribile RU486 assunta 48 ore prima, e senza quasi accorgermene metto al mondo il mio uccellino, un maschietto di 8 cm e mezzo ed appena 90 grammi..
I due giorni in ospedale sono come immersa nell'acqua, tutto è attutito, suoni e parole sembrano vuoti, ma sono stranamente tranquilla. Per fortuna dopo il parto mi hanno spostata in ginecologia, senza pianti di bambini e sorrisi di nonni felici. Il difficile deve arrivare, lo so, il ritorno a casa è definitivo: tutto questo è vero, è successo a me, a noi, e non si può tornare indietro..
Conoscere le vostre storie, condividere il dolore, sapere che non è successo solo a noi non allevia il dolore, non fa star meglio, ma sentire meno soli.
Grazie per aver letto la mia storia, scusate se ho scritto tanto, io il mio compagno ed il mio Angioletto vi abbracciamo forte.
Ringraziano per il messaggio: LucyA, Biancanelcuore, alessandra050516

Il mio Angelo in cielo 07/08/2016 10:47 #155191

  • Biancanelcuore
  • Avatar di Biancanelcuore
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 62
  • Ringraziamenti ricevuti 65
Cara mamma , ti accolgo in questo posto speciale, ti abbraccio forte...il tuo dolore è anche il mio e anche quello di tutti i genitori che incontrerai in queste pagine...ti ringrazio per averci aperto il tuo cuore ferito e ora mettiamoci in cammino insieme.
Io sono mamma speciale di Bianca volata via lo scorso 25 febbraio, anche io come te ho dovuto passare il calvario dell'interruzione di gravidanza....ogni volta che ne avrai bisogno ci sarò anche io, sarò qui pronta a tenderti la mano.
Vi abbraccio forte cari genitori e mando un bacio enorme al vostro piccolo prezioso Angioletto


Sabrina con Bianca nel cuore

Questa immagine è nascosta per gli ospiti.
Effettua il login o registrati per vederlo.

Ringraziano per il messaggio: [email protected]

Il mio Angelo in cielo 07/08/2016 10:59 #155192

  • Tra cielo e terra
  • Avatar di Tra cielo e terra
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 174
  • Ringraziamenti ricevuti 159
Cara Valentina, ti accolgo in questo luogo dove potrai sfogarti è essere capita, purtroppo se siamo qui a scrivere e' perché condividiamo le nostre storie di dolore, le nostre lacrime e il dolore sordo che ci pervade l'anima.
Sono Federica la mamma di Viola, piccola stella dal 19 maggio. Vorrei dirti che il dolore passerà ma purtroppo non è così..possiamo solamente imparare a convivere e accettare il nostro destino. La nostra è stata una doccia fredda..avrei dovuto fare il cesareo il giorno seguente, la mia piccola non aveva nessun problema e la sua attesa era terminata..non aspettavo altro che stringerla tra le mie braccia..era fatta! Ed invece senza un perché è volata via.
Questo percorso e' difficile ma sono sicura che il tuo piccolino ha lasciato un segno indelebile nella tua vita e che grazie al suo passaggio sei diventata una mamma forte e capace di affrontare questo cammino. Riscoprirai affetti e imparerai ad amare incondizionatamente, questa è la vera favola di noi mamme speciali.
Un abbraccio
"Non devo dimenticarti per essere felice..devo portarti dentro per essere più forte "
Viola nell'anima
Ringraziano per il messaggio: [email protected]

Il mio Angelo in cielo 08/08/2016 10:52 #155196

  • andymara
  • Avatar di andymara
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 118
  • Ringraziamenti ricevuti 123
Cara Valentina,

ti accolgo anch'io in questo luogo non luogo, l'unico in cui riesco ancora a sentirmi me stessa, a non aver paura di esprimere liberamente quello che sento e provo, l'unico in cui riesco a togliere finalmente la maschera che porto ormai da tanti mesi...
Sono Mara, mamma di Simone, dolce seme di speranza strappato via da noi dopo 18 bellissime settimane.
Sono ritornata indietro nel tempo leggendo la tua storia.... la ricerca durata anni e poi l'infinita gioia nello scoprire che dentro di me cresceva forte un'altra vita, nel poter finalmente progettare un futuro a tre....
Anch'io i primi tempi dopo la sua perdita ho vissuto come in una bolla, tutto scorreva frenetico intorno a me, sentivo i suoni come ovattati, come se tutto ciò non stesse accadendo a me, come se stessi vivendo la vita di un'altra persona... E il ritorno a casa è stato la doccia più fredda, è stato proprio in quel momento che ho realizzato, ho capito che tutto era terribilmente e crudelmente vero... Simone non era più con me, la mia pancia era nuovamente vuota....
Ancora oggi, a distanza di quasi 8 mesi, mi ritrovo spesso a rivivere gli attimi in cui ho potuto stringere il mio cucciolo a me, se chiudo gli occhi ho ancora la sensazione di riuscire ad accarezzare le sue manine e i sui piedini perfetti.
La vita purtroppo continua a scorrere frenetica intorno a noi e solo con il passare del tempo riuscirai piano piano a riallinearti alla sua velocità, ma il dolore purtroppo non passerà. Dobbiamo imparare a conviverci... Il breve passaggio dei nostri bimbi nelle nostre vite ci ha senz'altro cambiate, ci ha rese persone diverse, a volte più forti, a volte più deboli, ma di sicuro ci ha insegnato ad apprezzare ogni istante, a vivere più intensamente...
Non avere fretta, ognuno ha i suoi tempi. Non aver paura di piangere, di urlare, di sfogarti. Qui troverai persone stupende in grado di stringerti la mano, di ascoltarti quando avrai voglia di parlare...
Siamo tutte accomunate da un lutto gravissimo, abbiamo dovuto affrontare la più innaturale delle prove, la perdita di un figlio... Non importa quanto tempo i nostri cuccioli abbiano passato con noi, ci siamo sentite pienamente mamme dal momento stesso in cui abbiamo fatto quel test....

Cara Valentina, ti abbraccio forte....
E mando un bacio in cielo al tuo Angioletto

Mara con Simone sempre nel cuore.
Ringraziano per il messaggio: Kevin, [email protected]

Il mio Angelo in cielo 09/08/2016 14:12 #155214

  • Kevin
  • Avatar di Kevin
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 1031
  • Ringraziamenti ricevuti 1525
Carissima, ti accolgo con una carezza sincera che, spero possa asciugare qualcuna delle tue innumerevoli lacrime. Io sono Rosy, mamma di Kevin, un delizioso bambolotto di quasi tre chili, nato senza il suo pianto di vita, il 23 novembre 2014, dopo un sogno incantevole durato 37 settimane +4 giorni. Sono anche madre di pulce, un delicato soffio d'amore che ha sfiorato il mio pancino, volando via troppo presto, dopo otto settimane insieme il 4 aprile 2016. Perdere un figlio è l'evento più atroce e devastante che possa colpire un essere umano, soprattutto il cuore di due genitori che hanno sognato, amato, desiderato quel cucciolo fin da prima del concepimento. Io non ho dovuto affrontare il calvario dell'interruzione terapeutica di gravidanza, il mio amatissimo bimbo grazioso era sano, però immagino quanto debba essere stato terribile e disarmante, trovarsi di fronte ai medici che pronunciavano parole incomprensibili per il cuore, ma termini atroci che sentenziavano la morte del vostro bambino. Non siete stati voi a scegliere, ma la vita, il caso, il destino crudele, la sfortuna maledetta o non so chi o cosa, hanno deciso per voi, perché se fosse dipeso dalla vostra volontà, avreste preso voi il carico di dolore e sofferenza che è toccato Al vostro adorato cucciolo, offrendo la vostra vita in cambio della sua. Purtroppo questo è un cammino tortuoso, durissimo e soprattutto i primi mesi, sono davvero difficili da affrontare. Ti senti smarrita, disincantata, tremendamente in colpa perché avresti voluto proteggere tuo figlio, le giornate trascorrono prive di senso, le notti passano senza dormire, senti un uragano che ti travolge costantemente lasciandoti davvero pochissimi momenti di respiro, milioni di perché ti tormentano, i ricordi struggenti dei giorni in cui hai dovuto salutare per sempre il tuo bambino affollano in interrottamente la tua mente, la tristezza e la compagna fedele del tuo tempo, ti senti incompresa, fragile, incapace di svolgere anche le più semplici azioni quotidiane, E poi c'è molta gente che sminuisce il tuo dolore invitandoti a dimenticare, a passare oltre, a guarire in fretta, mentre tu, voi, sentite il cuore esplodere di amore, quell'amore mancante del suo preziosissimo destinatario che però, ti assicuro, in questo preziosissimo forum, verrà accolto, amato e considerato figlio come merita. Qui troverai comprensione, ascolto non giudicante, condivisione e tante, tantissime mani tese, pronte a sostenerti quando cadrai, e a gioire con te per i piccoli traguardi che raggiungerai. Ecco anche la mia mano pronta per te: prendila, stringi la forte e proviamo a percorrere insieme questa strada faticosa, fatta di ostacoli e ripide salite, ma in cui troveremo anche zone pianeggianti dove potremmo fermarci, riposare, riprendere fiato, per poi ripartire un po' più forti e consapevoli. Allungo le mie braccia fino a te Per avvolgerti in un abbraccio caloroso e accogliente, da mamma a mamma, da cuore a cuore. Grazie per averci raccontato la vostra storia di dolore, un dolore che parlerà sempre di amore infinito. Ciao piccolo principe, buon viaggio tra le meraviglie dell'universo.
Rosy e Yuri con Kevin, bimbo grazioso, indelebile in ogni respiro.
Ringraziano per il messaggio: [email protected]

Il mio Angelo in cielo 09/08/2016 17:43 #155217

  • omblau
  • Avatar di omblau
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 65
  • Ringraziamenti ricevuti 70
Ciao Valentina,
Ti accolgo anche io, in questo luogo non luogo....dove il ricordo dei nostri figli speciali ci permette di andare avanti e sopravvivere.
Vorrei avere parole di consolazione da donarti, parole che possano arrivare dritte al tuo cuore e alleviare la tua sofferenza, ma io stessa, in questo periodo in modo particolare, non riesco a trovare la forza per accettare e affrontare i miei lutti..le mie perdite che sembrano sempre più immense...
Ti abbraccio forte.

Ombretta
Ringraziano per il messaggio: [email protected]

Il mio Angelo in cielo 09/08/2016 18:47 #155219

  • alessandra050516
  • Avatar di alessandra050516
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 56
  • Ringraziamenti ricevuti 43
Cara Valentina. Ti abbraccio forte. Io e te siamo unite dallo stesso destino. Anche per me trisomia 18. Anche io ho sperato in un falso positivo al bi-test, ho vissuto l'ansia dell 'attesa dopo l'amniocentesi.
Non sei sola. Un bacio soffiato al tuo angelo!
Ringraziano per il messaggio: [email protected]

Il mio Angelo in cielo 12/08/2016 13:44 #155241

  • LucyA
  • Avatar di LucyA
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 1057
  • Ringraziamenti ricevuti 491
Ciao Valentina, hai ragione è stato davvero un lungo calvario, o forse sono tutti calvari i nostri......
Ma qui per lo meno possiamo essere capite ed ascoltate.
Un bacione a tutti e tre!

Questa immagine è nascosta per gli ospiti.
Effettua il login o registrati per vederlo.



Questa immagine è nascosta per gli ospiti.
Effettua il login o registrati per vederlo.

Ringraziano per il messaggio: [email protected]

Il mio Angelo in cielo 16/08/2016 20:40 #155270

Grazie a tutti voi, che mi avete dimostrato affetto e vicinanza. La condivisione del mio dolore mi aiuta a rendere le mie giornate meno pesanti... Auguro a tutti voi, e a me stessa, una rivincita, un riscatto da questo destino crudele....
Ringraziano per il messaggio: alessandra050516
  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.413 secondi